ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il tag “ambiente”

COMUNE DI NOLA. L’AMBIENTE ALLO SPECCHIO, BILANCIO DEI CINQUE MESI DELL’ ARCHITETTO NICOLA MASSIMO

Intervista al responsabile all’ambiente del Comune di Nola, Nicola Massimo.

ELEZIONI SUPPLETIVE ALL’ATO 3 RIFIUTI PER LA NOMINA DI QUATTRO MEMBRI DECADUTI. A BREVE POSSIBILE REINTEGRO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AREA ASI NAPOLI

Si sono tenute lunedì 24 febbraio le elezioni suppletive dell’ambito territoriale ottimale dei rifiuti per eleggere i membri del consiglio decaduti. Le elezioni per eleggere i 21 membri del onsiglio d’ambito Napoli 3 sono state tenute lunedì 6 febbraio 2017. A votare i 59 sindaci (o vice-sindaco) del più grande dei tre Ato della Provincia di Napoli, oltre un milione di abitanti. Il consiglio d’ambito è costituito da 21 membri di cui due di fascia A (comuni con popolazione superiore a 60.000 abitanti); 10 di fascia B (comuni con popolazione da 25.000 a 60.000 abitanti) e 9 di fascia C (popolazione inferiore a 25.000 abitanti). I 59 comuni dell’Ato 3, due sono di fascia A; tredici di fascia B (tra cui Nola); quarantaquattro di fascia C. A convocare le elezioni suppletive il segretario generale Enrico Angelone. Attuale presidente dell’ambito Andrea Manzi, sindaco di Casamarciano eletto all’unanimità il 7 marzo 2017. I quattro membri da reintegrare sono due di fascia A, uno di fascia B ed uno di fascia C. Alla data di scadenza (19 febbraio 2020) per la presentazione delle liste solo tre nomi, due per la fascia A ed uno per la fascia C, mentre nessuna candidatura per la fascia B. Risultano eletti per la fascia A Gaetano Cimmino e Giovanni Palomba, rispettivamente sindaco di Castellamare di Stabia e Torre del Greco, mentre per la fascia C risulta eletto Enzo De Lucia, attuale consigliere di minoranza di Nola, la cui candidatura è stata presentata dal sindaco Manolo Cafarelli di S. Paolo Belsito, comune di fascia C. Resta il mistero della mancata presentazione della candidatura di fascia B, per cui prossimamente il segretario generale Enrico Angelone riconvochera’ l’assemblea per la nomina del membro di fascia B. Al momento nel consiglio d’ambito di Nola fa parte anche l’ex sindaco di Nola Geremia Biancardi non decaduto in quanto designato nella votazione del 6 febbraio 2017 come membro di fascia C. Anche per il consiglio Area Sviluppo Industriale (ASI) si preannunciano manovre per il reintegro del consiglio di amministrazione. Attualmente presidente del Consorzio è Giosy Romano.

di ra.na.

NOLA. PARANZA VOLONTARI IN AZIONE, IN PIAZZA LIBERTÀ RINASCE L’AIUOLA DI SALVO D’ACQUISTO

Prosegue con successo l’attività volontaria di alcune associazioni cittadine e di privati di adottare una aiuola. Sono anni che gli appassionati del pollice verde hanno accolto l’invito del Comune a risistemare e migliorare il verde pubblico di alcune zone del territorio. Da oggi la famiglia degli “angeli del verde” ha una associazione in più quella della “Paranza dei volontari” che hanno assunto l ‘impegno di curare il verde dell’ aiuola e il Monumento intitolato al brigadiere dei carabinieri Salvo d’acquisto con gesti concreti e opere di manutenzione ordinaria come potare, sfalciare l’erba, annaffiare periodicamente, estirpare erbacce e occuparsi del decoro ornamentale. Infatti il Monumento è stato rimesso a nuovo;un bel gesto reso possibile dai giovani della Paranza dei Volontari. Sono tante le associazioni, privati ed aziende che curano il decoro di aiuole e siti in diverse zone della Città. Negli ultimi tempi, grazie ai tanti volontari che ogni fine settimana si impegnano a ripulire parchi ed aree assistiamo a miracoli che fanno sperare per il futuro. Un esempio su tutti “Il Parco Paolino Avella” nella Gescal di via Seminario che sta vivendo una nuova primavera, ormai fruibile alla cittadinanza e ai bambini del rione;non è escluso che a breve, oltre alle panchine colorate l ‘area possa avere sia un parco giochi per bambini che un angolo della memoria che ricordi le vittime della camorra, come il povero Paolino. “C è stata assegnata dall ‘amministrazione comunale sottolinea Nicola Cutolo uno dei promotori della richiesta di adozione dell ‘aiuola in piazza Libertà la gestione per tre anni del sito. Domenica mattina 1 marzo presso il bar Nero a Metà in Piazza Libertà ci sarà un brindisi di auguri alla nuova aiuola. Cercheremo di onorare degnamente il nostro impegno,comunque è intenzione dell ‘associazione ricordare il martirio del brigadiere Salvo d’ Acquisto, un eroe che non può e non deve essere dimenticato. Abbastanza soddisfatto l ‘assessore all’ ambiente Vincenzo Scolavino “È una occasione che rende la Comunità protagonista attiva della gestione dei beni comuni e della valorizzazione del decoro delle aree verdi del territorio. La nostra azione afferma il sindaco Gaetano Minieri da un lato punta ad elevare la qualità del vivere urbano attraverso il miglioramento del paesaggio ed ambiente dall ‘altro mira al coinvolgimento attivo e visibile di privati, associazioni che intendono dare il loro contributo a quella che si configura una azione partecipata in funzione dello sviluppo sostenibile del nostro territorio. Aspettiamo – conclude la fascia tricolore – la partecipazione anche di altre associazioni e aziende per migliorare l ‘ambiente, è nostro dovere diventare sentinelle del territorio.

