ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “giugno 3, 2019”

ENCOMIO DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL COMUNE DI NOLA ANNA MANGANELLI A SALVATORE FATTORE, RESPONSABILE AREA FINANZIARIA DELL’ENTE LOCALE

Con una nota inviata ai prefetti di Napoli e Caserta, il commissario straordinario Anna Manganelli ha voluto segnalare la professionalità e trasparenza del professionista Salvatore Fattore, responsabile dall’anno scorso dell’area finanziaria del Comune di Nola. Fattore è stato colui che ha svolto un certosino lavoro di riordino dei conti dell’Ente.

“Un uomo scaltro, di poche parole, dirigente serio, preparato, equilibrato – si legge nella lettera di encomio del Commissario Manganelli – dotato di un notevole bagaglio culturale e di importanti esperienze professionali, si è posto con generosa dedizione ed assiduità nel difficile compito di risanamento di un Comune gravato da notevoli disfunzioni amministrative e contabili. È stato – continua la Manganelli – sempre disponibile al dialogo con i dirigenti ed il personale comunale, ha rappresentato un punto di riferimento per la scrivente e per gli uffici tutti, ha svolto con diligenza il difficile compito di gestire, quale posizione organizzativa con funzioni dirigenziali, un settore finanziario gravato da un disavanzo di oltre 37 milioni di euro e con otto milioni di euro di pignoramenti in tesoreria ed 1,20 di euro in cassa. Ha affrontato con sicurezza e determinazione complicate questioni di natura giuridica e finanziaria ed interloquito con creditori nella massima trasparenza. Ha eseguito una severa analisi dei processi amministrativi e suggerito importanti tagli di spesa, predisposto un piano di riequilibrio veritiero e sostenibile, ora all’attenzione della Corte dei conti. Più di tutto – conclude il commissario straordinario Anna Manganelli – conta il risultato di gestione conseguito. Il bilancio consuntivo appena approvato ha fatto registrare circa 5.800.000,00 euro di avanzo nella gestione di competenza, sono stati pagati circa 4 milioni di euro di debiti e vi sono in cassa più di 3 milioni di euro”.

di ra.na.

MAURIZIO RENZULLI CONFERMATO ALL’AVVOCATURA, CONTENZIOSO LEGALE ALLE STELLE AL COMUNE DI NOLA (OLTRE 31 MILIONI DI EURO)

L’unica candidatura presentata per il servizio Staff Avvocatura posizione organizzativa Alta Professionalità è quella dell’avvocato Maurizio Renzulli. Verificatone il possesso dei requisiti generali di accesso, il commissario straordinario Anna Manganelli conferisce allo stesso con decorrenza dal 21 maggio 2019 al 20 maggio 2020 l’incarico di responsabile della posizione organizzativa Alta Professionalità. Fino al 20 maggio scorso a reggere l’avvocatura del Comune di Nola erano due dipendenti abilitati all’esercizio della professione di avvocato: Maurizio Renzulli e Pasquale Tudisco, quest’ultimo in quiescenza dal 1 giugno.

Un ufficio, quello legale, strategico per l’Ente per l’enorme mole di procedimenti in corso. Un contenzioso di oltre 31 milioni di euro, alcuni prossimi alla sentenza e, se sfavorevoli, per l’Ente potrebbero aggravare la già pesante situazione finanziaria, o meglio potremmo avere un default dell’Ente.

Parliamo della Sentenza della società Panta Rei, un project financing non realizzato, di circa 9.500.000,00 di euro, due contenziosi da un milione e seicentomila euro cadauno con la società fornitrice di energia elettrica agli uffici ed immobili comunali, Consorzio di bonifica per circa un milione di euro, contenzioso SNIE per riscatto della rete per un milione di euro, Palazzo Alfano oltre un milione di euro. A questi occorre aggiungere contenziosi di fascia medio-alta tra i 300 mila e 500 mila euro per finire ad oltre un migliaio di sentenze passate in giudicato per risarcimento da incidenti stradali. Uno scenario da incubo che dovrà essere una priorità per la nuova amministrazione.

Un’eredità del genere, lascito delle passate amministrazioni, non potrà essere gestita da una sola persona e qualche dipendente a mezzo servizio. Anche la situazione del personale carente preoccupa il futuro dell’Ente. Basti pensare che al 31 dicembre l’organico sarà ridotto a 158 unità, mentre la nuova dotazione organica rideterminata dal commissario straordinario Anna Manganelli con delibera n. 15 del 15 febbraio scorso prevede 235 unità al fine di potere accedere al fondo di rotazione per assicurare la stabilità all’Ente in pre-dissesto.

