ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivi per il mese di “novembre, 2017”

NOLA. SCADE L’11 DICEMBRE ALLE ORE 12:00 LA DOMANDA PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO ECONOMICO PER I SINGOLI CITTADINI E NUCLEI FAMILIARI IN STATO DI DISAGIO ECONOMICO, TUTTI I REQUISITI

Scade l’11 dicembre prossimo la domanda per la richiesta di contributo economico ”straordinario” a favore di singoli cittadini e nuclei familiari in stato di disagio economico ”una tantum” per l’acquisto di beni di prima necessità mediante buoni spesa (voucher) da spendere presso i supermercati del territorio in prossimità del Natale.

La domanda va consegnata a mano presso il protocollo generale del Comune. Il richiedente nella domanda dovrà dichiarare di essere residente a Nola, di avere un valore ISEE in corso di validità fino ad un massimo di € 6.524,57 (minimo vitale). Inoltre dovrà essere allegata alla domanda certificato di disoccupazione, copia del documento di identità (la mancata sottoscrizione esclude il richiedente dal contributo). Le istanze pervenute saranno valutate dal competente ufficio comunale e sulla base della graduatoria approvata verranno erogati i buoni spesa.

Nel 2016 il Comune ha assistito circa 320 nuclei familiari, mentre per questo anno la Giunta Municipale ha previsto (delibera n. 264 del 24.11.2017) una somma complessiva da utilizzare per finanziare l’iniziativa di circa € 60.000,00 per circa 450 beneficiari.

di ra.na.

Brusciano. Sposito: “Amministrazione fallimentare, il sindaco si dimetta per il bene della Città”

Pina Sposito

Le dimissioni del sindaco Giosy Romano quale atto più sensato di questa amministrazione. Lo chiede a gran voce, già da tempo, ribadendolo nel corso dell’ultima seduta di civico consesso, il consigliere di opposizione Pina Sposito. L’assise cittadina era stata convocata, tra l’altro, per la discussione ed approvazione dell’assestamento di bilancio e del bilancio consolidato. Di seguito, riportiamo l’intervento – dichiarazione di voto del consigliere Sposito.

“VOGLIO ESPRIMERE LA MIA DICHIARAZIONE DI VOTO: ringrazio il dirigente del servizio finanziario per la predisposizione del documento ma il mio voto non può che essere contrario per una motivazione certamente politica. Non posso avallare un’amministrazione fallimentare che ci ha portato alla ribalta dei telegiornali nazionali per lo scandalo delle false residenze, con coinvolgimenti di funzionari comunali ed esponenti di primaria rilevanza di questa amministrazione. Questo consiglio comunale è ugualmente colpevole di quanto è successo, vi ricordo che ho presentato una mozione di sfiducia che nessuno ha avuto il coraggio di firmare. Se è successo quanto è successo negli uffici comunali è perché evidentemente chi operava godeva di una velata protezione politica, di una speciale impunità, di una ampia libertà di movimento senza controllo nell’operato e negli orari di lavoro. Come se godessero di un’aurea di legalità scesa dall’alto! Più di 400 pratiche di false residenze con tutte le registrazioni e passaggi nei vari uffici preposti sono passate inosservate! Le tessere elettorali di 400 nominativi atipici non hanno destato l’attenzione e se avessero votato alle varie consultazioni elettorali degli ultimi 5 anni? Esprimo tutta la mia solidarietà ai colleghi onesti del comune di Brusciano ed esprimo tutto il mio apprezzamento per il lavoro onesto svolto. Ma non è finita, Brusciano è diventata invivibile ma quando mai è successo che si spari nelle strade del nostro centro storico? In pieno giorno! Forse il sindaco non vivendo qui non si è accorto di nulla. Siamo agli onori della cronaca tutte le settimane, vuoi per un regolamento di conti tra gente di malaffare vuoi per una bomba a domicilio. Se si cerca Brusciano su Google escono notizie di camorra, di droga, di inciviltà, di accoltellamenti tra ragazzini; nulla sulla festa dei gigli o sulle tanto sbandierate papaccelle. Sfido che il sindaco le conoscesse prima! Questa amministrazione voleva dare una svolta a questo paese, beh non ci è riuscita; anzi è riuscita perfino a far rimpiangere la precedente amministrazione. Così come si accusava la vecchia amministrazione di gestire il Puc come strumento elettorale si fa ora altrettanto con la variante al Puc, un Puc prima definito illegittimo e bloccato per mesi per poi costruirci su una variante. Cosa gravissima non c’è stata alcuna presa di posizione ufficiale come atto di condanna fermo ed autorevole contro i fatti violenti accaduti in paese, nessun consiglio comunale straordinario convocato. Il programma elettorale è stato totalmente disatteso. In campagna elettorale sono state fatte tante belle promesse, doveva essere un comune trasparente e aperto al popolo e invece ci sono due guardie all’ingresso a controllare cosa e chi? I controlli dovevano essere fatti all’interno del comune non ai cittadini che si rivolgono agli uffici per esigenze varie. E invece un intero paese è deluso e non mi riferisco a quanto si scrive sui social; ritengo che l’efficacia di un’amministrazione non si misuri, né con le discussioni sul web, nè con gli apprezzamenti alla persona del sindaco per successi in altri ruoli, da parte di giovani professionisti con incarichi a termine, ma con la soddisfazione silenziosa del popolo. Brusciano e i bruscianesi non si meritano tutto questo, pertanto, oggi invito il sindaco a fare un passo indietro, per il bene del nostro paese SI DIMETTA sarebbe l’atto più sensato di questa amministrazione”.

