ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per la categoria “cronaca”

Casamarciano. Centro estivo per bambini: lo start il 15 luglio

Un’occasione per i più piccoli con attività ludiche e sportive, giochi tradizionali e laboratori creativi.

A Casamarciano l’amministrazione comunale istituisce il centro estivo. Il progetto, curato dall’assessore alle politiche sociali Carmela de Stefano, si terrà da mercoledì 15 luglio fino a giovedì 30 luglio.

Due settimane intense presso la sede della tensostruttura in via Giacono Puccini nel rione Gescal dove i bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni potranno trascorrere le giornate all’insegna del divertimento ma anche dell’impegno creativo.

La partecipazione al corso è gratuita. È necessaria la prenotazione con la sottoscrizione del modulo di responsabilità che può essere ritirato nell’ufficio protocollo del comune in piazza Umberto I.

“Un’opportunità per i bambini di Casamarciano che in questo lungo lockdown invernale sono stati fortemente penalizzati, costretti a stare in casa – spiega l’assessore e vice sindaco Carmela de Stefano – questa è solo una delle iniziative che abbiamo pensato per loro e che, sono certa, sarà una gradita alternativa in queste calde giornate di luglio. Ma non sarà di certo l’unico progetto. Come amministrazione infatti – continua De Stefano – valuteremo un programma ad hoc per i minori creando dei percorsi mirati che favoriscano aggregazione sociale e che rispondano alle esigenze delle famiglie con momenti da vivere all’interno della comunità senza ricorrere ai centri commerciali. Un progetto su cui stiamo già lavorando e che ci auguriamo possa partire quanto prima”.

CORONAVIRUS – STOP A INGRESSI IN ITALIA DA 13 PAESI

Un’ordinanza del ministro della salute Speranza dispone il divieto d’ingresso per chi arriva da Paesi a rischio. Ovvero il divieto d’ingresso e transito per chi nei 14 giorni antecedenti è stato in 13 paesi Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldavia, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana. Sospesi anche i voli diretti e indiretti. “Non possiamo vanificare i sacrifici degli italiani”, dice Speranza. Nelle ultime ventiquattrore si registrano 229 nuovi casi di Coronavirus portando il totale a quota 242.363. Sale la curva del contagio rispetto ad ieri quando i nuovi casi positivi erano 193. I decessi sono 12 (ieri 15) per complessive 34.926 vittime. Il numero dei guariti è 193.978 + 338 da ieri. Tornano a scendere le terapie intensive 69 (-2 su ieri). Sette Regioni a zero contagi. A maggio si esaurisce il drammatico eccesso di mortalità di marzo e aprile, grazie alle misure di prevenzione non farmalogicamente messe in atto. I Paesi nel mondo più colpiti sono Stati Uniti (133.195), Brasile (69.184), Regno Unito (44.302), Italia (34.296) e Messico (33.526).

Casamarciano. Il medico di base va in pensione, cittadini restano senza assistenza

Il sindaco Andrea Manzi: “Situazione gravissima. Viene meno il diritto alla salute”.

Il medico di famiglia va in pensione ed oltre 1500 pazienti di Casamarciano restano senza assistenza.

A denunciare il gravissimo disservizio è il sindaco Andrea Manzi che ha inviato una nota (l’ennesima) all’Asl Na3 Sud in cui precisa che “il problema è stato più volte sollecitato dal sottoscritto ma non ha trovato riscontro concreto da parte dell’azienda sanitaria preposta”.

“Si è creata una situazione davvero paradossale – aggiunge Manzi – il diritto alla salute, sancito dalla Costituzione, viene regolarmente negato ai cittadini di Casamarciano”.

Tutto nasce all’indomani della messa in quiescenza del dottore Giovanni Cavaccini avvenuta lo scorso 30 giugno. Nonostante i solleciti da parte del primo cittadino non si è provveduto alla nomina del sostituto creando non poche difficoltà ai pazienti, molti dei quali anziani.

