ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivi per il mese di “gennaio, 2018”

NOLA. LE CRITICITA’ DI VIA SAN GENNARO E VIA NAPOLI APPRODANO IN CONSIGLIO COMUNALE, OGGI ALLE 16:30

E’ stato convocato in sessione straordinaria il Consiglio comunale per oggi, mercoledì 31 gennaio 2018, alle ore 16:30 per la discussione sulle criticità presenti su strade in frazione di Piazzolla di Nola, con particolare riferimento a via Napoli e via S Gennaro – discussione e determinazioni prot. 1550 del 15 gennaio 2018 – e problematiche di sicurezza stradale ed igienico-sanitarie legate allo stato di degrado delle strade cittadine – prot. 1569 del 15 01 2018. A richiedere la discussione sui due capi il sindaco Geremia Biancardi, che relazionerà sui provvedimenti che l’amministrazione comunale attuerà per eliminare le criticità presenti.

Gli altri capi all’ordine del giorno riguarderanno l’approvazione della relazione per l’aggiornamento PTPC e PIT – aggiornamento 2018/2020; 4 capo approvazione atti finalizzati alla concessione a terzi gestione immobile di proprietà del Comune sito nel Rione Gescal – via Crocifisso e denominato “Auditorium” – Sala Conferenza nell’ambito dei contratti di quartiere – Proposta al Consiglio comunale.

Intanto le voci del Palazzo danno per imminente, appena dopo il Consiglio comunale, una rimodulazione degli incarichi assessoriali. Il sindaco Geremia Biancardi si è dichiarato disponibile a redistribuire le numerose deleghe che attualmente detiene da oltre un anno, tra cui Urbanistica, LL.PP., Pubblica Istruzione, Risorse Umane, Avvocatura e Edilizia Scolastica.

Quali siano le deleghe ed a quali assessori verranno attribuite, al momento top secret. Non è escluso che ci possa essere anche la rotazione del vice-sindaco. Sicuramente ad un anno dal rinnovo del Consiglio comunale la quadra ci sarà, anche perché appena dopo le elezioni politiche del 4 marzo 2018 si inizierà a discutere del successore del sindaco Biancardi, non più candidabile perché al secondo mandato.

di ra.na.

Cultura: a Nola il libro di Pino Imperatore, l’appuntamento è per le 18,30 di venerdì 2 febbraio nei locali di yesHome

Sarà lo scrittore napoletano Pino Imperatore l’ospite del salotto culturale del circolo Passepartout e del gruppo Napolitano case. L’appuntamento è per le 18,30 di venerdì 2 febbraio nei locali dell’agenzia yesHome di via San Massimo. Per l’occasione Imperatore presenterà il suo ultimo lavoro letterario “Allah, San Gennaro e i tre kamikaze” raccontando l’importanza dell’integrazione e della tolleranza, contrapponendo al fanatismo e all’odio le armi irrinunciabili dell’umorismo e dell’ironia. L’evento vedrà la partecipazione dell’attore Gennaro Caliendo che interpreterà alcuni brani del testo.

“Siamo felici del ritorno a Nola di Pino Imperatore – spiega la referente letteraria di Passepartout, Rosa Barone – Conoscere la cultura napoletana attraverso l’umorismo senza però mai tralasciare i veri temi di attualità è una grande prerogativa che in Pino trova la sua massima espressione”.

“yesHome apre le porte di casa alla cultura partenopea verace ospitando una delle penne più pungenti ed ironiche del panorama letterario italiano – evidenzia l’imprenditore Francesco Napolitano – Un modo per ringraziare i nostri clienti e quanti, come noi, credono fortemente nel concetto di condivisione che portiamo avanti anche in termini aziendali con la realizzazione, a breve, di uno dei principali interventi di cohousing che ci vedrà protagonisti sul territorio. Mettiamo a disposizione gli strumenti per attuare idee e proposte innovative”.

Marigliano, Comitato civico contro consigliere Esposito: “Sostiene gli aumenti tariffari e tradisce il vincolo di mandato avuto dal Consiglio comunale”

E’ durissima la nota del Comitato per l’acqua bene comune di Marigliano contro l’atteggiamento di Vincenzo Esposito, rappresentante dell’amministrazione comunale nell’Ente Idrico Campano, dichiaratamente a sostegno della Gori.

Il 24 gennaio si è tenuta a Napoli l’assemblea del Consiglio di Distretto Sarnese-Vesuviano. All’ordine del giorno il funzionamento dell’Ente Idrico Campano con riferimento alle partite pregresse e gli aumenti tariffari 2012 – 2015 di cui la rete dei sindaci chiede da tempo l’annullamento definitivo nonché il vergognoso decreto del Ministro Padoan che autorizza GORI all’emissione di ingiunzioni fiscali, equiparando la GORI a un Ente Pubblico, rispetto al quale la rete dei sindaci per l’acqua pubblica ha presentato una mozione con richiesta di sospensione immediata delle ingiunzioni.

Incredibilmente e nonostante il voto unanime di Marigliano del consiglio comunale (delibera N°33 del 05.07.2017), che impegnava il suo rappresentante a votare per l’annullamento degli aumenti tariffari e delle partite pregresse, Vincenzo Esposito ha bloccato la discussione delle mozioni facendo ostruzionismo teso nella sostanza a difendere le posizioni della GORI in aperto contrasto con i rappresentanti della rete dei sindaci per l’acqua pubblica.

La mozione sulle partite pregresse e aumenti tariffari 2012 – 2015 chiedeva semplicemente di dar seguito alla legge regionale 15/2015 e all’ordinanza del Consiglio di Stato che demandava all’Ente Idrico la decisione finale sulle stesse, discussione finora impedita dai vertici dell’EIC che a distanza di 3 anni dalla legge sul riordino del servizio idrico integrato non ha ancora dato seguito agli obblighi di legge di esprimersi sulle questioni in attesa di una trovare la scappatoia (ai danni dei cittadini) per salvare il carrozzone privato.

La parte più assurda dell’assemblea si è rivelata quando dopo il confronto sulla crisi idrica i Sindaci della rete per l’acqua pubblica hanno avviato la discussione sulle mozioni. Si è accesa la bagarre. Il consigliere Vincenzo Esposito di Marigliano, fino a quel momento silente, si è messo letteralmente di traverso per impedire che si parlasse delle mozioni.

La contrarietà del consigliere Esposito alla discussione si basava del tutto strumentalmente sulla mancata informazione sull’oggetto dell’ordine del giorno, ma la veemenza con cui ha impedito che si arrivasse a dibattere delle mozioni era chiaramente dettata dalla difesa del gestore GORI sulle questioni in aperto contrasto con la volontà espressa dall’Amministrazione di Marigliano di cui dovrebbe essere rappresentante con vincolo di mandato.

Speriamo che il sindaco Carpino prenda atto di tale comportamento e faccia finalmente chiarezza avendo la possibilità di revocargli l’incarico di consigliere, soprattutto nel momento in cui si contrappone così chiaramente alla linea espressa dall’amministrazione di Marigliano.

di Comitato per l’acqua bene comune di Marigliano

POLITICHE 2018. IN CAMPANIA SARANNO ELETTI 60 DEPUTATI E 29 SENATORI, NON E’ AMMESSO IL VOTO DISGIUNTO. SONO QUATTRO IN PROVINCIA DI NAPOLI I COLLEGI UNINOMINALI ALLA CAMERA E DUE I COLLEGI PLURINOMINALI, PER IL SENATO DUE COLLEGI UNINOMINALI ED UN SUPER-COLLEGIO PER IL PLURINOMINALE

La Campania alle elezioni del 4 marzo prossimo eleggerà 60 deputati e 29 senatori- La nostra Regione per la Camera è divisa in due circoscrizioni: Campania 1 raggruppa tutti i Comuni di Napoli e Provincia ed eleggerà 12 deputati con l’uninominale e 20 nel proporzionale. Campania2 che raggruppa i Comuni delle altre quattro province eleggerà 10 deputati con l’uninominale e 10 con il proporzionale.

Per il Senato i collegi uninominali saranno 11, mentre i restanti 18 senatori saranno eletti nei tre collegi plurinominali.

I quattro collegi uninominali della provincia di Napoli per la Camera sono Portici, Torre del Greco, Castellamare di Stabia e Nola.

I Comuni che rientrano nel collegio uninominale di Nola per la Camera dei deputati sono: Carbonara di Nola, Casamarciano, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Nola, Ottaviano, Palma Campania, Poggiomarino, Roccarainola, Sal Gennaro Vesuviano, San Giuseppe Vesuviano San Poalo Belsito, Saviano, Striano, Terzigno, Tufino, Visciano.

Il Collegio n.3 della Camera Plurinominale Campania 1 raggruppa i quattro collegi uninominali di Torre del Greco, Portici, Castellamare di Stabia e Nola; in questo collegio il listino sarà di quattro nomi per ogni partito, ma i deputati da eleggere saranno 6; fin qui la Camera; adesso vediamo il Senato; per il Senato i collegi uninominali sono due Torre del Greco e Portici; il primo accorpa i collegi uninominali della Camera di Torre del Greco e Castellamare di Stabia, mentre il secondo accorpa i collegi uninominali di Portici e Nola.

