ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il tag “cronaca”

Elezioni Pro Loco, a Napoli, Benevento, Caserta si rinnovano i Comitati Provinciali UNPLI

Cambio della guardia per i comitati provinciali Unpli di Napoli, Benevento e Caserta. Le Pro Loco campane iscritte all’Unione Nazionale Pro Loco d‘Italia, infatti, sabato 15 e domenica 16 febbraio si sono riunite per eleggere i nuovi rappresentati provinciali.

Lascia, dopo 10 anni di guida del comitato Unpli Napoli, Ciro Mainini, che sarà sostituito per i prossimi quattro anni dal vicepresidente uscente, Luigi Barbati: “Sono fiero e soddisfatto del risultato ottenuto. Adesso a noi l’onore e l’onore di guidare l’Unpli Napoli e di coordinare le Pro Loco della provincia che da oggi saranno chiamate a collaborare tra loro; anche per far sì che le belle manifestazioni di ciascuna non passino più inosservate ”. Si rinnova anche il consiglio di amministrazione, nel quale entrano Claudio Napolitano, Valentina Sarnataro, Antonio Nuzzolo, Carlo Capuano, Maria Pasqualina Alfano, Francesco Topo. Ad affiancare il lavoro del consiglio ci sarà il collegio dei revisori dei conti composto da Nicola Angelillo, Catello Comentale, Angelo Spiezia, ed il collegio dei probiviri di cui fanno parte Nicola di Stasio, Ferdinando Calabrese e Giuseppe Pierro. All’Assemblea elettiva, tenutasi a Nola, ha preso parte il direttore generale dell’Agenzia per il Turismo in Campania, Luigi Raia, che ha sottolineato l’importante ruolo delle Pro Loco all’interno del sistema turistico campano.

Nuovo corso anche per il Comitato Provinciale Unpli Benevento dove subentra, dopo i 22 anni di presidenza di Antonio Lombardi, Renzo Mazzeo. “Da parte mia c’è la massima volontà di portare avanti il percorso già intrapreso nella passata gestione” ha detto Mazzeo, anche lui vicepresidente nello scorso mandato “iniziamo, però, una nuova era. L’80% del consiglio di amministrazione è infatti composto da rappresentanti eletti per la prima volta. Vogliamo lavorare per restituire alle Pro Loco una regione unita”. Con Mazzeo intraprendono una nuova stagione di lavoro e impegno UNPLI i consiglieri Mario Lollo, Antonio Petrone, Leopoldo Bello, Guglielmo Laudato, Nicola Tucci, Nicolino Tontoli, i revisori dei conti Antonio Iadovisi, Giuseppe Caporaso, Michele Iacicco, Roberto Melillo, Nicola Pacelli, i probiviri Lucio Martino, Vincenzo Maturo, Dario Orsillo, Giuseppe Petrella.

A Caserta viene riconfermata la presidente uscente, Maria Fiore, che sarà alla guida del Comitato Provinciale casertano fino al 2024: “È stato un riconoscimento del lavoro svolto negli ultimi quattro anni, che sono stati piuttosto pesanti, e una conferma della vicinanza delle Pro Loco della provincia di Caserta” ha commentato Fiore. La affiancano nel Consiglio di Amministrazione Raffaele Compagnone, Letizia De Crosta, Iolanda Gazzerro, Fausto Perrone, Biagio Porfidia, Antonio Torrico, al Collegio dei Revisori dei Conti Giuseppe Caprio e Giovanni Verrengia e al Collegio dei Probiviri Vincenzo De Lucia, Giovanni Iorio e Francesco Trepiccione.

Donazione organi, nasce il gruppo Aido nolano – presidente Felice Peluso

Nella giornata del 3 ottobre è nato il “GRUPPO AIDO NOLANO”, il cui obiettivo è quello di coinvolgere e sensibilizzare la popolazione locale alla tematica della donazione degli organi attraverso manifestazioni, incontri ed eventi che si svolgeranno nei territori di Nola e Cimitile. Il gruppo locale si aggiunge alle 122 sedi AIDO già presenti sul territorio nazionale.

L’Aido, ovvero l’Associazione Italiana Donatori di Organi, Tessuti e Cellule, opera da oltre trent’anni per diffondere la cultura della donazione e sensibilizzare l’opinione pubblica su questa importante tematica, a molti ancora sconosciuta, ma, al tempo stesso, di vitale importanza per tutti noi.

