ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “Mag 10, 2019”

Nola. Comunali: ecco come sarà la scheda elettorale e come si vota, ammesso il voto disgiunto

L’elettore si troverà davanti una scheda con i nomi dei candidati sindaci. Accanto al nome di ogni candidato sindaco ci sono i simboli di una o più liste che lo appoggiano. Accanto al simbolo di ogni lista c’è infine lo spazio per indicare eventualmente al massimo due preferenze. Se si indicano due preferenze devono essere di genere diverso, altrimenti la seconda preferenza viene annullata.

Tre opzioni per l’elettore
L’elettore ha tre opzioni. Nel caso voglia votare per un candidato sindaco ma non per uno dei partiti, può tracciare un segno solo sul nome del candidato sindaco: in questo caso il voto va solo al candidato sindaco e non anche alla lista. Si può anche tracciare un segno solo sul simbolo della lista: in questo caso però il voto è attribuito sia alla lista che al candidato sindaco. Oppure si può tracciare un simbolo sia sul nome del candidato sindaco che su una delle liste che lo appoggiano.

Il voto disgiunto
È possibile anche votare per un candidato sindaco una lista collegata a un candidato sindaco diverso (il cosiddetto voto disgiunto).

Si vota domenica 26 maggio 2019 dalle ore 07:00 alle ore 23:00.

SCONCERTO, DELUSIONE E RABBIA PER L’ENNESIMO FURTO AL CIMITERO DI NOLA

Ennesimo furto al Cimitero di Nola questa notte, è il quarto negli ultimi quindici giorni. Un gruppo di delinquenti sarebbe riuscito ad introdursi all’interno del Cimitero rubando vasi di rame e oggetti in ottone dalle lapidi e cappelle. Sconcerto, delusione e rabbia dei cittadini perché i furti sono provocati da una totale assenza di qualsiasi forma di sicurezza. Basti pensare che solo un breve tratto è videoservegliata, tutti i furti sono consumati nell’indifferenza degli organi preposti alla sorveglianza, la ditta affidataria del servizio di manutenzione e custodia si limita a segnalare, all’ufficio comunale, il furto a tumulazione avvenuta.

“E una vergogna – sbotta una donna in preghiera sulla tomba del marito – hanno agito di nuovo gli sciacalli”. Non sono serviti a nulla né le firme raccolte (oltre duecento) per chiedere maggiori controlli contro i furti né gli appelli ai politici impegnati in campagna elettorale di don Antonio Spadafora, parroco della Chiesa all’interno del Cimitero, domenica scorsa alla benedizione della Statua di cartapesta restaurata a cura di un gruppo di fedeli, ad avere un occhio di riguardo per un luogo sacro. Ormai sono anni che il Cimitero di Nola vive in un degrado diffuso; fogne parzialmente funzionanti; ancora molte le cappelle (specialmente nella parte vecchia del Cimitero) non complete nell’indifferenza da anni dell’amministrazione comunale che non impone l’esecuzione dei lavori; l’urgente impermeabilizzazione dell’area sovrastante l’ossario per le continue infiltrazioni di acqua. La casa dei nostri defunti merita un’accoglienza e un’ospitalita’ degna della loro memoria e di un paese civile. Urge un risanamento ambientale, lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria e il pieno funzionamento dei servizi.

di ra.na.

NOLA. AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA DIREZIONE LAVORI E COORDINATORE DELLA SICUREZZA FOGNE DI PIAZZOLLA, ANCORA LONTANA LA RIPRESA DEL 2° LOTTO DEI LAVORI

