ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il tag “Arturo Cutolo”

NOLA. BIANCARDI O VITALE?… ECCO COME SARANNO I LORO “CONSIGLI”!

Non accennano a placarsi le polemiche sulle presunte mancate assegnazioni di preferenze che diversi candidati (anche in posizioni non eleggibili) reclamano.

La più clamorosa sembrerebbe quella verificatasi a Piazzolla, dove diversi candidati non avrebbero riportato alcuna preferenza nella propria sezione elettorale. Il rappresentante della lista “Io sto con la Tripaldi”, Salvatore Maffettone, consigliere comunale ancora in carica, ha preannunciato una denuncia sull’accaduto.

Si intensificano intanto gli incontri tra le varie coalizioni in vista del ballottaggio di domenica 8 giugno. Il più attivo è Arturo Cutolo, convintissimo di appoggiare Domenico Vitale. Più cauta e riflessiva appare invece Maria Franca Tripaldi, che questa sera incontrerà gli alleati (Pd, Città Viva, Sel, Riformisti per Nola). Al momento non è possibile avanzare alcuna ipotesi, sicuramente le dimissioni del presidente di Città Viva, Andrea Meo, deluso dal risultato elettorale amministrativo del Pd bruniano, animeranno il dibattito politico, ma il futuro della coalizione per ora non sembra ancora irrimediabilmente compromesso. I “processi” saranno rinviati tutti a dopo l’8 giugno.

Si cominciano intanto a fare i conti su come sarà articolato il prossimo consiglio comunale di Nola, in caso di vittoria dell’uno o dell’altro candidato sindaco (in assenza di apparentamenti ufficiali).

In caso di vittoria del sindaco uscente, Geremia Biancardi, andranno:

– dieci consiglieri a Forza Italia [Cinzia Trinchese (1936 voti), Enzo De Lucia (1466 voti), Antonio Tufano (654 voti), Carmela De Stefano (608 voti), Roberto De Luca (552 voti), Laura Napolitano (566 voti), Michele Cutolo (492 voti), Rino Barone (489 voti), Angelo Siano (461 voti), Giancarlo Moccia (392 voti)];

– due alla lista “Uniti per il Territorio” [Raffaele Giugliano (611 voti) e Carmine Pizza (458 voti)];

– due alla lista “Centro Destra Nolano” [Antonio Manzi (297 voti) e Salvatore Notaro (294 voti)];

– uno alla lista “Hyria Socialisti-Riformisti-Liberali” [Giuseppina La Marca (227 voti)];

– quattro + 1 (il candidato sindaco perdente) all’UDC-NCD [Carmela Scala (754 voti), Francesco Pizzella (690 voti), Raffaele Parisi (584 voti), Erasmo Caccavale (415 voti) + Domenico Vitale];

– uno al Partito Democratico [Luisa Marone (239 voti)];

– Maria Franca Tripaldi (come candidato sindaco perdente) ed Umberto Bruno (161 voti) della lista “Io sto con la Tripaldi;

– Arturo Cutolo (come candidato sindaco perdente).

Domenico Vitale SindacoIn caso di vittoria di Domenico Vitale il consiglio comunale sarà così composto:

– undici consiglieri all’UDC-NCD [Carmela Scala (754 voti), Francesco Pizzella (690 voti), Raffaele Parisi (584 voti), Erasmo Caccavale (415 voti), Emma Vecchione (383 voti), Veronica Caliendo (382 voti), Alberto Verani (341 voti), Rosa Balletta (286 voti), Cosimo Santaniello (251 voti), Raffaele Meo (235 voti), Romualdo Magliulo (222 voti)];

– tre alla lista “Nola Mia” [Felice Mercogliano (400 voti), Carlo Giannini (247 voti), Raffaele Parisi (87 voti)];

– uno alla lista Fratelli d’Italia AN [Giuseppina Vassallo (185 voti)];

– tre + 1 (il candidato sindaco perdente) alla lista Forza Italia [Cinzia Trinchese (1936 voti), Enzo De Lucia (1466 voti), Antonio Tufano (654 voti) + Geremia Biancardi];

– uno alla lista “Uniti per il Territorio” [Raffaele Giugliano (611 voti)];

– uno alla lista “Centro Destra Nolano” [Antonio Manzi (297 voti)];

– uno al Partito Democratico [Luisa Marone (239 voti)];

– Maria Franca Tripaldi (come candidato sindaco perdente);

– Arturo Cutolo (come candidato sindaco perdente).

