ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NOLA CHIARIMENTI SUL DECRETO DEL TAR. ANCORA TUTTO APERTO

Continua la battaglia per la democrazia e la trasparenza da parte di tredici consiglieri dell’Ordine degli Avvocati di Nola che hanno deciso (rispettando le regole dell’assemblea consiliare) di dare al Consiglio dell’Ordine un nuovo Presidente rappresentativo della maggioranza assoluta dei consiglieri eletti.

Nella giornata di mercoledì 31 luglio c’è stata una svolta, non decisiva, della vicenda: a seguito del ricorso al Tar depositato (si noti bene) da soli sei consiglieri su ventuno, il Presidente della sezione feriale del Tar di Napoli, con provvedimento reso inaudita altera parte, ha sospeso la delibera di nomina del nuovo Presidente ed ha fissato l’udienza per la discussione della sospensiva per il 12 settembre prossimo.

È bene a questo proposito fare un po’ di chiarezza sul tanto sbandierato successo che, secondo le dichiarazioni di qualcuno, sarebbe stato già ottenuto dai ricorrenti nel giudizio intrapreso.

L’unico risultato arrivato fino ad ora, in realtà, altro non è che lo spostamento della trattazione della vicenda alla data di effettivo svolgimento dell’udienza collegiale.

In sostanza, il decreto del Tar, per il momento, ha solo posticipato la discussione in contraddittorio tra le parti, senza “anticipare” alcuna decisione, come si vuol far credere; al contrario, ha garantito ai Consiglieri ricorrenti solo di veder posticipata la pubblicazione e l’approvazione del verbale, nonché la trasmissione dello stesso alla Procura della Repubblica, così come deliberato dai tredici consiglieri su ventuno; insomma si è evitato che tutti potessero leggere i fatti accaduti. La giustizia naturalmente farà il suo corso.

Resta evidente, tuttavia, il dato politico espresso, di cui inevitabilmente bisognerà tenere conto: la maggioranza assoluta dei Consiglieri – in essa compresi il Consigliere Segretario ed il Consigliere Tesoriere in carica – ha nominato un nuovo Presidente nella persona dell’avvocato Ciro Sesto; il Vice Presidente Urraro, nell’immediatezza della pubblicazione del decreto, “a seguito dei recenti avvenimenti che hanno coinvolto il Consiglio”, ha rassegnato le sue dimissioni.

Sarebbe bastato un gesto di responsabilità da parte del Presidente Visone per evitare la querelle giudiziaria: accettare la volontà democratica della maggioranza assoluta dei consiglieri, rassegnare le dimissioni e consentire al consesso consiliare di continuare a svolgere le attività necessarie per cui è stato eletto.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: