ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “gennaio 1, 2020”

Nola. Presentato il calendario 2020 dell’Archeoclub, quest’anno dedicato alla Chiesa del Gesù

La Chiesa del Gesù di Nola nel calendario della sezione di Nola dell’archeoclub presieduta da Flora Nappi.

Un vero documento su una delle basiliche più belle della città situata nel cuore di piazza Giordano Bruno.

Un lavoro encomiabile voluto fortemente dalla presidente Flora Nappi, instancabile guida di un sodalizio che ha fatto della promozione culturale territoriale il suo biglietto da visita, accreditandosi tra le realtà associative più qualificate del territorio.

Nel pomeriggio la presentazione ufficiale del calendario alla presenza di tanti amici.

⬇️⬇️⬇️ FOTO E VIDEO DELL’EVENTO ⬇️⬇️⬇️

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2526733050939783&id=100008093374243

È MARTINA LA PRIMA NATA DEL 2020 A NOLA ALL’OSPEDALE S. MARIA DELLA PIETÀ, I SUCCESSI DEL REPARTO OSTETRICIA E GINECOLOGIA GUIDATO DAL PROFESSOR COSIMO RICCO

È Martina la prima nata del 2020 di parto spontaneo all’Ospedale S. Maria della Pietà di Nola. Incontenibile la gioia dei genitori Raffaele Esposito e Maria Corcione. La piccola Martina pesa 3,145 kg. Il parto assistito dalla splendida equipe composta dalla dott.ssa Maria Felicetti e dal dott. Walter Perna, dalla ostetrica Anna Izzo e dalle infermiere Santa Sommese e Diana Palmese.

A Nola sono circa 300 annualmente i nati registrati all’anagrafe del Comune. I nomi più diffusi sono Alessandro, Lorenzo, Francesco per i maschi, Sofia, Giulia e Aurora per le femmine. L’ostetricia e ginecologia è una delle oasi felici dell’Ospedale di Nola guidata da una elevata professionalità e competenza del direttore Cosimo Salvatore Ricco, coadiuvato da un’eccellente personale medico e paramedico. Oltre 600 parti annuali, sempre in continua ascesa negli ultimi dieci anni, in percentuale inferiore al 15% di tagli cesarei nelle prime gravide. Oltre al parto in acqua da circa 15 anni si esercita il travaglio ed il parto in posizione libera antalgica. Un altro sogno del professore Ricco è la realizzazione del Rooming che permette la permanenza del bambino nella stessa stanza della madre h24. Ben avviato il servizio di laparoscopia. Ormai il reparto fa parte della rete oncologica regionale J cervice e K endometrio. Ambulatori funzionali e funzionanti 6 giorni su 7. Viene praticato il servizio ecocardiografie locali, praticata solo in alcuni ospedali.

di Autilia Napolitano

Navigazione articolo