ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “luglio 4, 2019”

CIMITERO DI NOLA, ALLARME FOSSE PER LE INUMAZIONI

A lanciare l’allarme della mancanza di fosse per l’inumazione è il custode del Cimitero con propria nota del 29 maggio scorso al responsabile ai servizi cimiteriali del comune Architetto Giovanni Peduto.La Commissaria prefettizia ha provveduto con ordinanza n. 13 del 7 giugno ad ordinare l esumazione per le salme che hanno superato i cinque anni di sepoltura. Purtroppo sono molti che non provvedono all’esumazione dopo i cinque anni;infatti nello spazio delle fosse ci sono tombe con resti da oltre trenta anni. Il custode ha predisposto un elenco di 34 nominativi di salme da esumare i cui nomi sono affissi all ‘”albo all’ ingresso del Cimitero oltre a 9 postazioni senza indicazione del defunto. Le operazioni di esumazione partiranno dal giorno 24 giugno e dureranno quindici giorni. Gli operatori addetti all esumazione dovranno delimitare gli spazi per impedire l ‘accesso ad estranei e garantire la riservatezza. Le operazioni dovranno essere effettuate tutti i giorni della settima a escluso i festivi a partire dalle ore 8,00 del mattino. Il custode è stato incaricato di avvisare le famiglie delle salme indicate nell’elenco affinché provvedano al disbrigo delle pratiche amministrative ed al pagamento della relativa tariffa (250 euro). In caso di non ottemperanza da parte dei familiari le esumazione saranno eseguite in danno dei parenti più prossimi. Nel caso che gli interessati non siano reperibili l:avviso di esumazione resterà affisso all’Albo all’ingresso del Cimitero e all’Albo pretorio del Comune per 30 giorni dopo si procederà d’ufficio all’esumazione e i resti se non reclamati saranno racchiusi a carico del Comune in uno apposito cassettino di zinco custodito per due anni per poi essere accolti indistintamente nell’ossario comune. Intanto la ditta affidataria dei servizi cimiteriali in proroga fino al 30 agosto Multiservice Grooup srl di Lauro sta provvedendo(perché sollecitata) a rimuovere le erbacce e al riassetto dei viali. Anche in questo caso si è fatto sentire il Sindaco Gaetano Minieri chiedendo subito di dare dignità e decoro ad un luogo sacro.

di ra.na.

SCADE L’8 LUGLIO L’AVVISO PUBBLICO REGIONALE PER LA SELEZIONE DI EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA. NOLA PRESENTERÀ UN PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DEL CERTAME BRUNIANO PER 70 MILA EURO

Un avviso pubblico regionale per veicolare e diffondere l’immagine turistica culturale della Campania sia a livello nazionale che internazionale. La scadenza sarà l’8 luglio alle ore 13,00. La partecipazione alla procedura è riservata unicamente ai comuni non capoluogo della Regione Campania. Ciascun comune può presentare e/o partecipare esclusivamente ad un’unica proposta progettuale in forma associata con minimo 6 (sei) comuni partner compreso il comune capofila per un finanziamento massimo di euro 150 mila; forma singola euro 70 mila. Per iniziative promozionali sul territorio regionale in forma associata con minimo 3 (tre) comuni partner per un finanziamento massimo di euro 50 mila. In caso di presentazione di più progetti o partecipazione di partnership a più progetti sarà valutata solo la candidatura in forma associata pervenuta per prima considerando le ulteriori proposte progettuali inammissibili comprese quelle presentate in forma singola. Il finanziamento complessivo dell’avviso pubblico è di euro 7 milioni così ripartiti: euro 1.500.000,00 proposti in forma associata con minimo sei comuni compreso il comune capofila; euro 2.500.000,00 proposti da comuni non capoluogo in forma singola; euro 3.000.000,00 proposti da comuni in forma associata con mino 3 (tre) comuni. I plichi dovranno recare le seguenti diciture esterne: POC Campania 2014-2020 Avviso Pubblico di selezione D.G.R.C.N. 236/2019. Programma giugno 2019 – giugno 2029; la selezione del programma per il quale si concorre; l’indicazione dettagliata del mittente; titolo del progetto; il nominativo dei comuni partner in caso di partecipazione associata. La proposta progettuale deve essere corredata a pena di esclusione dal relativo provvedimento di approvazione adottato dalla Giunta del Comune proponente o dal decreto sindacale e/o commissariale in caso che la Giunta Comunale non sia costituita o insediata. A pena di esclusione la delibera o il decreto sindacale e/o commissariale devono contenere l’esplicito impegno del comune proponente ad accollarsi le spese per un valore corrispondente alle entrate extra regionali che per qualsiasi motivazione dovessero successivamente venire meno.

