ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il tag “Alenia-Aermacchi”

NOLA, ALENIA-AERMACCHI PREMIATA DA AIRBUS GROUP A TOLOSA

INDUSTRIA AERONAUTICA. LA CAMPANIA CHE COMPETE PER INNOVAZIONE TECNOLOGICA E STRATEGIA DI MERCATO.

L’ECCELLENZA DELLA FORZA-LAVORO E DEL SISTEMA PRODUTTIVO INTERAMENTE COMPUTERZZATO, FIORE ALL’OCCHIELLO DI FINMECCANICA.

Funziona il binomio Alenia-Aermacchi, rappresentativo di una delle più rilevanti – e poche – eccellenze italiane, in grado di proporre un qualificato ed accreditato asset di quell’“internazionalizzazione”, che costituisce uno dei fattori primari ed irrinunciabili, per innescare i circuiti virtuosi del lavoro produttivo e dell’economia reale. Un marchio ed un sistema di fabbrica, che identificano da soli e al meglio il comparto dell’industria aeronautica nazionale, in grado di esercitare una capillare ed attiva presenza sul mercato globalizzato, il cui alto tasso di competitività si rapporta in diretta proporzione con le sollecitazioni determinate dall’innovazione tecnologica, imprevedibile e senza limiti di prospettiva, scandita com’è dall’evoluzione costante. E si è in un contesto particolarmente sofisticato nei salti “migliorativi” e rapidi, in cui operano i “colossi” industriali degli Stati Uniti d’America, del Giappone, della Francia e dell’Inghilterra.

A giugno dello scorso anno, la funzionalità del connubio Alenia-Aermacchi, “battezzato” due anni prima con la fusione della società pubblica delle Partecipazioni statali e della società privata di Venegono, in provincia di Varese, sotto il controllo di Finmeccanica, fu “espressa” dal premio di produzione attribuito ai dodicimila addetti – ingegneri, operai specializzati ed amministrativi – dei siti produttivi del gruppo, dislocati in larga parte tra Campania e Puglia, oltre che in Piemonte e Lombardia. Un premio di produzione – una tantum – variabile da mille e novecento a due mila e cinquecento euro netti in busta-paga, in ragione dell’accordo sottoscritto dalle rappresentanze del gruppo e dalle delegazioni sindacali di categoria, con l’impegno per duecento nuove assunzioni, entro il 2015; premio di produzione, confermato per l’anno in corso, con l’incremento del 16%, mentre lo scorso anno l’incremento è stato del 13%, rispetto all’importo stipendiale di base. Una corposa gratifica, per “sancire” gli obiettivi “centrati” nei siti produttivi, in ordine ai parametri di qualità, produttività, redditività ed efficienza, avvalorati dalle attestazioni del mercato degli aeromobili e dei sistemi aeronautici, per l’aeronautica civile e per l’aeronautica militare.

Nei giorni scorsi si è registrato, invece, un importante riconoscimento specifico e mirato, che valorizza ancora di più la struttura d’eccellenza del binomio Alenia-Aermacchi, operante nell’Area industriale della piana di Boscofangone, a Nola. E’ il riconoscimento BEST IMPROVVING SUPPLIER, attribuito da una delle più importanti società del mondo specializzate nella costruzione di aerei, qual è l’Airbus Group francese. Il premio di caratura internazionale vale a “certificare” che nell’impianto nolano si sono registrate le migliori prestazioni industriali per il biennio 2012\2013, sia per la qualità e l’efficienza che per il rispetto dei tempi di consegna per le forniture richieste. Un riconoscimento significativo reso dalla società d’Oltre Alpe, che si vale per i propri cicli produttivi di vari fornitori. Un giudizio oggettivo. La cerimonia di premiazione, a Tolosa, la città dov’è la sede progettuale, logistica ed operativa di Airbus Group.

Nel sito dell’ASI di Nola, proprio nelle vicinanze del Distretto della logistica avanzata e dei servizi, Cis-Interporto-Vulcano Buono, si producono parti di fusoliera prevalentemente destinate all’assemblaggio dei velivoli commerciali AirbusA380, conosciuti come i “Giganti del cielo”, e A321. Sono circa mille gli addetti, che lavorano nell’impianto, inaugurato nel 1995, nell’ambito della filiere dei siti di Finmeccanica, la cui estensione si sviluppa per 510 mila metri quadrati. E le produzioni, che si realizzano, sono governate da un sistema computerizzato integrato; un assetto, che rende la struttura un vero e proprio modello di organizzazione e produttività, assicurando, parimenti, buone condizioni di lavoro per il personale ingegneristico e tecnico-specialistico, in termini di confort e di sicurezza.

La svolta di qualità produttiva nel biennio 2012\2013 per il sito di Alenia-Aermacchi nella piana di Boscofangone é anche l’effetto di importanti e corposi investimenti, che vi sono stati compiuti nell’arco di un anno e pari a 90 milioni di euro, funzionali all’attivazione di nuovi impianti. Se si considerano gli eccellenti standard delle produzioni, che realizza nei siti di Pomigliano d’Arco, per gli Atr, gli aerei del traffico regionale, e di Capodichino, per i C27J, gli aeromobili di trasporto tattico militare, si comprende quale sia la portata del ruolo di Alenia-Aermacchi nelle realtà di quella Campania che è in grado di produrre e tenere bene il passo della competitività nell’innovazione tecnica e scientifica.

E’ la Campania che fa tendenza in positivo, nel coniugare imprenditorialità di buon livello, progettualità sofisticata e lavoro di alta qualità specialistica. Un modello da imitare e riprodurre in tutti gli ambiti possibili, rispetto alla MalaCampania, che è minoritaria, anche se oltremodo virulenta.

di Geo

Navigazione articolo