In caso di vittoria di Geremia Biancardi, dunque, la lista “Io sto con la Tripaldi” conquisterebbe un seggio come miglior quoziente [Umberto Bruno (161 voti)].

di ra.na.

NOLA. IL TOUR ELETTORALE DI ARTURO CUTOLO PARTE DAL RIONE GESCAL

clicca sull'immagine per ingrandire

clicca sull’immagine per ingrandire

È partito ieri sera dal popoloso rione Gescal di Nola il tour elettorale del candidato sindaco Arturo Cutolo, dopo la presentazione delle liste avvenuta qualche settimana fa al Teatro Umberto.

Una scelta particolarmente significativa quella della Gescal, un’area da troppo tempo dimenticata. Più di duecento persone ad ascoltare l’appello al voto di Arturo Cutolo e di tanti giovani candidati alla carica di consigliere comunale, come Franca Romeo, Antonio Morisco, Angela Parisi, Domenico Manganiello e Ivan Milo.

più nola cutolo“Occorre dare più voce ai giovani – ha dichiarato Franca Romeo (Più Nola) – Provo un malessere nei confronti della mia città, dopo anni di studi non vediamo riconosciuti i nostri sacrifici. Bisogna investire sui giovani, il lavoro non si promette, è un diritto. In tanti anni a Nola non si è riusciti a creare opportunità di lavoro – chiosa Romeo – Vulcano Buono, NTV, tutte occasioni perse. Ultimamente i giovani si sono visti rubare anche il diritto allo studio con la chiusura dell’Università Parthenope. Diciamo basta alle amministrazioni ingannevoli”.

clicca sull'immagine per ingrandire

clicca sull’immagine per ingrandire

“Ringrazio Arturo Cutolo che mi ha dato l’opportunità di candidarmi – ha affermato Ivan Milo (Alternativa Nolana) – Sono qui non per fare promesse ma con la fiducia di alzarmi per chiedere cosa ci spetta di diritto e cosa è giusto fare per la nostra città. Votiamo il cambiamento e l’umiltà affidando il governo della città ad un galantuomo, Arturo Cutolo”.

“La mia scelta è stata Arturo Cutolo perché è una persona che stimo e di gran disponibilità nei confronti dei più deboli – ha dichiarato Antonio Morisco (Più Nola) – Sono un giovane che ha tanta voglia di impegnarsi, oggi la crisi economica ha fatto tante vittime e la politica ha ulteriormente aggravato la situazione. I giovani hanno bisogno di più certezze e per questo vi chiedo la fiducia”.

“Vogliamo essere parte attiva della nostra comunità per spazzare il vecchio sistema politico fondato sugli interessi di pochi – ha affermato Angela Parisi (Più Nola) – La vera politica guarda al bene degli altri senza chiedere niente, vogliamo costruire una città vivibile per tutti”.

alterntiva nolana cutolo“Il cambiamento è necessario per dare certezza a questi giovani che questa sera, anche se emozionati, vi hanno dato un’idea della città che vogliamo – ha dichiarato Domenico Manganiello (Alternativa Nolana) – Basta con i diritti negati, la vostra presenza è un segnale forte che il cambiamento è possibile in questa città”.

lavor in corso cutoloA concludere i lavori Arturo Cutolo: “Miei fratelli, questa mattina in una presentazione di una coalizione politica il sottoscritto è stato accusato di essere troppo disponibile con voi. La scelta della Gescal per l’inizio del nostro tour elettorale non è stata casuale, questo è un rione abbandonato. Per la verità giustifico il nostro sindaco perché le sue radici non sono nolane, viene da una collina piacente e non conosce la sofferenza. Credo che sia arrivato il momento di accompagnarlo ai suoi luoghi di origine. Oggi – ha proseguito Arturo Cutolo – si privilegia la politica dei salotti senza avere attenzione per i sofferenti, cosa che siamo abituati a fare. La nostra politica cerca di restituire ai cittadini che si trovano nel bisogno la loro dignità rubata, molte famiglie di questo rione hanno seri problemi di sopravvivenza. Nel nostro programma elettorale, se ci date la possibilità di amministrare, abbiamo previsto tante cooperative di lavoro. Il nostro impegno sarà rivolto a recuperare l’Università che negli anni addietro con i suoi oltre cinque mila iscritti aveva creato un indotto economico importante. Anche per quanto riguarda l’assistenza agli anziani e ai ragazzi in questo rione non c’è niente. Il mio appello – ha concluso Arturo Cutolo – è che possiate utilizzare al meglio l’arma del voto non votando più per chi ha permesso questo degrado dando anche fiducia a questi giovani che hanno tanta voglia di misurarsi e fare per la propria comunità”.

di ra.na.

NOLA. SORTEGGIO SCRUTATORI: ATTESA PER IL COMMISSARIO AD ACTA, IMPAZZA INTANTO LA CAMPAGNA ELETTORALE (ANCHE SUL WEB)

La riunione della commissione elettorale comunale per la nomina degli scrutatori, che si sarebbe dovuta tenere ieri, lunedì 5 maggio, come preannunciato dal sindaco Geremia Biancardi è andata deserta, quindi a decidere sulla scelta dei 120 scrutatori sarà un commissario ad acta nominato dalla Prefettura.

Con apposito manifesto l’ufficio elettorale renderà noto il giorno della convocazione e la data della seduta pubblica per il sorteggio degli scrutatori tra gli iscritti nel registro (circa 2500).

Intanto l’elenco dei presidenti dei 38 seggi che la Corte d’Appello di Napoli ha trasmesso da oltre otto giorni all’ufficio elettorale (regolarmente pubblicato sul sito istituzionale di quasi tutti i comuni d’Italia) a Nola misteriosamente non è stato ancora pubblicato. La cosa strana è che ultimamente è stata stilata dal Ministero della Funzione Pubblica una graduatoria dei comuni virtuosi al fine del rispetto degli obblighi di pubblicazione ai sensi del decreto legge 33/2013 ed il Comune di Nola è posizionato tra i primi posti dei Comuni della Provincia di Napoli. La mancata pubblicazione dell’elenco diventa quindi ancor più assurda ed inspiegabile, conoscendo tra l’altro la solerzia di alcuni uffici comunali.

La vigilanza della Polizia Municipale sulle affissioni abusive intanto continua. I primi verbali sono già stati notificati ai candidati trasgressori. La tensione è ancora alta sul fronte dell’attacchinaggio dei manifesti elettorali negli spazi consentiti, probabilmente insufficienti ad accogliere i candidati di ben sedici liste. La totalità dei manifesti restano affissi pochi minuti per poi essere sostituiti. Spesso ci sono forti tensioni tra gli addetti alle affissioni per accaparrarsi un posto sul tabellone elettorale. Stiamo assistendo ad una campagna tutt’altro che sobria, ci sono candidati che hanno iniziato a spendere da tempo risorse. A molti sfugge però che ai sensi della vigente normativa tutte le spese sostenute per la campagna elettorale superiori a 2500 euro devono essere documentate, a fine campagna elettorale, attraverso un consuntivo presentato dal mandatario, altrimenti si incorre in sanzioni pesantissime.

enzo de lucia fbParallelamente intanto c’è una campagna elettorale che punta su un’attività costante di aggiornamento sulla Rete ed in particolare sui social network, con una, a volte, anche corposa produzione di video e foto pubblicati. Attualmente il primato spetta al vicesindaco Enzo De Lucia con un book fotografico di oltre 3000 foto. La lista più presente sul Web è “Io sto con la Tripaldi”, seguita da “Più Nola” con i santini di quasi tutti i candidati.