(red)

NOLA. ENTRO IL 30 NOVEMBRE LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO DOVRANNO FARE RICHIESTA ALL’ASL NAPOLI 3 SUD PER PARTECIPARE AL TAVOLO DI CONCERTAZIONE TRA L’ASL E LE FAMIGLIE CON FIGLI AUTISTICI E DIVERSAMENTE ABILI

L’ASL Napoli 3 Sud istituirà entro i primi mesi dell’anno prossimo il “Centro per l’Autismo”, essendo stato approvato il progetto presentato alla Regione Campania con decreto dirigenziale DG04 n.75 del 18.07.2017.

L’ASL ha inviduato i locali per il centro al primo piano della struttura di Villa delle Terrazze in Torre del Greco. Una decisione ancora una volta lontana oltre sessanta kilomentri dall’area nolana; un grave handicap per le famiglie con figli autistici e diversamente abilidell’area nolana.

Per tale iniziativa la direzione generale dell’ASL ha deciso l’istituzione di un tavolo di partecipazione con associazioni di rappresentanza famiglie disabili e famiglie di autistici.

Le associazioni che intendono partecipare devono far pervenire entro il 30 novembre, ovvero domani, la richiesta a mezzo PEC all’indirizzo relazionipubbliche@pec.aslnapoli3sud.it, la domanda redatta dal legale rappresentante dovrà contenere iscrizione registro regionale di volontariato; statuto associazione; curriculum attività svolta; nome cognome e documento di riconoscimento del legale rappresentante; tutti i contatti telefonici.

di ra.na.

OSPEDALE S. MARIA DELLA PIETA’ DI NOLA, GLI OPERATORI DEL PRONTO SOCCORSO COSTRETTI AD OPERARE TRA LO STUPORE DEI PAZIENTI CON DUE SECCHI AL CENTRO DEL CORRIDOIO PER RACCOGLIERE L’ACQUA PROVENIENTE DAL SOFFITTO

Ancora la F.S.I. (Federazione Sindacale Indipendente) tramite il suo cordinatore aziendale Raffaele Salvatore Ambrosino presso l’Ospedale di Nola a denunciare con una nota durissima ai vertici aziendali una criticità esitente al Pronto Soccorso del nosocomio cittadino.

