ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “marzo 24, 2020”

Dantedì, in digitale: la prima edizione della giornata nazionale dedicata al Sommo poeta

Sono largamente ridimensionate, com’è normale che sia, rispetto alla partecipazione pubblica, le iniziative e le manifestazioni, indette e organizzate per domani negli ambiti sia del mondo universitario e scolastico che dell’associazionismo sociale e culturale per la prima edizione della Giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, di cui l’anno prossimo- il 21 settembre- ricorre il 700.mo anniversario della morte, a Ravenna. Sono le iniziative e le manifestazioni, promosse per celebrare ed onorare il “Padre” della lingua italiana, la lingua del “dolce ” identificativa del Bel Paese, già Nazione – ancorché composita e variegata per la storia delle sue Città, con il suo vasto patrimonio di Cultura viva, dalla Letteratura alle Scienze, dalle Arti alla Filosofia e ben partecipe della modernità europea ed occidentale – prima che ne assumesse la connotazione politica e territoriale di Stato nazionale. Ma non sono affatto affievolite le idealità  che le ispirano nel segno dell’Italianità, i cui valori si coniugano al meglio e compiutamente con lo spirito di solidarietà e di condivisa comunanza tanto avvertito nei difficili e drammatici giorni che si vengono vivendo dappertutto nel mondo e che fanno risaltare l’intrinseca fragilità dell’umana condizione esistenziale.

Istituita ufficialmente a gennaio dal Consiglio dei Ministri, accogliendo le istanze degli amanti e dei cultori della lingua italiana e dell’Accademia della Crusca coincide con il 25 marzo, considerato l’inizio del Viaggio oltremondano, del quale il Sommo poeta si fa pellegrino e narrante, al contempo, con le speciali e straordinarie guide di Virgilio, simbolo dell’umana ragione, veicolo di conoscenza, e di Beatrice, trasfigurazione della grazia rivelata  e della verità. E’ Dante  pellegrino, che diventa il narrante acuto e visionario nella riscoperta di sé e dell’umanità nel perenne e lacerante dissidio tra il bene e il male

Il Dantedì della prima edizione si vivrà all’insegna dei social, con letture in streaming, performance nei  luoghi più disparati, nelle sedi universitarie, nelle biblioteche e nei musei. E ne saranno protagonisti giovani, docenti e cultori dell’ universalità poetica di Dante. Si reciteranno in piena libertà di scelta secondo i gusti e le sensibilità dei lettori. D’altro canto, nella Commedia c’è solo l’imbarazzo di  scegliere anche e soprattutto per l’attualizzazione, a cui si presta il verseggiare  di Dante, ora puntuto,ora corrosivo, ora intensamente realistico che non ammette ipocrisie, anzi le fustiga con dura asprezza. E non si dimentichi che la Commedia fin dal Trecento è stata recitata in pubblico, nelle piazze e nelle chiese. Una popolarità eccezionale che parla da sola e che si conserva inalterata e integra. Ed in Toscana come in Emilia-Romagna puoi tranquillamente imbatterti in gente comune che ti spiattella versi della Commedia e ti consegna l’inconfondibile fotofit di un discusso e discutibile soggetto pubblico per l’arte di magagne in danno del bene comune o di una situazione sociale.

L’apice della … contemporaneità- e la Rai “coprirà” il Dantedì e IoleggoDante con una pregevole programmazione tutta da seguire di alto profilo- si toccherà  alle ore 12. Da una città all’altra le  “letture”  della Commedia  comporranno l’ideale tessitura di quella coesione di cui la società e l’umanità hanno tanto bisogno in queste ore. E tra le “ letture” merita attenzione quella proposta dall’Associazione degli italianisti. E’ la “lettura” che fa leva su “ Il canto di Ulisse desunto da  Se questo è un uomo  di Primo Levi. I versi sono del XXVI canto dell’”Inferno” – parte integrante dell’”orazione picciola”- e recitano … “Considerate vostra semenza:\ fatti non foste a vivere come bruti,\ ma per seguire virtute e conoscenza”…

Sono i versi, con cui Primo Levi affronta l’approccio con Jean per fargli apprendere la lingua italiana. Jean è alsaziano e condivide con lo scrittore la condizione di prigionia ad  Auschwitz. Jean è il “Pikolo” di turno, l’addetto al rancio da distribuire agli internati che viene aiutato nell’incombenza dallo scrittore . La chiave significativa dei versi è costituita dalle scelte della virtù e della conoscenza con cui la dignità umana si salva e conserva; quella dignità che la follia nazista riconosceva soltanto alla razza cosiddetta pura. Era la disumanizzazione di popoli di razze ed etnie diverse e distinte da quelle della Germania nazionalsocialista.

di Geo

Emergenza Coronavirus. Il comune di Casamarciano dona mascherine alla comunità

Il sindaco Andrea Manzi: “All’impegno dell’amministrazione comunale si aggiunge quello di due noti imprenditori. Rendiamo Casamarciano sicura e protetta”. Giovedì secondo step di sanificazione stradale.