Per conoscere tutte le attività dell’Associazione e per ulteriori informazioni potete fare riferimento ai recapiti del Presidente del Gruppo Nolano, Sig. Felice Peluso:

nola-cimitile@aido.it

LO ZAINO: ANACRONISTICO E INSOPPORTABILE FARDELLO DELLA SCUOLA

di Maurizio Barbato

http://www.mauriziobarbato.it 

E’ frequente l’immagine di ragazzi che camminano col dorso curvo perché portano uno zaino extra carico e con peso molto superiore rispetto a quanto previsto dalla norma. Tanti i libri che formano il bagaglio giornaliero di cui gli allievi devono farsi carico.

A seguito di numerosi solleciti da parte di genitori e anche di docenti, già nel 1999 e successivamente in un chiarimento del 2009, il Ministero dell’Istruzione e il Ministero delle Salute fornivano raccomandazioni circa il contenimento del peso dello zaino sopportato quotidianamente da bambini.

I limiti prescritti dalla legge prevedono che il peso dello zaino non debba superare il 10-15% del peso corporeo. Per un ragazzo di peso 40 kg sarebbe ammesso dunque uno zaino di 6 kg al massimo. Limite quasi sempre non rispettato se consideriamo che un solo libro può pesare anche 2,5 kg.

Nonostante sia attualissimo il tema della sostenibilità, di cui si fa ampio dibattito proprio fra i banchi di scuola, proprio a scuola non si riesce ancora a superare l’insostenibile peso dello zaino. 

Preferiamo soluzioni possibili, ma improbabili: ridurre il carico, utilizzare bretelle ampie e imbottite, sostituire lo zaino con un trolley, utilizzare lo zaino fluttuante, fare esercizio fisico, fare formazione su come si tiene lo zaino e, finanche, sostituire il genitore all’allievo. 

Eppure oggi le condizioni sembrerebbero tutte favorevoli per superare il problema. La tecnologia, familiare e cara ai ragazzi, offre soluzioni alla portata di tutti. In Olanda è stato avviato un progetto di scuola digitale finalizzato a “comprimere” in un tablet lo zaino scolastico che può anche arrivare a pesare 10-12 chili. 

Anche i docenti, seppur con qualche difficoltà, hanno abbandonato il tradizionale registro cartaceo passando al registro elettronico attraverso l’uso di tablet. Una soluzione pratica che è ampiamente condivisa e sostenibile. 

Estendere questa impostazione anche alla platea degli alunni porterebbe tanti vantaggi  ed eliminerebbe il problema del peso zaino. Le soluzioni digitali non solo azzererebbero il carico degli zaini, causa di problemi anche gravi alla schiena, ma offrirebbero maggiore supporto ai casi di dislessia e faciliterebbero l’apprendimento dei ragazzi più in difficoltà. 

Oramai le case editrici forniscono, con il libro di testo, i codici che consentono di scaricare il libro in formato digitale. In questo modo lo studente ha la possibilità di utilizzare il digitale per alleggerire il carico senza rinunciare al cartaceo che ha disponibile a casa.

E’ vero che la carta stampata conserva la propria utilità, un libro ha un valore estetico  e appartiene alla storia del lettore, tuttavia vanno considerati i vantaggi che il digitale offre nella scuola, in particolare, in relazione alla finalità e ridurre il carico sulla schiena dei piccoli allievi sembra una finalità più che ragionevole.

Affetta da malattia rara, maratona a Pomigliano per salvare Serena

Affetta da malattia rara, maratona a Pomigliano per salvare Serena

Anche la città di Pomigliano d’Arco si mobilita per Serena Piccolo, la 17enne di origini sommesi, ma residente a Pomigliano, affetta da una rarissima patologia e che ora è in attesa di un trapianto di midollo osseo all’ospedale Bambino Gesù di Roma.

Da subito è partita una campagna social per la solidarietà sostenuta dall’intera comunità e supportata dalle autorità cittadine. Nei giorni 14 e 15 febbraio, grazie al supporto dell’Avis di Sant’Anastasia e dell’Associazione Admo, Piazza Giovanni Leone ospiterà le strutture mobili per rintracciare al più presto un donatore compatibile con Serena.

