ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il tag “festa dei gigli”

Record Unesco, la Regione Campania “riabilita” la Festa dei Gigli di Nola nel collage facebook dei riconoscimenti

Nel giro di un’ora dall’uscita del nostro articolo

Patrimonio Unesco, la Regione Campania “buca” la Festa dei Gigli di Nola confondendola con la Varia di Palmi Calabro (errore o trovata pubblicitaria?)

e grazie alla tempestiva segnalazione fatta dal sindaco di Nola Gaetano Minieri, la Regione Campania modifica il collage fotografico pubblicato sulla pagina facebook ufficiale dell’Ente in occasione della Giornata Internazionale della guida turistica, che richiama i numerosi riconoscimenti Unesco di cui si fregia la Regione, tra cui la spettacolare Festa Eterna, “scambiata” in un primo momento per mero errore con un’altra celebre Macchina a Spalla, la Varia di Palmi Calabro. Il rimodulamento dell’intero collage fotografico ha fatto comparire la Festa “giusta”, quella dei Gigli di Nola, che appunto si trova in Campania, mentre – come è noto – la Varia è calabrese.

di ra.na.

Patrimonio Unesco, la Regione Campania “buca” la Festa dei Gigli di Nola confondendola con la Varia di Palmi Calabro (errore o trovata pubblicitaria?)

È di appena un’ora fa la pubblicazione sulla pagina facebook istituzionale della Regione Campania del collage fotografico che pubblicizza, in occasione della Giornata Internazionale della guida turistica, gli innumerevoli riconoscimenti – materiali ed immateriali – dell’UNESCO, di cui è stata protagonista nel corso degli anni. Un dubbio tuttavia ci assale, che i Gigli di Nola siano stati confusi (vedi foto) con la Varia di Palmi Calabro. Potremmo anche sbagliarci, in tal caso ci scusiamo fin da ora con i lettori ed i soggetti interessati, ma se invece non ci sbagliassimo, il Governatore dovrebbe quantomeno prendere atto di avere risorse umane molto scadenti. Speriamo di sbagliarci per davvero, guardate, si tratta della pagina ufficiale facebook del sito regionale – – – – > .https://www.facebook.com/524365307593066/posts/3219861824710054/  Ovviamente, se la cosa è voluta, magari per fare un omaggio alla coordinatrice – di origini calabresi – della Rete delle Grandi Macchine da Festa a Spalla, ribadiamo le scuse e ci complimentiamo per la trovata (pubblicitaria?).

di ra.na.

NOLA. AUDIZIONE DEL SINDACO GAETANO MINIERI IN COMMISSIONE CULTURA SULLA NOMINA DEI MEMBRI DEL FONDAZIONE FESTA DEI GIGLI

Nicola Argenziano, Carlo Fiumicino e Vincenzo Santella sono i nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Festa dei Gigli di nomina sindacale. L’annuncio sui social a sette mesi dalle dimissioni dei tre membri (Antonio Santella, Orlando Santaniello e Lorenzo Vecchione). A restare in carica Raffaella Mauro e don Lino d’Onofrio di nomina della Curia. La minoranza insorge e chiede l’audizione del sindaco Gaetano Minieri in commissione consiliare cultura. Il presidente Paolino Mauro ha immediatamente convocato il sindaco Minieri, che in mattinata ha risposto puntualmente alle perplessità e dubbi sulle nuove nomine.

“Nessun problema per la moralità e professionalità dei nominati – sottolinea Raffaele Parisi (Al Cuore di Nola), qualche perplessità sulla promozione della kermesse c’è”, mentre il consigliere Giuseppe Tudisco (Movimento 5 Stelle) chiede a viva voce “il cambiamento delle regole”. “La nomina dei membri della Fondazione deve essere elettiva – rimarca Tudisco – altrimenti il tanto auspicato distacco dalla politica non l’avremo mai”. “È impossibile promuovere una Festa malata – afferma Antonio De Lucia (Nola 801) – se prima non riusciamo a sanarla”.