“Al Pronto Soccorso – sottolinea Ambrosino – da circa una settimana gli operatori sanitari sono costretti a convivere con due secchi al centro del corridoio che raccolgono, anche in questo caso come già avvenuto nei giorni scorsi per le camere operatorie al primo piano, acqua proveniente dal soffitto. Una situazione imbarazzante sia per l’immagine dell’Ospedale ma soprattutto pericolosa per il passaggio di pazienti ed operatori con sedie a rotelle e barelle. Per le sale operatorie – conclude Ambrosino – il problema è stato solo tamponato alla meglio, ma non risolto definitivamente e per il P.S. quando sarà risolto? A questo punto vi chiediamo e ci chiediamo: i collaudi sono stati fatti?”.

di ra.na.

NOLA. BANDO PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE ESECUTIVA E IL COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA DEI LAVORI PER LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO SULL’INTERO TERRITORIO COMUNALE, IMPORTO A BASE D’ASTA € 88.493,96

Con determina dirigenziale n. 329 del 27 ottobre pubblicata all’albo pretorio del Comune il 27 novembre a firma della dirigente ai LL.PP. ed Ambiente Stefania Duraccio ai sensi dell’art. 192 del testo unico enti locali n. 267/200 e dell’art. 32 comma 2 del Dlgs 50 del 18 aprile 2016 si procede alla ricerca di un idoneo professionista per l’affidamento del servizio di progettazione esecutiva e il coordinamento della sicurezza dei lavori per la mitigazione del rischio idrogeologico sull’intero territorio Comunale.

L’affidamento esterno si è reso necessario per l’impossibilità di potersi avvalere all’interno dell’amministrazione di figure professionali idonee.

La somma di €88.493,96 è finanziata dalla Regione Campania con decreto dirigenziale n. 130 del 6 luglio 2017 utilizzando il Fondo di rotazione esistente presso la Regione.

Gli incarichi relativi a servizi tecnici (come nel caso specifico) di importo inferiore ad € 150.000,00 (art. 35 del Dlgs 50/2014) possono essere affidati mediante procedura negoziata previa consultazione ove esistente di almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite albo comunale di professionisti( al comune di Nola esiste un albo di professionisti), nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti.

I requisiti per partecipare al bando: Diploma di laurea in architettura/ ingegneria o di una laurea equipollente che consente l’iscrizione all’albo degli architetti cat. A; Abilitazione all’esercizio professionale; iscrizione albo dei professionisti; requisiti di cui all’articolo 98 del dlgs 81/2008 e s.m.i. 5) di avere svolti incarichi anologhi o assimilati dei lavori in oggetto ed incarichi di coordinamento per la sicurezza per un importo analogo a quello in oggetto; essere in possesso di idonea assicurazione a copertura di rischi professionali.

di ra.na.

Nola, un intero weekend targato Leo nel segno della solidarietà

Un intero weekend targato Leo nel segno della solidarietà. È il club di Nola “Giordano Bruno” guidato da Francesco Napolitano che, lo scorso fine settimana, è sceso in campo a favore dei più bisognosi. Nella giornata di sabato presso il supermercato Auchan del centro servizi Vulcano Buono per la colletta alimentare dove i leoncini hanno raggiunto un vero e proprio record di incassi. Oltre 60 scatoloni di prodotti di prima necessità per adulti e bambini da destinare alle famiglie in difficoltà.

Domenica, invece, i soci si sono ritrovati in piazza Duomo per l’ormai tradizionale vendita dei pandorini il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza. Un impegno su più fronti che vede il club coinvolto non solo nelle occasioni particolari ma anche nel quotidiano con iniziative mirate.

Ultima quella legata alla campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione del diabete con uno stand informativo in piazza Giordano Bruno qualche settimana fa. Un impegno che cresce e che spinge sempre più giovani ad avvicinarsi al sodalizio. L’ultimo “acquisto“ è Carmela Gallucci, brillante professionista che non farà mancare il suo prezioso contributo al club.

di Autilia Napolitano

“Mai più violenza sulle donne” – Gli alunni dell’istituto Leone-Nobile di Nola tra i premiati del concorso della Città metropolitana

Una rosa con i nomi delle donne vittime di violenza recisa dal taglio della vita perduta, a simboleggiare quel diritto violato e brutalmente massacrato. E’ l’immagine ideata dagli alunni dell’istituto scolastico Ambrogio Leone di Nola, guidato dalla dirigente Maria Teresa Palmieri, con cui il plesso ha partecipato al concorso “Mai più violenza sulle donne” promosso dall’Assessorato alle Pari Opportunità della Città metropolitana di Napoli in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne dello scorso 25 novembre.

