ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “ottobre 14, 2019”

NOLA. LE NUOVE TARIFFE DELLA MENSA SCOLASTICA ACCOLTE FAVOREVOLMENTE DAI GENITORI, ALLO STUDIO UN REGOLAMENTO E UN NUOVO METODO DI PAGAMENTO. NELLA PRIMA DECADE DI NOVEMBRE L’INIZIO DEL SERVIZIO

Accolte favorevolmente dai genitori le nuove tariffe della mensa scolastica 2019/2020. Dalle due fasce ISEE previste dal Commissario straordinario Anna Manganelli [ € 20,00 fino ad € 5.000,00 ed € 74,00 oltre € 5.001,00 ] l’amministrazione guidata dal sindaco Gaetano Minieri con l’assessore alla P.I. Annalisa Sebastiani ha rideterminato le nuove rette di compartecipazione in quattro fasce con pagamento mensile di € 20,00 fino ad € 5.000,00 – € 40,00 da € 5.001,00 a € 12.000,00 – € 55,00 da € 12.001 ad € 20.000,00 – € 60,00 oltre € 20.000,00. Non più un ticket da utilizzare per 25 pasti, ma un pagamento mensile. Nella rideterminazione delle nuove tariffe gli uffici comunque hanno tenuto conto della grave situazione finanziaria dell’Ente locale per far quadrare i conti delle casse comunali con le quote di compartecipazione dei genitori. È bene ricordare che attualmente l’Ente di piazza Duomo è in dissesto e sì è in attesa dell’organismo straordinario di liquidazione. La scelta del pagamento mensile è stata al centro delle polemiche di alcune mamme. Una novità che non va giù ai genitori che questa mattina (quattro) sono stati ricevuti dal presidente della Commissione consiliare Controllo e Garanzia Cinzia Trinchese, presente anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Annalisa Sebastiani. L’assessore si è dichiarata disponibile a venire incontro alle esigenze dei genitori, ma sempre nel rispetto degli indicatori finanziari previsti dalla normativa vigente e in attesa di un regolamento, di una Commissione che monitora la problematica della refezione non escludendo, eventualmente, anche un nuovo metodo di pagamento. Il servizio, a meno di imprevisti, dovrebbe partire nella prima decade di novembre.

di ra.na.

NOLA, SENSO UNICO DI MARCIA IN VIA PUCCINI DAL 21 OTTOBRE

Dal 21 ottobre prossimo in via sperimentale, previa apposizione della segnaletica stradale di tipo verticale ed orizzontale (strisce pedonali), sarà istituito un senso unico di marcia in via Puccini nel tratto compreso da intersezione di via Mario De Sena in direzione via 7/bis. Per raggiungere via Mario De Sena provenendo dalla via 7/bis i veicoli potranno percorrere via on. Francesco Napolitano, via San Massimo e via S. Pietro. Il nuovo dispositivo si è reso necessario causa il trasferimento presso l’Istituto Comprensivo G. Bruno – Fiore di n. 10 classi di scuola primaria e n. 3 classi di scuola dell’infanzia per un totale di oltre 250 alunni, oltre docenti ed ausiliari provenienti dal plesso Ciccone II Circolo. Tale situazione ha fatto aumentare il traffico veicolare in via Puccini. Tra l’altro in prossimità dell’istituto il marciapiede esistente è di dimensioni ridotte, tali da non poter accogliere in sicurezza i pedoni e i numerosi studenti a piedi.

di ra.na.