“Purtroppo in tutti questi mesi da parte della minoranza – sottolinea Vincenzo Iovino (Più Nola) – non c’è stata alcuna richiesta o proposta sulla questione, non è un buon segnale lamentarsi dopo la nomina”. A rispondere subito il consigliere Tudisco: “Non spettava a noi porre il problema, ci aspettavamo una convocazione sul tema da parte del presidente Paolino Mauro”. Sulla questione del commissariamento si dichiarava d’accordo anche il consigliere di maggioranza Vincenzo Iovino, ma il consigliere Alberto Buonaguro (Nola Democratica) chiarisce che “non è stato possibile il commissariamento. Per tale ipotesi – continua Buoanuguro – occorrevano le dimissioni di tutti i membri del Cda, cosa impossibile in quanto i membri della Curia hanno deciso di restare in carica”.

“Ho scelto la nolanita’ – afferma il sindaco Gaetano Minieri – nella piena consapevolezza che sapranno svolgere il compito che gli ho conferito con trasparenza, correttezza e legalità perseguendo i valori paoliniani senza mai perdere di vista gli obiettivi comuni, di inclusione e di condivisione. Ho nominato i membri – continua la fascia tricolore – nel rispetto dello Statuto e regolamento vigente. Sulla elettivita’ dei membri sono d’accordo, però occorre modificare lo Statuto. Sono convinto che le colpe del precedente Cda sono da addebitarsi soprattutto al mancato funzionamento delle commissioni. Certamente – conclude il primo cittadino – per il marketing pensiamo alla nomina retribuita di una persona di alto spessore nel settore”.

di ra.na.

Nola. In viaggio nella Rete, il calendario didattico sulla Festa dei Gigli di Maurizio Barbato

Nola. Gigli: È Luca De Risi il nuovo rappresentante della comunità nolana per la Rete delle Grandi Macchine a Spalla Italiane, solo dieci associazioni su ventitré ammesse al voto. Raffaele Napolitano (Amici del Marciapiede): “Assurdo escludere dalle operazioni di voto alcune associazioni, la Festa è inclusione”

Luca De Risi, stimato avvocato del foro di Nola e già presidente della compagnia di San Paolino, fortemente impegnato nell’associazionismo locale, è il nuovo rappresentante della comunità nolana per la Rete delle Grandi Macchine a Spalla Italiane. Luca De Risi subentra ad Antonio Napolitano, alla guida dell’associazione “Contea nolana”, per oltre tredici anni nel gruppo di lavoro della Rete.

La nomina all’avv. De Risi è stata conferita ieri sera nel corso di una riunione svoltasi nella sede della Pro Loco, convocata per discutere alcuni punti tra cui proprio l’individuazione del nuovo rappresentante. Al tavolo era presente anche la coordinatrice del progetto Unesco, Patrizia Nardi. Presenti inoltre diversi membri di sodalizi associativi, nati successivamente al progetto di candidatura della Festa dei Gigli e per tale motivo “esclusi” dalle operazioni di voto. Ad esprimere la preferenza (tre erano i candidati alla carica: Luca De Risi, Antonio D’Ascoli e Claudio Corcione) solo dieci associazioni su ventritrè registrate che, quando si avviò il progetto, aderirono al piano rientrando, di fatto, tra i soggetti sottoscrittori. Associazioni che ogni volta, quando era necessario da statuto, venivano interpellate e al momento del voto per il rinnovo della carica, invece, sono state escluse. Senza una comunicazione preventiva. Tra queste l’associazione nazionale Amici del Marciapiede.

