ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “febbraio 19, 2020”

NOLA. ISOLA ECOLOGICA SARNELLA ATTIVA PER I RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE E ELETTRONICHE (R.A.E.E.) – ORARIO E CALENDARIZZAZIONE RACCOLTA DIFFERENZIATA

Una bella notizia per i cittadini di Nola, da ieri è possibile conferire di nuovo presso l ‘isola ecologica di via Sarnella i rifiuti di apparecchiature elettriche e elettroniche. Infatti erano diversi mesi che il servizio era sospeso per mancanza della convezione con il Consorzio abilitato al ritiro delle apparecchiature. Sono ben quattro gli scarrabili che sono a disposizione presso l ‘isola ecologica per raccogliere questo tipo di rifiuti a rischio abbandono da parte di incivili e nocivo all’ ambiente e salute. Sono diverse le categorie di apparecchiature, e per la loro raccolta sono previsti distinti scarrabili . Nello specifico si tratta di frigoriferi, congelatori, condizionatori, scalda-acqua, lavatrici, lavostoviglie, forni, piano cottura, televisori, monitor, piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, lampade, neon. Questi tipi di rifiuti non vanno trattati come rifiuti comuni, perché in alcuni casi contengono materiali o sostanze nocive per l ‘ambiente e la salute. Non vanno gettati nella pattumiera o mescolati tra i rifiuti differenziati o peggio ancora se abbandonati sul ciglio di strada o vicino ai cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani;vanno portati direttamente presso l’ isola ecologica. Tramite prenotazione presso l ‘URP (Ufficio Relazione con il pubblico al piano terra del Comune ) è possibile il ritiro a domicilio. I rifiuti nel Centro di Raccolta di via Sarnella potranno essere conferiti dal lunedì al sabato dalle ore 8,00 alle ore 14,00,martedì e giovedì il centro è aperto di mattina alle ore 8,00 alle ore 14,00 ed il pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 18,00,il mercoledì è chiuso. È bene ricordare il calendario della raccolta differenziata :la frazione umida (rifiuti organici) viene ritirato tre volte a settimana lunedì, mercoledì, sabato e depositato la sera prima del ritiro. Vetro – bottiglie – barattoli-bicchieri – vasi anche rotti Lunedì (ovviamente deposito sempre la sera prima). Carta e Cartoni – Mercoledì – Multimateriale – Acciaio. Giovedì – Plastica – bottiglie, cassette, per prodotti ortofrutticoli, flaconi, creme. Abiti usati – Farmaci scaduti racconta in appositi contenitori. Gli svuotamenti saranno effettuati a cura del gestore. Utenze speciali(non domestiche – commerciali) Carte e imballaggi celluloisici tutti i giorni. Frazione organica tutti i giorni. Indifferenziato venerdì, infine vetro (bar-ristoranti – pub) sarà raccolto due volte a settimana.

di ra.na.

Nola. Carnevale: è il migliaccio il dolce della tradizione al Sud

Carnevale, tempo di lasagne, polpette, castagnole, chiacchiere e… migliaccio.

Una tradizione intramontabile, irresistibile al palato per grandi e piccini che affonda le sue radici nel Sud d’Italia e ben radicata anche a Nola.

Con pochi ingredienti ed una buona manualità è possibile ottenere un impasto soffice e cremoso, saporito se arricchito con gli aromi giusti.

Latte, uova, semola, zucchero, ricotta, arancia, limone grattugiato ed un pizzico di strega: una bontà che conquista e che convince al primo morso. Lo sa bene Francesco Manganiello del laboratorio artigianale di “Delizie di Grano”, tra i punti vendita più ambiti per l’acquisto del migliaccio, e non solo, che alle telecamere de ilc@zziblog ha spiegato tutti i passaggi per un migliaccio da leccarsi i baffi ⤵️⤵️⤵️

RUBRICA_Da leccarsi i baffi 😋

A Nola al nastro di partenza la terza edizione delle Olimpiadi Nazionali di Debate

Venerdì 21 febbraio 2020 presso l’Istituto Vescovile di Nola si terrà la selezione regionale delle Olimpiadi di Debate organizzate dal liceo classico “G. Carducci”, con il supporto dell’USR Campania.

