ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “ottobre 7, 2019”

Casamarciano. Atti vandalici nella notte, il sindaco Andrea Manzi: “Chi colpisce la riqualificazione, colpisce se stesso”

“Non c’è nessuna giustificazione, di nessun tipo, verso questi atti che vanno condannati senza se e senza ma. Chi compie azioni contro la riqualificazione, contro la bellezza ed il decoro lo fa anche contro se stesso. Un’unica parola: vergogna”. Commenta così il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi l’episodio che stanotte si è verificato in via Curti dove un uomo, in evidente stato di alterazione, ha urtato con la propria auto i veicoli in sosta, alcune fioriere e un’auto mettendo a soqquadro l’intera area, distruggendo la fontana di piazza Monumento, tra i simboli storici del paese. Solo dopo una colluttazione con un agente del commissariato di polizia di Nola, il 36enne è stato bloccato ed arrestato.

“Sono atti vandalici che deturpano non solo i luoghi ma anche il lavoro di chi si impegna per il territorio – continua Manzi – Il decoro dipende anche dalla civiltà di chi vive gli spazi comuni e da una costante azione di controllo. L’amministrazione comunale continuerà a fare la propria parte, collaborando, come in questi casi, con le forze dell’ordine in una forte e sinergica attività di contrasto nell’esclusivo interesse della comunità”.

2019-2020 IL COMUNE DI NOLA NON AVRÀ VOLONTARI PER IL SERVIZIO UNIVERSALE CIVILE, L’UNICO PROGETTO PRESENTATO RISULTA AMMESSO MA NON FINANZIABILE. SCADE IL 10 OTTOBRE LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

“Accendi il futuro” era il progetto che il Comune di Nola aveva presentato alla Regione Campania il 18 gennaio scorso dal commissario straordinario Anna Manganelli per la partecipazione al servizio civile universale per 20 volontari. Ironia della sorte quest’anno i giovani di Nola che avevano intenzione di scegliere come sede il Comune della propria Città non lo potranno fare, si dovranno accontentare di uno dei 3.797 progetti che si realizzeranno su tutto il territorio nazionale e all’estero. Futuro spezzato almeno per il 2019-2020. I motivi: il progetto ha ottenuto 67 punti, mentre l’ultimo progetto ammesso e finanziato dalla Regione Campania ha ottenuto 73 punti. I progetti ammessi e finanziati dalla Regione Campania sono 139 per un totale di 1.898 progetti. Nola si è classificata al 235 posto, quindi progetto ammesso ma non finanziabile. È comprensibile il malumore dei giovani, ma non comprensibile il silenzio delle istituzioni. È un dovere informare la Città, sempre, nel bene e nel male. I progetti hanno una durata variabile tra gli 8 e 12 mesi. La domanda dovrà essere inviata direttamente all’Ente del progetto prescelto esclusivamente tramite piattaforma DOL (domanda on line). Il contratto fissa l’importo dell’assegno mensile in € 439,50. Quasi tutti i comuni dell’area nolana hanno progetti approvati e finanziati tra cui Marigliano (20 volontari); Scisciano 4 volontari; Cicciano 20volontari; Casamarciano (12 volontari); Palma Campania 20 volontari; Saviano 30 volontari; Liveri 6 volontari; Cimitile 20 volontari. Requisito indispensabile è aver compiuto il 18°anno di età fino al compimento del 28°anno (28 + 364 giorni).

di ra.na.

NOLA. TRAGEDIA SFIORATA STAMATTINA IN VIA ABATE MINICHINI

Ennesima tragedia sfiorata a Nola in via Abate Minichini, sono almeno tre negli ultimi 30 giorni, “troppe”. Occorre intervenire presto per eliminare alcune criticità presenti.

Questa mattina in via Abate Minichini, intervento dei Vigili del Fuoco arrivati sul posto con due autoveicoli attrezzati con carrello per tagliare i rami secchi, altamente pericolosi, di alberi di alto fusto al confine con il muro di cinta della Caserma Cesare Battisti. Presenti sul posto anche i vigili urbani di Nola. L’area interessata è di proprietà comunale, confinante con le casermette di servizio della Caserma e nel 2017 fu oggetto anche di un intervento di potatura per diverse decine di miglia di euro. L’amministrazione precedente era intenzionata a costruire un circuito per le tante associazioni sportive, i runners. Da tempo i residenti, invano, avevano segnalato all’Urp (ufficio relazioni con il pubblico) il pericolo non solo degli alberi di alto fusto, ma anche di un albero di “fico” che crea disagi ai pedoni, tra altro la strada pubblica è sprovvista da ambo i lati di marciapiedi. I rami del “fico” sporgenti hanno invaso la sede stradale, creando problemi ai mezzi di trasporto pubblici e privati molto attivi in zona.

“Sono necessari – sottolineano i residenti – lavori di potatura ed un accurato monitoraggio degli alberi non solo della zona, ma dell’intera Città”.

di ra.na.

CASAMARCIANO. SFRECCIA ALL’IMPAZZATA, SFASCIA LE AUTO IN SOSTA E DISTRUGGE LA STORICA FONTANA DI PIAZZA DEL MONUMENTO

Notte di terrore a Casamarciano, all’una una scena surreale agli occhi dei residenti del tranquillo comune dell’agro nolano, svegliati dal frastuono causato da un’automobilista impazzito che con la sua auto ha danneggiato gravemente auto in sosta, marciapiedi, aiuole, guardrail fino a distruggere la storica fontana di piazza Monumento, simbolo del paese.

Non contento con l’auto che perdeva pezzi per strada ha continuato nella sua folle corsa fino alla rotonda di via Seminario nei pressi dell’ospedale di Nola dove ad attenderlo c’erano le forze dell’ordine ed i vigili urbani. Attualmente il giovane, un trentacinquenne di Saviano, si trova piantonato in ospedale. Intanto i tecnici del Comune stanno quantizzando i danni che ammontano a diverse migliaia di euro.

di ra.na.

Nola. Terremoto nella fondazione Festa dei Gigli: dimissioni di due consiglieri, giovedì 10 ottobre apertura delle buste per l’assegnazione del Calzolaio

Non trova pace la Fondazione Festa dei Gigli di Nola. Dopo i malumori degli ultimi mesi con ricorsi al Tar, sospensioni e revoche, si dimettono due consiglieri: Antonio Santella ed Orlando Santaniello. Un caos che ha generato non poche polemiche e che potrebbe spingere, già nelle prossime ore, il presidente Lorenzo Vecchione a seguire le stesse orme dei due consiglieri. Intanto giovedì 10 ottobre alle ore 18.30 nell’aula consiliare del municipio si terrà l’apertura delle buste per l’assegnazione del Giglio del Calzolaio dopo la revoca per mancanza dei requisiti.

In quella seduta sarà presente anche il presidente Vecchione che potrebbe chiarire alcuni aspetti di questa vicenda. In caso, invece, di dimissioni come si vocifera con insistenza, verrebbe a decadere il cda dell’organismo. In questo caso si aprirebbero nuovi scenari per l’individuazione dei successori.

Resta intanto ancora da sciogliere il nodo relativo alle fideiussioni che non tutti i maestri di festa hanno sottoscritto e presentato. Il tutto a pochi giorni dall’uscita delle Bandiere il cui inizio è fissato per domenica 13 ottobre.

di ra.na.

Navigazione articolo