“Faccio i miei migliori auguri al nuovo rappresentante, Luca De Risi, persona capace e dalle grandi doti aggregative e comunicative, ma al tempo stesso resto basito da tanta superficialità – chiosa Raffaele Napolitano, cerimoniere degli Amici del Marciapiede – La mia, come anche altre associazioni, non è stata ammessa al voto e ad oggi non ne conosco il motivo. La Festa va rivista sicuramente come del resto anche lo statuto del progetto Unesco. Trovo assurdo chiudersi alla comunità non considerando l’impegno evidente di realtà associative nella Festa con iniziative lodevoli, anche a favore dei ragazzi e della loro formazione, solo perchè al momento della sottoscrizione dell’atto, e parliamo di tredici anni fa, non erano ancora nate. La Festa è inclusione ma anche apertura. Sentiamo spesso rimarcare la necessità di aprirci al dialogo e al confronto coinvolgendo forze nuove e poi, nei fatti, non è così. Nessuna polemica, sia chiaro – continua Napolitano – solo una presa d’atto con l’invito ad essere collaborativi e propositivi nell’esclusivo interesse della comunità e della Festa. Auguri all’amico Luca De Risi con il quale, mi auguro, che venga intrapreso da subito un tavolo proficuo”.

(red)

Stella Academy: a Nola nasce l’accademia della Festa

Porta la firma dellle associazioni Paranza Stella e Caciotta Family il nuovo progetto che, nella Festa eterna, trova il suo principale motore. Il nuovo progetto sarà presentato domani, venerdì 25 ottobre, nella sede dell’ex convento di Santo Spirito di via Merliano. L’appuntamento è per le ore 18.30. Sarà lo stesso presidente del sodalizio promotore, Gerardo Cassese, dopo i saluti del sindaco Gaetano Minieri e dell’assessore alla cultura Annalisa Sebastiani, ad illustrare l’iniziativa che partirà da gennaio 2020. Un progetto ben strutturato rivolto ai bambini da 0 a 14 anni dividisi in due fasce d’età a cui sarà insegnato il valore della Festa ma anche le sue varie espressioni, a cominciare dalla lavorazione della cartapesta con visite guidate nelle botteghe d’arte. Ma non solo. Spazio alla musica con spartiti alla mano e come si lavora il legno. Una vera e propria fucina di formazione che – come spiega il capo paranza della Stella, Lello Guerriero – vuole essere un luogo di condivisione e socializzazione dove confrontarsi. Bisogna ripartire dai giovani – continua Lello – Perchè gli insegnamenti vanno trasmessi dalla tenera età. Solo così potremmo vivere un percorso più sano”.

A realizzare il logo dell’iniziativa, che già domani darà il via alle iscrizioni, il grafico Pasquale Conventi. La serata si concluderà all’insegna del divertimento con giochi ed animazione per i più piccoli.

di Autilia Napolitano

NOLA. FONDAZIONE FESTA DEI GIGLI, SI VA VERSO IL COMMISSARIAMENTO

Il passo indietro dei tre componenti di nomina sindacale della Fondazione Festa dei Gigli tra cui il presidente Lorenzo Vecchione non chiude ancora una stagione di infinite polemiche. A restare ancora in carica i due membri della Curia che comunque da soli non hanno numero legale per affrontare le tante problematiche ancora sul tappeto. Tanta carta bollata, mancanza di programmazione e rispetto delle regole rendono incerto il futuro dell’Ente. Il sindaco Gaetano Minieri nei prossimi giorni incontrerà il Vescovo Marino per discutere della questione e, solo all’esito dell’incontro, si inizierà a pensare al successore di Vecchione e alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione. Non è escluso che si arrivi ad un Commissariamento dell’Ente. Infatti lo statuto prevede che in caso di impossibilità di funzionamento (situazione attuale) il sindaco ove intenda proporre lo scioglimento del Consiglio di Amministrazione ne dà motivata comunicazione al Consiglio comunale di Nola. Lo scioglimento è disposto con delibera del Consiglio comunale. Con la delibera di scioglimento è nominato un commissario straordinario per l’esercizio dei poteri e delle attribuzioni del Consiglio di Amministrazione. Sono esclusi dalla nomina i membri del Consiglio disciolti. Il commissario straordinario è scelto tra persone di specifica e comprovata competenza, esperienza e di indiscussa moralità. Entro quarantacinque giorni dallo scioglimento si procede alla nomina dei membri del Consiglio di Amministrazione. Il commissario straordinario resta in carica fino all’insediamento del Consiglio di Amministrazione. I membri del Consiglio di Amministrazione non possono esercitare a pena di decadenza, alcuna attività professionale neppure di consulenza nei confronti dei maestri di festa o dei responsabili delle paranze, né essere deputati, senatori, consiglieri regionali, provinciali, comunali in carica. A supporto dello Statuto c’è il regolamento fondamentale per la gestione della Festa.

di ra.na.

