ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “luglio 16, 2019”

NOLA. ANCORA DISSERVIZI NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA IN CITTÀ. NOTA DEL SINDACO DELLA CITTÀ METROPOLITANA LUIGI DE MAGISTRIS AI SINDACI DEI COMUNI DELLA CITTÀ METROPOLITANA

Ancora a rilento in Città la raccolta dei rifiuti. “I disservizi – sottolinea il responsabile all’ambiente Giovanni Peduto – non dipendono né dall’azienda affidataria del servizio né dai lavoratori. Purtroppo la colpa è delle file interminabili allo STIR di Tufino, basti pensare che per uno sversamento di indifferenziato si arriva ad una sosta di 36 ore. La situazione diventa assurda per Nola anche per la chiusura della ditta SEIF di Benevento con la quale dal 1 luglio era stato sottoscritto un contratto per lo sversamento di 140 tonnellate a settimana di frazione organica. Una situazione che ci permetteva di risolvere brillantemente, almeno lo sversamento per la frazione organica. Purtroppo dopo dieci giorni gli accertamenti dei carabinieri forestali di Benevento hanno acclarato che l’azienda SEIF operava al di fuori dei titoli autorizzativi dell’attività, violando i limiti di gestione prescritti dalla Regione. Da qui il sequestro e l’incubo della Città di Nola. Attualmente le frazione organica – continua Peduto – la stiamo smaltendo in un sito alternativo molto limitato. Delle 140 tonnellate settimanali ne riusciamo a sversare 90, quindi ogni settimana restano a terra circa 50 tonnellate da smaltire. Stiamo lavorando h24 insieme al sindaco Gaetano Minieri per cercare una soluzione, al momento, non facile”.

La ciliegina sulla torta arriva dal sindaco della Città Metropolitana Luigi De Magistris che con una nota inviata ai sindaci dell’area metropolitana invita gli stessi ad assicurare maggiori controlli sulle ditte incaricate delle frazioni indifferenziate per assicurare il regolare conferimento a tutti i comuni dell’area metropolitana agli STIR. “La Sapna – sottolinea De Magistris nella sua nota – mi ha evidenziato un incremento anomalo e non giustificato di produzione di rifiuti urbani residui (indifferenziato) dovuto probabilmente al fatto che alcuni comuni stanno riscontrando problemi nel conferimento della frazione organica e di conseguenza potrebbero conferirla negli Stir come frazione indifferenziata. Corre l’obbligo – conclude De Magistris – che tale situazione determina un rallentamento nella attività degli STIR che stanno assicurando il regolare svolgimento delle attività ma non possono sopportare una capacità di lavorazione / evacuazione più elevata”.

Una giusta riflessione quella di De Magistris, sperando che si ricordi di essere anche il sindaco di Napoli, dove la percentuale di raccolta differenziata è molto bassa.

di ra.na.

NOLA. NUOVA ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI COMUNALI, TUTTE LE MOBILITÀ INTERNE DA LUNEDÌ 8 LUGLIO

Con decorrenza da lunedì 8 luglio l’ufficio risorse umane presieduto dal segretario generale del Comune di Nola Enza Fontana dispone la mobilità di dipendenti comunali, il tutto finalizzato ad una maggiore efficienza dei servizi potenziando gli uffici carenti di personale per pensionamenti.

Nel dettaglio. Buonaguro Giuseppina dalla segreteria generale alla Pubblica Istruzione; Del Vecchio Gaetana dall’ufficio elettorale al Patrimonio; Isernia Gennaro dall’ufficio tecnico al Patrimonio; Nappi Nicoletta dall’ufficio commercio al Comando di Polizia Locale; Pacchiano Felice dall’ufficio tributi al Comando Polizia Municipale; Profeta Gaetano dall’Avvocatura all’ufficio Urp (Relazione con il Pubblico); Rega Serafina dal Comando Polizia municipale al settore ragioneria; Ruggiero Maria Gaetana dalla segreteria all’ufficio elettorale; Santaniello Giuseppina dall’ufficio URP ai servizi democrafici – Anagrafe; Scotti Daniele dall’ufficio risorse umane alla segreteria generale; Paolo Squame dall’ufficio patrimonio al SUAP. Il dipendente Caliendo Salvatore è assegnatario di due posizioni organizzative Ufficio STAFF (attività amministrativa) della Polizia municipale e Protezione civile e responsabile dei servizi democrafici e elettorale.

Intanto lo sportello GORI presso L’URP è sospeso. Per questioni urgenti i cittadini devono rivolgersi allo sportello di Pomigliano d’Arco. Tel. 800900161.

di ra.na.

UNIVERSITÀ PARTHENOPE A NOLA, UN CASO E UNA PROMESSA… ANCORA TANTO FUMO E POCO ARROSTO

La pubblicazione sul sito web dell’università Parthenope di una manifestazione di interesse per la ricerca di un immobile sito nel Comune di Nola riaccende di nuovo le speranze di un ritorno a Nola dell’istituto universitario napoletano. Indubbiamente sarebbe una bella notizia se fosse vero, il condizionale è d’obbligo considerato che negli ultimi due anni il lumicino è stato acceso diverse volte e spento senza dare certezza ad un territorio che per il passato ha dato tanto all’istituto universitario, per ricordarne una su tutte il Seminario Vescovile di Nola. Compito dell’Università è di fare sistema con il territorio ed istituzioni locali mettendo a disposizione il proprio know-how al fine di conferire maggiore competitività allo stesso territorio. Oggi è arrivato il momento che una amministrazione locale autorevole intervenga per conoscere nel dettaglio l’offerta formativa e le risorse dell’istituto per la riapertura evitando di ripetere gli errori del passato illudendo una comunità laboriosa e paziente.

