ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “febbraio 16, 2016”

NOLA. LE PROMESSE DA MARINAIO DELLA GORI SPA

Alcuni anni fa la GORI SPA, società a capitale misto pubblico-privato che gestisce il servizio idrico della città di Nola e dei 76 comuni dell’ex Ato3 Campania, si era impegnata a ripristinare tutte le fontanine pubbliche, da anni la maggior parte fuori uso.

Le nostre fontanine sono centenarie e ci ricordano che l’amministrazione locale della città di Nola fino agli anni ’70 distribuiva a tutti i residenti acqua di qualità proveniente dalla fonte del Serino; infatti basta leggere alla base di ogni fontanina la scritta “SERINO”.

Quel progetto è rimasto carta straccia. Proprio alcuni giorni fa gli addetti ai lavori occasionali, una trentina di persone che l’amministrazione comunale utilizza per lavori di pitturazione, giardinaggio, manutenzione stradale e affissione, hanno iniziato a ripristinare le fontanine sparse sul territorio. Un lavoro egregio, che secondo noi deve essere addebbitato alla GORI.

Ci siamo rivolti all’ufficio tecnico del comune per chiedere i motivi della mancata realizzazione del progetto da parte della GORI e del perchè negli anni i rubinetti delle fontanine sono stati lasciati gocciolare nell’indifferenza più totale. Molto spesso il beccuccio di distribuzione veniva tolto o sostituito dalla squadra di manutenzione del comune.

Ebbene, sorpresa delle sorprese, il tecnico comunale, l’architetto Giovanni Caliendo, ha chiamato telefonicamente il responsabile della GORI, il quale ha tenuto a sottolineare che le fontanine sono patrimonio comunale (probabilmente una dimenticanza dell’allora sub-commissario straordinario prefettizio, che curò il trasferimento della rete idrica e fognaria dal comune alla GORi nel 2004), la cui manutenzione spetta all’amministrazione comunale. Anzi, ha aggiunto che, attualmente, le dodici fontanine sono tutte provviste di un contatore intestato al comune per la determinazione dei consumi.

Top-secret sui consumi ed il pagamento delle bollette da parte del comune. Non è escluso che anche il comune nel tempo sia stato destinatario di qualche maxi-bolletta.

Oltre alle fontanine ci è stato riferito che anche la manutenzione delle caditoie è a carico dell’amministrazione, oltre ventimila euro all’anno.

Nessuna risposta, invece, per la mancata manutenzione delle rete fognaria della città, centro storico e periferia, oggetto di continui allagamenti durante le piogge. Allagamenti dovuti alla mancanza di manutenzione. Nola sta aspettando ancora investimenti della GORI per dividere le acque nere da quelle bianche. Per non parlare dei disagi dei cittadini per il mancato ripristino di tombini fognari ed idrici segnalati alla società, invano, da mesi da tecnici comunali.

di ra.na.

Navigazione articolo