Le eventuali assunzioni (almeno una decina di cat. D ed un’altra decina di cat. C) per i comuni in stato di disequilibrio finanziario pluriennale dovranno essere autorizzate dalla Commissione di Stabilità Centrale del Ministero degli Interni. Una situazione che creerà problemi di efficienza dei servizi a meno che l’Ente non provveda ad esternalizzare i servizi.

Un pre-dissesto di lacrime e sangue per bambini, giovani e adulti. Non sono esclusi per le prossime settimane la pubblicazione di avvisi pubblici per il reperimento a tempo determinato di figure professionali fino al 31 dicembre prossimo.

di ra.na.

Casamarciano. Complesso Badiale Santa Maria del Plesco: la chiesa si apre ai giovani ed al sociale

Il complesso badiale di Santa Maria del Plesco di Casamarciano apre le porte al mondo dell’associazionismo ospitando iniziative a carattere culturale che ne mettano in luce il valore ed il prestigio, soprattutto se ad essere protagonisti sono i giovani. È quanto annunciato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Manzi che, nel piano di valorizzazione del sito, intende promuovere tutti quei progetti aperti al sociale e al mondo giovanile per rafforzare la rete di sinergie. Non a caso la chiesa di Santa Maria del Plesco ha ospitato l’altro giorno gli alunni dell’istituto comprensivo Costantini retto dalla dirigente scolastica Giuseppina Ambrosio, impegnati in uno spettacolo musicale ispirato a Picasso e all’arte del Novecento.

“È solo l’inizio di un nuovo percorso che ci vedrà sempre più coinvolti in programmi di partecipazione condivisa con il nostro pubblico – spiega il sindaco Andrea Manzi – Lavoriamo per rendere fruibile ed accessibile a tutti il sito che più ci rappresenta disegnando un’immagine di Casamarciano aperta al dialogo e al confronto”.

Napoli, giovedì 6 giugno al PAN presentazione del libro d’artista MEDUSA di Susanne Ristow

Il 6 giugno alle 18.00 in Sala Di Stefano del Pan | Palazzo delle Arti di Napoli in via dei Mille, 60 sarà presentato, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, il libro d’Artista MEDUSA di Susanne Ristow. Durante l’incontro sarà anche possibile apprezzare alcuni lavori dell’artista che saranno eccezionalmente esposti all’interno della Sala. Ristow (Lubecca, 1971) ha studiato con Jannis Kounellis all’Accademia di Düsseldorf e, con l’associazione artistica Capri batterie e.V., cura da anni scambi artistici e scientifici tra la città tedesca e Napoli. Il suo primo soggiorno partenopeo è degli anni ’98-2000; l’artista ha lasciato le sue tracce oniriche intra ed extra Moenia utilizzando anche fogli di cotone.

“IL LABORATORIO/ le edizioni” di Nola, i cui torchi sono situati in un vicolo affluente di Piazza Nilo, è la sua tana marina. Nella città di Virgilio Ristow lascia “signaturae” e nel contempo cerca quelle dei pionieri dell’ambiente e dell’ecologia come Jakob von Uexküll, che già negli anni ’20, quando era ricercatore presso l’acquario Dorn, filmava i comportamenti dei molluschi nel golfo di Napoli. Non soltanto erede di Joseph Beuys, cofondatore dei Verdi in Germania, il lavoro MEDUSA di Ristow cerca di intercettare le costanti delle forme in Natura, dal virus all’uomo, cui corrispondono, nella sua visione, le forme del pensiero, in sintonia con l’elaborazione teorica di Maturana e Bateson.

Le fluorescenti “meduse” in mostra al PAN, già presentate durante una personale “Viral Love” (XC. HuA Galleries Berlino/Pekino, 2017), emergono vaganti nell’Inconscio del mare e narrano la società liquida di Bauman, diventano icona mitica e reperto, ritrovamento residuo, resto lasciato sul barcone della storia e dell’evoluzione.

Interverranno:

Antonio Sgambati | IL LABORATORIO/le edizioni di Nola

Mimmo Grasso | poeta (anche autore del saggio della cartella Medusa)

Nino Daniele | assessore alla cultura di Napoli.

Sarà presente l’artista per aprire un dialogo (in italiano) col pubblico sulla connessione fra arte e scienza.

Navigazione articolo