La storia. La chiusura dell’istituto universitario a Nola alla fine del 2010 fu una scelta sbagliata da parte del Cda e senato accademico. Basta ricordare che in dieci anni la sede di Nola come iscrizioni e frequenze diventò la terza università della Campania dopo la Federico II e Salerno superando perfino il Suor Orsola Benincasa. L’attività didattica a Nola dell’istituto universitario iniziò – amministrazione Giuseppe Serpico – nel 2001 con l’istituzione di due corsi di laurea in Economia Aziendale e Giurisprudenza. Proprio quest’ultimo corso ebbe un boom di iscrizioni, oltre mille all’anno, per la sola facoltà di giurisprudenza con ben trecento trasferimenti nel corso dell’anno e circa 200 iscrizioni per il corso di economia. Anche l’economia nolana con la presenza di migliaia di studenti ebbe uno sviluppo notevole. Alla fine del 2010 all’apice del successo, quando sembrava che la sede di Nola potesse diventare autonoma, il senato accademico ed il Cda decisero di trasferire tutte le attività nella nuova sede di Monte di Dio a Napoli ristrutturata per oltre 10 milioni di euro con fondi statali. La motivazione della chiusura fu addebitata alle drastriche riduzioni di risorse imposte dalla riforma Gelmini che non permettevano di sopportare gli alti costi di fitto per tenere le lezioni, una decisione che contrastava con il comodato d’uso gratuito permanente del Palazzo del Fascio a piazza G. Bruno che l’istituto universitario aveva avuto dal demanio, successivamente restituito al demanio il 22 giugno 2018. L’ennesima storia triste del nostro territorio.

di ra.na.

Cicciano. Niccolò Siciliano, baby compositore di bel talento musicale: “Dilemmi”, ”singolo” in uscita ad agosto

E’ compositore musicale di innato e raffinato talento, Niccolò Siciliano, in arte #Cuorelibero, che appena undicenne già vanta un’interessante produzione e si appresta a proporre il suo nuovo singolo – “Dilemmi“- in uscita il 3 agosto per l’ Italian Music Record, l’etichetta discografica del Magic Unique Group, con sedi a Los Angeles, News York e Londra, importante e prestigioso gruppo la cui mission si dispiega nella diffusione della buona musica italiana nel mondo.

“Ho composto “ Dilemmi“- dice con franca e schietta disinvoltura, #Cuorelibero- quando mi è cominciata a piacere una compagna di scuola, ma a lei, purtroppo per me, non piaccio. Sono sensazioni che non riesci a spiegare, ma che un ragazzo della mia età può provare. Spero che possa piacere a tutti, in modo particolare ai miei coetanei”. Sensazioni semplici e vissute tradotte in arioso linguaggio musicale che conferiscono a “ Dilemmi” tutte le caratteristiche per entrare nella top ten ed essere ricordata come composizione degna dell’hit parade di questa estate.

#Cuorelibero vive a Roma con la famiglia che ha forti e profonde radici nella comunità cittadina di Cicciano. Una vita familiare, in cui il bello dell’arte musicale e del gusto letterario sono di … casa e … ne riempiono la quotidianità. Il papà è Louis Siciliano, in arte Aluei, tra i più eccellenti compositori contemporanei, impegnato nel recupero dei vari linguaggi musicali colti e popolari dell’Occidente e dell’ Oriente che rielabora e integra sia in magnifiche sinfonie d’orchestra, sia nella personale ed originale visione generata dagli effetti dell’Elettronica e della Computer music; e sotto quest’ultimo profilo ha maturato per circa dieci importanti esperienze artistiche a New York, lavorando come Music producer e Sound engineer ai Bennet Studios. Polistrumentista, Aluei è autore di decine di colonne sonore per il cinema ed è concertista che si esibisce in Italia e all’estero. Ampio e corposo l’albo dei riconoscimenti premiali che ne testimoniano il valore creativo. La mamma di #Cuorelibero è Annalisa Alfano, docente di Materie letterarie e scrittrice di buona e fluida vena narrativa, di cui danno eloquente testimonianza “ I figli dell’Aquila ”, “In viaggio verso la libertà” e “Distacchi”,opere che denotano freschezza di ispirazione e spiccata sensibilità verso le sofferenze umane. E se ne “I figli dell’Aquila” e “In viaggio verso la libertà” la chiave storica fa da matrice della trama raccontata, in ”Distacchi” traspaiono nitide le inquietudini esistenziali dei tempi correnti.

Per il giovanissimo Niccolò Siciliano sentirsi ed essere #Cuorelibero in famiglia è più che normale.

di Geo

Navigazione articolo