ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “luglio 3, 2019”

LUNEDÌ 8 LUGLIO ORE 16,00 PROCLAMAZIONE DEGLI ELETTI AL CONSIGLIO COMUNALE DI NOLA. 13 CONSIGLIERI ALLA PRIMA CONSILIATURA ED 11 CON PIÙ CONSILIATURA – TUTTI I NOMI

È ufficiale la proclamazione degli eletti al Consiglio Comunale di Nola è stata fissata dal Presidente della Commissione Elettorale del tribunale per lunedì 8 luglio ad un mese dal ballottaggio che ha visto il trionfo di Gaetano Minieri con oltre 4.600 voti in più rispetto all’altro candidato Cinzia Trinchese. La veterana del Consiglio Comunale sarà Carmela Scala (eletta nelle file della minoranza), mentre alla quinta consiliatura due consiglieri tutti e due di maggioranza Francesco Pizzella e Angelo Siano. Alla terza sei consiglieri due di minoranza Cinzia Trinchese e Enzo De Lucia e quattro di maggioranza Barone Saverio, Raffaele Giugliano, Tufano Antonio, Iovino Vincenzo. Alla seconda due uno di maggioranza Salvatore Notaro ed uno di minoranza Raffaele Parisi.In totale sono undici, mentre alla prima consiliatura sono tredici-Cutolo Anna Francesca – Alberto Verani-Paolino Mauro – Alberto Buonaguro – Francesco Conventi – Antonio De Lucia – Lucianna Napolitano Bruscino-Rossella La Marca, Claudia Mauro – Giuseppina Arvonio-Giovanni Carrella – Carmine Coppedo-Guuseppe Tudisco. Sarà il sindaco Gaetano Minieri a convocare entro dieci giorni dalla proclamazione il primo consiglio comunale che quasi sicuramente si terrà dopo il 20 luglio. Le commissioni consiliari consultive sono sette 1)Bilancio,personale avvocatura 2)Traffico trasporti, mobilità, igiene e sanità 3)Urbanistica e LL. PP. 4)Servizi Sociali 5)Pubblica Istruzione ed edilizia scolastica 6)Affari generali, Statuto e regolamenti 7)Controllo e Garanzia. L’esecutivo sarà formato da sette assessori (Finanze, Servizi Sociali, LL. PP., Urbanistica, Pubblica Istruzione e Beni Culturali , Ambiente, Annona, Sport e politiche giovanili. Su sette assessori da nominare tre dovranno essere donne e 4 uomini o viceversa.

di ra.na.

Casamarciano. Premio Annibale Sersale, le Giornate di Commedia: al via la prima edizione

Arrivano da Frosinone, Bari e Roma e per quindici giorni, con il doppio appuntamento settimanale, allieteranno le serate estive di Casamarciano con spettacoli ispirati al tema dell’amore. Sono le tre compagnie teatrali scelte per la prima edizione del premio Annibale Sersale, il concorso promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Manzi con il consigliere delegato Giovanni Cavaccini che da domani, giovedì 4 luglio, andranno in scena nei cortili dei Palazzi storici del paese. Ad inaugurare il ciclo di spettacoli, con la direzione artistica di Pasquale Manfredi, è la compagnia “I commedianti del cilindro” di Sora (Fr) con la commedia di Andrea Conti “In separati in causa”. L’appuntamento è per le ore 20.30 presso Villa Nappi. Sabato 6 luglio, invece, sarà il turno della compagnia “Teatro due di Castellana Grotte” della provincia di Bari che si esibirà nel cortile di via Curti con “In anatra all’arancia”. Giovedì 11 luglio la Collina di San Clemente ospiterà la compagnia Fita Lazio con “In dell’amore di altri demoni”.

Venerdì 12 luglio, fuori concorso, la compagnia Trobadores ensemble di musica antica sarà in scena nel Complesso Badiale di Santa Maria del Plesco.

“Una rassegna che conferisce ulteriore prestigio a questa terra di chiara vocazione teatrale – spiega il consigliere delegato Giovanni Cavaccini – Aprirsi a nuovi territori è sicuramente un segnale positivo di crescita e di confronto che rafforza il nostro impegno per Casamarciano. Non è stata una scelta semplice l’individuazione delle compagnie, pertanto ringrazio Pasquale Manfredi in qualità di direttore artistico per aver messo la giusta competenza e professionalità in questo lungo percorso che, sono certo, sarà il primo di una lunga serie”.

“Una nuova opportunità per Casamarciano che apre le porte alle compagnie teatrali amatoriali di tutta Italia facendo riscoprire i luoghi più caratteristici – spiega il sindaco Andrea Manzi – Ancora una volta siamo promotori di un cartellone di eventi che, accanto al culto teatrale, intende valorizzare i luoghi facendo della memoria storica lo strumento di avvicinamento all’arte. Ringrazio quanti hanno reso possibile questa rassegna, a cominciare dal consigliere delegato Giovanni Cavaccini che con Pasquale Manfredi hanno saputo intercettare i testi mettendo su un programma variegato. Infine ringraźio i proprietari dei Palazzi storici che ospiteranno gli eventi per la grande disponibilità. Sono le azioni – conclude Manzi – che fanno di un territorio la carta di identità di un’intera comunità”.