Mentre il Collegio Plurinominale di Campania 3 al Senato sarà vastissimo perchè inizierà da Portici e finirà a Sapri- Si tratterà di un super-collegio plurinominale che porterà a Palazzo Madama 6 senatori; in pratica ai Comuni dei due collegi uninominali del Senato di Torre del Greco e Portici bisognerà aggiungere i Comuni che rientrano nel collegio uninominale del Senato per Salerno e Battipaglia- In questo collegio il listino sarà di quattro nomi per ogni partito.

Il sistema di voto denominato Rosetallum- bis in onore al deputato Pd Ettore Rosato suo ideatore prevede che il 64% dei parlamentari saranno eletti con il metodo proporzionale ed il restante 36% con quello maggioritario.

I 630 seggi della Camera verranno assegnati tramite 232 collegi uninominali dove il candidato che otterrà più voti sarà eletto.

Il restante dei deputati oltre i 12 della circoscrizione estero verranno pescati dai listini plurinominali riservati alla parte proporzionale. Stessa cosa per il Senato dove per il maggioritario saranno 102 i collegi uninominali, mentre i restanti senatori verranno determinati tramite i listini pluriennali del proporzionale.

Per l’estero al Senato ci sono 6 seggi oltre i sei sentaori a vita.

L’elettore avrà una unica scheda, non è consentito IL VOTO DISGIUNTO.

Ogni elettore dispone di un unico voto da esprimere su una scheda recante il nome del candidato nel collegio uninominale ed il contrassegno della lista o delle liste collegate corredate dei nomi dei candidati nel collegio plurinominale. L’elettore vota il contrassegno della lista prescelta ed il voto è attribuito anche al candidato.

Nei collegi uninominali il seggio è assegnato al candidato che consegue il maggior numero dei voti indipendentemente dal risultato del partito o della coalizione.

Per i seggi da assegnare alle liste nei collegi plurinominali il riparto avviene a livello nazionale, con metodo proporzionale tra le coalizioni di liste e le liste che abbiano superato le soglie di sbarramento.

Per le coalizioni non vengono computati i voti dei partitiu che non hanno superato la soglia dell’1%.

L’assegnazione dei seggi alle liste con metodo proporzionale avviene a livello regionale; accedono al riparto le coalizioni di liste che abbiano ottenuto sul piano nazionale almeno il 10% dei voti validi espressi( ovviamente con esclusione dlle liste al di sotto dell’1%) e le liste che abbiano ottenuto sul piano nazionale almeno il 3% dei voti validi espressi.

di ra.na.

NOLA. IL 31 GENNAIO LA PARROCCHIA DEL CARMINE FESTEGGIA SAN CIRO, IL PROGRAMMA RELIGIOSO

La Parrocchia Maria SS. del Carmine a Nola festeggia San Ciro, il Santo medico guaritore. Una ricorrenza sentita e partecipata in città.

Il programma religioso: lunedì 29 gennaio ore 18:30 S. Messa; ore 19:00 Catechesi sulla santità.

Martedì 30 gennaio ore 07:00 S. Messa, a seguire adorazione dalle ore 07:30 alle ore 11:30 e dalle ore 16:30 alle ore 19:30; ore 19:30 Vespri e Benedizione.

Mercoledì 31 gennaio – Festivita’ di San Ciro – S. Messe ore 07:30 – 09:00 – 10:30 – 18,30 S. Messa celebrata da don Angelo Masullo, assistente diocesano medici cattolici (parteciperanno numerosi medici e operatori sanitari).

Giovedì 1 febbraio ore 19:00 – Conferenza medica da tema “Le vaccinazioni… amiche per la Vita” con la partecipazione del dottore Giuseppe La Rezza, pediatra. Il programma si concluderà con la 40° giornata della vita domenica 4 febbraio.

Durante la festività di San Ciro sarà distribuito il tortano benedetto.

Il parroco don Enrico Tuccillo comunica ai fedeli della Parrocchia che dal 4 novembre sono iniziate le attività oratoriali (calcio, musica, cineforum e teatro).

di ra.na.

