ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il tag “politica”

M5S, Iovino: “Il nostro progetto per la Campania resta il miglior candidato possibile”

Il deputato e facilitatore regionale: “Il nome è la sintesi naturale di un percorso fatto di idee e proposte”.

“Siamo stufi di leggere e ascoltare, da mesi, polemiche costruite artatamente attorno a nomi e a simboli. Se c’è una certezza fondante nel Movimento è che il candidato sarà sempre l’epilogo naturale di un percorso realizzato attraverso la condivisione di idee e progetti per il bene comune. Se è stato proposto il nome di Sergio Costa è solo perché per molti di noi incarna il profilo ideale di chi, per competenze, levatura morale e storia personale, è in grado di unire veri portatori di un unico interesse, che è il bene dei cittadini della Campania. Ed è con figure come Sergio Costa, Valeria Ciarambino, i consiglieri regionali, i nostri straordinari attivisti, le persone di valore e le tantissime realtà positive vanto della nostra terra, che possiamo arginare l’avanzata di un sistema corrotto che continua a proporsi dopo aver devastato questa regione”. Così il deputato M5S e facilitatore aree interne della Campania all’indomani della riunione di ieri con parlamentari e consiglieri regionali in vista delle prossime regionali.

“In questa fase – prosegue Iovino – è necessario mettere in piedi un laboratorio che recepisca esigenze e criticità in ogni settore e in ogni ambito territoriale e le traduca in soluzioni. Il nostro candidato migliore rimane il nostro progetto ed è su quello che oggi dobbiamo far confluire tutte le nostre idee e ogni singola energia”.

Record Unesco, la Regione Campania “riabilita” la Festa dei Gigli di Nola nel collage facebook dei riconoscimenti

Nel giro di un’ora dall’uscita del nostro articolo

Patrimonio Unesco, la Regione Campania “buca” la Festa dei Gigli di Nola confondendola con la Varia di Palmi Calabro (errore o trovata pubblicitaria?)

e grazie alla tempestiva segnalazione fatta dal sindaco di Nola Gaetano Minieri, la Regione Campania modifica il collage fotografico pubblicato sulla pagina facebook ufficiale dell’Ente in occasione della Giornata Internazionale della guida turistica, che richiama i numerosi riconoscimenti Unesco di cui si fregia la Regione, tra cui la spettacolare Festa Eterna, “scambiata” in un primo momento per mero errore con un’altra celebre Macchina a Spalla, la Varia di Palmi Calabro. Il rimodulamento dell’intero collage fotografico ha fatto comparire la Festa “giusta”, quella dei Gigli di Nola, che appunto si trova in Campania, mentre – come è noto – la Varia è calabrese.

di ra.na.

Patrimonio Unesco, la Regione Campania “buca” la Festa dei Gigli di Nola confondendola con la Varia di Palmi Calabro (errore o trovata pubblicitaria?)

È di appena un’ora fa la pubblicazione sulla pagina facebook istituzionale della Regione Campania del collage fotografico che pubblicizza, in occasione della Giornata Internazionale della guida turistica, gli innumerevoli riconoscimenti – materiali ed immateriali – dell’UNESCO, di cui è stata protagonista nel corso degli anni. Un dubbio tuttavia ci assale, che i Gigli di Nola siano stati confusi (vedi foto) con la Varia di Palmi Calabro. Potremmo anche sbagliarci, in tal caso ci scusiamo fin da ora con i lettori ed i soggetti interessati, ma se invece non ci sbagliassimo, il Governatore dovrebbe quantomeno prendere atto di avere risorse umane molto scadenti. Speriamo di sbagliarci per davvero, guardate, si tratta della pagina ufficiale facebook del sito regionale – – – – > .https://www.facebook.com/524365307593066/posts/3219861824710054/  Ovviamente, se la cosa è voluta, magari per fare un omaggio alla coordinatrice – di origini calabresi – della Rete delle Grandi Macchine da Festa a Spalla, ribadiamo le scuse e ci complimentiamo per la trovata (pubblicitaria?).

di ra.na.