Infine non manca chi i manifesti li fa viaggiare per la Città, anche in bicicletta, come nel caso di Arturo Cutolo. Una soluzione che potrebbe essere una valida alternativa ecologica – e legale – all’arroganza delle affissioni abusive ed inquinanti.

di ra.na.

LA DOMENICA DI MIMMO

vitale showCh’anco tardi a venir, non ti sia grave” ammoniva con pallosa saggezza il triste poeta di Recanati (da giovani studenti un po’ superficiali abbiamo sospettato che gran parte della sua tristezza fosse causata dal fatto che scopasse poco o niente. Da adulti, ne siamo quasi certi). Ad ogni modo, resta il fatto che i nolani aspettavano con morbosa curiosità la prima uscita di Mimmo.

Appena catapultato a capo di una formidabile coalizione di sub-centrodestra, il valoroso e noto avvocato amministrativista (persino la stessa specializzazione professionale dell’avvocato Biancardi) era apparso a tutti come il più pericoloso avversario del Sindaco uscente/rientrante: in un certo senso, il vero anti-papa.

Era ora. In fondo, l’avvocato Vitale rischiava di somigliare sempre di più a quel talento naturale, destinato a diventare un sicuro fuoriclasse, amorevolmente allevato e coccolato in una importante società di calcio, che incomincia a diventare calcisticamente vecchio senza aver mai esordito in prima squadra. D’accordo, il Real Madrid è la squadra più forte e gloriosa, ma meglio passare all’Atletico (con la fascia di capitano, ovviamente) che rimanere nella cantera (la squadra giovanile) del Real a vita. (Confido convintamente in un caffè pagato da parte dell’avvocato Vitale per avergli cucito su misura la metafora sportiva più benaugurante possibile).

Torniamo alla prima uscita. Dove, si saranno chiesti i vertici dei moderati del sub-centrodestra? Qui il sentiero deve essere apparso subito stretto: se Arturo, accreditato come volenteroso outsider, ha scelto il terribile teatro Umberto e l’ha reso stracolmo, non si poteva assolutamente puntare su un contenitore più piccolo. Vada per l’Umberto, allora: moderati sì, ma fino a un certo punto, devono essersi detto con grande fiducia nella loro forza elettorale. (Appena qualche giorno fa uno di loro – il centravanti, direi – chiacchierando amichevolmente al tavolo di un bar aveva affermato di avere favorevoli sensazioni sull’esito dell’elezioni, al punto da ritenere che anche 6.000 voti per la sua coalizione li avrebbe valutati come un flop).

Non sono a caccia di caffè pagati, credetemi, ma col passare dei giorni mi vado convincendo che Arturo è un vero diesel elettorale. Come dice un mio carissimo amico, Arturo è un “uomo leale”. Lasciatelo al suo destino, ma non sfidatelo: Arturo ha più umanità/popolarità (e serietà) di quanto pensiate. Non ha dietro di sé un partito, ma ha dignità. Di questi tempi non è poco.

E così che l’ottimo avvocato Vitale ha dovuto riscontrare un teatro Umberto con un gran numero di poltrone malinconicamente vuote. Va bene, “non è da questi particolari che si giudica un giocatore”, ma neanche si può provocare un confronto e poi dire che non serve a niente. Eppure questo negativo confronto è passato in secondo piano, rispetto al fastidioso, insopportabile protagonismo di tale sig. Nicola, al quale era stata improvvidamente affidata la conduzione della intera manifestazione.

La sua incontinente verbosità ha costretto in un angolo il povero avvocato Vitale, appollaiato su uno sgabello somigliante ad un trespolo, ridotto incredibilmente al ruolo penoso di comprimario. Domande rigorosamente parametrate sullo spartito della banalità, alle quali non era possibile rispondere senza ricorrere alla demagogia più frusta. Nel mio piccolo, esprimo solidarietà all’avv. Vitale. Che cazzo puoi dire di serio, di onesto e di veritiero, quando ti chiedono dei “giovani”, se non ricorrere alle frasi fatte della più bieca retorica?