Ottantotto speaker suddivisi in 22 squadre partecipanti, provenienti dalle scuole Secondarie di secondo grado di tutte le province della Campania, si confronteranno dialetticamente all’interno di una cornice di regole, strumenti e tempi decisi a monte, su 2 argomenti, uno già conosciuto e quindi preparato dalle squadre, l’altro impromptu comunicato un’ora prima dell’inizio del dibattito. Lo scopo del debater è fare in modo che il messaggio arrivi a destinazione per cui oltre a delle solide e valide costruzioni logiche, deve far leva anche sull’espressività della propria voce e del proprio corpo in modo appassionato ed avvincente. Il Debatesi configura, quindi, come un’efficace modalità di apprendimento che riesce a promuovere negli studenti anche competenze civili quali il rispetto delle opinioni opposte alle proprie.

Le prime due squadre classificate nella graduatoria a punti si sfideranno sul tema “la riduzione del numero dei parlamentari garantisce un esercizio più efficiente della funzione legislativa”, proposto dall’ITE TOSI di Busto Arsizio, istituto organizzatore della fase nazionale.

Invece undici giudici campani valuteranno le performance per contenuto, stile e strategia e decreteranno la squadra che rappresenterà la Campania alla Terza Edizione delle Olimpiadi Nazionali di Debate (Marina di Massa, 30 marzo – 3 aprile 2020). A tutti i partecipanti buon Debate e che vinca il migliore!

San Vitaliano. Manifesto della Comunicazione non ostile: via libera dell’amministrazione comunale. La proposta del vicesindaco Ivana Mascia

L’amministrazione comunale di San Vitaliano aderisce al “Manifesto della Comunicazione non ostile”.

Un progetto innovativo curato dell’Associazione Parole O-stili che rappresenta un’occasione per ridefinire lo stile con cui si sta sul web e per responsabilizzare gli utenti a scegliere con cura le parole, partendo dal presupposto che i social network, pur essendo luoghi virtuali, non sono un porto franco, ma il centro in cui si incontrano persone reali.

Il via libera è stato sancito con un’apposita delibera proposta dal vicesindaco con delega alla cultura Ivana Mascia.

“Oggi più che mai – afferma l’Assessore Mascia – è necessario dare regole alla comunicazione e tornare ad un linguaggio più corretto e rispettoso in ogni sua forma, principalmente sui social network che sono diventati il canale quotidiano per esprimere odio, frustrazione, diseducazione. Un fenomeno che diventa drammatico – continua il vicesindaco – quando a essere colpiti sono soggetti fragili come gli adolescenti o i personaggi pubblici nello svolgimento delle proprie funzioni o nell’ambito privato. È tempo di contrastare tutto questo partendo proprio dalla comunicazione. Per questo con il Sindaco Raimo abbiamo deciso di aderire alla proposta di ‘Parole O_Stili’ mettendoci in gioco noi per primi, con immagini e parole, a partire dai nostri profili social”.

Il Manifesto è il frutto di un lavoro di partecipazione collettiva a cui hanno contribuito 300 esperti della comunicazione, del marketing, del giornalismo, utenti e appassionati della rete. Con questo provvedimento il Comune di San Vitaliano si impegna a dare attuazione del Manifesto in tutte le attività ed in tutti i canali di comunicazione, non sono online ma anche offline, e a divulgarne il contenuto sul territorio, consapevole della necessità di riportare a un uso corretto del significato delle parole per lo sviluppo di una comunità educante.

Casamarciano. Il candidato a sindaco Carmela De Stefano: “Una grande responsabilità che condivido con l’intera squadra che oggi rappresenta il civico consesso cittadino. Ci attende un duro lavoro”

