ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “Mag 24, 2019”

NOLA, AMMINISTRATIVE 2019: CINZIA TRINCHESE, “CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE TRA LA GENTE”

Ancora incontri tra la gente anche nell’ultimo giorno di campagna elettorale per Cinzia Trinchese impegnata anche oggi in prima persona tra i cittadini.

Un confronto continuo, leale, diretto e aperto per illustrare il programma di impegno civico per la Città di Nola, spiegare le ragioni della candidatura, stringere le mani e guardare in faccia alle persone per raccontare anche con gli occhi l’entusiasmo di proporsi come primo sindaco donna nella storia millenaria della Città Bruniana.

Una scelta di coerenza in continuità e in linea con quanto fatto nel corso dell’intera campagna elettorale durante la quale è stata presente più volte sia al centro che nelle periferie dal rione Gescal a Piazzolla, dal Pizzone a Polvica per tornare nel centro storico.

“Un’esperienza che porterò nel cuore per molto tempo – spiega Trinchese rivolgendosi direttamente ai cittadini -, non solo per l’impegno profuso da me, dall’intera squadra, dai candidati che hanno contribuito a realizzare questo straordinario progetto per la nostra città, ma anche per l’occasione che mi è stata offerta di incontrarvi in migliaia. Di questo – prosegue Trinchese – ringrazio tutti i candidati, soprattutto, i più giovani, che hanno organizzato, coinvolgendomi, incontri quotidiani su tutto il territorio dal centro alle periferie.

Ci avete aperto le porte delle vostre case, delle vostre attività, per ascoltare e condividere le nostre idee, avete raccontato le vostre esperienze, ci avete resi partecipi delle vostre aspettative. Avete espresso dubbi, avanzato proposte, ci avete dato suggerimenti, molti dei quali stanno diventando idee e progetti che spero ci darete la possibilità di realizzare per il bene della Città e dell’intera nostra comunità”.

ECCO LE NUOVE POSIZIONI ORGANIZZATIVE AL COMUNE DI NOLA DAL 21 MAGGIO 2019 AL 20 MAGGIO 2020 E DIRIGENZIALI FINO AL 31 DICEMBRE 2019

Sono stati conferiti gli incarichi relativi alle aree delle posizioni organizzative a seguito di avviso pubblico per interpello tra i dipendenti comunali pubblicato in data 8 maggio 2019 prot. n. 16437 e scaduto il 13 maggio scorso. Alla scadenza sono pervenute 9 istanze complete di curriculum vitae.

Posizione organizzativa Welfare – legge n. 328/2000 – Servizio Pubblica Istruzione e Cultura ing. Adele Stanzione, istruttore direttivo cat. D;

posizione organizzativa Servizi Ragioneria – Tributi – Servizi Informatici dott. Salvatore Fattore, istruttore direttivo contabile di ruolo cat. D con convenzione con il Comune di Carinaro (Caserta);

posizione organizzativa dei servizi Cimiteriali e Ambiente all’arch. Giovanni Peduto;

posizione organizzativa LL.PP. – Manutenzione – Patrimonio geom. Bernando Arienzo;

posizione organizzativa Urbanistica – Gare – Suap all’ing. Anaclerio Gustavo.

La durata dell’incarico va dal 21 maggio 2019 al 20 maggio 2020, fatta eccezione per il dott. Fattore il cui incarico scade il 30 giugno 2019. Agli stessi soggetti fino al 31 dicembre 2019 vengono assegnate anche le funzioni dirigenziali, compresa la sottoscrizione dei contratti.

di ra.na.

OBBLIGO ONLINE E SITO WEB DEI COMUNI PER CERTIFICATI PENALI E CURRICULUM VITAE DEI CANDIDATI ALLE AMMINISTRATIVE DEL 26 MAGGIO 2029. NON SONO ESCLUSE SORPRESE PER IL COMUNE DI NOLA. SPAZI NON PIÙ DISPONIBILI SULLA SCHEDA ELETTORALE? ECCO COSA FARE

Il curriculum vitae e il casellario giudiziale di tutti i candidati delle 13 liste presentate per le elezioni amministrative del 26 maggio devono essere disponibili online per la consultazione dei cittadini. Obbligo della legge entrata in vigore nel gennaio scorsi denominata”Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione nonché in materia di prescrizione di reato in materia di trasparenza dei partiti, movimenti e liste civiche. La norma prevede la pubblicazione entro il quattordicesimo giorno della data delle elezioni(12 maggio). La legge oltre agli obblighi per le singole liste impone anche i Comuni di pubblicare sul proprio sito curriculum vitae e certificati in una sezione denominata “Elezioni Trasparenti” il termine ultimo in questo caso è una settimana prima delle elezioni (20 maggio). La normativa sebbene non preveda esclusioni di liste o singoli candidati in caso di inadempimenti impone sanzioni da 12 mila a 120 mila euro. Al momento topo secret sui curriculum e certificati, ma non si escludono sorprese clamorose. Per coloro che hanno esaurito gli spazi disponibili sulla tessera elettorale per il rinnovo è necessario che l’interessato presenti richiesta all’ufficio elettorale del Comune esibendo la tessera e un documento d’identità. In caso di smarrimenti della tessera occorre richiedere il duplicato all ufficio elettorale con copia della denuncia di smarrimento presentata ai competenti uffici di Pubblica Sicurezza. Intanto l’ufficio Elettorale sta provvedendo a sostituire i presidenti di seggio e scrutatori rinunciatari i primi al momento sono cinque mentre gli scrutatori sono più numerosi.

di ra.na.

