ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

NOLA. UNA CITTÀ A PEZZI, AUMENTATI NEGLI ULTIMI ANNI GLI IMMOBILI ABBANDONATI ED IN PESSIME CONDIZIONI

Sono decine gli immobili ed i luoghi situati su tutto il territorio di Nola che sono da anni (alcuni da decenni) in uno stato di abbandono e di degrado tale da incidere negativamente non solo sull’immagine e sul decoro, ma anche sull’igiene e sicurezza urbana. Una lista che si allunga ogni anno e che coinvolge l’intera città, frazioni comprese. Si tratta per lo più di edifici le cui caratteristiche estetiche sono costituite da facciate e balconi fatiscenti, dalle erbacce sui muri, dai cornicioni ed intonaci sgretolati in molti punti che testimoniano l’assenza di ogni attività di manutenzione e di pulizia. La cosa che fa arrabbiare i cittadini è la mancanza di un intervento efficace e risolutivo degli uffici preposti per ripristinare il decoro e le condizioni di sicurezza igienica della zona. Solo in caso di emergenza o caduta di calcinacci ci sarà la solita ordinanza sindacale o dirigenziale ai proprietari di eliminare l’immediato pericolo, poi tutto nel dimenticatoio per la felicità dei topi, blatte e colombi.

Il decoro è sempre stato uno degli obiettivi strategici di ogni amministrazione, una priorità necessaria per proiettare la città in una dimensione culturale viva ed effervescente. È evidente che se le cose continuano a restare nell’immobilismo attuale la delusione dei cittadini cresce, stanchi della latitanza di chi dovrebbe provvedere. Non accettano di subire più in silenzio le tante dimenticanze. Sono stufi delle solite promesse, vogliono un’amministrazione all’altezza dei bisogni della città, un’amministrazione che abbandoni i chiacchiericci di mestiere intervenendo dove ci sono le esigenze e le preoccupazioni dei cittadini liberandoli da convivenze con topi, blatte ed escrementi degli animali, così come succede nei mancati controlli per l’abbandono dei rifiuti. A pesare sulla problematica anche l’assenza di una mappatura dettagliata per singole strade, capace di far emergere un quadro di insieme al fine di avviare opere di riqualificazione sollecitando i proprietari o gli eredi.

di ra.na.

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: