ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “gennaio 19, 2017”

NOLA. GIUSEPPE SAVOIA RINUNCIA ALL’INCARICO DI DIRIGENTE ALL’URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO, POLEMICA SULLA PROROGA DELLA SCADENZA DELL’AVVISO PUBBLICO AL 16 GENNAIO PUBBLICATO SUL SITO ISTITUZIONALE GIOVEDI’ 12

Tutto da rifare per la nomina del nuovo dirigente a tempo determinato a supporto del settore 5- Urbanistica- Edilizia e Assetto del Territorio a seguito della rinuncia dell’ing. Giuseppe Savo…

Sorgente: NOLA. GIUSEPPE SAVOIA RINUNCIA ALL’INCARICO DI DIRIGENTE ALL’URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO, POLEMICA SULLA PROROGA DELLA SCADENZA DELL’AVVISO PUBBLICO AL 16 GENNAIO PUBBLICATO SUL SITO ISTITUZIONALE GIOVEDI’ 12

NOLA. GIUSEPPE SAVOIA RINUNCIA ALL’INCARICO DI DIRIGENTE ALL’URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO, POLEMICA SULLA PROROGA DELLA SCADENZA DELL’AVVISO PUBBLICO AL 16 GENNAIO PUBBLICATO SUL SITO ISTITUZIONALE GIOVEDI’ 12

ambulanza al comune di nolaTutto da rifare per la nomina del nuovo dirigente a tempo determinato a supporto del settore 5- Urbanistica- Edilizia e Assetto del Territorio a seguito della rinuncia dell’ing. Giuseppe Savoia nominato con decreto sindacale il 12 dicembre scorso; l’ing. Giuseppe Savoia si era classificato primo alla selezione per titoli e colloquio motivazionale.
Essendo il procedimento selettivo concluso , per la ricerca di un nuovo dirigente si è reso necessario un nuovo avviso pubblico di selezione per titoli e colloquio motivazionale.
Sul sito del Comune il nuovo avviso pubblico; l’incarico sarà conferito dal sindaco , sempre con decreto, a favore del candidato che avrà ottenuto il maggiore punteggio complessivo.
I requisiti: cittadinanza italiana, godimento dei diritti politici, immunità da condanne penali che escludono l’elettorato attivo e passivo; assenza di procedimenti penali in corso preclusivi dell’accesso al pubblico impiego; immunità da provvedimenti di destituzione o decadenza dell’impiego presso una pubblica amministrazione; assenza di condizioni di incompatibilità ovvero do incoferibilità di incarichi a livello dirigenziale; e di essere in possesso del titolo di studio di laurea specilalistica o magistrale, ciclo completo in ingegneria o architettura ; infine di avere prestato per almeno 5 anni , anche non continuativi, servizio presso una pubblica amministrazione.
la domanda di ammissione redatta in carta semplice deve essere indirizzata al Comune di Nola- servizio Staff Gestione Risorse umane- Piazza Duomo n.1 80035 Nola mediante presentazione diretta all’ufficio protocollo del Comune, raccomandata postale con avviso di ricevimento o inviandola dalla propria casella PEC all’indirizzo comunedinola@pec.comune,nola.na.it. con scadenza il 9 gennaio scorso è stata, giovedì 12 gennaio, prorogata a lunedì 16 gennaio 2017 per le domande presentate a mezzo raccomandate postali o a mano al protocollo generale, mentre per quelle presentate a mezzo posta certficiata alle ore 24,00 dello stesso giorno.
Sempre nell’avviso di proroga si legge che entro gli stessi termini è ammessa anche l’integrazione delle domande già presentate.
La proroga ( si legge nell’avviso pubblicato sul sito) si è resa necessaria a causa di due eventi che hanno impedito la corretta definizione del procedimento legato alla presentazione delle domande di ammissione: in primis l’ordinanza sindacale adottata in mattinata del 9 gennaio di chiusura degli uffici comunali causa mancanza idrica che di fatto ha potuto ingenerare la non materiale presentazione dei plichi per le domande presentate a mano , per il malfunzionamento della casella istituzionale di posta elettronica certificata che ha pregiudicato la ricezione delle domande; infine una terza causa anche le numerose richieste di chiarimenti pervenute circa la tipologia dei servizi valutabili.
Una proroga ritenuta illegittima essendo arrivata dopo la scadenza dell’avviso pubblico che sta creando rumors e polemiche tra coloro che hanno presentato la domanda nei termini.

di ra.na.