Una scelta voluta e curata dai ragazzi dell’indirizzo di grafica, frutto di un lavoro intenso di squadra maturato al termine di un percorso educativo sui temi della violenza e dei diritti violati portato avanti dal plesso di via Dei Mille. Per i ragazzi del Leone-Nobile non solo un semplice attestato di partecipazione ma anche un riconoscimento in denaro che potrà essere speso per l’acquisto di materiale utile alle iniziative di grafica, ma soprattutto l’inserimento del lavoro realizzato in un progetto di notevole spessore espressivo. La rosa recisa, infatti, farà da copertina al calendario che sarà stampato e distribuito dalla Città metropolitana di Napoli.

“Un orgoglio per il nostro istituto ma soprattutto una grande gioia che premia l’impegno, e lo studio, dei nostri ragazzi – evidenzia la dirigente Maria Teresa Palmieri – Con il settore grafica, poi, da sempre partecipiamo a progetti di qualità che qualificano l’offerta formativa del plesso rafforzando il legame con i ragazzi. Ed in questa direzione non mancherà mai il nostro contributo, necessario per la crescita sociale e culturale dei giovani”.

di Autilia Napolitano

Incendio Cereria Nappi, condannato il proprietario del capannone industriale. Esulta il Forum Ambiente Area Nolana

Quattro anni e mezzo dopo il 14 luglio 2013, si conclude la vicenda dell’incendio Cereria Nappi, che distrusse l’area PIP di Saviano, localizzata a ridosso dell’abitato di via Polveriera a Nola.

Questa mattina il Tribunale di Nola ha condannato il proprietario del capannone industriale, F.B., a un anno di reclusione e al pagamento delle spese processuali, oltre al risarcimento provvisionale di 50mila euro per la compagnia assicurativa. In precedenza, il proprietario della cereria C.N. era già ricorso al patteggiamento della pena.

Soddisfazione da parte del Forum Ambiente Area Nolana, parte civile nel procedimento penale, che ha ottenuto il riconoscimento del danno ambientale causato dall’incendio. L’enorme rogo fu domato dai Vigili del Fuoco solo dopo una settimana, con esalazioni nocive di fumi durate per oltre un mese, che provocarono sintomi da intossicazione acuta tra i residenti della zona.

L’assenza delle istituzioni ha costretto l’associazione a sostituirsi ad esse, affrontando da sola l’intero iter processuale, incaricando il legale Felice Petillo e l’ingegnere Nello De Sena come consulente tecnico di parte, ottenendo oggi un risultato che poteva essere più incisivo e condiviso.

Sono rimaste, infatti, lettera morta le richieste inoltrate ai Sindaci di Saviano, Carmine Sommese, e di Nola, Geremia Biancardi, a cui il Forum Ambiente chiedeva la loro costituzione di parte civile, in rappresentanza delle comunità locali così gravemente colpite.

Né l’Asl Napoli 3 Sud né le amministrazioni comunali diedero indicazioni alla popolazione sui comportamenti da osservare, se non un banale manifesto a due settimane dall’accaduto. Né tanto meno furono chieste analisi approfondite all’Arpac, se non dietro le pressioni dei residenti e delle associazioni ecologiste. Un’imperdonabile superficialità viste le contraddizioni presenti nelle indagini dell’Arpac, che evidenziarono la presenza di fumo bianco e odore di citronella, elementi in contrasto con la realtà immortalata da foto, video e testimonianze dei residenti.

Concluso il processo, resta in primo piano la questione sanitaria e ambientale. I resti degli stabilimenti incendiati sono, infatti, ancora presenti in loco, nell’attesa di una bonifica. Se non messi adeguatamente in sicurezza e rimossi, questi residui possono avere un grave impatto sull’ambiente e l’incolumità pubblica.

