ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “settembre 17, 2019”

NOLA. RIPOSIZIONAMENTO PALETTI VIA S. CHIARA, CHIARIMENTI DEL COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

Il riposizionamento dei paletti in via S. Chiara ha creato di nuovo forti malumori tra gli operatori commerciali. La vicenda dei paletti fortemente voluta dall’ex comandante della Polizia Municipale ed assessore all’arredo urbano risale a tre anni fa. Fu una soluzione assolutamente non gradita da molti operatori commerciali e cittadini non solo per l’impatto estetico. I paletti furono pensati per migliorare l’arredo urbano, la sicurezza della cittadinanza e rendere il centro storico più fruibile per il transito dei pedoni e alle persone con disabilità. In tutto, inizialmente, 256 paletti da via S. Chiara a piazza Calabrese, poi l’installazione si fermò a via S. Felice. I paletti erano muniti di doppia catena per un costo di circa 30 mila euro. La ditta affidataria della fornitura e posa in opera MA.E.CO. snc di Arpaia (Bn) che doveva realizzare un percorso pedonale composto da zebratura bianca e figura di pedone in vernice rifragente, tipo Anas, ogni dieci metri. Un percorso iniziato ma mai completato. Non sono mancate in via S. Chiara le polemiche sul non corretto posizionamento dei paletti per il restringimento della sede stradale che non permette il passaggio ad autoveicoli di emergenza (vigili del fuoco e autoambulanza) e sui continui atti di vandalismo con il danneggiamento di molti paletti, spesso non sostituiti. Sulla questione interviene il responsabile del comando della Polizia Municipale tenente Paolino Maddaloni che precisa che il riposizionamento di un tratto di cento metri fino all’intersezione di via V. Monti e Farmacia Scala si è resa necessaria per rendere più sicuro l’ingresso e l’uscita degli alunni dell’istituto S. Chiara. Un percorso in sicurezza per accedere alle aree di parcheggio. Sarà bene chiarire agli amanti della doppia fila e sosta selvaggia che in zona è operativo, quotidianamente, il servizio di Street Control, un sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della strada.

di ra.na.

CIMITILE: CULTURA NO-STOP TRA SPETTACOLI TEATRALI, INIZIATIVE CULTURALI E VISITE ALLE BASILICHE

Proseguono a Cimitile le iniziative Artistico/Culturali promosse dall’amministrazione comunale.

Un lungo elenco di attività tese da un lato a promuovere le straordinarie bellezze archeologiche del territorio, dall’altro ad offrire un programma di eventi di spessore, fruibile dai cimitilesi all’interno dei luoghi più affascinanti e suggestivi della Città delle Basiliche.

Un’attività incessante, senza soluzione di continuità, che sta contribuendo a rilanciare in modo significativo l’immagine di un territorio ricco di storia, veicolando sullo stesso l’interesse non soltanto di archeologi e studiosi, ma anche del grande pubblico e che ha visto il suo apice nella messa in onda lo scorso 9 settembre su Sky Arte di un documentario dedicato alle Basiliche Paleocristiane nell’ambito del programma “Sei in un Paese Meraviglioso” la trasmissione condotta da Dario Vergassola e Michelle Carpente e nata dalla collaborazione tra Sky e Autostrade per l’Italia.

“Sei in un paese Meraviglioso” è un progetto per la promozione del turismo di qualità lungo la nostra Penisola.

Prosegue anche la rassegna di iniziative teatrali e ludiche rivolte ai cittadini di ogni età.

Dopo il ricco programma primaverile, a luglio ha preso il via la rassegna teatrale estiva con l’esordio nel paese natale di Gianmarco Cró della commedia “Bugie a parte” che, dopo la serata dedicata ai bambini lo scorso venerdì 13 Settembre con la compagnia “Il teatro nel baule”, si concluderà con le prossime e ultime due serate il giorno 20 settembre, con la messa in scena di un testo di Luca Giacomazzi “Sotto lo stesso tetto” e il giorno 22 settembre con la compagnia ‘O spassatiempo in “Casa dolce casa”.