ELEZIONI POLITICHE 2018. CANDIDATURE AL FOTOFINISH, IL NOLANO FA EN PLEIN DI SINDACI E CONSIGLIERI COMUNALI

A SORPRESA LORENZO CESA E NUNZIO TESTA (NOI CON L’ITALIA) CANDIDATI AL COLLEGIO UNINOMINALE DI NOLA ALLA CAMERA E SENATO. CAPOLISTA AL COLLEGIO PLURINOMINALE CAMPANIA 3 PER FORZA ITALIA LUIGI CESARO. I CONSIGLIERI COMUNALI DI NOLA MARIA FRANCA TRIPALDI E ANTONIO TUFANO CANDIDATI RISPETTIVAMENTE AL COLLEGIO UNINOMINALE AL SENATO PER LIBERI E UGUALI E AL PLURINOMINALE ALLA CAMERA PER NOI CON L’ITALIA.

Ad meno di un’ora dal termine (ore 20:00 di questa sera) per la presentazione delle liste per le elezioni del rinnovo del Parlamento del 4 marzo 2018, ancora nulla può essere considerato definito. Il lavoro frenetico di composizione delle liste prosegue, almeno fino a quando le stesse non saranno depositate in Corte d’Appello a Napoli, con un crescendo di malumori che potrebbero riservare alla fine tante sorprese.

Mara Carfagna, da sicura candidata al collegio uninominale di Nola per Forza Italia, sarà invece capolista nel collegi plurinominali di Napoli Città e dell’Area Nord della provincia per la Camera dei deputati. Al collegio uninominale di Nola a sorpresa – ultim’ora – arriva Lorenzo Cesa (Noi con l’Italia). Al listino plurinominale alla Camera (Nola – Torre del Greco – Castellamare – Portici) resta saldamente capolista l’on. Paolo Russo. Al Collegio uninominale al Senato per la coalizione di centro-destra c’è sempre per la lista Noi con l’Italia Nunzio Testa (Pomigliano d’Arco, ex deputato NCD), mentre Luigi Cesaro (Forza Italia) sarà capolista al collegio plurinominale Campania 3 al Senato (il mega collegio che va da Nola – Torre del Greco – Portici – Castellamare e l’intera provincia di Salerno). Per il plurinominale collegio Casoria al Senato è presente Giosy Romano (sindaco di Brusciano).

Per il Movimento 5 Stelle al Collegio uninominale di Nola va Silvana Nappi (S. Gennaro Vesuviano), mentre per il collegio uninominale di Nola al Senato Francesco Urraro, attuale presidente dell’Ordine degli Avvocati di Nola. Per il collegio di Casoria (che comprende Marigliano – Pomigliano – Casalnuovo – Acerra) sarà Raffaele Mautone a rappresentare il movimento. Per il plurinominale alla Camera c’è Luigi Gallo e al terzo posto resta Luigi Iovino (S. Paolo Belsito). Per il plurinominale al Senato capeggerà il listino il senatore uscente Sergio Puglia. Collegio Acerra – Pomigliano e’ appannaggio di Luigi Di Maio (candidato premier per il Movimento).

Gli altri candidati dell’area nolana: Fratelli d’Italia il listino al plurinominale alla Camera sarà capeggiato da Carmela Rescigno (Camposano), mentre Potere al Popolo nel plurinominale al quarto posto schiera Onofrio Petillo (Tufino). Liberi e Uguali al collegio uninominale di Nola alla Camera sarà rappresentato da Nicola Montanino (Palma Campania), mentre all’uninominale al Senato primeggia Maria Franca Tripaldi (consigliere comunale di Nola). La Lega di Salvini candida Domenico Bellobuono (Nola). Plurinominale al Senato per Forza Nuova Paolino Tizzano. Per il plurinominale alla Camera per l’UDC troviamo Antonio Tufano (consigliere comunale di Nola) al terzo posto dopo Lorenzo Cesa e Gabriella Fabbrocini (ex candidata regionale). Per il PD – collegio uninominale di Nola – c’e’ Andrea Manzi (sindaco di Casamarciano). Collegio uninominale al Senato (Nola – Portici) Libero D’Angelo, mentre il deputato uscente Massimiliano Manfredi è candidato al Collegio di Casoria – Napoli al terzo posto, dietro Matteo Renzi e Valeria Valente. C’è chi giura che le sorprese non sono ancora finite, ma gli elettori non staranno solo a guardare.

di ra.na.

BAIANO. AGENDA 2018: ALL’”INCONTRO”, FOCUS CON IL “VIAGGIO NELLA COSTITUZIONE” E LE “GIORNATE MEDICHE”

Dalla “Giornata della memoria” alle “Giornate mediche, dalla seconda edizione del Premio “Galante Colucci” per l’assegnazione dei Mai d’Argento”al variegato “Viaggio nella Costituzione. Res publica e territorio”, per chiudere il cerchio con gli appuntamenti con gli autori di opere di narrativa e saggistica e con convegni su tematiche di attualità. E’ il prospetto dell’Agenda delle iniziative programmate dal Circolo “L’Incontro” per il 2018; un ventaglio di proposte delineato dall’assemblea dei soci nel corso della quale è stata approvata all’unanimità la relazione presentata dal Collegio dei revisori dei conti, formato da Carmine Basile, Ugo Cantelmo e Luciano Mascheri che ne ha focalizzato i profili dettagliati per una gestione che vale, in complesso, poco più di sette mila e duecento euro con autofinanziamento basato sulle quote mensili versate dai soci.

