ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivi per il mese di “agosto, 2019”

Nola. Si dimette Rino Barone dalla carica di presidente del consiglio comunale

Barone: “Motivi esclusivamente personali e lavorativi non collegati a ragioni politiche”.

Sono di carattere esclusivamente personale e lavorativo i motivi che hanno spinto Rino Barone a dimettersi dalla carica di presidente del consiglio comunale di Nola. Ragioni che lo stesso Barone ha tenuto a precisare in una lettera inviata al sindaco Gaetano Minieri ed al segretario generale Enza Fontana.

“Sopraggiunti motivi personali e lavorativi mi impediscono di svolgere al meglio l’incarico conferitomi – spiega Barone – Decisione personale che, tengo a precisare, non ha in alcun modo motivazioni di carattere politico o amministrativo – prosegue – ma presa solo ed esclusivamente nel massimo rispetto della funzione esercitata. Ringrazio quanti hanno contribuito con il loro voto alla mia elezione facendomi ricoprire per ben due volte la carica di presidente del consiglio”.

Un impegno che continuerà da consigliere comunale, con la stessa passione e dedizione non collegato necessariamente a cariche istituzionali.

“Sono certo – continua – che chi mi sostituirà sarà sicuramente all’altezza del ruolo. Auguro a tutti noi buon lavoro in questo difficile momento per la nostra città”.

di ra.na.

“Dissesto sì, dissesto no”, tormentone dell’estate nolana

Dissesto sì, dissesto no: è stato questo il tormentone dell’estate nolana. Ma le ferie d’agosto ormai stanno finendo e domani, lunedì 26 agosto, alle ore 10 si terrà l’attesa seduta di consiglio comunale. I cittadini sono pronti e Radio Piazza già ha diffuso i primi bollettini: non ci sono molti dubbi sull’esito, il dissesto verrà approvato dalla maggioranza senza particolari scossoni e la neoeletta amministrazione potrà continuare in tranquillità il suo cammino. Proprio in queste ore si sta svolgendo il vertice dei gruppi di maggioranza alla presenza del sindaco Minieri, dopo settimane costellate da voci di corridoio e rumors da spiaggia. Convocata in extremis anche la commissione bilancio, presieduta da Antonio De Lucia (Nola 801), un’ora e mezza prima dell’inizio del consiglio. Solo la presentazione di un emendamento credibile e sostenibile, che dovrà ottenere il parere favorevole dei dirigenti e del collegio dei revisori, potrà sovvertire la situazione, in caso contrario non ci sarà alternativa. Qualche timido mal di pancia può emergere in “Uniti per Nola” (non più tanto uniti), ma quasi sicuramente rientrerà in tempo per il voto. Per stemperare gli animi potrebbe essere presentata una proposta di inversione dell’ordine del giorno, iniziando la discussione con l’esternalizzazione della riscossione dei tributi. Mal che vada c’è la seconda convocazione del consiglio, già fissata per martedì.

Difficilmente arriverà un “aiutino” dalle opposizioni. Gli otto consiglieri della minoranza di centrodestra hanno già presentato una diffida per provare a bloccare la proclamazione del dissesto e daranno battaglia in aula, provando a mettere sul banco degli imputati dirigenti e giunta per i mancati accertamenti tributari relativi al 2014, che – a loro dire – avrebbero potuto portare al mantenimento degli equilibri finanziari del piano pluriennale di riequilibrio. Un tentativo (molto tardivo) nel provare una difesa d’ufficio anche per l’operato di Forza Italia e alleati. Corre voce che l’ex sindaco Biancardi sia comunque pronto a denunciare il “procurato dissesto”. In tanti aspettano le sue dichiarazioni da oltre un anno. Si vedrà. Dal Movimento 5 Stelle ancora nessuna reazione ma si registra ancora una volta un forte scollamento tra gli attivisti: la base vorrebbe unirsi alla battaglia per la trasparenza e il rilancio economico messo in campo dall’amministrazione Minieri ma dal consigliere Giuseppe Tudisco non arrivano rassicurazioni né chiarimenti. Silenzio di tomba.