A ottobre invece le Basiliche Paleocristiane torneranno protagoniste grazie ad una iniziativa realizzata in collaborazione con la Scabec, organo della regione Campania.

I giorni 4 e 5 ottobre il sito archeologico, cuore del territorio cimitilese, sarà aperto ai visitatori fino alle 24 con due eventi salienti grazie all’adesione da parte del comune di Cimitile al progetto Campania by night.

Il mese di ottobre poi si concluderà, come ormai consuetudine, con la festa di halloween il 30 ottobre, serata dedicata a tutti i bambini senza escludere gli adulti.

A far da contorno alle iniziative “istituzionali” sono previste anche numerose altre attività organizzate dalle associazioni del territorio come sempre affiancate dall’amministrazione comunale.

Festival di teatro – Francesco Napolitano: “Un successo che ben rappresenta la sinergia tra pubblico e privato. È la strada su cui continuare ad investire”

“Un sistema culturale che conferisce valore ai luoghi riconoscendone la giusta importanza e che favorisce strategie che ne esaltano la vocazione turistica. E la risposta che arriva da Casamarciano ne è una chiara testimonianza con uno scenario di qualità ed ospiti impegnati che hanno rappresentato una vetrina eccellente in tutto il Nolano”. Commenta così l’imprenditore nolano Francesco Napolitano la IX edizione del Festival del teatro in scena per dieci giorni nel piccolo comune dell’area nolana che ha richiamato oltre novemila persone da tutta la regione Campania e di cui Napolitano è stato uno degli sponsor. Un palcoscenico di qualità ma soprattutto di impegno civico e civile con un focus interamente rivolto alla memoria dei luoghi di cui il Castello ed il complesso Badiale di Santa Maria del Plesco sono la principale espressione artistica. E sul concetto di memoria Francesco Napolitano non ha dubbi e precisa: “È la memoria la chiave di ogni progetto su cui costruire il futuro. Un concetto su cui abbiamo plasmato il nostro modo di fare impresa che ha fatto della cultura il suo brand e dei giovani i suoi principali interlocutori. Ecco perché siamo ben felici ogni volta di sostenere iniziative come il Festival che alimentano passione ed interesse tra la gente e che rafforzano la rete tra pubblico e privato”.

Festival Scenari Casamarciano: cala il sipario sull’edizione numero 9, oltre novemila presenze nel piccolo comune del Nolano

“Grazie a tutti. È stata un’edizione travolgente, ricca di emozioni con un cast eccezionale. Ma non solo. È stato l’anno della svolta con tanti elementi nuovi che hanno rivoluzionato il percorso futuro del Festival che, sebbene continui ad alimentarsi di ‘memoria’, si appresta a vivere una nuova stagione in vista anche del decennale del prossimo anno, nel segno di quel rinnovamento culturale necessario alla comunità per trovare la giusta spinta verso nuovi ed importanti traguardi”. Con queste parole il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi ha salutato il pubblico di “Scenari Casamarciano”, la rassegna teatrale che per dieci giorni consecutivi ha animato il piccolo comune del Nolano esaltando la bellezza dei luoghi che, nel Castello e nella Chiesa di Santa Maria del Plesco, trovano la loro principale espressione storica. Oltre novemila le persone arrivate da ogni angolo della Regione Campania che hanno apprezzato il ricco cartellone di eventi con i suoi nomi: da Luciano Melchionna a Sergio Cammariere, Lunetta Savino e Stefania Rocca. Ma anche l’inedito ‘Eduardo al balcone’ con la rivisitazione del pensiero del grande Eduardo De Filippo a cura del direttore artistico Giulio Baffi ed il galà lirico, grande novità di quest’anno. Riflettori accesi sul ruolo delle compagnie amatoriali con in scena il gruppo teatrale Hyria di Casamarciano ed i vincitori della prima edizione del premio ‘Annibale Sersale’ ispirato al conte di Casamarciano che in questi luoghi diede vita alla commedia dell’arte. E poi ancora l’alta moda con la sfilata di Andrea Napolitano Atelier dedicata alla Carmen di Bizet. Un Festival che non ha disatteso le aspettative e che, accanto agli eventi, ha coniugato anche la promozione delle eccellenze eno-gastronomiche del territorio con un’apposita area ristoro attigua al palco, meta degli ospiti al termine di ogni spettacolo con la degustazione di piatti tipici locali.
“Sono felice ed orgoglioso di ciò che oggi rappresenta Casamarciano nel panorama nazionale del teatro e della cultura in generale – aggiunge il sindaco Andrea Manzi – Gli sforzi messi in campo in questi nove anni hanno creato un sistema turistico consolidato, un modo nuovo di fare impresa culturale che rafforza il legame con questa terra e ne accresce il valore. Grazie a quanti hanno creduto in questo progetto, alla mia squadra amministrativa, capace ed intuitiva, a tutte le persone che hanno lavorato dietro le quinte, alla produzione, al direttore artistico Giulio Baffi, ai tanti sponsor privati che hanno investito in questa straordinaria manifestazione appassionandosi insieme a noi. Ed infine un ringraziamento speciale – chiude Manzi – al pubblico per averci trasmesso la giusta dose di coraggio”.