All’interno di un camper saranno effettuati prelievi di sangue per la tipizzazione che possano al più presto rintracciare un donatore tra i 18 e i 35 anni compatibile, visto che i familiari più stretti sono risultati non compatibili.

In seguito a un malore, alla giovane Serena, dopo il ricovero presso l’ospedale Cardarelli di Napoli, le è stata diagnosticata una malattia rara, l’aplasia midollare, che colpisce due soggetti ogni 500.000 mila persone in Europa.

Fonte: IL MATTINO

AVVISO PUBBLICO PER IL REPERIMENTO DI 22 FIGURE PROFESSIONALI PER TRE ANNI PUBBLICATO DALL’AGENZIA LOCALE DI SVILUPPO DEI COMUNI DELL’AREA NOLANA PER PROGETTO FINANZIATO DALLA REGIONE CAMPANIA ALL’AMBITO NA 23, TUTTI I REQUISITI

Scade il 20 febbraio prossimo il bando pubblico pubblicato dall ‘Agenzia Locale di Sviluppo dei Comuni dell’ Area Nolana per la selezione di 4 assistenti sociali, 9 assistenti sociali specialistici, 3 psicologi, 2 sociologi, 4 esperti amministrativi da impiegare per contratto di lavoro dipendente di durata triennale a tempo pieno per la realizzazione di servizi/interventi di sostegno al progetto sussidio per l ‘integrazione attiva (SIA). Per tale progetto il Comune di Nola capofila dell’ ambito Na 23 è stato assegnatario di un progetto a valere sul PON inclusione fondi Europei 2014/2020 per un importo di €1.897.320,00. Il bando è finalizzato ad una selezione pubblica per titoli e colloquio per la realizzazione delle attività previste dal progetto SIA e rivolte ad una fascia di popolazione giovane, adulta e famiglie che ricorrono sempre più ai servizi sociali. I servizi e gli interventi saranno attuati nei 14 comuni dell ‘ambito (Nola, Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Roccarainola, San Paolo Bel Sito, Saviano, Scisciano, Tufino, Visciano). I requisiti di accesso per l’ ammissione alla selezione :Assistenti Sociali – Laurea triennale in Scienze e Servizi Sociali – iscrizione all ‘albo ;Psicologo – Laurea vecchio ordinamento specialistica Magistrale in psicologia e iscrizione all’ albo;Sociologo – Laurea triennale in scienze sociologiche o titolo equipollente secondo la normativa vigente ;Esperto Amministrativo – Laurea magistrale o laurea vecchio ordinamento in Giurisprudenza o Economia e Commercio. La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta in carta semplice, utilizzando esclusivamente il modello di domanda che potrà essere scaricato unitamente allo schema di autovalutazione dal sito web dell Agenzia di Sviluppo, del Comune di Nola o da uno dei Comuni dell ‘Ambito 23.la domanda dovrà pervenire all’ ufficio protocollo dell ‘Agenzia sito in via Trivice d’ Ossa Camposano entro le ore 12,00 del giorno 20 febbraio 2020 con consegna a mano;mezzo posta raccomandata;trasmissione della posta certificata personale all ‘indirizzo Pec agenziaareanolana@pec.it. Tra tutti i candidati in possesso dei requisiti sarà effettuata una selezione con relativa attribuzione di punteggio. La procedura selettiva sarà svolta da apposita commissione nominata dal legale rappresentante dell ‘Agenzia (Vincenzo Caprio). La valutazione viene effettuata attribuendo a ciascuno candidato un punteggio massimo di 100 punti, di cui 70 da attribuire sulla base dei titoli e dei servizi e 30 sull’ esito del colloquio. La procedura selettiva sarà svolta anche in presenza di una sola candidatura. Al termine della valutazione dei titoli la commissione formulera’ apposita graduatoria provvisoria per ogni profilo professionale pubblicata sul sito web dell ‘Agenzia e dei Comuni dell’ Ambito NA 23.Il calendario dei colloqui sarà pubblicato sul sito web Agenzia e Comuni d Ambito almeno sette giorni prima dell ‘inizio dei lavori. Tale forma di pubblicità costituisce notifica a tutti gli effetti di legge.

di ra.na.