“È necessario avere un ambulatorio in paese che assicuri presenza e continuità – continua il sindaco Manzi – invece, ad oggi, la scelta a cui sono chiamati i cittadini è spalmata sull’intero distretto sanitario con tutte le enormi difficoltà per i degenti, a cominciare dagli spostamenti. È impensabile che un anziano, per giunta ammalato, sia costretto a recarsi in un comune limitrofo senza avere la possibilità di scegliere l’eventuale sostituto in loco. La rabbia nasce anche nei confronti della categoria dei medici che, venendo meno al giuramento di Ippocrate, non danno la disponibilità per l’ambulatorio se non sicuri di un numero minimo di pazienti. Tutto ciò è davvero assurdo – conclude Manzi – Aspetto tre giorni. Dopo andrò alla Procura della Repubblica”.

NOLA. NUOVE ASSUNZIONI CON RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO (ANNI 3) PER LA COSTITUZIONE DELL’UFFICIO DI PIANO DELL’AMBITO NA 23

La Commissione Centrale degli Enti Locali nella seduta del 17 dicembre 2019 autorizzava le seguenti figure professionali da assumere a tempo determinato (tre anni) per la costituzione del nuovo piano d’ambito, 2 istruttori amministrativi, 1 istruttore – amministrativo, 1 istruttore contabile. Ai vincitori, salvo aggiornamenti per effetto di rinnovo contrattuale, sarà attribuito il trattamento nell’importo annuo lordo stipendio tabellare € 20.198,13, indennità di vacanza € 145,90, 13° mensilità € 1695,74, indennità di comparto € 549,60. Età non inferiore a 18 anni e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti. Per gli aspiranti di sesso maschile nati fino all’anno 1985 posizione regolare nei riguardi degli obblighi della legge sul reclutamento militare. Titolo di studio: istruttore amministrativo nella programmazione socio – sanitaria – Diploma di scuola media superiore di 2 grado; Istruttore contabile – diploma di ragioniere; Istruttore – amministrativo – diploma scuola media superiore. Domanda di ammissione redatta in carta semplice secondo lo schema predisposto dall’Ente indirizzata al Comune di Nola – Servizi gestione risorse umane – Piazza Duomo n. 1 – Nola. La domanda va effettuata tramite presentazione diretta all’Ufficio protocollo del Comune o raccomandata con avviso di ricevimento o invio dalla propria Pec. Tassa di concorso € 20,000. La domanda di ammissione in qualsiasi modo prodotta deve pervenire entro il termine perentorio di 30 giorni a decorrere dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

DON MARIO FABBROCINI CI HA LASCIATI

La nostra storia locale ha subito una grave perdita. All’età di circa 90 anni é scomparso, a Visciano, in una casa di riposo dell’Opera di Padre Arturo, don Mario Fabbrocini. Erano alcuni anni che aveva tagliato i ponti con il mondo esterno per motivi di malattia. Ma per tanti anni il nome e la figura di don Mario sono stati molto in vista nel clero ed in tutti gli ambienti dell’Agro Nolano e Mariglianese. Si era laureato in lettere presso l’Università di Napoli, ha insegnato per circa 25 anni a Pomigliano d’Arco presso l’Istituto Magistrale “Matilde Serao”. Aveva compiuti i suoi studi di Teologia a Roma presso la prestigiosa Università Gregoriana dei Gesuiti. Era iscritto all’albo dei giornalisti, ha diretto il giornale In dialogo. Referente culturale della ben nota tipografia Anselmi di Marigliano, scrittore di articoli di attualità e di libri di vario interesse culturale. Da sempre aveva un vincolo speciale di affetto e di devozione per padre Arturo D’Onofrio, del quale ha scritto in vario modo, mettendo in luce la sua azione missionaria e assistenziale. Don Mario era un cuore sensibile, generoso, altruista. Tanti studenti e professionisti coltivavano con lui rapporti di amicizia e di stima. La sua mentalità era libera, aperta, contraria ad ogni chiusura e ad ogni moralismo fuori luogo. A Nola ha seguito con don Filippo Menna prima e poi con Luigi Mucerino il gruppo della Fuci. Il suo ricordo rimane vivo in modo tenace nel cuore delle persone, il suo nome fa onore alla nostra Chiesa e al mondo culturale, nonché all’Opera di P. Arturo di cui è stato cronista e testimone fedele ed attento.