È dal 2013 che il Comune di Nola non riceve finanziamenti pubblici regionali per la promozione turistica. All’epoca il Comune grazie alla presentazione di un progetto “Nota degli Angeli” ottenne un finanziamento di euro 290 mila. Il progetto fu presentato in partnership con il Comune di Visciano e la Curia Vescovile. Ebbe come location la Cattedrale e piazza Duomo. Quell’anno per Nola fu davvero un Natale speciale anche per i Gigli di Nola, che ebbero il riconoscimento UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità. Lo spettacolo fu ripreso da RAI 1. Parteciparono artisti nazionali ed internazionali come Massimo Ranieri, Fausto Leali, Paolo Conticini, frate Alessandro, Piero Mazzocchetti, Manuela Villa. Lo spettacolo fu condotto da Massimo Giletti e Maddalena Corvaglia. Per questa volta dal Palazzo fanno sapere che per l’occasione Nola presenterà un progetto in forma singola per la valorizzazione del Certame Bruniano per euro 70 mila, ovviamente occorre l’impegno di circa 20 mila euro per il Comune di compartecipazione.

di ra.na.

NOLA. RACCOLTA RIFIUTI, IL SINDACO MINIERI AL LAVORO PER IL FUNZIONAMENTO OTTIMALE

Tavolo Comune – Buttol per il rispetto del capitolato, nuovo “piano” per i cittadini.

Giorni di lavoro intensi per il sindaco Gaetano Minieri: smaltite le scorie della Festa dei Gigli, il primo cittadino di Nola è al lavoro per risolvere l’intricata questione della raccolta dei rifiuti, complicatasi negli ultimi giorni sia a causa dello stato di agitazione degli operatori ecologici verso la Buttol, ditta appaltatrice del servizio di raccolta e smaltimento per la città bruniana, che a causa dei numerosi rallentamenti operativi occorsi allo STIR di Tufino, impedendo il normale ciclo di carico-scarico dei rifiuti.

Il sindaco Minieri, già nei primi giorni di lavoro, aveva instaurato un tavolo di confronto tra Comune e Buttol, ottenendo da subito garanzie sul rispetto del capitolato previsto da contratto, con la normalizzazione del servizio di raccolta e l’inizio dei lavori di pulizia nelle principali arterie cittadine e nelle frazioni.

Una sitazione che ha registrato negli ultimi giorni un’impasse, con i dipendenti della Buttol entrati in stato d’agitazione a causa di una serie di mancanze contrattuali vantate, secondo i lavoratori, nei confronti dell’azienda sarnese; uno stato che era stato sospeso temporaneamente durante il periodo della Festa dei Gigli per evitare situazioni di precarietà nella raccolta.

Alla ripresa della protesta dei lavoratori della Buttol nelle giornate di martedì e mercoledì, causando disagi nella raccolta ordinaria, acuiti dallo svolgimento del mercato settimanale, si è aggiunto inoltre lo stop dello STIR, causando la paralisi del servizio, specie per lo smaltimento dei rifiuti di natura indifferenziata.

Il Sindaco Minieri, riconvocato il tavolo, ha preteso il rispetto del contratto da parte della Buttol nonostante le querelle sindacali che intercorrono con i lavoratori, onde evitare qualsivoglia azione legale da parte dell’Ente di Piazza Duomo per interruzione di pubblico servizio.

“Con lo STIR che nel corso dei giorni sta riacquisendo la sua operatività – ha affermato il primo cittadino – la situazione della raccolta dei rifiuti è destinata a ritornare nell’alveo della normalità. Il mio obiettivo è ottenere il pieno rispetto del contratto firmato dalla Buttol; qualora dovessero ripresentarsi in futuro queste situazioni di criticità direttamente imputabili all’azienda, non escludo soluzioni drastiche, quale anche la recessione dal contratto per giusta causa, con tutte le azioni legali che ne derivano. Bisogna però dare atto alla Buttol – continua Minieri – di alcune criticità evidenziate dall’azienda: negli ultimi anni la percentuale di raccolta differenziata in città è in caduta libera anche a causa di cittadini che non rispettano le normali regole del vivere civile”.

Con un nuovo tavolo di confronto fissato per la prossima settimana, il sindaco Minieri, coadiuvato dal dirigente di settore e, con molta probabilità, anche dal futuro assessore al ramo, punterà a stilare un nuovo piano che sia incisivo e puntuale tanto verso la Buttol nell’ottenere un servizio di qualità, quanto nei confronti dei cittadini, con l’attuazione di un programma di premialità per i nolani virtuosi e di severi controlli per coloro che non rispetteranno il piano. “Da primo cittadino lotterò ogni giorno per offrire alla città servizi di qualità, dando sempre la mia piena disponibilità nel risolvere le criticità che i cittadini continuano ad evidenziare anche in questi giorni. Ma c’è bisogno che ognuno di noi faccia la propria parte: solo insieme, con uno spirito di piena collaborazione, possiamo risolvere gli enormi problemi che attanagliano la nostra Nola”.

Navigazione articolo