AVVISO PUBBLICO DELL’AGENZIA DI SVILUPPO LOCALE COMUNI AREA NOLANA PER SHORT LIST PER EDUCATORI PROFESSIONALI, TUTTI I REQUISITI

Scade il 22 febbraio l’avviso pubblico per la costituzione di una short list per educatori professionali per il conferimento di incarichi professionali con contratti di lavoro autonomo per servizi/interventi a sostegno al progetto sussidio per l ‘integrazione attiva SIA. I requisiti per l’ ammissione e laurea triennale in Scienze Dell ‘educazione o laurea vecchio ordinamento. La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta in carta semplice utilizzando il modello che potrà essere scaricato unitamente allo schema di autovalutazione dal sito web Dell’ Agenzia, del Comune di Nola, o di uno dei Comuni dell ‘Ambito NA 23.La domanda dovrà pervenire all’ ufficio protocollo dell ‘Agenzia, sito in Camposano via Trivice D’ Ossa 28 entro il 22 febbraio prossimo ore 12,00 in una delle seguenti modalità consegna a mano, consegna a mezzo posta raccomandata o posta certificata ALL ‘indirizzo Pec agenziaareanolana@pec.it

di ra.na.

NOLA. AVVISO PUBBLICO PER NOMINA COMPONENTE DIMISSIONARIO NUCLEO DI VALUTAZIONE, TUTTI I REQUISITI

A seguito delle dimissioni del componente Stefano Pìzzato del nucleo di valutazione in data 6 novembre 2019 viene pubblicato all ‘albo pretorio del Comune la procedura per la selezione del nuovo componente. Il nucleo di valutazione e controllo di gestione del Comune di Nola è costituito da tre componenti nominati con decreto del sindaco. La durata in carica è pari a tre anni. L’ ultimo nucleo di valutazione è stato nominato con decreto commissariale n. 51 del 27 settembre 2018.Ecco I nomi dott. Giuseppe Bonino – Presidente e Avv. Adele Ferraro e dott. Stefano Pìzzato componenti. A seguito delle dimissioni di uno dei componenti occorre ricostituire l ‘organo. Gli interessati a proporre la propria candidatura dovranno presentare domanda entro il 15 febbraio 2020 tramite pec comunenola@pec.comune.nola.na.it o consegnata a mano presso l’ ufficio protocollo del Comune. Requisiti :diploma di laurea spiecialistica e/o magistrale in materie giuridiche ed economiche (giurisprudenza, scienze politiche, economiche e statistiche) ;esperienza professionale nel campo del menagement, della pianificazione e controllo di gestione, dell ‘organizzazione e della gestione del personale, della misurazione della performance e dei risultati ;iscrizione elenco nazionale IOV. Il sindaco potrà integrare la valutazione con la previsione di un colloquio finale. Il compenso per l’ incarico viene indicato nel provvedimento di nomina e comunque non superiore a quanto previsto per il collegio dei Revisori. I candidati che risulteranno in possesso dei requisiti obbligatori previsti per la nomina verranno ammessi a successiva valutazione del curriculum. Non si procederà alla formazione di nessuna graduatoria. I modelli per la presentazione candidatura sono scaricabili dal sito web del Comune.

di ra.na.

NOLA. SCADE IL 17 FEBBRAIO LA DOMANDA PER IL PACCO ALIMENTARE, TUTTI I REQUISITI

Il Comune di Nola al fine di assicurare interventi socio assistenziali intende concedere, anche per l anno 2020,un pacco alimentare contenente alimenti di prima necessità da assegnare ai singoli cittadini e nuclei familiari in stato di disagio economico. I requisiti richiesti :residenza Comune di Nola ;ISEE in corso di validità pari ad € 6.000,00.In caso di nuclei familiari di soli anziani con almeno 67 anni, la soglia ISEE è incrementata ad € 7.560,00.infine possono usufruire del pacco anche i nuclei familiari con un ISEE compreso tra € 6.000,00 fino a €9. 360,00, ma in questo caso occorre che la condizione di indigenza sia attestata dai servizi sociali. L ‘ISEE dovrà essere stato rilasciato dopo il 15 gennaio 2020.All’ esito dell ‘istruttoria delle domande pervenute, verrà redatta apposita graduatoria sulla base ISEE ed in caso di parità si terrà conto della data di presentazione al protocollo dell’ istanza. Ad ogni cittadino e nucleo familiare assegnatario verrà consegnato mensilmente(fatta eccezione per il mese di agosto) un pacco alimentare contenente alimenti di prima necessità. La domanda da compilare esclusivamente su modello pubblicato sul sito istituzionale del Comune è ritirabile presso l ‘ufficio servizi sociali e/o Ufficio Urp e dovrà pervenire al Comune entro le ore 12 di 17 febbraio 2020 consegnata a mano direttamente all’ ufficio protocollo generale del Comune. Non dimenticare, pena esclusione, di allegare alla domanda ISEE e copia documento di identità.

di ra.na.