NOLA. LA CITTÀ RIPARTE DAL BILANCIO STABILMENTE RIEQUILIBRATO

In dirittura d’arrivo l’approvazione dello schema di bilancio stabilmente riequilibrato da parte della Giunta Comunale guidata dal sindaco Gaetano Minieri. Non è escluso che per il fine settimana o al massimo per l’entrante settimana lo schema sarà approvato dalla Giunta Municipale e inviato ai Revisori dei Conti per il parere nonché depositato per quindici giorni alla segreteria comunale a disposizione dei consiglieri comunali per concludere il suo iter in Assemblea Cittadina. Top secret sulle singole voci, ci auguriamo che si tratti di un bilancio che metta fine alle incongruenze e agli errori del passato. La Città deve ripartire ed essere amministrata (ce lo auguriamo) con un bilancio che metta al centro della programmazione i cittadini, i servizi essenziali, la tutela delle fasce deboli e tenga sotto controllo i conti con una lotta all’evasione atta a vedere incrementate la riscossione delle entrate. Sembra superfluo evidenziare che tutti gli atti propedeutici al bilancio, Piano Triennale per le opere pubbliche, del fabbisogno triennale del personale, alienazione dei beni patrimoniali, piani economico-finanziari, delle imposte comunali sono stati già approvati dalla Giunta. Il Piano Economico Finanziario della TARI è stato approvato dal Consiglio Comunale. Diversi atti sono in discussione da giorni nelle competenti commissioni consiliari. Tra le novità del nuovo bilancio c’è la compilazione del modello F che dovrà indicare analiticamente le entrate e la copertura delle spese per ogni singolo servizio. Un altro elemento che sarà tenuto sotto stretto controllo è il fondo credito di dubbia esigibilita’ (istituito con la contabilità armonizzata) e che rappresenterà una voce della spesa di bilancio rapportata al coificiente della media dei mancati incassi delle entrate comunali negli ultimi cinque anni. Per evitare un dissesto finanziario bis sta nella capacità del Comune di riscuotere le tasse che devono coprire le spese per i servizi correnti. Sotto controllo al Comune di Nola è la Tari la cui riscossione negli anni è stata molto bassa, circa il 40% del Piano Economico Finanziario, uno dei motivi – insieme al contenzioso – del dissesto finanziario. Il fondo credito di dubbia esigibilita’ in via previsionale andrà a penalizzare le spese correnti come la manutenzione strade e servizi essenziali ai cittadini. Occorre evitare di creare buchi che possano generare nuovi guai. Non è escluso che, trascorsi quindici giorni, anche in assenza della diffida prefettizia, possa essere convocato il Consiglio Comunale per l’approvazione del bilancio da parte dell’Assemblea. Una volta approvato, il bilancio sarà inviato alla Commissione per la stabilità finanziaria degli Enti locali per la sua approvazione. Un iter abbastanza lungo, ma preciso.

di ra.na.

Casamarciano. Il candidato a sindaco Carmela De Stefano: “Una grande responsabilità che condivido con l’intera squadra che oggi rappresenta il civico consesso cittadino. Ci attende un duro lavoro”

“Ringrazio l’attuale maggioranza che, insieme a me, ha condiviso il lungo percorso amministrativo e con la quale oggi si è aperto un dialogo costruttivo incentrato su idee nuove e di ampio respiro.
È sicuramente una grande responsabilità che sono pronta ad assumere mettendo in campo l’esperienza maturata in questi anni, con l’umiltà di aprirmi al confronto nell’ottica di un continuo miglioramento per Casamarciano.”: ad annunciarlo è Carmela de Stefano, candidata a sindaco del piccolo comune del Nolano alle prossime amministrative.
Avvocato, trentacinque anni, Carmela de Stefano è attualmente nella giunta comunale guidata dal sindaco Andrea Manzi con la carica di vicesindaco con delega alla cultura e alle politiche sociali.
È la prima donna candidata a sindaco del comune di Casamarciano.
“Ci attende un grande lavoro di squadra dove l’uno sarà la forza dell’altro senza personalismi nè individualismi, con il coinvolgimento di tutti, a cominciare dai giovani e dalle donne – continua Carmela De Stefano – Casamarciano ha  bisogno di persone che amano questa terra e che ne esaltino bellezza e storicità”.

AREA NOLANA. ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI, I POSSIBILI CANDIDATI