La Memoria dell’Olocausto sarà vissuta e ri-visitata nell’attualità entro la prima settimana di febbraio, slittando di alcuni giorni rispetto al 27 gennaio, la ricorrenza canonica designata nel 2005 dall’Assemblea plenaria dell’Organizzazioni delle Nazioni Unite, per alimentare negli uomini e nei popoli il ricordo collettivo dello sterminio di oltre sei milioni di ebrei, rom e zingari, attuato scientificamente nel secondo conflitto mondiale dal sistema totalitario nazionalsocialista; ricordo, da declinare quale monito per il presente, affermando e propugnando la forza morale della convivenza tra tutti i ipopoli, senza alcuna forma di discriminazione etnica, razziale, politica e socio
-economica. A focalizzare le valenze significative della Giornata memoriale della Shoah sarà don Franco Iannone, parroco della Chiesa di San Giovanni Battista, a Quadrelle, direttore dell’Istituto superiore di Scienze religiose “Duns Scoto” e docente nella Facoltà Teologica dell’Italia meridionale a Napoli. Tra le coordinate della “Giornata”, obiettivo mirato sulle leggi razziali promulgate dal regime fascista in Italia nel 1938 . Una legislazione che concorse duramente alle persecuzioni anti-ebraiche e alla Shoah: una pagina fosca e terribile per la storia nazionale.

FESTA VOTIVA DI SANTO STEFANO
ANTEPRIMA DELLE “GIORNATE MEDICHE”

L’anteprima delle “Giornate mediche” coincide, invece, con la celebrazione della Festa votiva del 26 febbraio in onore di Santo Stefano, nell’omonima chiesa parrocchiale con il Concerto pro-Telethon, con l’esibizione di Falko, al … secolo Elia Falco, la celebre “Armonica d’oro”, e Antonio Marotta, virtuoso talento della chitarra e di strumenti a percussione. Dopo la celebrazione eucaristica, alle ore 19,30, i due artisti, docenti di Educazione musicale nell’Istituto comprensivo di Casalnuovo, l’uno avellano e l’altro nolano, con la presentazione di Giusy De Laurentiis proporranno un ricco e gradevole repertorio di composizioni in chiave di modernità e con omaggio alla tradizione della Musica sacra. Nell’ambito del Concerto, sarà presentata dalla dottoressa Teresa Milite la “Giornata mondiale della ricerca scientifica dedicata alle malattie rare”, coincidente con il 28 febbraio.

Nella prima settimana di marzo, appuntamento con la conferenza informativa sulla delicata problematica degli antibiotici resistenti ai batteri e, come tali specie per alcune tipologie, privi di effetti terapeutici; problematica al centro del recente appello-allarme lanciato dall’ Organizzazione sanitaria mondiale. In programma sono gli interventi del dottor Giuseppe Colucci e della dottoressa Teresa Milite. A metà marzo arriva la “Giornata della prevenzione delle malattie cardiovascolari”, con visite gratuite che saranno eseguite nel Circolo “L’Incontro”, i cui locali diventano un mini-Campus della salute con le necessarie e minime attrezzature di base richieste. Le visite cardiologiche, di ecocardiogramma, ecografia ed elettrocardiogramma saranno fornite da tre giovani medici specialisti in Cardiologia- Nicola Virtuoso, Martino Fortunato e Andrea Strianese – operanti in strutture pubbliche, oltre che nella ricerca di livello universitario ed impegnati da alcuni anni nel volontariato civico per l’assistenza medico-sanitaria, con importanti e proficue esperienze realizzate- e proseguono- nei quartieri di Napoli, Salerno e Agropoli. E con la Festa della Primavera altro appuntamento di rilievo, con la cerimonia di premiazione per la seconda edizione del “Galante Colucci” per il conferimento dei Mai d’Argento, il concorso di idee in che coinvolge le comunità scolastiche degli Istituti comprensivi di Avella, Mugnano del Cardinale e Baiano.