Presentata a Nola e a Saviano la campagna “Dona con Amore”

L’iniziativa illustrata dal deputato Iovino: “Con un semplice gesto d’amore possiamo salvare tante vite”.

Giunta alla sua ottava edizione, è stata presentata oggi in due istituti del Nolano la campagna “Dona con Amore” promossa e ideata dall’associazione Donation Italia. Il progetto è stato illustrato agli alunni dell’Istituto Masullo-Theti di Nola e, presso la sala consiliare del Comune di Saviano, agli studenti dell’istituto superiore “Levi Montalcini-Ferrarris” dal deputato e segretario dell’Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati Luigi Iovino e dai referenti delle Associazioni Unitas e Saviano 2.0. L’iniziativa è tesa a sensibilizzare l’opinione pubblica alla donazione del sangue.

“E’ uno dei i più concreti atti d’amore e di vicinanza al prossimo”, ha dichiarato Iovino. “Con un piccolo gesto – ha sottolineato il parlamentare – possiamo salvare vite umane in situazioni di emergenza, ma anche aiutare pazienti nell’affrontare tantissime terapie. Iniziative come questa sono fondamentali per sensibilizzare i cittadini all’importanza della donazione del sangue, ma anche per attivare le tantissime associazioni che fanno da anni un lavoro straordinario a fare rete”.

Vita (tra i cieli) che salva vite umane, il fondamentale ruolo del Comandante Vincenzo Maria Dello Iacono e del suo team

“Ragazzi, siamo una squadra e da squadra dobbiamo comportarci, dobbiamo essere tutti sincronizzati e tutti devono sapere cosa fare…”. “Quando il tempo potrebbe diventare il tuo nemico, questo è l’unico modo per affrontare la situazione”. “Qui si tratta di salvare vite…”. 

Queste sono le frasi che i nuovi piloti, gli impiegati nell'”operativo” delle compagnie, gli impiegati negli aeroporti, i nuovi medici ed infermieri, gli impiegati del centro coordinamento trapianti si sentono dire quando iniziano questo tipo di lavoro. Quando qualcuno muore, talvolta non muore invano e può in qualche modo salvare altre vite o anche solo migliorare la vita di qualcun altro. Far parte di questo tipo di organizzazione ci rende davvero orgogliosi. 

La serata tipo inizia con la “presentazione in servizio” alle 21; la compagnia ha predisposto per noi membri di equipaggio di volo ma anche di terra degli alloggi interni all’aeroporto di Napoli Capodichino e delle apposite divise comode in modo da ridurre al minimo il tempo tra la chiamata ed il decollo. I due aeromobili HAWKER 400xp destinati a queste operazioni sono già pronti, il personale di terra si è preoccupato di effettuare tutte le manutenzioni ordinarie e straordinarie richieste per questi potenti bireattori e di rifornirli del carburante necessario per le missioni; il tempo di un briefing veloce con l’equipaggio e si va a riposare. L’aula briefing ha le dotazioni necessarie per fare in modo che l’equipaggio sia completamente indipendente e possa completare tutte le operazioni preliminari alla missione. 

Ore 23:15, arriva la fatidica telefonata dal centro coordinamento trapianti; l’equipe medica dell’ospedale di Palermo ha necessità di volare velocemente a Roma, espiantare un fegato e di riportarlo a Palermo più velocemente possibile dove un’altra equipe effettuerà il trapianto. Il potenziale ricevente aspetta da chi sa quanto tempo quella telefonata, quella che gli potrebbe finalmente salvare la vita. Appuntamento dopo 5 minuti in sala briefing; si studia e pianifica la missione, le condizioni meteorologiche, l’operabilità degli aeroporti coinvolti e degli eventuali alternati, si fa l’ispezione “preflight” all’aeromobile, gli operativi avvisano tutti gli aeroporti e gli enti coinvolti; nel frattempo, gli operativi del centro coordinamento trapianti fanno lo stesso con gli ospedali ed i mezzi di terra coinvolti. 

Ore 24:15 l’equipaggio è a bordo pronto alla messa in moto dei motori e per tutta la serie di controlli previsti nelle varie fasi predecollo. 

Ore 24:37 autorizzati al decollo, si vola verso Palermo Punta Raisi; le rotte e gli avvicinamenti sono ben conosciuti ma ogni volo può presentare delle insidie nascoste, pertanto la concentrazione deve essere massima, e gli equipaggi ben addestrati e concentrati sono la maggiore “sicurezza” di ogni volo. Essendo un volo air ambulance, gode di particolare attenzione da parte dei controllori di volo che in ogni modo cercano di agevolare questi voli, talvolta a scapito degli altri aerei che in quel momento sono in rotta ma, bisogna dire, che gli equipaggi di questi ultimi sono ben contenti in quel momento di dare il loro piccolo contributo alla buona riuscita della nostra missione. 

Ore 01:12 atterraggio a Punta Raisi. Il personale di terra ci attende, con polizia, ambulanza e l’equipe medica. Imbarchiamo le varie valigie con attrezzature e i contenitori destinati agli organi nei vari alloggiamenti dedicati, l’equipe medica composta da due chirurghi e due infermieri prende posto a bordo. Controlli pre decollo di routine, briefing su eventuali problematiche che si potrebbero presentare.

Ore 01:45 l’HAWKER 400xp decolla destinazione Roma Ciampino. 

Ore 02:30 atterraggio a Roma Ciampino; il personale di terra ci attende con l’ambulanza, veloci operazioni di sbarco e l’ambulanza sfreccia verso l’ospedale. Dopo aver effettuato le operazioni post atterraggio, per il personale di volo è arrivato il momento di riposare per prepararsi psico-fisicamente alla seconda parte della missione. 

Ore 3:00 siamo nelle nostre camere di hotel, questo tipo di espianto in genere richiede circa 5 ore comprensive di spostamenti via terra dell’equipe. 

Ore 08:10 squilla i telefono del comandante, l’equipe medica ha quasi finito, decollo previsto per le 09:30. 

Ore 08:45 siamo sottobordo, è tutto pronto aspettiamo solo l’equipe che puntualmente alle 09:15 è sottobordo, solite operazioni di imbarco, e coordinamento sia dal punto di vista aeronautico che medico e, via, si parte.

Ore 09:35 decollo, i medici sono esausti per la lunga notte di lavoro, e finalmente hanno tempo di consumare un piccolo spuntino e rilassarsi a bordo, la loro parte più impegnativa è finita, ora il prezioso organo è nelle “mani” dell’equipaggio di volo. 

Ore 10:20 L’HAWKER 400xp è sul piazzale dell’aeroporto “Falcone e Borsellino” di Palermo, l’equipe che effettuerà il trapianto è pronta in sala operatoria. Il ricevente ha già avuto notizia che l’organo prelevato è compatibile e può risolvere la sua problematica, la squadra ha funzionato bene, tutti hanno fatto la loro parte. Precisione, puntualità, sincronismo, professionalità e concentrazione da parte di tutti hanno portato i frutti sperati e programmati. Ora all’equipaggio di volo, non resta che tornare alla base di armamento ma solo dopo aver ovviamente gustato il prodotto dolciario palermitano per eccellenza: sua maestà il cannolo, ed aver fatto scorta per mogli, figli, fidanzate amici e parenti che ci aspettano a casa. 

È una bellissima sensazione quella di mettere la propria professionalità al servizio di una buona causa; è meraviglioso contribuire a dare una speranza nuova a persone malate ed alle loro famiglie; è fondamentale per chi fa questo tipo di lavoro sapere che si è riusciti, seppure in minima parte, a lenire il dolore di un’altra famiglia, che nonostante la tragedia della perdita del proprio caro, è riuscita a ridare la speranza o addirittura la vita ad altri.

Le fatiche notturne, le levatacce e la stanchezza lasciano il posto alla soddisfazione e torni a casa con la voglia di ripartire prima possibile per un’altra missione.

di Vincenzo Maria Dello Iacono

Navigazione articolo