In arrivo a Casamarciano mascherine protettive per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

L’iniziativa è dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Manzi che, a partire da domani, mercoledì 25 marzo, procederà, con l’ausilio dei volontari della protezione civile e dell’associazionismo locale, alla distribuzione domiciliare. Due i dispositivi protettivi che, accompagnati da un vademecum sul corretto utilizzo, saranno consegnati ad ogni nucleo familiare nell’ottica del piano di messa in sicurezza promosso dal comune.

Una parte delle mascherine è stata acquistata con un fondo messo a disposizione dal municipio mentre la restante parte è stata donata da due imprenditori del territorio, Gaetano Casillo e Ciro Carillo dell’azienda Cnc Tessuti Srl.

“Continua il nostro impegno per una comunità sicura e protetta – spiega il sindaco Andrea Manzi – Ringrazio a nome dell’amministrazione gli amici imprenditori Gaetano Casillo e Ciro Carillo, figli di questa terra, sempre attivi e propositivi, per la sensibilità dimostrata rispondendo con i fatti alle necessità primarie di cui c’è maggiormente bisogno in questo momento. Da domani procederemo con la consegna volutamente domiciliare per evitare spostamenti e/o assembramenti con inevitabili e rischiosi contatti. Chiaramente mi preme ringraziare la protezione civile per il prezioso lavoro svolto ma anche i tanti volontari spontanei che stanno collaborando in queste azioni di controllo e supporto. Non ci fermiamo affinché questa comunità continui a non essere toccata dal virus”.

Intanto giovedì 26 marzo partirà il secondo step del programma di sanificazione stradale con la pulizia urbana delle strade.

“Un’operazione già avviata e che si terrà a cadenza bisettimanale – aggiunge Manzi – Non lasciamo nulla al caso nè all’approssimazione e di questo devo ringraziare anche i dipendenti comunali e la polizia locale per il lavoro energico portato avanti nonostante le residue risorse. Se vogliamo uscire indenni da questa emergenza occorre lavorare in sinergia rispettando se stessi e gli altri. Restiamo a casa che di tempo per uscire ne avremo”.

Coronavirus. A San Paolo Bel Sito consegnate le mascherine protettive

Oltre quattromila mascherine pronte per la consegna. Succede a San Paolo Bel Sito. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Manolo Cafarelli che, nell’ambito delle attività volte a contenere il rischio contagio da Covid-19, ha predisposto un fondo per l’acquisto di appositi dispositivi.

La consegna è iniziata nel primo pomeriggio di oggi, martedì 24 marzo, rigorosamente porta a porta. A coordinare i lavori l’assessore alle politiche sociali Rino Foglia accompagnato dai volontari della protezione civile.

“Restiamo al fianco dei cittadini in un momento drammatico per l’Italia intera mettendo in campo tutti gli strumenti necessari in termini di sicurezza – dichiara l’assessore Foglia – Non ci fermiamo consapevoli dei seri rischi a cui potremo andare incontro se non adottiamo misure preventive efficaci. Al costante appello di restare a casa – continua Rino Foglia – aggiungo a nome dell’intera amministrazione l’invito a mantenere la calma rispettando tutte le regole. Da parte nostra il massimo impegno anche sul fronte della sanificazione. Dopo i primi tre interventi, sabato 28 marzo ce ne sarà un altro su tutto il territorio comunale, comprese traverse e vicoli. La situazione è sotto controllo. Mettiamoci al sicuro”.

di ra.na.

Emergenza sanitaria. La Gori risponde all’istanza del sindaco di Nola Gaetano Minieri

Non si fa attendere la risposta dell’amministratore delegato della Gori all’istanza inviata solo qualche giorno fa dal sindaco di Nola Gaetano Minieri nella quale il primo cittadino chiedeva una rimodulazione delle tariffe (considerate le esigenze degli utenti in questo delicato periodo) ed una sospensione delle interruzioni di forniture idriche per morosità.

Istanza accolta, come si evidenzia nella nota a firma dell’amministratore Giovanni Paolo Marati che, di fatto, concretizza quanto richiesto da Minieri annunciando anche una serie di agevolazioni in termini di pagamento delle fatture emesse senza applicare alcun interesse di mora e procedendo a riattivare le forniture staccate per morosità.

Sulle tariffe l’amministratore spiega:” è di esclusiva competenza dell’Arera e la Gori provvederà naturalmente agli ulteriori provvedimenti che saranno adottati e che saranno comunicati tempestivamente sui nostri canali di comunicazione”.

Soddisfazione del sindaco Gaetano Minieri che, dai suoi canali Facebook dichiara:” sempre dalla parte dei cittadini in favore dei loro diritti”.

di ra.na.

Navigazione articolo