Ad oggi, inoltre, risulta ancora senza esito il procedimento avviato presso la Procura della Repubblica, nato dallo stralcio del processo appena conclusosi. Il suddetto procedimento indaga sul reato di adulterazione colposa di sostanze alimentari (art. 440 del codice penale) e sulle responsabilità del mancato intervento degli organi istituzionali preposti.

Il Forum Ambiente Area Nolana intende continuare a monitorare la vicenda ambientale e l’azione giudiziaria in tutte le sedi, affinché la cittadinanza possa ottenere il giusto risarcimento.

STRANIERO DA CHI?, ASSEMBLEA PUBBLICA DEI GD DELL’AREA A MARIGLIANO

In queste settimane, il dibattito pubblico italiano vede le parti politiche confrontarsi sul tema dello ius culturae, che si inserisce a sua volta nel più ampio ambito delle politiche migratorie.

Le due questioni vengono spesso affrontate con superficialità, ove non con demagogia e toni tutt’altro che pacati. È per questo che i circoli GD di Nola e Marigliano intendono proporre un momento di approfondimento collettivo, che guardi alle questioni di carattere europeo, nazionale e soprattutto locale, analizzando non solo la proposta di riforma delle legge sulla cittadinanza attualmente in discussione al Senato (col serio rischio di non venire approvata entro la fine della legislatura), ma anche la politica di accoglienza sul nostro territorio.

Da questo proposito è nata l’idea di Straniero da chi? È solo questione di gIUStizia e SOLIdarietà. L’evento vuole avere la dimensione di una vera e propria assemblea pubblica: dopo le introduzioni tecniche di Marco Plutino (docente di diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, presidente del comitato Ragione pubblica) e di Marco Iasevoli (giornalista di Avvenire, presidente dell’Azione Cattolica diocesana di Nola), sarà la volta dei rappresentanti di associazioni politiche e culturali da sempre impegnate nel territorio sul versante dell’accoglienza e integrazione dei migranti, non ultima la recente campagna Ero straniero (tra le altre ACLI, ARCI, Radicali Italiani, Emergency, Ass. Mandè, Nova Koinè, GD Napoli e della Campania) nel portare la testimonianza delle proprie esperienze, per poi lasciare lo spazio ai racconti, alle impressioni, alle idee di chiunque vorrà partecipare al dibattito. Modererà Vito Lombardi (presidente del Consiglio comunale di Marigliano).

L’appuntamento è per il 30 novembre, alle ore 19.00 presso il Centro polifunzionale – Ex chalet della Villa Comunale di Marigliano, corso Umberto I.

Maggiori informazioni sul link all’evento fb (https://www.facebook.com/events/305608303271082/307290146436231/).

“Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri, allora io dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dallaltro. Gli uni son la mia Patria, gli altri i miei stranieri” (don Lorenzo Milani).

NOLA. NEW LOOK PER LO SPARTITRAFFICO DI VIA ON. FRANCESCO NAPOLITANO

Operazione ”restyling” dello spartitraffico centrale in via on. Francesco Napolitano a Nola, tratto Circumvesuviana, all’incrocio di via A. Laterizio (complessivamente 180 metri). I lavori consisteranno nella rimozione delle vecchie fioriere non a norma per la sicurezza del traffico con l’installazione di due cordoli in pietra lavica da 90 metri cadauno, con al centro un’aiuola. Se le condizioni meteorologiche saranno favorevoli, il cantiere durerà al massimo una decina di giorni.

“Sto cercando di accellerare i tempi – sottolinea il titolare della ditta affidataria dei lavori Santino Marotta – per ridurre al minimo i disagi dei residenti e degli automobilisti. Molto probabilmente, condizioni meteo permettendo, entro la fine della prossima settimana i lavori saranno conclusi e la zona potrà avere uno spartitraffico in sicurezza con segnaletica luminosa verticale ed orizzontale”.

di ra.na.

Navigazione articolo