Gigli di Nola: in mostra i sentimenti. Giovedì 26 gennaio la cerimonia di presentazione

chiesa-ss-apostoli-nolaQuindici scatti che raccontano la millenaria tradizione dei Gigli di Nola: saranno presentati alle 18:30 di giovedì 26 gennaio nel convento di Santo Spirito di via Merliano durante l’apertura della mostra fotografica promossa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Geremia Biancardi ed organizzata dall’assessore alla Cultura Cinzia Trinchese. “Anime salde” è il titolo dell’iniziativa curata da Rita Alessandra Fusco e che negli scatti del fotografo di origini nolane Francesco Napolitano rappresenta una realtà diversa, legata al mondo delle macchine da festa. Ad emergere, infatti, non è lo spettacolo, né la forza nelle spalle, ma i sentimenti. Ansie, preoccupazioni, passione e nostalgie diventano protagoniste di un percorso intimo fatto di memoria e speranza che si legge nei volti e negli sguardi dei personaggi di volta in volta raccontati.

“Anime salde – ha spiegato Rita Alessandra Fusco – è una mostra che nasce dalla volontà di voler raccontare un altro punto di vista. Un’altra festa che esiste ma che non sempre riusciamo a scorgere; quell’intimità partecipata che vive sotto pelle ed in ciascuno di noi proponendo un vero e proprio Umanesimo contemporaneo che si rinnova, dove ogni elemento folkloristico ed ogni sentimento umano, viene disegnato nei particolari”.

“Vedere i giovani al centro di iniziative qualificanti e che manifestano con azioni, e non con le semplici parole, il loro interesse nei confronti della città è motivo di grande orgoglio – ha dichiarato l’assessore alla cultura Cinzia Trinchese – Anime salde a mio avviso, non è una semplice galleria di scatti ma una vera e propria testimonianza di cultura, fede e folklore che ci offre l’occasione di conoscere l’altra faccia della Festa, quella vera del popolo che aspetta e partecipa. E la scelta di presentare queste immagini in un periodo diverso da giugno, mese dedicato ai Gigli, ne rafforza il valore testimoniandone il veicolo naturale di una festa eterna che nasce quando muore”.

La mostra si avvale anche del patrocinio della fondazione Festa dei Gigli e resterà aperta al pubblico fino al 9 febbraio con i seguenti orari:

dal lunedì al venerdì 8/14; il martedì ed il giovedì anche dalle 15:30 alle 18:30.

Sabato e domenica: 10/12 e 17/20

IL GOVERNATORE DE LUCA ANNUNCIA LA COSTRUZIONE DI 25 NUOVI IMPIANTI DI COMPOSTAGGIO IN CAMPANIA: DUE IMPIANTI ANCHE NELL’AREA NOLANO-VESUVIANA, UNO A POMIGLIANO D’ARCO ED UN ALTRO A MARIGLIANO. UN TERZO ALLO STIR DI TUFINO

vincenzo-de-lucaA mandare in tilt negli ultimi tempi la raccolta differenziata non solo nella provincia di Napoli è il conferimento della frazione umida a causa della mancanza degli impianti di compostaggio.

In Campania l’unico impianto di compostaggio attivo è quello di Salerno, insufficiente per accogliere la frazione organica di tutti Comuni della Campania.

Negli ultimi tempi anche la nostra Città sta vivendo un momento drammatico per le difficoltà dello smaltimento della frazione umida.

Ad annunciare la costruzione in Campania di ben 25 nuovi siti di impianti di compostaggio è il presidente Vincenzo De Luca. Due dei venticinque impianti saranno costruiti nell’area nolano-vesuviana (Pomigliano d’Arco e Marigliano) oltre ad un terzo presso lo Stir di Tufino.

“La costruzione dei nuovi impianti – ha sottolineato il governatore De Luca – è importante per l’applicazione del nuovo piano rifiuti della regione Campania. Nei piani della regione non c’è alcuna ipotesi di costruzione di nuovi termovalorizzatori. Dobbiamo lavorare – continua De Luca – 800/900 mila tonnellate di umido, che oggi vengono portati fuori regione a spese dei cittadini. Negli Stir il compostaggio si avvierà già da quest’anno. Per mesi – ha concluso De Luca – c’è stata la ricerca del consenso dei comuni e ora partiamo. Dalla prossima settimana si avvieranno riunioni con tutti i comuni interessati per sciogliere il nodo delle gare. In caso di difficoltà dei comuni sarà la regione a supportarli sia per i progetti che per le gare”.

Ci piace ricordare che anche Nola nel 2006/2007, con l’allora sindaco Felice Napolitano, ebbe finanziato dalla regione Campania per oltre cinque milioni di euro un progetto per la costruzione di un impianto di compostaggio nella zona di Polvica (località Barbella), ma l’impianto non fu mai realizzato, nonostante fosse stato approvato il progetto esecutivo, per una sommossa dei cittadini di Polvica che ritenevano l’impianto inquinante. L’amministrazione cercò di spostare l’impianto in un’altra zona della città (via Nola – S. Gennaro), purtroppo anche quì violentissime ed accesissime proteste dei cittadini fecero accontonare definitivamente il progetto.

di ra.na.

Navigazione articolo