Il filo conduttore dell’Agenda-2018 del sodalizio di via Luigi Napolitano sarà il “Viaggio nella Costituzione. Res publica e territorio”. E’ la tematica che scandirà, ad iniziare da marzo, l’intero anno con Focus mirati sull’architettura della Carta fondante dello Stato repubblicano e democratico che celebra i 70 anni di vigenza. Nella sequenza dei Focus saranno impegnati magistrati, parlamentari, esperti di diritto, docenti, sindacalisti, sindaci e amministratori comunali cultori dell’ordinamento costituzionale e delle normative comunitarie europee.

di Geo

Sono Tutti Vaclav! (Fra tanta retorica e tanta umanità)

Chi era Vaclav, al di là delle informazioni biografiche? Chi ha conosciuto e conosceva Vaclav?

Al suo nome sono stati aggiunti tanti aggettivi, “uomo buono”, “uomo semplice”, i più comuni. Si potrebbe anche aggiungere “uomo solo”? “Uomo timido”? Sono tutti aggettivi che cercano di individuare un uomo, cucendogli addosso un vestito che per tanti motivi potrebbe essere quello giusto oppure no.

E allora mi chiedo: se Vaclav, in quel lontano giorno del 2015, non fosse stato aggredito violentemente da figli malati di questa società, ci saremmo accorto della sua esistenza? Quanti Vaclav vivono a Nola senza che la Città lo sappia e se ne interessa? Per ognuno di essi abbiamo bisogno di aggressioni, televisioni, foto sui giornali? Questa è una realtà che si preferisce ignorare, scaricando su quelle poche persone che con immensi sacrifici se ne sono fatto carico e che cercano, oltre al pasto caldo e una doccia, di dare loro un poco di dignità da esseri umani.

Sono persone che fanno parte del nostro contesto, li incontriamo per strada da anni, eppure ci sforziamo di ignorarli, di emarginarli. Basta un pasto caldo per sentirsi parte di una comunità? E pensiamo di aver fatto tutto quello che l’umana misericordia chiede a noi? Costituiscono effettivamente un problema sociale, ma basta togliere le panchine dove sono solito stazionare, per dire abbiamo risolto? Certo non parliamo di “santi”, ognuno di loro si porta dietro un “vissuto”, spesso strano e forse anche pericoloso. Ma perché sono qui? Cosa hanno lasciato? Cosa sperano di ottenere da questa vita così miserabile? E allora tutti a fare a gara per Vaclav in ospedale, salvo dimenticarsene quando viene dimesso. Tutti in chiesa, soprattutto ragazze, ragazzi e donne di una certa età, a pregare davanti alla sua bara. Ma nessuno si è chiesto dove dormiva Vaclav? Dove faceva i suoi bisogni fisiologici, dove si lavava o perché non si lavava? Quando, dopo cinque anni, il progetto Emergenza Inverno è stato abbandonato nessuno ha speso una parola. Chi lo aveva voluto e con tanti sacrifici lo aveva gestito, ha dovuto gettare la spugna, ma chi ne ha pagato il prezzo sono stati i Vaclav del nostro territorio, anche Italiani.

Sono stato in chiesa prima della messa di suffragio a Vaclav, c’era soltanto una donna a vegliare la sua salma. Ho immaginato che fosse sua madre, ma non ho avuto il coraggio di andare via, mi sono fermato oltre quello che avevo deciso, perché non potevo lasciarlo solo. Ho baciato Vaclav nel fargli gli auguri di Natale, gli ho stretto la mano, troppo vigorosamente mi ha fatto notare, a capodanno. L’ho rimproverato quando l’ho ritenuto giusto, lui ha accettato i miei rimproveri perché sapeva che erano interessati. Non è stato un comportamento particolare, non c’era un rapporto speciale, questo è quello che ho fatto e che tanti a Nola fanno. E non solo per lui.

SONO TUTTI VACLAV!

non dimentichiamolo, non possiamo aspettare un gesto di violenza per renderli diversi fra loro. Sono un problema, certo, cerchiamo di affrontarlo senza ipocrisia né buonismo, a loro modo sono una parte di questa Città, ricca di contraddizioni, ma con tanta preziosa umanità.

di Luigi Pappalardo

ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO: ECCO LE CANDIDATURE UFFICIALI DEL PD NELL’AREA NOLANA, NON ANCORA SCIOLTI ALCUNI NODI NEL CENTRO-DESTRA E NEL MOVIMENTO 5 STELLE. TUTTI I PROBABILI CANDIDATI NOLANI NELLE LISTE MINORI

E’ il PD il primo partito ad ufficializzare le candidature nei collegi (uninominali e plurinominali), dopo la lunga notte della direzione nazionale.