Sono stati rettificati sia l’importo dell’aggiudicazione in via definitiva per il servizio di direzione lavori che per il coordinamento della sicurezza per le fogne di Piazzolla (2° lotto). La direzione dei lavori, aggiudicata al raggruppamento temporaneo di professionisti Nola-Associati con a capo l’ing. Ettore Bruno con sede ad Aversa, inizialmente per un importo di € 66.342,34 oltre cassa previdenziale 4% ed Iva 22%, a seguito di verifica il calcolo del compenso professionale è risultato pari ad € 76.243,29 oltre cassa e IVA, mentre il servizio di coordinamento della sicurezza è stato assegnato al raggruppamento temporaneo di professionisti ing. Fabio e Pierluca Mastellone di Castelvetere, anche in questo caso inizialmente per un importo pari ad € 34.612,09 oltre cassa previdenziale ed Iva ed anche qui dalla verifica l’aggiudicazione definitiva è stata di € 38.167,89 oltre cassa e Iva.

Una rettifica doverosa nei confronti dei professionisti, ma la storia delle fogne di Piazzolla continua ad essere triste e vera. Dalla rescissione contrattuale alla ICOOP-IMPREGIVI del 7 marzo 2017 all’affidamento del secondo lotto (€ 5.407.032,42) del 29 dicembre 2017 alla Tecnoscavi srl – Idilgeo srl – Anc costruzioni, a distanza di circa 18 mesi non si riesce a risolvere lo sblocco dei lavori. Si dice sempre che si è in attesa di una riunione operativa con la Regione Campania relativa all’Alveo Quindici in quanto la fogna delle acque bianche deve sversare come recapito finale nei Regi Lagni ed attualmente le anomalie progettuali relative alle quote tra Alveo Quindici e fogne non consentirebbero, una volta ultimati i lavori, lo sversamento delle acque bianche dal collettore di San Gennaro nell’Alveo Quindici.

Una situazione surreale che vanifica tutti gli sforzi fatti per dare vivibilità ad un’area soggetta ad allagamenti e disagi di ogni genere. Intanto il 26 maggio si vota per il rinnovo del Consiglio comunale.

di ra.na.

Casamarciano. Scenari al Plesco: domenica in scena lo jazz con Fabrizio Bosso ed il Freedom jazz trio

Le forze di tre solisti racchiuse in un gruppo stabile e coeso con un ospite d’eccezione. Fabrizio Bozzo con il Freedom jazz trio sarà in scena domenica 12 maggio a Casamarciano. L’iniziativa rientra nell’ambito degli appuntamenti di “Scenari al Plesco”, la rassegna teatrale promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Andrea Manzi. L’appuntamento è per le ore 19.00 nel suggestivo complesso Badiale. Il trombettista Fabrizio Bosso è il solista tra i più richiesti del jazz italiano, presente in infinite collaborazioni tutte ad altissimi livelli, anche nel campo della musica pop (note le sue collaborazioni con Mina, Cammariere, Mario Biondi, Capossela, tra i tanti). Il trio da tempo vanta una frequentazione delle platee nazionali appassionate di jazz, affiancando di volta in volta, anche stabilmente, i nomi più prestigiosi del panorama musicale italiano, tra i quali Pietro Condorelli, Emanuele Cisi, Pietro Tonolo, Fabio Morgera, Maurizio Giammarco, Gabriele Mirabassi, Rosario Giuliani e Marco Tamburini. Il repertorio che proporranno è costituito quasi esclusivamente di composizioni originali tratte dai lavori discografici di ognuno dei componenti (tra cui l’ultimo del pianista Lello Petrarca, dal titolo “Reflections”), nei cui mood aleggia lo “spettro” sia di reminiscenze coltraniane ma anche di atmosfere mediterranee e classiche, con spesso uno sfondo melodico di ispirazione inevitabilmente partenopea.

“Scenari al Plesco apre al jazz con uno spettacolo musicale particolare ma al tempo stesso carico di emozioni – spiega il sindaco Andrea Manzi – Una sperimentazione voluta per rendere questa rassegna ancor più interessante e ricca di nuovi stimoli anche in vista del festival di settembre”.

Spazio 5 Stelle di San Paolo Bel sito, oggi alle 19 incontro formativo sul funzionamento della macchina comunale

Navigazione articolo