SCADE IL 29 OTTOBRE LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA PER CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI DI UN DIRETTIVO CONTABILE CAT. D, DI UN DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. D E DI UN DIRETTIVO TECNICO CAT. D AL COMUNE DI SCISCIANO. TUTTI I REQUISITI

Nello specifico per il concorso di direttivo contabile il rapporto di lavoro è a tempo parziale ed indeterminato per 18 ore settimanali, mentre per le altre due figure direttivo amministrativo e tecnico il rapporto di lavoro è a tempo pieno ed indeterminato. A ciascun vincitore sarà attribuito trattamento economico stipendio tabellare cat. D € 22.135,46 lorde annue oltre all’indennità di comparto di € 622,80 e alla 13° mensilità ed eventuale assegno per il nucleo familiare, se dovuto. Il reclutamento di ogni vincitore avrà effetto non anteriore al 1 gennaio 2020. TITOLI DI STUDIO: Laurea ciclo completo in scienze economiche o finanziarie, ovvero laurea specialistica per la partecipazione all’avviso pubblico direttivo contabile; laurea ciclo completo in giurisprudenza o scienze politiche per il concorso direttivo amministrativo; titolo di studio della laurea ciclo completo in ingegneria edile o in architettura per l’avviso pubblico direttivo tecnico. La domanda di ammissione deve essere redatta in carta semplice ed indirizzata a Comune di Scisciano – Piazza XX settembre – 80030 Scisciano a mezzo presentazione diretta all’ufficio protocollo del Comune, oppure raccomandata postale con avviso di ricevimento o tramite invio dalla propria casella Pec all’indirizzo comune.scisciano@pec.it. Tra i requisiti da inserire nello schema di domanda (visibile sul sito del Comune) occorre indicare l’Ateneo presso quale il titolo è stato conseguito, anno accademico, durata del corso e voto di laurea. L’ammissione al concorso è subordinata al pagamento della tassa di concorso di € 25,00. Il versamento al comune di Scisciano – servizio tesoreria sul c/c postale n. 22979801 o Iban IT62Z0760103400000022979801.

di ra.na.

Manutenzione del cavalcavia 22 della A16, le tre domande di Euronut ad Autostrade: al via l’operazione trasparenza

Conoscere tutti i dati relativi alle operazioni di manutenzione compiute sul cavalcavia numero 22 della autostrada A16 Napoli- Canosa. E’ questa la richiesta dei vertici di Euronut spa, l’azienda di Sperone (Avellino) isolata dal giugno del 2017 in seguito al sequestro del ponte che è anche l’unica via di accesso alla zona industriale. Lo spunto parte dall’operazione trasparenza lanciata da Autostrade per l’Italia a settembre e consistita nella pubblicazione sul sito della società delle operazioni manutentive su tutti i viadotti della rete autostradale che gestisce in concessione in Italia. In seguito alla pubblicazione dei dati in chiaro da parte dell’azienda dei Benetton, Euronut ha deciso di lanciare la propria personale “operazione trasparenza” dedicata al cavalcavia numero 22 che è uno dei tanti ponti autostradali italiani finiti in una inchiesta della magistratura per una presunta mancata manutenzione. “Siamo lieti di questa riscoperta della trasparenza da parte di Autostrade, benché tardiva- dichiara l’amministratore delegato di Euronut spa Domenico Manganelli- e proprio in nome di questa svolta ci sentiamo legittimati a chiedere la stessa apertura e la stessa chiarezza anche rispetto alla situazione che viviamo da ormai ventotto mesi e che pare non avere ancora alcuna soluzione all’orizzonte”. Tre le domande che Euronut pone ai dirigenti di Aspi:

– quanti e quali interventi di controllo e manutenzione sono stati fatti sul cavalcavia 22 della A16 dal collaudo alla data del sequestro?

– quanti e quali interventi di controllo e manutenzione sono stati fatti dalla data del sequestro (5 giugno 2017) ad oggi?

– quanti e quali interventi di controllo e manutenzione saranno fatti per consentire la piena riapertura del cavalcavia 22?

“Ci aspettiamo risposte- conclude Manganelli- e che siano dettagliate. Da due anni e mezzo subiamo una emergenza quotidiana, con gravissime perdite economiche. Il minimo che Autostrade possa fare è fornirci in breve tempo questi dati”.

Navigazione articolo