ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “febbraio 6, 2020”

Pomodoro, tra varietà tradizionali da valorizzare e produzioni di massa: l’incontro a Nola

Appuntamento con le varietà locali tradizionali di pomodoro a Nola, in un territorio storicamente vocato alla produzione di San Marzano. Mercoledì 12 febbraio, a partire dalle ore 17.30, nella sala Pro Loco, in Corso Tommaso Vitale 9, un momento di confronto e approfondimento tecnico – scientifico con la partecipazione di Slow Food Campania, ARCA 2010 e i principali enti di ricerca italiani sulle filiere agroalimentari, l’Istituto di Bioscienze e Biorisorse del CNR e il CREA – Centro di ricerca Orticoltura e Florovivaismo.

L’incontro divulgativo è moderato da Riccardo Riccardi (ARCA 2010), responsabile scientifico del progetto regionale RIADAg – Riduzione dell’Impatto Ambientale in agricoltura attraverso la Diffusione dell’Agrobiodiversità. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Nola, Gaetano Minieri, e dell’assessore alle attività produttive e all’agricoltura, Elvira Caccavale, intervengono Maria Cammareri (CNR IBBR – Istituto di Bioscienze e Biorisorse, Portici), che illustra il suo contributo “Le varietà tradizionali di pomodoro: una preziosa ricchezza da custodire e valorizzare”, e Mario Parisi (CREA – Centro di ricerca Orticoltura e Florovivaismo, Pontecagnano), a cui è affidato l’intervento “Caratteristiche qualitative dei pomodori locali campani”.

A cura di Gianluca Napolitano, fiduciario di Slow Food Agro nolano, e Patrizia Spigno, referente regionale dei Presìdi Slow Food, il Laboratorio del gusto su varietà tradizionali e produzioni di massa di pomodoro da industria: un interessante confronto pratico tra le differenti produzioni dell’oro rosso.

L’incontro si chiude con un momento di discussione tra produttori, trasformatori e cittadini presenti.

Nola dentro Nola sulle orme del Vaccaro. L’iniziativa dell’archeoclub

Un excursus sulla Cattedrale con particolare riferimento al legame con il Vaccaro.

L’iniziativa è stata curata dalla sezione di Nola dell’archeoclub guidato dalla presidente Flora Nappi e si è inserita nell’ambito degli appuntamenti che il gruppo associativo sta portando avanti nel segno di una pianificazione sempre più ad impronta culturale.

Un’opportunità di grande rilievo che ha riscontrato gradimento da parte di tutti i soci intervenuti.

Associazione degli ingegneri dell’area nolana. Al voto domani e sabato 8 febbraio

Si terranno domani, venerdì 7 e sabato 8 febbraio le elezioni per il rinnovo delle cariche dell’associazione degli ingegneri dell’area nolana. In lista giovani professionisti da tempo impegnati nel settore, motivati da grande responsabilità ed entusiasmo.

Per votare è necessario recarsi presso la chiesa Maria SS. della Stella nei seguenti orari:
dalle ore 17.30 alle 20.00 di domani e dalle ore 9.30 alle 12 di sabato.

L’iniziativa è sostenuta anche dall’ordine degli ingegneri di Napoli presieduto da Edoardo Cosenza e punta ad un’azione di rinnovamento nell’ottica di una programmazione sempre più innovativa e all’avanguardia.

“Ringrazio tutti i membri dell’associazione ed il direttivo per il lavoro svolto finora – spiega il presidente uscente Salvatore Vecchione – Si continua guardando al futuro investendo risorse ed energie nei giovani che ben sapranno portare avanti il discorso tracciato nel solco della continuità ma anche di nuove idee. Ai candidati va il mio ‘In bocca al lupo’ con l’augurio di continuare a fare squadra a tutela della categoria e della formazione”.

Navigazione articolo