“Ringrazio l’attuale maggioranza che, insieme a me, ha condiviso il lungo percorso amministrativo e con la quale oggi si è aperto un dialogo costruttivo incentrato su idee nuove e di ampio respiro.
È sicuramente una grande responsabilità che sono pronta ad assumere mettendo in campo l’esperienza maturata in questi anni, con l’umiltà di aprirmi al confronto nell’ottica di un continuo miglioramento per Casamarciano.”: ad annunciarlo è Carmela de Stefano, candidata a sindaco del piccolo comune del Nolano alle prossime amministrative.
Avvocato, trentacinque anni, Carmela de Stefano è attualmente nella giunta comunale guidata dal sindaco Andrea Manzi con la carica di vicesindaco con delega alla cultura e alle politiche sociali.
È la prima donna candidata a sindaco del comune di Casamarciano.
“Ci attende un grande lavoro di squadra dove l’uno sarà la forza dell’altro senza personalismi nè individualismi, con il coinvolgimento di tutti, a cominciare dai giovani e dalle donne – continua Carmela De Stefano – Casamarciano ha  bisogno di persone che amano questa terra e che ne esaltino bellezza e storicità”.

RICORSO PER DANNO TEMUTO DELLA RETE FERROVIARIA ITALIANA CONTRO IL COMUNE DI NOLA PER ESONDAZIONE ALVEO QUINDICI. SONO MILIONI DI EURO NEGLI ANNI PAGATI DALLA REGIONE PER RISARCIMENTO DANNI

Oltre al danno anche la beffa per il Comune di Nola per la mancata manutenzione degli alvei da parte della Regione Campania, unica responsabile. Infatti la settimana prossima ci sarà udienza al tribunale di Nola per il ricorso presentato dalla RFI S.P.A.(Rete ferroviaria italiana) contro il Comune di Nola, Regione Campania e Consorzio Generale del Bacino Inferiore del Volturno per la mancata rimozione dei rifiuti sulla rete ferroviaria causata dall’esondazione dell ‘Alveo Quindici. Negli ultimi mesi la zona più colpita via dei Cipressi e via Boccio. Una situazione paradossale per il Comune che la subisce da anni e solo nell’ ultimo mese ci sono stati da parte della Regione interventi di manutenzione o meglio di decespugliamento della folta vegetazione. Non è la prima volta che il Comune di Nola viene trascinato dinanzi al tribunale civile e a quello regionale delle acque. Questo ultimo si trova presso la Corte di appello di Napoli composto da due magistrati e da un tecnico. A citare il Comune presso il Tribunale delle acque sono cittadini privati che subiscono danni dall’esondazione degli alvei. Su questo fronte occorre dire che puntualmente l ‘avvocatura comunale ha sempre vinto perché il tribunale delle acque ha riconosciuto che l’ unico responsabile dei danni è la Regione Campania a cui spetta la manutenzione. Nell ‘ultimo anno l’ avvocatura comunale per sentenze favorevoli ha recuperato dalla Regione Campania oltre dieci mila euro di spese legali, ovviamente stessa cifra la Regione ha dovuto sborsare per i legali dei ricorrenti. Spesso la sentenza viene utilizzata dai legali dei ricorrenti per chiedere risarcimento danni alla Regione che ultimamente ha risarcito un condominio di via Boccio per danni subiti da una esendozione per oltre 60 mila euro, oltre interessi e rivalutazione monetaria per cui la somma è lievitata ad oltre 100 mila euro. Sono tanti i frontisti degli alvei che dopo un contenzioso decennale con la Regione hanno incassato migliaia e migliaia di euro. Basta sfogliare i bollettini ufficiali regionali degli ultimi anni per capire gli esborsi regionali per danni. Ovviamente tutti soldi nostri.

di ra.na.

AREA NOLANA. ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI, I POSSIBILI CANDIDATI