di ra.na.

NOLA. ISOLA ECOLOGICA SARNELLA ATTIVA PER I RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE E ELETTRONICHE (R.A.E.E.) – ORARIO E CALENDARIZZAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA

Una bella notizia per i cittadini di Nola, da ieri è possibile conferire di nuovo presso l ‘isola ecologica di via Sarnella i rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche. Infatti erano diversi mesi che il servizio era sospeso per mancanza della convezione con il Consorzio abilitato al ritiro delle apparecchiature. Sono ben quattro gli scarrabili che sono a disposizione presso l ‘isola ecologica per raccogliere questo tipo di rifiuti a rischio abbandono da parte di incivili e nocivo all’ ambiente e salute. Sono diverse le categorie di apparecchiature, e per la loro raccolta sono previsti distinti scarrabili . Nello specifico si tratta di frigoriferi, congelatori, condizionatori, scalda-acqua, lavatrici, lavostoviglie, forni, piano cottura, televisori, monitor, piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, lampade, neon. Questi tipi di rifiuti non vanno trattati come rifiuti comuni, perché in alcuni casi contengono materiali o sostanze nocive per l ‘ambiente e la salute. Non vanno gettati nella pattumiera o mescolati tra i rifiuti differenziati o peggio ancora se abbandonati sul ciglio di strada o vicino ai cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani;vanno portati direttamente presso l’ isola ecologica. Tramite prenotazione presso l ‘URP (Ufficio Relazione con il pubblico al piano terra del Comune ) è possibile il ritiro a domicilio. I rifiuti nel Centro di Raccolta di via Sarnella potranno essere conferiti dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 14,00,martedì e giovedì il centro è aperto di mattina alle ore 8,00 alle ore 14,00 ed il pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 18,00,il mercoledì è chiuso. È bene ricordare il calendario della raccolta differenziata :la frazione umida (rifiuti organici) viene ritirato tre volte a settimana lunedì, mercoledì, sabato e depositato la sera prima del ritiro. Vetro – bottiglie – barattoli-bicchieri – vasi anche rotti Lunedì (ovviamente deposito sempre la sera prima). Carta e Cartoni – Mercoledì – Multimateriale – Acciaio. Giovedì – Plastica – bottiglie, cassette, per prodotti ortofrutticoli, flaconi, creme. Abiti usati – Farmaci scaduti racconta in appositi contenitori. Gli svuotamenti saranno effettuati a cura del gestore. Utenze speciali(non domestiche – commerciali) Carte e imballaggi celluloisici tutti i giorni. Frazione organica tutti i giorni. Indifferenziato venerdì, infine vetro (bar-ristoranti – pub) sarà raccolto due volte a settimana.

di ra.na.

