ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “agosto 25, 2019”

“Dissesto sì, dissesto no”, tormentone dell’estate nolana

Dissesto sì, dissesto no: è stato questo il tormentone dell’estate nolana. Ma le ferie d’agosto ormai stanno finendo e domani, lunedì 26 agosto, alle ore 10 si terrà l’attesa seduta di consiglio comunale. I cittadini sono pronti e Radio Piazza già ha diffuso i primi bollettini: non ci sono molti dubbi sull’esito, il dissesto verrà approvato dalla maggioranza senza particolari scossoni e la neoeletta amministrazione potrà continuare in tranquillità il suo cammino. Proprio in queste ore si sta svolgendo il vertice dei gruppi di maggioranza alla presenza del sindaco Minieri, dopo settimane costellate da voci di corridoio e rumors da spiaggia. Convocata in extremis anche la commissione bilancio, presieduta da Antonio De Lucia (Nola 801), un’ora e mezza prima dell’inizio del consiglio. Solo la presentazione di un emendamento credibile e sostenibile, che dovrà ottenere il parere favorevole dei dirigenti e del collegio dei revisori, potrà sovvertire la situazione, in caso contrario non ci sarà alternativa. Qualche timido mal di pancia può emergere in “Uniti per Nola” (non più tanto uniti), ma quasi sicuramente rientrerà in tempo per il voto. Per stemperare gli animi potrebbe essere presentata una proposta di inversione dell’ordine del giorno, iniziando la discussione con l’esternalizzazione della riscossione dei tributi. Mal che vada c’è la seconda convocazione del consiglio, già fissata per martedì.

Difficilmente arriverà un “aiutino” dalle opposizioni. Gli otto consiglieri della minoranza di centrodestra hanno già presentato una diffida per provare a bloccare la proclamazione del dissesto e daranno battaglia in aula, provando a mettere sul banco degli imputati dirigenti e giunta per i mancati accertamenti tributari relativi al 2014, che – a loro dire – avrebbero potuto portare al mantenimento degli equilibri finanziari del piano pluriennale di riequilibrio. Un tentativo (molto tardivo) nel provare una difesa d’ufficio anche per l’operato di Forza Italia e alleati. Corre voce che l’ex sindaco Biancardi sia comunque pronto a denunciare il “procurato dissesto”. In tanti aspettano le sue dichiarazioni da oltre un anno. Si vedrà. Dal Movimento 5 Stelle ancora nessuna reazione ma si registra ancora una volta un forte scollamento tra gli attivisti: la base vorrebbe unirsi alla battaglia per la trasparenza e il rilancio economico messo in campo dall’amministrazione Minieri ma dal consigliere Giuseppe Tudisco non arrivano rassicurazioni né chiarimenti. Silenzio di tomba.

Intanto, il balletto politico nolano continua sul fronte elezioni regionali, in attesa di conoscere gli sviluppi sulla crisi di governo nazionale. Il centrodestra cerca la rivincita in primavera e il candidato sindaco sconfitto, Cinzia Trinchese, si preparerebbe a scendere in campo con la Lega di Salvini, forte anche della sua posizione di quota rosa. Troverà sul suo percorso la candidatura dell’ex vice sindaco con fascia tricolore, Enzo De Lucia, che farà di tutto per rispettare l’accordo pre-elettorale che gli assicurava un posto in lista con Forza Italia, nonostante la situazione si sia notevolmente ingarbugliata con la probabile presenza di un altro fedelissimo dell’area vicina a Paolo Russo, il sindaco di Mariglianella Felice Di Maiolo, consigliere azzurro alla Città Metropolitana pronto al grande salto al Centro direzionale.

Nel Partito Democratico è pronto a misurarsi l’ex parlamentare Massimiliano Manfredi, in stretto contatto con la consigliera regionale dem Bruna Fiola (figlia dell’influente presidente della Camera di Commercio di Napoli) e probabilmente accompagnato anche da un’altra presenza femminile nolana già impegnata alle ultime amministrative. Dai banchi del consiglio comunale potrebbero riprovare il passaggio in Regione pure Francesco Pizzella, in una lista civica del centrosinistra, e Antonio Tufano, probabilmente nel nuovo soggetto politico centrista allestito dall’anziano leader Ciriaco De Mita, la cui collocazione è ancora imponderabile. Li terremo d’occhio.

di Miao

Nola. SettembrArte riparte da Sant’Angelo in Palco con l’associazione Meridies

Michele Napolitano

Un impegno che dura da ben 22 anni portato avanti con dedizione e professionalità, frutto di numerose collaborazioni che, nella qualità delle proposte, ha sempre trovato risposte eccellenti da parte del pubblico. Ed il cartellone di eventi promosso per settembre conferma il valore dell’associazionismo in città. Parliamo dell’associazione Meridies presieduta da Michele Napolitano che in queste ore ha presentato il programma di iniziative di SettembrArte in partenza da domenica 15 settembre. Un cartellone ricco in cui salta agli occhi l’apertura straordinaria di Sant’Angelo in Palco nel weekend del 21 e 23 settembre.

Un salto di gioia da parte del web che non ha mai accettato la chiusura del convento che ora, per due giorni, grazie a Meridies, riapre al pubblico. Ma non è tutto. In agenda tanti appuntamenti di qualità, rigorosamente gratuiti, messi su con le sponsorizzazioni di privati. È non è un caso che Meridies da anni collabora con i principali enti pubblici per l’organizzazione di percorsi d’arte di spessore. A Nola da sempre abbiamo assistito a manifestazioni di grande richiamo culturale complice una squadra affiatata di giovani professionisti, sempre a totale servizio della comunità. Un impegno che guarda al futuro che consolida il legame con il territorio.

di ra.na.

Navigazione articolo