Don Mario Fabbrocini, il ricordo di don Ciro Biondi

Quando
l’albero
a Mario Fabbrocini

Quando l’albero della mia vita
dai venti sarà scarnificato
ed i rami senza foglie
sentiranno lo strazio della croce
chiamerò ancora la luce.
Quando tacerà la voce del mondo
nel fiume azzurro del nulla, canterà
un’altra voce in me.
E tu, Cristo, sarai la mia riva.

Bruno La Manna

Non posso ricordare d. Mario Fabbrocini senza il suo amico d. Bruno La Manna; questi due furono capaci di fare della conoscenza il filo d’oro dell’amicizia tra coloro che li avvicinarono nella loro lunga e breve vita. Bisognava sentirli parlare per vedere come erano innamorati di chi aveva aiutato l’umanità a crescere pensando, scrivendo e vivendo alla maniera di quelli che hanno scoperto il segreto della vita.
Incontrai don Mario quando, giovane prete, venne a Domicella, alla Scuola Apostolica S. Cuore di Padre Arturo d’Onofrio, per donarci la freschezza della sua gioventù e passarci l’esperienza della sua vocazione al sacerdozio. Da allora è stato presente nella mia vita e in quella di tanti giovani come la persona a cui si fa riferimento in ogni situazione importante. Lo vedo ancora con i giovani della FUCI di Nola, trascinati dal suo entusiasmo, sulla scia di quell’altro prete che guidò la gioventù fucina, don Filippo Menna, alla ricerca della bellezza del sapere cristiano.
Ho conosciuto gli amici di d. Mario, scelti perché lo avevano scelto, ognuno di loro innamorato del popolo, lottatori e pensatori che cercavano insieme la giustizia evangelica.
Mi sono abbeverato ai suoi scritti, al suo scrivere preciso, breve, saporito, che ti lasciava nel cuore il piacere e la voglia di leggere il prossimo “corsivo 8”. Ma più di tutto gli sono grato perché non ha avuto paura di essere uno che apriva il cammino, che incoraggiava alla scoperta, che non temeva gli ignoranti ma si lascava conquistare dal “nuovo” che nutriva lo spirito di quegli anni di fuoco della nostra giovinezza.
Mi ha fatto conoscere uno scienziato teologo messo all’indice da chi temeva il futuro: Pierre Teilhard de Chardin, d. Mario ne fece un cavallo di battaglia per poter dare alla Chiesa una spinta in avanti, verso il terzo millennio, verso la Chiesa aperta, senza paure, di Francesco.
Credo che sia stato uno dei professori più amati dagli studenti dell’Istituto Magistrale Matilde Serao di Pomigliano che vedevano in lui non il docente ma il maestro, la persona che comunica ciò che crede e vive.

Autore, giornalista, conferenziere, luminare della scuola è stato il semplice, l’umile, il povero capace di sorridere in tutte le situazioni a fianco di coloro che lo cercavano per essere ascoltati, capiti e aiutati nella ricerca del senso della vita.
Ha fatto del suo sacerdozio un servizio al popolo di Dio, quanto il Vaticano II aprì le porte al mondo lo studiò e lo fece arrivare a tutti coloro che lo ascoltavano. E’ stato un uomo aperto e vivo che ha fatto della sua vita la testimonianza della gioia. Ha saputo trarre per sé e per gli altri dal pozzo del Vangelo e della cultura contemporanea la capacità di essere innamorato di Dio e di quelli che lui ama.
Ha vissuto tra noi 90 anni, gli ultimi presso il Santuario di Visciano, dove era stato accolto bambino da P. Arturo, colui che gli fu padre e lo tenne stretto a sé come un figlio che si lascia libero per farlo crescere nell’amore di Dio e degli altri.
Devo dirti, caro d. Mario, che non mi sento povero ora che te ne sei andato, perché sei stato capace di passarmi tutta la tua ricchezza mentre passeggiavi con noi, dicendoci quello che amavi, desiderando che noi continuassimo ad amarlo.
Grazie di avermi dato la mano mentre smarrito non sapevo a chi rivolgermi per poter seguire Cristo: la tua e mia ragione di vita.

d. Ciro Biondi

Tribunale di Nola all’avanguardia con l’innovativa aula per le audizioni protette nei reati che coinvolgono i minori. Primo Tribunale a riprendere le attività in presenza

⬆️⬆️⬆️ Aula per audizioni protette nei reati che coinvolgono i minori, riapertura delle attività giudiziarie in presenza, il Tribunale di Nola come modello di efficienza e di soluzioni all’avanguardia. Ne ha parlato al TGR Campania di oggi il presidente Picardi.

