ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “gennaio 14, 2020”

NOLA. AUDIZIONE DEL SINDACO GAETANO MINIERI IN COMMISSIONE CULTURA SULLA NOMINA DEI MEMBRI DEL FONDAZIONE FESTA DEI GIGLI

Nicola Argenziano, Carlo Fiumicino e Vincenzo Santella sono i nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Festa dei Gigli di nomina sindacale. L’annuncio sui social a sette mesi dalle dimissioni dei tre membri (Antonio Santella, Orlando Santaniello e Lorenzo Vecchione). A restare in carica Raffaella Mauro e don Lino d’Onofrio di nomina della Curia. La minoranza insorge e chiede l’audizione del sindaco Gaetano Minieri in commissione consiliare cultura. Il presidente Paolino Mauro ha immediatamente convocato il sindaco Minieri, che in mattinata ha risposto puntualmente alle perplessità e dubbi sulle nuove nomine.

“Nessun problema per la moralità e professionalità dei nominati – sottolinea Raffaele Parisi (Al Cuore di Nola), qualche perplessità sulla promozione della kermesse c’è”, mentre il consigliere Giuseppe Tudisco (Movimento 5 Stelle) chiede a viva voce “il cambiamento delle regole”. “La nomina dei membri della Fondazione deve essere elettiva – rimarca Tudisco – altrimenti il tanto auspicato distacco dalla politica non l’avremo mai”. “È impossibile promuovere una Festa malata – afferma Antonio De Lucia (Nola 801) – se prima non riusciamo a sanarla”.

“Purtroppo in tutti questi mesi da parte della minoranza – sottolinea Vincenzo Iovino (Più Nola) – non c’è stata alcuna richiesta o proposta sulla questione, non è un buon segnale lamentarsi dopo la nomina”. A rispondere subito il consigliere Tudisco: “Non spettava a noi porre il problema, ci aspettavamo una convocazione sul tema da parte del presidente Paolino Mauro”. Sulla questione del commissariamento si dichiarava d’accordo anche il consigliere di maggioranza Vincenzo Iovino, ma il consigliere Alberto Buonaguro (Nola Democratica) chiarisce che “non è stato possibile il commissariamento. Per tale ipotesi – continua Buoanuguro – occorrevano le dimissioni di tutti i membri del Cda, cosa impossibile in quanto i membri della Curia hanno deciso di restare in carica”.

“Ho scelto la nolanita’ – afferma il sindaco Gaetano Minieri – nella piena consapevolezza che sapranno svolgere il compito che gli ho conferito con trasparenza, correttezza e legalità perseguendo i valori paoliniani senza mai perdere di vista gli obiettivi comuni, di inclusione e di condivisione. Ho nominato i membri – continua la fascia tricolore – nel rispetto dello Statuto e regolamento vigente. Sulla elettivita’ dei membri sono d’accordo, però occorre modificare lo Statuto. Sono convinto che le colpe del precedente Cda sono da addebitarsi soprattutto al mancato funzionamento delle commissioni. Certamente – conclude il primo cittadino – per il marketing pensiamo alla nomina retribuita di una persona di alto spessore nel settore”.

di ra.na.

Animali. A Nola la scrittrice Monica Pais presenta il suo ultimo libro

Sarà presentato giovedì 16 gennaio alle ore 18 nella chiesa dei Santi Apostoli di Nola l’ultimo libro della scrittrice Monica Pais dal titolo “Storia del cane che non voleva più amare”.

L’iniziativa, patrocinata dall’amministrazione comunale, è promossa dal circolo culturale Passepartout insieme all’associazione Meridiani.

All’evento, oltre all’autrice nota per il suo impegno a favore degli amici a quattro zampe e molto apprezzata sui social, parteciperanno il sindaco Gaetano Minieri, l’event manager dell’associazione Meridiani, Alfonso Giarletta, Ada Minieri, responsabile della commissione progetto scuola dell’associazione Meridiani e Maria Almavilla, vice presidente del circolo culturale Passepartout.

“Un’occasione importante per accendere i riflettori su un argomento di grande attualità legato al mondo degli animali ma anche lo strumento per intraprendere un percorso di condivisione che favorisca una campagna di sensibilizzazione sui principali temi di attualità  – spiegano gli organizzatori –  È l’inizio di un percorso teso alla promozione della lettura attraverso la testimonianza di scrittori e personaggi impegnati su più fronti”.

Modera l’incontro la giornalista Autilia Napolitano, responsabile della comunicazione del circolo culturale Passepartout.

Nola. Viola Ardone stasera a Nola, al museo storico archeologico

È Viola Ardone, candidata al Premio Strega, l’ospite del circolo culturale Passepartout e dell’associazione Fidapa nell’ambito dell’incontro in programma alle 17.30 di oggi nel museo storico archeologico.

La scrittrice, originaria di Napoli, presenterà il libro “Il treno dei bambini”. Con lei, al tavolo, il sindaco Gaetano Minieri, il direttore del museo Giacomo Franzese, la presidente della Fidapa Maria Manganiello e la dirigente scolastica Anna Maria Silvestro.

Modera l’incontro la giornalista Autilia Napolitano, responsabile della comunicazione del circolo culturale Passepartout.

NOLA. MERCOLEDÌ 15 GENNAIO 2020 CONVOCAZIONE COMMISSIONE CONSILIARE AMBIENTE SULLE POLVERI SOTTILI – LA COMMISSIONE È PUBBLICA

È stata convocata dal presidente Francesco Pizzella la commissione consiliare ambiente, viabilità, trasporti alle ore 12:00 di mercoledì 15 gennaio 2020 per la discussione sull’inquinamento atmosferico da polveri sottili nel territorio nolano.

Non è rimasta insensibile l’amministrazione comunale di Nola alla richiesta dell’associazione Medici per l’Ambiente di discutere e prendere iniziative serie sulla atavica problematica delle polveri sottili, che per molti giorni all’anno risultano sopra i livelli di guardia. Basti pensare che nei primi dieci giorni del 2020 ci sono stati ben otto sforamenti. L’amministrazione guidata dal sindaco Gaetano Minieri è decisa ad intervenire sulla problematica che continua a destare preoccupazione. Bisogna intervenire subito e prendere provvedimenti per la riduzione delle emissioni. Quasi certamente lo sforamento continuo non è da attribuire solo al traffico auto. Sotto accusa anche le caldaie e i camini, spesso obsoleti e malfunzionanti, oltre ovviamente alla presenza di cave estrattive sul territorio.

“I preoccupanti dati – sottolinea il presidente Pizzella – forniti dalle centraline di rilevamento della qualità dell’aria impongono una seria riflessione circa le soluzioni da adottare. Sono proprio questi i motivi – continua il presidente – che hanno spinto la commissione da me presieduta, recependo la richiesta formulata dall’Associazione Medici per l’Ambiente, a cercare di addivenire alla formulazione di un deliberato condiviso tra tutti i componenti di maggioranza e minoranza per ridurre al minimo i disagi. Mai come in questo momento – conclude Pizzella – le scelte non devono essere divise dai colori politici”.

La commissione consiliare è pubblica, quindi possono assistere tutti i cittadini.

di ra.na.

Navigazione articolo