Casamarciano. Campo sportivo comunale intitolato al Patrono San Clemente: la cerimonia stasera

Sarà intitolato a San Clemente, Patrono di Casamarciano, il campo sportivo comunale. La cerimonia si terrà alle ore 20.00 di stasera, mercoledì 3 luglio, nell’ambito delle celebrazioni legate alla Madonna delle Grazie con il contributo del comitato festa. Due i momenti in programma: dopo la cerimonia di intitolazione in viale G. Verdi alla presenza di autorità civili e religiose, in corteo si raggiungerà piazza Umberto dove il sindaco Andrea Manzi consegnerà una pergamena a tutti gli ex atleti della squadra di calcio del paese che, tra gli anni ’70 e ’90, portarono in alto il nome di Casamarciano vincendo per ben due volte il campionato di seconda categoria.

“Un impegno che portiamo a termine e che restituisce il giusto valore ad un luogo simbolo della nostra comunità che, accanto alla vocazione religiosa, ne affianca un’altra rigorosamente sportiva – spiega il sindaco Andrea Manzi – Un impegno che fa seguito ai lavori di rifacimento che negli ultimi mesi hanno interessato il campo sportivo che oggi si veste di un nuovo abito, sicuramente più confortevole ed accogliente, soprattutto per i nostri ragazzi che, con spirito di sacrificio, coltivano la passione calcistica nel solco dell’esempio dei loro predecessori che tanto hanno dato a questo paese. Il nostro – continua Manzi – è un modo di dire grazie a chi in passato ha rivestito questo ruolo sul campo, onorando la maglia, invogliando nel contempo le nuove generazioni ad avere lo stesso coraggio per riportare la squadra a quel periodo di gloria. Sono certo che il tempo ci darà ragione”.

Baiano. Per il Viaggio nella Costituzione: Autonomie locali, Sud, Europa comunitaria, Focus con Ciriaco De Mita nell’Auditorium del “Giovanni XXIII”

Autonomie locali, Sud ed Europa comunitaria sono i temi al centro del Focus, che sarà animato dalla verve e dalla rigorosa caratura di ragionamento di Ciriaco De Mita, in conversazione con Gianni Amodeo nell’Auditorium dell’Istituto comprensivo “Giovanni XXIII”, in via Luigi Napolitano, venerdì 5 luglio alle ore 18,00; Focus -con indirizzo di saluto di Giusy De Laurentiis e introduzione di Carlo Melissa  che rientra nel “Viaggio nella Costituzione”, indetto e promosso dal Circolo socioculturale L’Incontro, una stimolante e preziosa successione di … ”stazioni” apertasi nel giugno dello scorso anno, in cui si sono già alternati sindaci e amministratori locali, magistrati, parlamentari, docenti universitari, avvocati ed esperti di diritto, sindacalisti, teologi, dirigenti scolastici, rappresentanti di categoria e imprenditori, per la  “lettura” e la “conoscenza” di aspetti salienti  della “Carta” fondante dello Stato repubblicano e democratico.

    I temi sotto i riflettori d’analisi del sindaco di Nusco, già presidente del Consiglio dei Ministri, sono strettamente correlati negli scenari della contemporaneità e interpellano in modo diretto la politica e i ceti che la rappresentano, soprattutto nei contesti del Sud, per sollecitarne lo spirito di servizio e di dedizione responsabile e fattiva alla costruzione della società aperta e plurale, in grado di tenere il passo delle dinamiche dell’evoluzione sociale e dell’innovazione tecnologica, i cui orizzonti coincidono con le molteplici coordinate della globalizzazione verso cui guardano e si muovono le giovani generazioni emancipate nella formazione culturale. Sono gli orizzonti, per i quali l’ancoraggio dell’ Italia e del Sud nell’Europa comunitaria costituisce il saldo presidio e riferimento irrinunciabile per lo sviluppo della società nelle libertà civili e democratiche, che sono l’essenza e l’anima pervasiva dei principi della cittadinanza europea e – nelle prospettive sempre più avvertite e vissute- della cittadinanza globale.

    Un itinerario aperto, di cui la matrice istitutiva e fondante delle Autonomie locali, configurate nel Titolo quinto della Carta costituzionale, rappresenta l’asse portante. E’ la matrice che rende la pratica della democrazia plurale e responsabile fattore propulsivo dell’evoluzione sociale e dello sviluppo civile dei territori nel segno del bene comune. Ed è utile considerare che della rilevanza delle Autonomie locali tracce e profili significativi si ritrovano ben chiari e netti nell’Appello ai liberi e forti”, lanciato il 19 gennaio del 1919 per la fondazione del Partito popolare, ispirato dal pensiero e dall’azione di don Luigi Sturzo, coniugando libertà, democrazia, solidarismo e giustizia sociale. E’ il decentramento amministrativo, quello che viene prospettato, che diventerà gradualmente reale e sostanziale solo nella connotazione delle Autonomie locali, con cui si configura proprio  il Titolo quinto della Costituzione.

    In questo quadro è ben significativa la testimonianza che Ciriaco De Mita è in condizione di rappresentare sul ruolo che le Autonomie locali– segnatamente i Comuni– possono esercitare,  per promuovere lo sviluppo civile delle comunità e dei territori. E la testimonianza del sindaco di Nusco attivamente impegnato con le amministrazioni di 25 Comuni sia nella costruzione della “Città dellAlta Irpinia” sui versanti dell’associazionismo dei servizi, sia nella realizzazione dell’ Azienda speciale dei boschi del vasto territorio altoirpino, in regime di cooperazione pubblico-privato. Un’ importante linea di progettualità, per creare reali  opportunità di lavoro e contrastare lo spopolamento delle aree interne.

di Geo

Navigazione articolo