CACCIA AI “FURBETTI” DEL TICKET AL DISTRETTO SANITARIO DI NOLA

Sono diverse migliaia di raccomandate inviate, dalla direzione amministrativa dell’ASL Napoli 3 Sud ad utenti del distretto sanitario 49 di Nola per non aver pagato il regolare ticket sanitario o meglio per aver beneficiato indebitamente dell’esenzione dal pagamento. Sembra che a pagare i ticket sanitari siano solo i fessi. Quindi anche in Campania e all’ASL Napoli 3 sud (come sta avvenendo in tutta Italia) stop alla sanità goduta dai furbetti spesso (come va di moda a Nola) trattati differentemente da chi vi accede rispettando le regole. Dai controlli effettuati dall’Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza è stato accertato che su un totale di 15.000 esenzioni comprese quelle per patologie rilasciate dal distretto sanitario 49 di Nola su una utenza di 107.000 abitanti circa un terzo godevano di una situazione economica ben al di sopra dei limiti previsti per l’esenzione dal pagamento dei ticket sanitari, usufruendo così indebitamente dell’agevolazione a fronte degli esami clinici ricevuti presso strutture pubbliche o convenzionate per un importo di diverse centinaia di migliaia di euro. Le somme da recuperare vanno da 20 a 2.500 euro. Gli avvisi sono partiti il 30 aprile e riguardino il periodo 2010-2017.I furbetti avranno 180 giorni per pagare. Le somme al momento non sono rateizzabili. Sono centinaia che ogni giorno si recano dai quattordici comuni del nolano agli stessi sportelli(stessi impiegati) dove hanno presentato le autocertificazioni entro il 31 marzo chiedendo spiegazioni in merito e capire come procedere. In caso di mancato pagamento nei sei mesi le somme saranno messe a ruolo dall’Equitalia avendo la direzione amministrativa firmato una convenzione con stessa. Solo allora è possibile chiedere all’Equitalia la reatizzazione, ovviamente pagando le sanzioni. Non sono pochi quelli che hanno rinunciato all’estensione presentata entro il 31 marzo scorso consapevoli che la “pacchia” del furbetto è finita. I comuni che fanno parte del distretto sanitario 49: Nola, Cimitile, Camposano, Cicciano, Roccarainola, Carbonara, Casamarciano, Comiziano, Liveri, Saviano, Scisciano, S. Paolo Belsito, Tufino, Visciano.

di ra.na.

Nola. Comunali, Gianluca Napolitano (Nola democratica – con Gaetano Minieri sindaco): “Ora sta a tutti noi cambiare, abbiamo una grande occasione per ripulire l’aria e amministrare davvero”

In vista dell’appuntamento elettorale di domenica 26 maggio, Gianluca Napolitano, candidato di ‘Nola democratica’ a sostegno di Gaetano Minieri sindaco, lancia il suo appello alla partecipazione dei cittadini.

“È stata una campagna elettorale confusa, in cui però siamo stati doverosamente presenti in tutte le aree della città, dal centro storico alle periferie, fino alle frazioni. Sappiamo bene in quale incredibile situazione ci troviamo – sottolinea Gianluca Napolitano – le casse comunali sono state lasciate sull’orlo del dissesto con un disavanzo accertato di oltre 33 milioni di euro, mille euro per abitante, neonati inclusi. Tagliati i fondi per i già pochi servizi pubblici, mentre sono innalzate al massimo le aliquote di tutti i tributi locali: è giusto che siano i cittadini a dover pagare i guai commessi? A subirne le immediate conseguenze perfino i bambini dell’asilo nido. Respiriamo aria inquinata con concentrazioni record di polveri sottili, grazie alla gestione Gori paghiamo le tariffe più alte d’Italia in cambio di un servizio indecente, la raccolta differenziata dei rifiuti fa pena e le percentuali sono in costante diminuzione, la manutenzione ordinaria è inesistente, le scuole cadono a pezzi, le strade sono sporche e dissestate, basta un po’ di pioggia per vederle allagate.

Mentre il raddoppio dell’area di sviluppo industriale toglie ancora suolo prezioso alla fertilissima piana di Boscofangone per far spazio a speculazioni e cementificazioni che non creano lavoro vero per i tanti disoccupati e precari. La villa comunale, grande polmone verde della città, è rimasta chiusa due anni per un capriccio. Le poche aree verdi vivono nell’abbandono o per la cura volontaria di gruppi di cittadini, nonostante le enormi spese registrate negli ultimi anni. Sulla condizione dei cimiteri meglio stendere un velo pietoso. I beni culturali e archeologici lasciati a loro stessi, il villaggio preistorico interrato, l’anfiteatro chiuso tra le erbacce. La Fondazione Festa dei Gigli senza autonomia e ridotta a ente inutile. La Fondazione Giordano Bruno azzerata.

Nessuna nuova opera pubblica inaugurata, tutti i cantieri bloccati. Lo scheletro del Museo della cartapesta in Piazza d’Armi grida ancora vendetta, il parco archeologico urbano – inaugurato due volte – mai aperto alla cittadinanza. Nei rioni popolari, tra le abitazioni fatiscenti, il degrado ha preso il sopravvento. Un disastro. Ora sta a tutti noi cambiare, abbiamo una grande occasione per ripulire l’aria e amministrare davvero”.

Navigazione articolo