ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “giugno 17, 2019”

Al VIA I PROGETTI PER MIGLIORARE LA GESTIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA, 641 MILA EURO DALLA CITTÀ METROPOLITANA

Sono 642.727,00 euro i fondi che la Città Metropolitana di Napoli presieduta da Luigi de Magistris ha trasferito il 30 dicembre al Comune di Nola. Risorse assegnate perché il Comune con il commissario prefettizio Anna Manganelli ha partecipato all’avviso pubblico per l’assegnazione complessiva di 32 milioni di euro dei Comuni dell’area metropolitana. Le risorse consentiranno sia di migliorare la gestione della raccolta differenziata con l’acquisto di attrezzature e miglioramenti nel Centro di Raccolta di via Sarnella che la qualità dell’area con la piantumazione di nuovi alberi. Erano anni che al Comune di Nola non arrivavano risorse per tali importi; infatti nei tre comparti il Comune ha ottenuto finanziamenti per complessivi 641.727 euro di cui 8.120,00 per il Rione Stella che serviranno per la sistemazione di un’area a verde. Tale finanziamento non necessita di alcuna indizione di gara ed essendo un importo basso può essere affidato anche direttamente. Sicuramente il nuovo sindaco Gaetano Minieri provvederà in tempi stretti a realizzare l’isola verde. Per il finanziamento di 109.815,00 euro per l’acquisto di attrezzature per incrementare la raccolta differenziata i fondi sono già disponibili essendo già sottoscritta la convenzione con l’Area Metropolitana. Al momento per questo ultimo finanziamento si sta pensando alla realizzazione di cassette ecologiche in zone dove la raccolta differenziata è bassa. In questo caso la realizzazione delle cassette potrebbe dare sviluppo e far risalire la percentuale di differenziata tanto le buste, i contenitori e i cassonetti per le utenze domestiche saranno (con il nuovo capitolato) a carico della ditta affidataria del servizio di igiene urbana. Con il finanziamento più sostanzioso di € 430.352,06 si provvederà alla piantumazione di alberi in diverse aree della città e frazioni. Una di queste sarà l’area della 7 bis dove finalmente dopo anni di incuria ci sarà un deciso miglioramento della vivibilità e sicurezza. Infine 94.440 euro serviranno a migliorare il Centro di Raccolta della Sarnella. Si modificherà la tettoia degli scarrabili, una nuova pavimentazione e ricezione dell’area. Per questi due ultimi finanziamenti a breve si procederà all’affidamento (probabilmente esterno) della progettazione, dopo di ché si procederà all’indizione della gara. Il responsabile del servizio all’Ambiente prevede, senza intoppi, la realizzazione delle opere entro dodici mesi.

di ra.na.

Premio Cimitile: in scena arte, letteratura, musica e folklore. Francesco Napolitano: “Ci sono occasioni che diventano opportunità per il territorio consolidandone la crescita culturale”

“Onorati di aver contribuito anche quest’anno al successo di una delle manifestazioni più interessanti dell’area nolana che, accanto alla promozione del territorio, da ben ventiquattro anni affianca la conoscenza dei luoghi e di opere letterarie apprezzate in tutto lo Stivale. Ecco perché continueremo a lavorare al fianco di quegli enti che ben riescono ad interpretare le giuste intuizioni”: così commenta l’imprenditore nolano Francesco Napolitano la riuscita del “Premio Cimitile” su cui è calato il sipario dopo una settimana di eventi, reading, presentazione di libri e momenti musicali. Una grande vetrina promossa dalla Fondazione Premio Cimitile, e sostenuta, tra gli altri, anche da Francesco Napolitano, ed ispirata quest’anno ai Santi Paolino e Felice restituendo alla kermesse la naturale sacralità morale. Tanti gli ospiti che hanno accompagnato la cerimonia di premiazione con performance artistiche di rilievo.
“Sono questi i canali di comunicazione che ben si coniugano con le linee programmatiche di sviluppo del territorio – continua Francesco Napolitano – Fare rete mettendo in campo le giuste sinergie è la strada da perseguire per delineare nuovi ed importanti successi”.