RICORSO PER DANNO TEMUTO DELLA RETE FERROVIARIA ITALIANA CONTRO IL COMUNE DI NOLA PER ESONDAZIONE ALVEO QUINDICI. SONO MILIONI DI EURO NEGLI ANNI PAGATI DALLA REGIONE PER RISARCIMENTO DANNI

Oltre al danno anche la beffa per il Comune di Nola per la mancata manutenzione degli alvei da parte della Regione Campania, unica responsabile. Infatti la settimana prossima ci sarà udienza al tribunale di Nola per il ricorso presentato dalla RFI S.P.A.(Rete ferroviaria italiana) contro il Comune di Nola, Regione Campania e Consorzio Generale del Bacino Inferiore del Volturno per la mancata rimozione dei rifiuti sulla rete ferroviaria causata dall’esondazione dell ‘Alveo Quindici. Negli ultimi mesi la zona più colpita via dei Cipressi e via Boccio. Una situazione paradossale per il Comune che la subisce da anni e solo nell’ ultimo mese ci sono stati da parte della Regione interventi di manutenzione o meglio di decespugliamento della folta vegetazione. Non è la prima volta che il Comune di Nola viene trascinato dinanzi al tribunale civile e a quello regionale delle acque. Questo ultimo si trova presso la Corte di appello di Napoli composto da due magistrati e da un tecnico. A citare il Comune presso il Tribunale delle acque sono cittadini privati che subiscono danni dall’esondazione degli alvei. Su questo fronte occorre dire che puntualmente l ‘avvocatura comunale ha sempre vinto perché il tribunale delle acque ha riconosciuto che l’ unico responsabile dei danni è la Regione Campania a cui spetta la manutenzione. Nell ‘ultimo anno l’ avvocatura comunale per sentenze favorevoli ha recuperato dalla Regione Campania oltre dieci mila euro di spese legali, ovviamente stessa cifra la Regione ha dovuto sborsare per i legali dei ricorrenti. Spesso la sentenza viene utilizzata dai legali dei ricorrenti per chiedere risarcimento danni alla Regione che ultimamente ha risarcito un condominio di via Boccio per danni subiti da una esendozione per oltre 60 mila euro, oltre interessi e rivalutazione monetaria per cui la somma è lievitata ad oltre 100 mila euro. Sono tanti i frontisti degli alvei che dopo un contenzioso decennale con la Regione hanno incassato migliaia e migliaia di euro. Basta sfogliare i bollettini ufficiali regionali degli ultimi anni per capire gli esborsi regionali per danni. Ovviamente tutti soldi nostri.

di ra.na.

Nola. Sequestro area per incendio rifiuti in via Sarnella

Ancora un sequestro per abbandono rifiuti in Nola alla via Sarnella, i VV.FF. sono intervenuti alle 13 di oggi per un incendio di rifiuti abbandonati da ignoti sviluppatosi in via Sarnella di materiale vario in particolare tessili, vetro, plastica ecc.

La Polizia Municipale (Luogotenente Mugione Giuseppe coadiuvati dalla pattuglia Ass. Pignatelli Pasquale e Ass. Calvaruso Marina) ha effettuato all’istante il sequestro dell’area di circa 25 mq, notiziando la Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Nola e richiesta all’UTC per un’idonea messa in sicurezza dell’area e l’Ufficio Tutela Ambiente per la parte di competenza.

NOLA. SEQUESTRATA DISCARICA ABUSIVA NELLA FRAZIONE DI POLVICA

La Polizia Municipale di Nola nel pomeriggio di ieri, durante il turno pomeridiano, in collaborazione con i colleghi distaccati della frazione di Polvica Luigi D’Alessandro, Elvira Cafarelli e Anna Minieri, hanno individuato e sequestrato una discarica abusiva in via Boscofangone (intersezione via Capua), in prossimità della Masseria Pizzo, per abbandono di rifiuti pericolosi e speciali da parte di ignoti. Nello specifico si tratta di lastre di amianto, materiali di risulta, ingombranti e rifiuti domestici per una superficie di circa 50 metri.

Gli agenti del nucleo tutela ambientale guidati dal luogotenente Giuseppe Mugione hanno provveduto immediatamente a porre in sequestro l’area in questione ed a notiziare l’Autorità Giudiziaria per il prosieguo delle indagini per risalire agli autori dell’abbandono.

Il Comando di Polizia Municipale continua a svolgere una intensa attività mirata al controllo degli scarichi di rifiuti e delle attività produttive potenzialmente inquinanti. “Un impegno serio e costante a garanzia dell’ambiente – sottolinea l’assessore al ramo Vincenzo Scolavino – e soprattutto della salute dei cittadini”.

di ra.na.