SARÀ PRESENTATO IL 2 LUGLIO ORE 11,30 PRESSO IL SALONE DEGLI AFFRESCHI MARINELLA RIVIERA DI CHIAIA LA CRAVATTA ISTITUZIONALE DELLA CITTÀ METROPOLITANA

Giovedì 2 luglio alle ore 11,30 presso il Salone degli affreschi Marinella al secondo piano del palazzo Satriano in via Riviera di Chiaia n. 285 sarà presentato il prototipo della cravatta istituzionale della Città Metropolitana. A presentarla Alessandro Marinella, quarta generazione della maison Marinella. Il tutto nato a dicembre quando Alessandro fu premiato dalla Città metropolitana dal vicesindaco Francesco Iovino.

Nola. Nuovo look per il Bertie’s bistrot, menù di stagione con l’orto a mt 0

Valentino Buonincontri: “Presto nuove assunzioni”.

Nuova cucina. Nuovo menù. Nuova formula e nuovi posti di lavoro.

Il Bertie’s Bistrot, il noto locale di via dei Mille a Nola dello chef Valentino Buonincontri cambia look e si presenta al pubblico con un abito completamente rinnovato, a cominciare dalla cucina che raddoppia gli ambienti con un orto praticamente a ridosso della struttura.


Uno spazio verde con i prodotti di stagione da raccogliere al momento dell’ordinazione e portarli direttamente sul tavolo dei clienti.

“Dal produttore al consumatore nel segno della qualità – annuncia Valentino Buonincontri – una trasformazione che abbiamo pensato nel lungo periodo di quarantena che, se da un lato ha fermato la nostra cucina, dall’altro non ha bloccato la nostra creatività”.

Un modo nuovo di concepire i piatti che da oggi risponderanno ai tempi della natura con prodotti sempre freschi ed al passo con il raccolto del giorno.

E come il ristorante, anche la pizzeria si allinea al nuovo concept con pizze a farina biologica che renderà l’impasto più alto e soffice.

New entry il cocktail da gustare in terrazza accompagnato da sfizioserie della casa.

Un progetto ambizioso che parte da oggi e che richiederà giá nelle prossime settimane nuovo personale con la ricerca di figure ben precise.

“È stata dura ma ce l’abbiamo fatta, forti del nostro entusiasmo e motivati dalla fiducia dei tanti clienti – aggiunge Valentino – abbiamo messo su un locale completamente moderno pur nel rispetto dei valori tradizionali e della terra. Uno stile rivisitato che, ci auguriamo, sia di gradimento ai nostri ospiti”.

Servizio civile universale, a Casamarciano in arrivo 12 giovani

Parte da oggi a Casamarciano il servizio civile universale.

Dodici i giovani selezionati dalla società Amesci che hanno risposto ai requisiti dei due progetti approvati dall’amministrazione comunale “Cambiamo l’aria” ed “Open space” per un totale di 25 ore settimanali.

“Si tratta di due progetti interessanti – spiega l’assessore alle politiche giovanili, Angelo Piscitelli – che contribuiranno ad offrire servizi alla città in ambito ambientale e sociale con la concreta possibilità di acquisire un’esperienza retribuita a contatto con la pubblica amministrazione, fondamentale in questo periodo di crisi economica”.

“Ancora una volta dalla parte dei giovani con un’opportunità concreta per loro di crescita e di formazione – aggiunge il sindaco Andrea Manzi – due settori, l’ambiente ed il sociale, importantissimi per il territorio su cui continueremo ad investire per favorire quel circolo virtuoso che rende Casamarciano una comunità salubre ed inclusiva”.

Navigazione articolo