Domenico Vitale SindacoForse (voglio sperare), anche l’avv. Vitale avrebbe voluto rispondere che al giorno d’oggi in Italia i giovani sono inesorabilmente destinati ad essere sodomizzati a sangue e che ancora di più lo saranno in avvenire, quando il tasso di disoccupazione al 42,7% sarà solo un piacevole e nostalgico ricordo; che saranno (quelli fortunati o raccomandati) apprendisti di 3 anni in 3 anni oppure saranno costretti a lavorare a gratis su qualche studio professionale senza beccare un euro, ma rimettendoci il costo della benzina per eseguire le commissioni del caso; che il loro legittimo progetto di vita è rimandato a data da destinarsi.

Basta così, altrimenti invece di parlare dell’elezioni di Nola finiremmo col parlare di politica. Ma noi non vogliamo piangere:

E sempre allegri bisogna stare

che il nostro piangere fa male al re

fa male al ricco e al cardinale

diventan tristi se noi piangiam,

e sempre allegri bisogna stare

che il nostro piangere fa male al re

fa male al ricco e al cardinale

diventan tristi se noi piangiam!

di Eduardo Quercia

NOLA. ACQUA PUBBLICA, MARIA FRANCA TRIPALDI: “MENTRE GLI ALTRI FANNO PROPAGANDA, IL NOSTRO IMPEGNO E’ CONCRETO”

Mariafranca TripaldiAcqua pubblica: con una nota la candidata a sindaco del centrosinistra Maria Franca Tripaldi mette i puntini sulle “i”.

“La battaglia per i beni comuni non si improvvisa. Ci fa piacere che in campagna elettorale si sveglino le coscienze e persino l’entusiasmo dell’ultim’ora del Movimento 5 Stelle. Fino a ieri non li avevamo mai visti, ma tutti sono i benvenuti. Come noto – precisa Maria Franca – dieci anni di battaglie e mobilitazioni non si inventano”.

“Fino a prova contraria – sottolinea la candidata sindaco – sono le liste della coalizione di ‘Nola che Cambia’ a presentare alla città i candidati che in questi anni hanno difeso l’acqua pubblica. È il nostro campo quello che esprime le competenze e la passione per trovare una soluzione reale e concreta”.

“La dichiarazione di adesione alla rete dei sindaci dell’ATO 3 per l’acqua pubblica (scritta peraltro da uno dei presentatori delle mie liste) l’ho firmata da tempo – rilancia battagliera la Tripaldi – Anzi, mentre gli altri fanno vuota propaganda la situazione si aggrava di giorno in giorno: il 31 marzo scorso il commissario straordinario Carlo Sarro, deputato di Forza Italia, ha deciso aumenti delle tariffe dell’acqua del 44% nel 2014 e del 68% nel 2015 (DELIBERA COMMISSARIALE N. 27/2014). I cittadini di Nola e di tutto il vesuviano, già in grande difficoltà economica, alla fine del mese di giugno si vedranno recapitare bollette ancora più salate, e tutto questo solo per salvare il carrozzone GORI e raccattare qualche voto per la campagna elettorale. Paolo Russo e Geremia Biancardi sono d’accordo con tutto questo? O pensiamo che la risposta possa arrivare da Arturo Cutolo, Domenico Vitale e Franco Ambrosio, che magari non sanno neppure di cosa parliamo? Se i nolani mi concederanno l’onore di essere il loro sindaco impugnerò immediatamente gli aumenti tariffari deliberati il 31 marzo”.

A dare man forte alla Tripaldi, interviene Giuseppe Di Palma, candidato di SEL nella lista civica “Io sto con la Tripaldi”: “Bisogna dire basta a questa gestione privatistica e fallimentare che ha visto solo l’aumento sconsiderato dei costi senza alcun miglioramento del servizio per i cittadini. E’ ora di applicare il referendum del 2011, di sciogliere la GORI s.p.a. e di passare ad una gestione pubblica, democratica, solidale e partecipata dell’acqua”.

io sto con la tripaldipd città viva tripaldiriformisti per nola tripaldi

(CS)

Navigazione articolo