Intanto, il balletto politico nolano continua sul fronte elezioni regionali, in attesa di conoscere gli sviluppi sulla crisi di governo nazionale. Il centrodestra cerca la rivincita in primavera e il candidato sindaco sconfitto, Cinzia Trinchese, si preparerebbe a scendere in campo con la Lega di Salvini, forte anche della sua posizione di quota rosa. Troverà sul suo percorso la candidatura dell’ex vice sindaco con fascia tricolore, Enzo De Lucia, che farà di tutto per rispettare l’accordo pre-elettorale che gli assicurava un posto in lista con Forza Italia, nonostante la situazione si sia notevolmente ingarbugliata con la probabile presenza di un altro fedelissimo dell’area vicina a Paolo Russo, il sindaco di Mariglianella Felice Di Maiolo, consigliere azzurro alla Città Metropolitana pronto al grande salto al Centro direzionale.

Nel Partito Democratico è pronto a misurarsi l’ex parlamentare Massimiliano Manfredi, in stretto contatto con la consigliera regionale dem Bruna Fiola (figlia dell’influente presidente della Camera di Commercio di Napoli) e probabilmente accompagnato anche da un’altra presenza femminile nolana già impegnata alle ultime amministrative. Dai banchi del consiglio comunale potrebbero riprovare il passaggio in Regione pure Francesco Pizzella, in una lista civica del centrosinistra, e Antonio Tufano, probabilmente nel nuovo soggetto politico centrista allestito dall’anziano leader Ciriaco De Mita, la cui collocazione è ancora imponderabile. Li terremo d’occhio.

di Miao

Nola. SettembrArte riparte da Sant’Angelo in Palco con l’associazione Meridies

Michele Napolitano

Un impegno che dura da ben 22 anni portato avanti con dedizione e professionalità, frutto di numerose collaborazioni che, nella qualità delle proposte, ha sempre trovato risposte eccellenti da parte del pubblico. Ed il cartellone di eventi promosso per settembre conferma il valore dell’associazionismo in città. Parliamo dell’associazione Meridies presieduta da Michele Napolitano che in queste ore ha presentato il programma di iniziative di SettembrArte in partenza da domenica 15 settembre. Un cartellone ricco in cui salta agli occhi l’apertura straordinaria di Sant’Angelo in Palco nel weekend del 21 e 23 settembre.

Un salto di gioia da parte del web che non ha mai accettato la chiusura del convento che ora, per due giorni, grazie a Meridies, riapre al pubblico. Ma non è tutto. In agenda tanti appuntamenti di qualità, rigorosamente gratuiti, messi su con le sponsorizzazioni di privati. È non è un caso che Meridies da anni collabora con i principali enti pubblici per l’organizzazione di percorsi d’arte di spessore. A Nola da sempre abbiamo assistito a manifestazioni di grande richiamo culturale complice una squadra affiatata di giovani professionisti, sempre a totale servizio della comunità. Un impegno che guarda al futuro che consolida il legame con il territorio.

di ra.na.

Scisciano. Riapre la chiesa di San Martino, messa in ricordo della cara Bianca

Dopo tre mesi di restauro durante i quali è stata completamente rimessa a nuovo a causa di alcune infiltrazioni che ne avevano danneggiato le pareti e l’intonaco causando danni anche all’impianto elettrico, è stata riaperta al pubblico e al culto la chiesa di San Martino di Scisciano. Il taglio del nastro lo scorso 4 agosto durante una celebrazione eucaristica in ricordo dell’indimenticata Bianca, moglie del magistrato Arturo Soprano particolarmente legata alla comunità locale. Un affetto reciproco al punto che sono stati gli stessi residenti del posto a volerle dedicare parole di stima ed affetto attraverso questo momento religioso officiato da tre parroci, tra cui don Luigi Mucerino. Presente alla cerimonia anche il sindaco Edoardo Serpico che ha espresso viva soddisfazione per il risultato raggiunto grazie anche alle tante offerte volontarie dei cittadini in questi mesi. Commozione, invece, per il profondo e toccante ricordo di Arturo Soprano alla moglie Bianca. Parole d’amore affidate alla poesia in un vortice di ricordi ancora vivi che l’assenza mai potrà scalfire. Un momento intenso che testimonia quanto sia ancora presente e nitido l’esempio di una donna che continua a vivere oltre la morte.

di ra.na.