Per il rinnovo delle elezioni regionali non c è accordo tra il Movimento 5 Stelle e PD che andranno, almeno per ora, separati il ministro Costa sarà il candidato governatore per 5 Stelle e la conferma di De Luca per il PD. Oggi a Napoli alle 18,30 arriva all ‘Augusteo Matteo Salvini che lancerà la sfida per il Centro Destra; Forza Italia conferma l’ ex governatore Stefano Caldoro indicato dal leader Berlusconi come il miglior candidato, a confermare la sua candidatura anche il coordinamento regionale degli azzurri ;comunque su Caldoro restano i dubbi della Lega di Salvini che ha più volte ribadito che il confronto va fatto a tutto campo provando a coinvolgere anche esponenti della società civile. Nelle stesse ore incontro delle sardine in Piazza Dante, proprio i rappresentanti di questo movimento non vedono favorevolmente la riconferma della candidatura di De Luca. Tutto ancora da decidere per i candidati governatore sia nel centro destra che nel centro sinistra ;non è escluso che un passo indietro dell ‘attuale governatore De Luca indicato dalla direzione nazionale del partito insieme ai cinque coordinatori provinciali a formare le liste per le prossime regionali possa aprire il definitivo scenario con il riavvicinamento del PD al Movimento 5 Stelle ed a questo punto la candidatura a governatore della Campania vede in pool due nomi di alto profilo tra il Ministro della ricerca scientifica e all ‘Università per il PD e al Ministro per l’ Ambiente per il Movimento 5 Stelle. Comunque il traguardo è ancora lontano e tutto può ancora succedere. Anche nel Centro Destra si aspetta la decisione finale di Salvini, i rumors interni a Forza Italia e del movimento della Carfagna; alla fine non è escluso che la presidenza possa andare a Fratelli d ‘Italia se Fitto dovesse essere messo in discussione in Puglia. L’ incertezza sulle candidature a Governatore frena la formazione delle liste. “Tutto fermo sbottano i possibili candidati dell ‘area nolana siamo in una fase di stand by.” Insomma la discussione c è, ma è silente, visto che manca la certezza del candidato Governatore. Nell’ area nolana restano in piedi le candidature di Antonio Tufano-consigliere comunale di Nola, Raffaele Coppola – sindaco di Liveri, Felice Di Maiolo – sindaco di Mariglianella, Enzo De Lucia – consigliere comunale di Nola, Andrea Manzi – sindaco di Casamarciano, Francesco Iovino – consigliere comunale di Saviano e vice presidente area metropolitana, Onofrio Miele – consigliere comunale Camposano, l ex on. Massimiliano Manfredi. Gli unici sicuri a continuare il cammino regionale a prescindere delle candidature dei Governatori Ermanno Russo, per la sesta volta con Forza Italia e Pasquale Sommese impegnato alla formazione di una lista Civica. Se Atene piange, Sparta non ride, anche nei tre comuni dell ‘area nolana chiamati ai rinnovi delle assemblee comunali il quadro politico risulta non chiaro. Marigliano, Casamarciano e S. Paolo Belsito sono i tre comuni che si voterà per il rinnovo del Consigli Comunali. Indubbiamente Marigliano con gli oltre 30.000 abitanti è il Comune più importante. Le voci danno per certa la riconferma a Sindaco di Antonio Carpino per il PD, mentre per il centro destra dovrebbe esserci Vincenzo Caprio, attuale amministratore unico della Locale Agenzia di Sviluppo. Proprio in queste ore sono sempre più insistenti le voci delle sue dimissioni dalla Locale Agenzia di Sviluppo, ma non si riesce a capire se legate alla prossima candidatura o altro. Molto più effervescenza politica a S. Paolo Belsito per la non candidabilita ‘dell’ attuale sindaco Manolo Cafarelli avendo lo stesso ricoperto per due mandati consecutivi la carica di sindaco. Voci danno trattative in corso tra una parte del centro sinistra ed il gruppo del sindaco uscente Manolo Cafarelli per la candidatura dell ‘avvocato Raffaele Barone ex presidente dell’ ordine degli avvocati di Nola;quasi certo un ritorno dell ‘ex sindaco Raffaele Riccio con una lista Civica di giovani, come non è esclusa la candidatura di Concetta Ferrara se dovesse andare a buon fine il possibile accordo tra il gruppo Montemurro (consigliere comunale) e il gruppo di Benedetto Cava e Gennaro Panico. Di ieri sera la voce di una possibile lista del Movimento 5 Stelle. Troppi candidati sindaci per un Comune che non supera i cinquemila abitanti. A Casamarciano dovrebbero essere due gli schieramenti in campo ;uno che fa capo a Carmela De Stefano, attuale vice sindaco sostenuta dall ‘attuale maggioranza e un altro di giovani impegnati nel “Forum dei giovani”. A breve gli aggiornamenti.

di ra.na.

Casamarciano. Carmela De Stefano, attuale vicesindaco con delega alla cultura e alle politiche sociali del piccolo comune del Nolano è la candidata a sindaco alle prossime elezioni amministrative per il rinnovo del civico consesso

A sostenere il giovane avvocato, membro del direttivo del Partito Democratico, l’attuale maggioranza del governo cittadino, la stessa che nella precedente tornata elettorale ha sostenuto il sindaco uscente Andrea Manzi con la coalizione “Casamarciano libera e giusta”.
“È la naturale risposta che questa amministrazione consegna nelle mani degli elettori, nel solco della continuità amministrativa che si prepara a vivere una stagione di rinnovamento con l’ingresso in squadra di giovani e validi professionisti – spiega il sindaco Andrea Manzi – È la risposta all’impegno e alle capacità dimostrate sul campo da Carmela De Stefano e condivise in modo unanime dalla maggioranza che oggi ne sostiene la candidatura. Stiamo lavorando ad un progetto nuovo – continua Manzi – con idee innovative che porteranno Casamarciano ad assumere un ruolo strategico nel piano di sviluppo del territorio. Una squadra unita e coesa che si appresta a comporsi in ogni tassello, aperta al dialogo ed al confronto e che nei principi di condivisione e correttezza intende costruire i punti del suo programma”.

Fratelli D’Italia da oggi ci è più vicino. Nasce il circolo “Fratelli di Nola”: il consigliere Antonio De Lucia nominato Presidente

Fratelli D’Italia da oggi ci è più vicino. Nasce il circolo “Fratelli di Nola”: il consigliere Antonio De Lucia nominato Presidente.

Nel giorno della commemorazione del filosofo al pensiero libero e nostro concittadino Giordano Bruno, abbiamo deciso di comunicare ufficialmente la costituzione del circolo cittadino di Fratelli d’Italia,” Fratelli di Nola”.

Gli obbiettivi del circolo sono quelli di avvicinare la comunità Nolana ad un partito dalle lunghe radici storiche ed ideologiche. Saranno promosse attività che riguardano la questio politica, ma allo stesso tempo saranno molti i progetti culturali e formativi che tendono ai giovani, nostra vera linfa.

In un contesto sociale di totale sfiducia nel sistema politico, abbiamo deciso di rilanciare costituendo un circolo cittadino.

Difenderemo gli interessi della comunità pensando ai tanti problemi quotidiani:

Viviamo in un territorio con un alto tasso di tumori e lotteremo per contribuire alla bonifica dell’ambiente;

Il sistema sanitario denota in modo emblematico tutte le sconfitte ed il mal affare dell’attuale governo regionale;

I giovani devono tornare ad avere stimoli e prospettive nel nostro Sud, rilanciare il mezzogiorno significa rilanciare l’Italia.

Invitiamo tutti i cittadini ad avvicinarsi al circolo: la nostra è una chiamata aperta a tutti, chiediamo il vostro sostegno ed il vostro contributo per formare un circolo vivo, con un coordinamento cittadino fatto di professionisti e lavoratori, genitori e figli:

Il partito deve essere del popolo ed aperto agli interessi della collettività!

Da Nola parte il progetto “Uno sguardo sul territorio” voluto dal sindaco Gaetano Minieri

Il sabato che ci piace, al lavoro per il territorio e non per una singola comunità.

Da Nola parte il progetto “Uno sguardo sul territorio” voluto dal sindaco Gaetano Minieri.

Un’occasione importante per discutere di tanti argomenti: cultura, ambiente, infrastrutture, sociale, pari opportunità. Un’opportunità condivisa anche dal vescovo Francesco Marino che non ha fatto mancare la sua presenza con parole di monito ed incoraggiamento.

Insieme ai sindaci dell’area nolana anche il ministro dell’università e della ricerca Gaetano Manfredi e il critico d’arte Vittorio Sgarbi.

Un nuovo inizio.

di ra.na.

Ambiente e polveri sottili, interviene il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi: “Pronto a rafforzare il mio impegno. Non escludo la mia candidatura alle prossime regionali”

“È l’ambiente la priorità assoluta del Nolano. Inquinamento atmosferico, la questione cave e regi lagni, la presenza sul territorio di un solo impianto per il trattamento dei rifiuti rappresentato dallo Stir di Tufino sono tutti argomenti di estrema importanza, collegati tra loro, che necessitano di interventi seri e ben mirati e non solo di semplici dichiarazioni di intenzioni. La stessa organizzazione territoriale, attraverso gli organismi che la rappresentano come l’agenzia di sviluppo, deve adoperarsi per una politica integrata efficiente e non limitarsi al semplice ruolo di supporto delle amministrazioni comunali. È dovere degli amministratori, che ben conoscono il territorio, intervenire con azioni forti. Un impegno a cui non posso nè voglio sottrarmi e che mi spinge a mettermi a disposizione dell’area, laddove fosse necessario, partecipando in prima persona alla prossima competizione regionale”: è quanto annunciato dal sindaco di Casamarciano Andrea Manzi in riferimento alla situazione che sta vivendo il Nolano negli ultimi mesi con un’emergenza sempre alle porte, prima con il caso dello Stir di Tufino ed ora con gli sforamenti dei limiti per l’inquinamento dello smog sempre più incisivi e preoccupanti rilevati anche dall’Arpac.

“Occorrono provvedimenti seri come ci impone la legge – continua Manzi – Questo territorio necessita di un risanamento ambientale e per farlo sono necessari interventi seri, che sono pronto ad adottare, assumendomi ogni responsabilità. Noi amministratori dobbiamo essere risorse per il nostro territorio e sono pronto a continuare questo impegno anche sui tavoli regionali per i quali sono in corso alcune trattative”.

Navigazione articolo