Collegio uninominale di Nola alla Camera, per il PD il candidato è Andrea Manzi (sindaco di Casamarciano), mentre per il collegio plurinominale alla Camera (Portici / Castellamare / Torre del Greco e Nola) il listino è capeggiato da Lello Topo (consigliere regionale), seguito da Assunta Tartaglione (segretaria regionale del PD), la quale è candidata anche al collegio Campania 2 Benevento / Avellino (dietro ad Umberto Del Basso De Caro), al terzo posto Elia Gorla. Per il plurinominale al Senato Campania 3 (il mega-collegio che comprende i collegi di Nola, Portici, Castellamare, Torre del Greco e Salerno, arrivando fino a Sapri) sarà l’europarlamentare Gianni Pittella a guidarlo, seguito da Angelica Sommese ed Enzo Amendola. All’uninominale per il collegio di Portici – che comprende anche Nola – il candidato del PD è Libero D’Angelo (al momento illustre sconosciuto).

Per il collegio uninominale alla Camera (Marigliano – Pomigliano – Acerra) il candidato del PD è Antonio Falcone (sindaco di San Vitaliano), mentre per il collegio uninominale al Senato (Pomigliano – Acerra – Casoria) è Francesco Russo. Per il plurinominale al Senato (Marigliano – Pomigliano – Acerra – Casoria – Napoli Nord) a capeggiare sarà Matteo Renzi, seguito da Valeria Valente, il nolano Massimiliano Manfredi e Giovanna Palma.

Andrea Manzi ed Antonio Falcone, due sindaci dell’area nolana impegnati rispettivamente nel collegio di Nola il primo e nel collegio di Pomigliano – Acerra il secondo, avranno un compito non facile, ma certamente non impossibile, perchè dovranno vedersela quasi sicuramente con Mara Carfagna (FI – collegio Nola) e Luigi Di Maio (Movimento 5 Stelle – collegio Pomigliano – Acerra).

Il parlamentare uscente, nolano doc, Massimiliano Manfredi, che fino all’ultimo doveva capeggiare il listino plurinominale alla Camera e rappresentare il territorio nel collegio uninominale, ha avuto assegnata la candidatura nel collegio senatoriale plurinominale di Casoria / Napoli (che tra l’altro comprende Marigliano, Pomigliano, Casalnuovo, Acerra, Casoria) al terzo posto, dietro Matteo Renzi e Valeria Valente.

Fin qui il PD.

Partita ancora aperta invece nel centro-destra e Movimento 5 Stelle. Paolo Russo quasi sicuramente dovrebbe capeggiare il listino plurinominale alla Camera, mentre all’uninominale dovrebbe essere scontata la candidatura di Mara Carfagna. Nel collegio uninominale di Pomigliano – Acerra, al momento resta ferma la candidatura di Vittorio Sgarbi. Forza Italia al Senato nel plurinominale Casoria / Napoli dovrebbe schierare – non capolista – Giosy Romano (attuale sindaco di Brusciano). Comunque è bene chiarire che l’incognita del nuovo sistema elettorale resta la ripartizione dei seggi senatoriali, che avverrà su base regionale.

Intanto nelle liste in quota PD troviamo al collegio di Avellino Giuseppe De Mita (UDC) mentre Gioacchino Alfano (ex NCD) corre nel collegio Napoli S. Carlo Arena.

Un successo per il governatore della Campania Vincenzo De Luca, che è riuscito a piazzare il figlio Piero sia come capolista nel collegio plurinominale di Caserta / Aversa che nel collegio uninominale di Salerno.

Nelle liste minori circolano i nomi di altri candidati nolani: Maria Franca Tripaldi al Senato (non si sa se nel collegio di Nola) con la lista “Liberi e Uguali”; Paolino Tizzano capolista al plurinominale al Senato con Forza Nuova; Saveria Petillo con “Potere al Popolo”; Vincenzo Napolitano con Fratelli d’Italia; Domenico Bellobuono con la Lega di Salvini.

Per il Movimento 5 Stelle restano fermi per il momento i risultati delle parlamentarie, che per il collegio Nola / Torre Del Greco plurinominale alla Camera vede Luigi Gallo capolista, seguito da Teresa Manzo, Luigi Iovino (unico candidato dell’area nolana) e Carmela Di Lauro. Per il Senato Sergio Puglia, Emilia Giordano, Andrea Cioffi e Luisa Angrisani.

Non ancora sciolto il nodo dei collegi uninominali nel Movimento 5 Stelle. Nel collegio di Nola quasi sicuramente avremo un esponente della società civile. I nomi che circolano sono Francesco Urraro e Carmine Sautariello. Non è escluso un out-sider di peso.

di ra.na.