NOLA. GUERRA ALLA SOSTA SELVAGGIA, DI NUOVO OPERATIVO LO STREET CONTROL (LE STRADE INTERESSATE)

Per gli habitué della sosta selvaggia la notizia non è buona. Diventa di nuovo operativo a Nola il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al codice della strada denominato street control. A comunicarlo è il responsabile della Polizia municipale tenente Paolino Maddaloni che sottolinea come “l’uso dello street control non deve servire a fare cassa, ma semplicemente a ridurre la maleducazione stradale che negli ultimi tempi è cresciuta in modo esponenziale su tutto il territorio comunale. Nessuna volontà persecutoria – continua il responsabile – i cittadini sono stufi di vedere continuamente le più svariate infrazioni impunito. Purtroppo con un organico insufficiente il comando non riesce ad intervenire con la costanza e puntualità che sarebbero necessarie, da qui il ricorso all’utilizzo di apparecchiature tecnologicamente avanzate. In verità – conclude Maddaloni -il Comando di PM già da anni utilizza il sistema”.

Cos’è lo Street Control? Si tratta di una autovettura dotata di dispositivo elettronico che pattugliera’ tutte le strade e le piazze di Nola e frazioni Polvica e Piazzolla con il compito di rilevare, in assenza del trasgressore, le violazioni relative alla sosta irregolare, agli obblighi di copertura assicurativa ed alla revisione dei veicoli. Il controllo interesserà in particolare: via A. Laterizio, piazza G. Trinchese, via dell’Università, via delle Corporazioni, piazza Ferrovia, via G. Imbroda, via S. Paolo Belsito, via Vespucci, via La Rocca, via Fonseca, via A. Minichini, via Renzullo, piazza Clemenziano, via Principe di Napoli, via Flora, via Morelli e Silvati, piazza Marconi, via Marciano, via Principessa Margherita, vico Principessa Margherita, via Tanzillo, piazza Calabrese, via Merliano, via P.A. Mastrilli, via Fontanarosa, piazza e via S. Antonio Abate, via Ambrogio Leone, piazza Paolo Maggio, via Senatore Cocozza, via A. da Nola, via Annibale, via Ottaviano Augusto, piazza M.C. Marcello, via S. Paolino, Vico I e II San Paolino, via Remondini, via Mozzillo, piazza Collegio, vico Duomo, via Ciccone, corso T. Vitale, piazza Duomo, via e piazza G. Bruno, piazza Principe Umberto, via De Notaris, via Foro Boario, via Monti, via e vicolo Pompeo Fellecchia, viale Rossi, piazza e via Santorelli, via S. Chiara, via del Mercato, via N. De Lucia, via S. Felice, via M.C. Marcello, via L. Bando, via Ettore Basso.

di ra.na.