Per il rinnovo delle elezioni regionali non c è accordo tra il Movimento 5 Stelle e PD che andranno, almeno per ora, separati il ministro Costa sarà il candidato governatore per 5 Stelle e la conferma di De Luca per il PD. Oggi a Napoli alle 18,30 arriva all ‘Augusteo Matteo Salvini che lancerà la sfida per il Centro Destra; Forza Italia conferma l’ ex governatore Stefano Caldoro indicato dal leader Berlusconi come il miglior candidato, a confermare la sua candidatura anche il coordinamento regionale degli azzurri ;comunque su Caldoro restano i dubbi della Lega di Salvini che ha più volte ribadito che il confronto va fatto a tutto campo provando a coinvolgere anche esponenti della società civile. Nelle stesse ore incontro delle sardine in Piazza Dante, proprio i rappresentanti di questo movimento non vedono favorevolmente la riconferma della candidatura di De Luca. Tutto ancora da decidere per i candidati governatore sia nel centro destra che nel centro sinistra ;non è escluso che un passo indietro dell ‘attuale governatore De Luca indicato dalla direzione nazionale del partito insieme ai cinque coordinatori provinciali a formare le liste per le prossime regionali possa aprire il definitivo scenario con il riavvicinamento del PD al Movimento 5 Stelle ed a questo punto la candidatura a governatore della Campania vede in pool due nomi di alto profilo tra il Ministro della ricerca scientifica e all ‘Università per il PD e al Ministro per l’ Ambiente per il Movimento 5 Stelle. Comunque il traguardo è ancora lontano e tutto può ancora succedere. Anche nel Centro Destra si aspetta la decisione finale di Salvini, i rumors interni a Forza Italia e del movimento della Carfagna; alla fine non è escluso che la presidenza possa andare a Fratelli d ‘Italia se Fitto dovesse essere messo in discussione in Puglia. L’ incertezza sulle candidature a Governatore frena la formazione delle liste. “Tutto fermo sbottano i possibili candidati dell ‘area nolana siamo in una fase di stand by.” Insomma la discussione c è, ma è silente, visto che manca la certezza del candidato Governatore. Nell’ area nolana restano in piedi le candidature di Antonio Tufano-consigliere comunale di Nola, Raffaele Coppola – sindaco di Liveri, Felice Di Maiolo – sindaco di Mariglianella, Enzo De Lucia – consigliere comunale di Nola, Andrea Manzi – sindaco di Casamarciano, Francesco Iovino – consigliere comunale di Saviano e vice presidente area metropolitana, Onofrio Miele – consigliere comunale Camposano, l ex on. Massimiliano Manfredi. Gli unici sicuri a continuare il cammino regionale a prescindere delle candidature dei Governatori Ermanno Russo, per la sesta volta con Forza Italia e Pasquale Sommese impegnato alla formazione di una lista Civica. Se Atene piange, Sparta non ride, anche nei tre comuni dell ‘area nolana chiamati ai rinnovi delle assemblee comunali il quadro politico risulta non chiaro. Marigliano, Casamarciano e S. Paolo Belsito sono i tre comuni che si voterà per il rinnovo del Consigli Comunali. Indubbiamente Marigliano con gli oltre 30.000 abitanti è il Comune più importante. Le voci danno per certa la riconferma a Sindaco di Antonio Carpino per il PD, mentre per il centro destra dovrebbe esserci Vincenzo Caprio, attuale amministratore unico della Locale Agenzia di Sviluppo. Proprio in queste ore sono sempre più insistenti le voci delle sue dimissioni dalla Locale Agenzia di Sviluppo, ma non si riesce a capire se legate alla prossima candidatura o altro. Molto più effervescenza politica a S. Paolo Belsito per la non candidabilita ‘dell’ attuale sindaco Manolo Cafarelli avendo lo stesso ricoperto per due mandati consecutivi la carica di sindaco. Voci danno trattative in corso tra una parte del centro sinistra ed il gruppo del sindaco uscente Manolo Cafarelli per la candidatura dell ‘avvocato Raffaele Barone ex presidente dell’ ordine degli avvocati di Nola;quasi certo un ritorno dell ‘ex sindaco Raffaele Riccio con una lista Civica di giovani, come non è esclusa la candidatura di Concetta Ferrara se dovesse andare a buon fine il possibile accordo tra il gruppo Montemurro (consigliere comunale) e il gruppo di Benedetto Cava e Gennaro Panico. Di ieri sera la voce di una possibile lista del Movimento 5 Stelle. Troppi candidati sindaci per un Comune che non supera i cinquemila abitanti. A Casamarciano dovrebbero essere due gli schieramenti in campo ;uno che fa capo a Carmela De Stefano, attuale vice sindaco sostenuta dall ‘attuale maggioranza e un altro di giovani impegnati nel “Forum dei giovani”. A breve gli aggiornamenti.

di ra.na.

Navigazione articolo