RESA DEI CONTI AL COMUNE DI NOLA, LUNEDÌ CONSIGLIO COMUNALE

Lunedì 26 agosto sarà una giornata cruciale e difficile per la storia amministrativa del Comune di Nola. Alle ore 10,00 l’assemblea comunale è chiamata per la prima volta nella sua storia amministrativa ad esprimersi sul dissesto finanziario dell’Ente. La decisione nasce a seguito di una attenta analisi della situazione economico – finanziaria che vede il piano di riequilibrio ventennale approvato a febbraio scorso dalla commissione straordinaria guidata dalla dottoressa Anna Manganelli non più sostenibile a causa di un peggioramento dei conti emerso dalla relazione dei dirigenti Salvatore Fattore e Giovanni Fusco dipeso dall’aumento della massa dei debiti fuori bilancio pervenuti in questi mesi oltre che dall’ulteriore lievitazione del contenzioso legale e dalla permanenza di criticità sul fronte della riscossione. Al momento all’assemblea non resta che prendere atto dell’impossibilità di riportare il bilancio in riequilibrio e simultaneamente votare il dissesto. Ovviamente anche la relazione del collegio dei revisori evidenzia marcatamente lo squilibrio dei conti. A ribaltare la situazione (un vero miracolo) potrebbe essere un quadro di elementi certi (al momento inesistenti) che mettono in discussione la relazione dei dirigenti e la conseguente proposta della delibera di giunta e la relazione dei revisori. L’eventuale mancata adozione dei provvedimenti per la salvaguardia degli equilibri comporta una responsabilità degli amministratori e il conseguente scioglimento del consiglio comunale. Intanto per lunedì mattina alle 8:30, a due ore dal Consiglio comunale, è stata convocata la commissione consiliare al bilancio.

di ra.na.

VIA L’ASSESSORE DI TUFINO SORPRESO A SVERSARE RIFIUTI IN UN TERRENO INCOLTO

È stato revocato dall’incarico di assessore del comune di Tufino Felice Genovese, l’uomo sorpreso questa mattina a sversare rifiuti in un terreno incolto. A firmare il decreto di revoca il sindaco Carlo Ferone. Il decreto di revoca è il nr. 8 del 22 agosto 2019 pubblicato all’Albo pretorio. L’assessore Felice Genovese era stato nominato assessore il 22 giugno del 2017 con le seguenti deleghe: personale, commercio, agricoltura, viabilità, traffico e cimitero. Al momento tutte le deleghe sono state assunte dal sindaco.

Tufino. Amministratore pubblico sorpreso a sversare rifiuti in un terreno incolto, il sindaco Carlo Ferone valuta di sospendere da subito le deleghe all’assessore

Sorpreso stamattina un assessore del Comune di Tufino mentre cercava di disfarsi di rifiuti abbandonandoli in un terreno incolto.

“Non ho ancora parlato con la persona interessata che mi auguro possa spiegare l’accaduto con valide motivazioni – afferma il sindaco di Tufino Carlo Ferone – È di tutta evidenza che se così non fosse, l’accaduto sarebbe di un’enorme gravità e mi ferisce personalmente per la quotidiana battaglia di salvaguardia dell’ambiente cui ho dedicato il mio mandato amministrativo. Al più presto mi metterò in contatto con l’assessore e se fosse tutto confermato, prenderò gli opportuni provvedimenti. A tal proposito – chiosa Ferone – sto valutando di sospendere da subito le deleghe all’assessore in attesa degli approfondimenti e delle determinazioni cui giungerà l’autorità giudiziaria”.