LA GUERRA TRA I DUE PRESIDENTI DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOLA CONTINUA

Domenico Visone continua ad essere il presidente dell’ordine degli avvocati di Nola. La settimana scorsa la prima sezione del Tribunale Amministrativo Regionale presidente Salvatore Veneziano, giudici a latere Maurizio Santise e Domenico De Falco ha accolto la tesi di Visone stabilendo che tutte le decisioni adottate dopo che la seduta di fine giugno era stata sciolta non sono valide. Il TAR ha deciso di sospendere in via cautelare il ricorso presentato da Visone contro l’elezione di Ciro Sesto sostenuto da tredici consiglieri su ventuno del Coa rinviando al 15 gennaio dell’anno prossimo la sentenza di merito (definitiva). Nella sentenza viene specificato che il meccanismo con il quale è stato sfiduciato Visone, è un sistema non irregolare. Non è escluso che i tredici consiglieri – da più parti si parla che l’opposizione a Visone sia cresciuta, propongono una nuova seduta per la surroga del presidente Visone. “Attendo con serenità – sottolinea Visone – l’esito del giudizio di merito del TAR e ribadisco, per il rispetto dovuto alle superiori determinazioni giudiziarie, il mio invito alla prudenza e alla necessità di perseguire gli interessi della classe forense”.

di ra.na.

NOLA. DISCO VERDE PER LA GIUNTA TECNICA A TEMPO, GLI AVVOCATI VINCENZO SCOLAVINO ALL’AMBIENTE E ANNALISA SEBASTIANI ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E BENI CULTURALI. LA MINORANZA STA PREPARANDO RICORSO AL TAR PER ANNULLAMENTO DELIBERA DI DISSESTO

Sarà una Giunta tecnica a tempo fino al 31 marzo 2020. Ieri sera alla riunione di maggioranza tutti i gruppi della coalizione Minieri hanno dato il via libera per il completamento dell’esecutivo. Domani sarà il sindaco Gaetano Minieri ad annunciare in Consiglio comunale i nomi di Vincenzo Scolavino all’Ambiente ed Annalisa Sebastiani alla Pubblica Istruzione e Beni Culturali, due giuristi molto stimati del foro bruniano. Per la presidenza del Consiglio sarà una questione tutta interna al gruppo “Uniti per Nola”. A contendersi la poltrona una terna: Raffaele Giugliano, Salvatore Notaro e Angelo Siano. Ottime possibilità per Salvatore Notaro di essere eletto al primo scrutinio. Anche la presidenza del Consiglio dovrebbe essere a termine. Il nome del presidente arriverà in tarda serata, durante la riunione per la sottoscrizione da parte dei gruppi consiliari di maggioranza del documento programmatico-tecnico dell’accordo. Le deleghe alle frazioni dovrebbero andare a Raffaele Giugliano – Piazzolla, mentre novità assoluta per Polvica che vedrebbe il debutto di un nolano doc Enzo Iovino. Dopo oltre trenta anni Polvica non avrà un delegato in loco. Gli altri capi all’ordine del giorno riguarderanno la ratifica della variazione di bilancio per € 1.586.500,00 a seguire la presa d’atto della nomina del nuovo collegio dei revisori per il triennio 2019-2022. Tre membri estratti a sorte dalla prefettura di Napoli nella seduta del 7 agosto 2019, due irpini ed un salernitano.

Intanto la minoranza sta valutando di ricorrere al TAR CAMPANIA per l’annullamento della delibera che ha dichiarato il dissesto in quanto ritiene che ci siano discordanze nella predisposizione degli atti relativi al dissesto. In caso di esito favorevole da parte del TAR rimarrebbe in piedi la mancata approvazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio all’ordine del giorno del Consiglio del 26 agosto e quindi secondo alcuni esperti il Consiglio comunale rischierebbe lo scioglimento. Un’ipotesi tutta da verificare.

di Miao

Navigazione articolo