ELEZIONI POLITICHE DEL 4 MARZO 2018: MARA CARFAGNA VS MARIA ELENA BOSCHI O VALERIA FEDELI NEL COLLEGIO UNINOMINALE DI NOLA, LUIGI DI MAIO VS CARLO CALENDA O ANNALISA ALLOCCA E VITTORIO SGARBI NEL COLLEGIO UNINOMINALE DI ACERRA-POMIGLIANO… LUNEDI SAPREMO LA VERITA’!

A poche ore dalla scadenza della presentazione dei candidati per le elezioni del 4 marzo (termine ultimo: domenica 28 gennaio fino a lunedì 29 gennaio ore 20:00), i giochi delle candidature sono ancora freneticamente aperti. Al momento sono sicuri solo i candidati dei collegi plurinominali del Movimento 5 Stelle.

Nel terzo collegio – Campania 1 – che comprende il collegio di Nola capolista, i pentastellati calano Luigi Gallo, seguito da Teresa Manzo, Luigi Iovino (unico candidato dell’area nolana) e Carmela di Lauro, mentre per il Senato a correre sono Sergio Puglia (uscente), Emilia Giordano, Andrea Cioffi e Luisa Angrisani.

Nei prossimi giorni i Cinque Stelle completeranno il quadro definendo le candidature nei collegi uninominali di Camera e Senato dove a Pescara è stato annunciato che si darà ampio spazio a esponenti della società civile. Non è escluso che anche la rappresentanza dell’area nolana possa aumentare con la designazione alla Camera di Francesco Sautariello o di Francesco Urraro.

Per Forza Italia sembra sicura la candidatura nel terzo collegio – Campania 1 – del parlamentare Paolo Russo, capolista nel listino plurinominale, mentre per il collegio uninominale resta ancora altissima la percentuale di Mara Carfagna, ma non sono escluse novità come il sindaco di Liveri Raffaele Coppola o lo stesso Paolo Russo.

Certa e’ anche la candidatura del parlamentare uscente PD Massimiliano Manfredi, sia al collegio uninominale di Nola che come capolista nel listino del plurinominale, anche se la direzione del PD sta valutando per il collegio uninominale di Nola una scelta di livello nazionale da contrapporre a Mara Carfagna (si parla di un ministro donna – Maria Elena Boschi o Valeria Fedeli?). In subordine resta la candidatura del Parlamentare uscente Massimiliano Manfredi, fortemente voluta dal coordinamento dei circoli del nolano. Tra i papabili per il PD anche il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi (listino plurinominale al Senato).

Quasi certa per Forza Italia la candidatura del sindaco di Palma Campania Vincenzo Carbone, molto vicino al parlamentare Russo nel listino del Senato.

Sul versante del collegio Pomigliano-Acerra, la scelta all’uninominale di Luigi di Maio (candidato premier dei 5 Stelle) determinerà per l’intera area nolano-pomiglianese una sorta di baricentro nazionale dell’elezioni del 4 marzo. Le ultime voci danno per Forza Italia nel collegio uninominale la candidatura di Vittorio Sgarbi. Anche il PD sta valutando di candidare un nome di livello nazionale: corre forte la voce dell’attuale Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, conosciuto nell’area nolana per essere stato nel recente passato direttore generale dell’Interporto di Nola, e della 33enne mariglianese Annalisa Allocca, fisica collaboratrice del team che ha vinto il Premio Nobel per l’osservazione delle onde gravitazionali. Al momento sia Calenda che Allocca non hanno accettato l’invito. In caso di rinuncia dei due candidati sembra avere poche speranze la candidatura del presidente del Consiglio comunale di Casalnuovo Giovanni Nappi. Sempre nel PD per il collegio Pomigliano-Acerra corre voce della candidatura del sindaco di S. Vitaliano Antonio Falcone (listino plurinominale Camera); mentre per Forza Italia è sicura la candidatura al Senato del sindaco di Brusciano Giosy Romano.

Il primo incontro elettorale nell’area nolana della Lega di Salvini – “La rivoluzione del buonsenso dall’economia alla pubblica amministrazione” – si è tenuta lunedi scorso presso la Sala del Mutilato a Nola. Le voci danno Domenico Bellobuono, professore a contratto della Federico II, candidato nel listino plurinominale della Lega. Anche Fratelli d’Italia avrà un nome nel listino. Le voci, non confermate, danno la candidatura di Vincenzo Napolitano, che dovrebbe essere presente anche a Roma. Per il movimento “Potere al Popolo” il nome piu’ accreditato è quello di Saveria Petillo.

di ra.na.

Navigazione articolo