FORTE E DECISO RICHIAMO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CONFERIRE I RIFIUTI SECONDO IL CALENDARIO SETTIMANALE – GLI ORARI DEL CENTRO DI RACCOLTA DI VIA SARNELLA E LA TIPOLOGIA DEI RIFIUTI CHE SI PUÒ CONFERIRE

Ancora una volta il richiamo dell’amministratore comunale ai cittadini di osservare il calendario di conferimento dei rifiuti avendo cura di selezionare correttamente quelli differenziali riducendo la quota indifferenziata destinata allo STIR di Tufino. Il calendario settimanale di conferimento dei rifiuti domestici prevede il ritiro della ditta affidataria (Buttol) il lunedì dell’organico e vetro, il martedì il secco indifferenziato, il mercoledì organico, carta e cartone, giovedì plastica, lattine, e alluminio, venerdì indifferenziato, e sabato organico. I cittadini devono depositare i rifiuti secondo il calendario dalle ore 23,00 alle ore 5,00 del giorno precedente. La domenica I cittadini dovranno depositare l organico e il vetro e così via per tutta la settimana. Il ritiro dell’imbustamento per i rifiuti domestici avviene presso il Centro di Raccolta di via Sarnella. Nel centro di raccolta di via Sarnella potranno essere conferiti imballaggi, carta e cartone, imballaggi di plastica, vetro, Rae, frigoriferi, lavatrici, cucine, televisori, monitor, piccoli elettrodomestici, pannelli fotovoltaici, lampade neon, toner, contenitori per toner, farmaci scaduti, batterie di auto, ingombranti misti, abiti, scarpe, borse usate, sfalci, e ramaglie, pneumatici fuori uso. Orari di apertura del centro di raccolta dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle 13, 00 martedì e giovedì anche dalle ore 15,00 alle 17,00 CHIUSO IL MERCOLEDÌ. Al centro di raccolta occorre presentarsi muniti di un documento di identità personale e tessera sanitaria intestata al titolare della TARI.

di ra.na.

CRISI RIFIUTI, AL COMUNE DI NOLA FINO AL 13 SETTEMBRE LA FRAZIONE ORGANICA POTRÀ ESSERE CONFERITA SOLO DUE VOLTE A SETTIMANA

Con ordinanza sindacale n. 44 del 22 agosto 2019 a firma del vicesindaco Ruggiero Iovino i cittadini non potranno conferire venerdì 23 e 30 agosto e il 6 e 13 settembre i rifiuti organici (umido). L’ordinanza si è resa necessaria a causa della complicata situazione emergenziale per quanto concerne la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Ad aggravare la situazione emergenziale del Comune di Nola la scarsa affidabilità della ditta aggiudicataria del servizio del conferimento della frazione umida (SEIF di Benevento) che non ha garantito il corretto espletamento del servizio. Al momento (si legge nell’ordinanza) nonostante le innumerevoli e quotidiane indagini di mercato gli operatori economici individuati dal Comune di Nola non riescono a garantire il completo conferimento previsto dal calendario della raccolta differenziata (tre volte a settimana: lunedì – mercoledì – sabato, in particolare il sabato per chiusura degli impianti). A questo occorre aggiungere che la ditta affidataria del servizio igiene urbana (BUTTOL) quotidianamente comunica le notevoli criticità di non poter effettuare la raccolta completa della frazione umida depositata (?) oltre ai continui e persistenti rallentamenti di conferimento presso lo STIR di Tufino per i rifiuti indifferenziati. Per tutto ciò lo stato emergenziale impone la riduzione dei turni settimanali di conferimento della frazione organica da tre turni a due a settimana. Il deposito della frazione organica fino a venerdì 13 settembre può essere fatto presso il proprio numero civico soltanto la domenica e il martedì dalle 23,00 alle 5,00 del mattino successivo in modo che la BUTTOL lo ritira il lunedì e mercoledì.

di ra.na.

La storia del mosaico di San Paolino da Nola nella Chiesa di Acciaroli

Navigazione articolo