Ambiente e polveri sottili, interviene il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi: “Pronto a rafforzare il mio impegno. Non escludo la mia candidatura alle prossime regionali”

“È l’ambiente la priorità assoluta del Nolano. Inquinamento atmosferico, la questione cave e regi lagni, la presenza sul territorio di un solo impianto per il trattamento dei rifiuti rappresentato dallo Stir di Tufino sono tutti argomenti di estrema importanza, collegati tra loro, che necessitano di interventi seri e ben mirati e non solo di semplici dichiarazioni di intenzioni. La stessa organizzazione territoriale, attraverso gli organismi che la rappresentano come l’agenzia di sviluppo, deve adoperarsi per una politica integrata efficiente e non limitarsi al semplice ruolo di supporto delle amministrazioni comunali. È dovere degli amministratori, che ben conoscono il territorio, intervenire con azioni forti. Un impegno a cui non posso nè voglio sottrarmi e che mi spinge a mettermi a disposizione dell’area, laddove fosse necessario, partecipando in prima persona alla prossima competizione regionale”: è quanto annunciato dal sindaco di Casamarciano Andrea Manzi in riferimento alla situazione che sta vivendo il Nolano negli ultimi mesi con un’emergenza sempre alle porte, prima con il caso dello Stir di Tufino ed ora con gli sforamenti dei limiti per l’inquinamento dello smog sempre più incisivi e preoccupanti rilevati anche dall’Arpac.

“Occorrono provvedimenti seri come ci impone la legge – continua Manzi – Questo territorio necessita di un risanamento ambientale e per farlo sono necessari interventi seri, che sono pronto ad adottare, assumendomi ogni responsabilità. Noi amministratori dobbiamo essere risorse per il nostro territorio e sono pronto a continuare questo impegno anche sui tavoli regionali per i quali sono in corso alcune trattative”.

Siglato accordo di collaborazione tra l’Università Parthenope e l’ATO Napoli 3

L’Università degli Studi di Napoli Parthenope e l’Ente d’Ambito Napoli 3 ‘ATO NAPOLI 3’ hanno sottoscritto un accordo attuativo per mettere in atto rapporti di collaborazione nel campo della ricerca, delle attività formative, scientifiche e di consulenza, della progettualità di aree di miglioramento in settori di comune interesse.

Nell’ambito dell’accordo sottoscritto sono previsti anche rapporti di collaborazione nell’organizzazione di manifestazioni scientifiche e nella realizzazione di pubblicazioni connesse ad ambiti di ricerca comuni, oltre alla partecipazione a bandi di ricerca nazionali ed internazionali.

Per l’Università Parthenope l’attuazione dell’accordo, di durata triennale, è stata affidata al proprio costituendo centro di ricerca CREMED (Centro di Ricerca in Economia, Management e Diritto per lo sviluppo territoriale dell’area nolana e del territorio campano).

Hanno siglato l’accordo il Rettore dell’Università Parthenope Alberto Carotenuto, accompagnato dal Prorettore alla Didattica Antonio Garofalo, ed il Presidente dell’Ente d’Ambito Napoli 3 Andrea Manzi.

L’accordo si inserisce nell’ambito delle iniziative che l’Università sta portando avanti nel territorio che comprende l’area nolana, quest’anno infatti ripartiranno anche le attività didattiche a Nola, dopo l’interruzione avvenuta nel 2018.

Ato 3 Rifiuti Campania. Arriva la proroga di un anno per Andrea Manzi alla presidenza

Andrea Manzi, sindaco di Casamarciano, sarà per un altro anno alla guida dell’Ato 3 Rifiuti Campania, l’Ambito Territoriale Ottimale più grande della provincia di Napoli composto da ben 59 comuni ed oltre un milione di abitanti, che comprende anche il Nolano.

Il consiglio di amministrazione, con voto unanime dei consiglieri, ha infatti votato la proroga nel corso dell’ultimo cda che ha elogiato il lavoro svolto da Manzi riconoscendone l’impegno profuso, soprattutto negli ultimi mesi, per far decollare il sistema rifiuti.

Tanti i risultati raggiunti. L’ultimo, di recente, lo stop a Napoli a sversare nello Stir di Tufino che ha da subito determinato una migliore gestione dell’impianto del Nolano senza più code di camion nè costi aggiuntivi per i comuni.

“Mi spetta una nuova grande responsabilità – commenta Manzi – ringrazio tutti i colleghi sindaci per la fiducia rinnovata e per l’ottimo lavoro sinergico svolto in questo lungo periodo insieme anche al direttore generale, l’avvocato Angelone. Un incarico di cui conosco perfettamente il peso, che mi onora e mi lusinga, ma questo riconoscimento, mi preme ribadire, è il frutto del lavoro di squadra e dell’impegno di tutti noi sindaci a cui rinnovo la mia piena disponibilità e collaborazione”.

Navigazione articolo