ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “luglio 7, 2019”

L’UNIVERSITÀ PARTHENOPE A NOLA, PUBBLICATO SUL SUO SITO WEB MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER ACQUISTO IMMOBILE

È ufficiale, l’Università Parthenope cerca attraverso una manifestazione di interesse pubblicata sul suo sito web un immobile sito nel Comune di Nola per procedere alla riapertura di una sede per corsi universitari in giurisprudenza ed economia. Nella manifestazione deve essere indicato se trattasi di edificio esistente, da ristrutturare o da realizzarsi a totale cura e spese del proponente. Il complesso edilizio potrà essere costituito anche da uno o più corpi di fabbrica con annessa area esterna di pertinenza da destinare in parte al parcheggio con un proprio ingresso ubicato nel Comune di Nola in una area con ottima accessibilità e collegamenti viari, nel centro cittadino o immediatamente a ridosso dello stesso. L’area complessivamente dovrà essere tra i 2.250 e 2.500 metri quadrati. L’immobile dovrà comprendere locali per la didattica, studi per docenti, spazi comuni, servizi. Preferibilmente dovrà trattarsi di una struttura in cemento armato o acciaio e comunque adeguata alle norme antisismiche in vigore e protezione sismica. Le manifestazioni di interesse devono pervenire entro il 5 agosto 2019 ore 12,00 in formato digitale all’indirizzo di posta elettronica certificata direzione.generale@pec.uniparthenope.it

di ra.na.

NUOVA STANGATA IN ARRIVO PER I CONTRIBUENTI NOLANI, ADDIZIONALE IRPEF COMUNALE PIÙ ALTA IN ITALIA

Altra stangata in arrivo dal prossimo 1 gennaio 2020 per i contribuenti nolani con l’aliquota di compartecipazione dell’addizionale IRPEF che con l’approvazione del bilancio di previsione 2019 approvato entro il 31 marzo scorso dal commissario straordinario Anna Manganelli fissata all’0,8% indistintamente per ogni cittadino senza alcuna previsione agevolativa in relazione alle diverse fasce di reddito. Fino al 2018 il Comune di Nola applicava l’addizionale IRPEF per fasce di reddito da 0 a 15 mila euro si applica a l’0,2%; da 15 mila a 28 mila l’0,4%; da 28 mila a mila a 75 mila l’0,6%; oltre 75 mila l’0,8%. Dal prossimo 1 gennaio tutti pagheranno l’0,8% aliquota unica. Un esempio un pensionato o dipendente con un reddito di 15 mila euro all’anno pagava di addizionale IRPEF 30,00 euro all’anno ovvero mensilmente 2,5 euro; dal prossimo anno lo stesso contribuente ne pagherà 120,00 euro all’anno, 10,00 euro al mese. Una differenza di ben 90,00 euro e così per redditi superiori. L’aumento, anche in questo caso, rientra in quelle misure necessarie a superare le condizioni di squilibrio finanziario emerso con l’approvazione del rendiconto 2017 per oltre 37 milioni di euro. Continueranno a versare lacrime e sangue i contribuenti nolani. Basti pensare che l’aliquota massima dell’addizionale Irpef comunale la paga in Italia il comune di Roma con l’0,9%, ma con una soglia di esenzione a 12mila euro, per cui tutti coloro che hanno un reddito al di sotto di 12 mila euro non si applica l’addizionale irpef, al Comune di Nola non c’è nessuna esenzione, quindi in percentuale l’aliquota Addizionale Irpef nolana risulta una delle più alte in Italia. Dal bilancio di previsione 2019 si prevede un incasso di 2milioni e seicentomila euro rispetto ai 900 mila che si incassavano quando l’imposta veniva calcolata per fasce di reddito. Oltre all’addizionale IRPEF comunale ogni contribuente è tenuto a pagare anche l’aliquota addizionale irpef regionale. La Campania è una delle nove regioni che ha deciso l’aliquota unica dello 2,03%, anche in questo caso, la più alta in assoluto rispetto alle altre 8 regioni di cui sei (Veneto, Valle d’Aosta, Trento, Sicilia, Sardegna, Bolzano) 1,23% e due 1,73% Abruzzo e Calabria.

di ra.na.

ARTURO SOPRANO EX PRESIDENTE CORTE DI APPELLO DI TORINO NOLANO DOC NOMINATO DAL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA LOMBARDIA ATTILIO FONTANA COMPONENTE DELL’ORGANISMO REGIONALE ANTICORRUZIONE (ORAC)

Arturo Soprano nolano doc già presidente di Corte di Appello a Torino e presidente di sezione di Corte d’appello a Milano nonché garante della legalità al Comune di Torino è stato designato su proposta del presidente della Giunta Regionale della Lombardia Attilio Fontana componente dell’organismo Regionale Anticorruzione (ORAC). Nove i membri:Giovanni Canzio (presidente)-Mario Forchetti – Umberto Fantigrossi – Maurizio Bartoletti – Arturo Soprano – Alessandro Bernasconi – Attilio Iodice, oltre a due componenti espressioni delle minoranze consiliari Stefano Bignamini e Marcello Crivellini. Curiosità nell’organismo non è stata nominata nessuna donna. L’organismo regionale Anticorruzione è stato istituito lo scorso 18 settembre ed ha il compito di vigilare sulla trasparenza e la regolarità degli appalti e sulla fase esecutiva dei contratti, di valutare e rafforzare l ‘efficacia del sistema dei controlli interni oltre che supportare nell’ attuazione e nell ‘aggiornamento dei piani di prevenzione. È un organismo che la finalità sottolinea il governatore lombardo Attilio Fontana di dotare le nostre istituzioni di uno strumento idoneo al contrasto della corruzione. Congratulazioni vivissime ed auguri di sempre maggiori successi ad una eccellenza dell’agro nolano.

di ra.na.

Navigazione articolo