Nola. Fondazione Festa dei Gigli: il presidente Lorenzo Vecchione si dimette

Si dimette il presidente della fondazione Festa dei Gigli, Lorenzo Vecchione. L’ufficialità dovrebbe arrivare nelle prossime ore. La decisione – pare – sia arrivata nella serata di ieri al termine dell’incontro con i maestri di festa nell’aula consiliare preceduto dall’apertura delle buste per l’assegnazione del Giglio del Calzolaio. Due le domande presentate, anche se, di fatto, ne è una soltanto. Il secondo plico infatti conteneva semplici fogli in bianco. E mentre sui social gli aspiranti assegnatari esultano annunciando il cast, voci interne all’assise cittadina danno per certe le dimissioni di Vecchione. Una vicenda che è diventata già “caso” con tante questioni ad oggi irrisolte a cominciare dalle fideiussioni , alcune delle quali non ancora presentate e sottoscritte. E potrebbe diventare un nuovo caso anche l’assegnazione del Calzolaio. Sebbene ci sia stata una sola istanza, è necessario comunque procedere con la verifica dei requisiti. Chi lo farà? Di fatto il consiglio di amministrazione non solo è monco ma è soprattutto privo del numero legale per procedere, a seguito delle dimissioni di due consiglieri, Antonio Santella e Orlando Santaniello. Tanti sono gli interrogativi. Chi gestirà le imminenti questioni? E poi ancora, i rappresentanti nominati dalla Curia vescovile restano in carica o decadono? Il tutto mentre tra meno di 48 ore inizia ufficialmente l’evento 2020 con il passaggio delle prime bandiere, quelle del panettiere e dell’ortolano. Si attendono ora nuovi sviluppi con nuovi scenari che potrebbero cambiare il corso della kermesse.

di ra.na.

NOLA. APERTURA BUSTE ASSEGNAZIONE GIGLIO DEL CALZOLAIO, VERSIONE AUTUNNALE

Intervista al presidente della Fondazione Festa dei Gigli di Nola Lorenzo Vecchione e dell’unica aspirante maestra di festa del Giglio del Calzolaio 2020, Rinaldi Rosaria (firmataria Panico Anna). All’esito della verifica dei requisiti si procederà all’assegnazione. Dopo l’apertura delle buste c’è stato un proficuo confronto del presidente con i maestri di festa sulla problematica delle fideiussioni.

di ra.na.

Nola. Terremoto nella fondazione Festa dei Gigli: dimissioni di due consiglieri, giovedì 10 ottobre apertura delle buste per l’assegnazione del Calzolaio

Non trova pace la Fondazione Festa dei Gigli di Nola. Dopo i malumori degli ultimi mesi con ricorsi al Tar, sospensioni e revoche, si dimettono due consiglieri: Antonio Santella ed Orlando Santaniello. Un caos che ha generato non poche polemiche e che potrebbe spingere, già nelle prossime ore, il presidente Lorenzo Vecchione a seguire le stesse orme dei due consiglieri. Intanto giovedì 10 ottobre alle ore 18.30 nell’aula consiliare del municipio si terrà l’apertura delle buste per l’assegnazione del Giglio del Calzolaio dopo la revoca per mancanza dei requisiti.

In quella seduta sarà presente anche il presidente Vecchione che potrebbe chiarire alcuni aspetti di questa vicenda. In caso, invece, di dimissioni come si vocifera con insistenza, verrebbe a decadere il cda dell’organismo. In questo caso si aprirebbero nuovi scenari per l’individuazione dei successori.

Resta intanto ancora da sciogliere il nodo relativo alle fideiussioni che non tutti i maestri di festa hanno sottoscritto e presentato. Il tutto a pochi giorni dall’uscita delle Bandiere il cui inizio è fissato per domenica 13 ottobre.

di ra.na.

Navigazione articolo