Nola. RicartapestiAmo, domani presentazione libro fotografico di Giorgio Cossu “La Signora Della Cartapesta. L’effimero a Matera”

Martedì 18 giugno 2019 alle 19.30 nella cornice della ex Chiesa di Santa Maria La Nova, presso il Museo Storico Archeologico di Nola, nell’ambito di “ricartapestiAmo” mostra temporanea sulla cartapesta organizzata dall’associazione MU.S.A Agro Nolano con il patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali, sarà presentato il nuovo libro fotografico di Giorgio Cossu “La Signora Della Cartapesta. L’effimero a Matera” edito da Nane Edizioni.
Il volume, che vedrà come sfondo per la sua presentazione una mostra fotografica dello stesso Cossu dal titolo “Effimero Meridionale” con scatti realizzati tra Matera e Nola, è il risultato di un minuzioso lavoro sul campo che documenta lo stato attuale dell’arte della cartapesta a Matera, uno dei centri di riferimento di questa antica tecnica scultorea.
Giorgio Cossu ha seguito sin dagli inizi la realizzazione del Carro della Bruna che porta in processione ormai da secoli, ogni 2 luglio, la santa protettrice di Matera tra le strade della storica città lucana. Dalla costruzione della parte lignea alla decorazione e, infine, alla pitturazione, con attenzione ai dettagli, le immagini tracciano la crescita dell’opera per mano dei “Pentasuglia”, storica famiglia di cartapestai.
In un’alternanza di scatti suggestivi e documentativi il fotografo fa rivivere in prima persona il ricorrente ciclo vitale del Carro Trionfale: la nascita, la gloria e la distruzione. Questo percorso è immerso nel contesto culturale che rende il Carro unico: le tecniche costruttive, i luoghi, i personaggi, le processioni, i tempi, la scuderia, i muli e gli abitanti che, nel loro insieme, mantengono viva questa tradizione, nei secoli.
Le immagini sono introdotte da due importanti testi scritti per l’occasione dallo storico Ezio Flammia e dall’antropologo Domenico Scafoglio.
Interverranno il direttore del Museo arch. Giacomo Franzese, il presidente di MU.S.A avv. Raffaele Soprano, Maurizio Barbato e Vittorio Avella responsabili della direzione artistica di MU S.A., l’editore Gianni Milano, il maestro Ezio Flammia e l’antropologo Domenico Scafoglio. Sarà presente l’autore.

SCONGIURATO LO STOP DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA AL COMUNE DI NOLA PER LO STATO DI AGITAZIONE DEI DIPENDENTI DELLA BUTTOL

È al lavoro il sindaco di Nola Gaetano Minieri per dare decoro e vivibilità alla Città in affanno per le tante criticità diffuse. A pesare come un macigno anche lo stato di agitazione che dura da alcuni mesi dei dipendenti della Buttol srl, la società affidataria del servizio di igiene urbana del Comune di Nola e di molti comuni dell’area metropolitana di Napoli. L’ultima nota inviata al Prefetto di Napoli, alla Commissione garanzia nazionale attuazione legge sullo sciopero e a tutti i sindaci in cui il servizio è affidato alla Buttol, è del 24 maggio scorso. Tra i punti di scontro si segnalano inadempienze contrattuali, economicamente dannose per i lavoratori e il mancato rispetto delle previsioni contenute nei capitolati d’appalto con cui sono stati aggiudicati i servizi di igiene ambientale nei diversi comuni. Inoltre – si legge nella nota inviata dalle Organizzazioni sindacali – le continue e consistenti decurtazioni non motivate in busta paga nonché la mancata corrispondenza del numero dei lavoratori effettivamente in servizio con il numero delle unità previste dai capitolati d’appalto dei comuni che inficia la corretta gestione dell’organizzazione del lavoro con conseguenti maggiori carichi di lavoro per ogni unità di servizio che mette a rischio la salute e la sicurezza delle persone. Una situazione che sta creando malumori tra i dipendenti, alquanto ingarbugliata che va avanti da tempo e nella quale l’Ente non sembra riuscire a trovare il bandolo della matassa. Al momento la problematica non fa ben sperare per il futuro essendo la stessa società affidataria del servizio per il prossimo quinquennio con una gara regolarmente espletata dalla SUA (Stazione Unica Appaltante). Attualmente la società Buttol svolge servizio in proroga da due anni (dal 27 luglio 2017) ottenendo ben sette proroghe e non è escluso che se, entro il primo luglio non verrà approvato dal responsabile all’Ambiente il nuovo piano di gestione, compreso il nuovo parco automezzi, la società possa usufruire di una nuova proroga.

di ra.na.

Navigazione articolo