ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “febbraio 7, 2016”

A Casamarciano scoppia il ‘caso’ Pd, la replica di Andrea Manzi

andrea manziTesseramenti negati e sezione locale chiusa, un caso che lede l’immagine del Partito democratico. E’ quanto sostiene il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi all’indomani della sospensione delle iscrizioni al partito decisa lo scorso 30 gennaio dal coordinatore del circolo territoriale ad un giorno dalla scadenza dei termini.

Il coordinatore ha giustificato la scelta con “la numerosità delle richieste di adesione raccolte” il giorno precedente, ritenendo le domande di iscrizione un tentativo di ‘assediare’ il circolo locale. Accuse e allusioni che il sindaco di Casamarciano respinge.

“Si tratta di un fatto imbarazzante – afferma Manzi – una bega locale che purtroppo ha quale unico sgradevole risultato quello di ledere l’immagine del Partito Democratico. Avrei preferito che si evitasse che il partito fosse trascinato in una polemica montata ad arte e cagionata dall’approccio personalistico ed accentratore che qualcuno ha della politica”.

“Il coordinatore – continua Manzi – violando palesemente lo Statuto ha deciso da solo ed unilateralmente di sospendere i tesseramenti. Ritenendo di potere gestire il partito come la propria casa, oltre che direttamente nella propria casa, senza interpellare i tesserati né convocare assemblee o diramare informative ha chiuso a doppia chiave la porta del circolo territoriale impedendo che altri cittadini, informati dell’avvio del tesseramento in gravissimo ritardo e in prossimità della data di scadenza, potessero dare la propria adesione democraticamente. Non c’è stato alcun assalto di truppe cammellate, né tentativi di golpe di presunti girovaghi della politica, ma solo il tentativo di nuovi aderenti o persone già tesserate di iscriversi nei termini. Cittadini reali, casamarcianesi in carne ed ossa e non ‘cinesi’ messi in coda per far numero. Nessuno ha assaltato Forte Apache, semmai altri si sono asserragliati nel loro impenetrabile e autoreferenziale fortino finendo per strumentalizzare un partito per i propri fini”.

Manzi chiede infine un intervento della dirigenza provinciale e regionale del Pd: “A 24 cittadini di Casamarciano, e chissà quanti altri ancora, è stato impedito materialmente di iscriversi. Persone che si sono recate presso il circolo così come gli stessi dirigenti provinciali, in mancanza di informative locali, avevano chiesto di fare. Il coordinatore ha arbitrariamente deciso di non accogliere quelle adesioni, calpestando così quelli che sono i valori fondanti e le regole del Partito Democratico. Valori e regole cui alcuni a più riprese fanno riferimento, non disdegnando poi di mortificarle alla prima occasione. Per quanto mi riguarda, difendo e difenderò sempre la mia cultura democratica e la mia storia politica trasparente, tirata in ballo in questa vicenda in maniera puerile e solo per montare un inutile e inesistente scandalo. Al Partito Democratico chiedo che in questa vicenda venga dato un segnale, chiaro e definitivo, sulla necessità di conformarsi allo spirito dei Democratici che è quello di accoglienza, condivisione, partecipazione e rispetto delle regole”.

(red)

NOLA, VENERDI 12 FEBBRAIO CONVEGNO LIONS SU “ETICA E DEONTOLOGIA NELLE PROFESSIONI”

Convegno Lions 12.02.2016 Tribunale di Nola

GRANDE SUCCESSO PER LA FESTA DI FRA BRACIOLA E LA MASCHERINA D’ARGENTO, IL VERO CARNEVALE DI QUALITA’ E’ TARGATO PRO LOCO NOLA CITTA’ D’ARTE

Fra Braciola_Ciro RuoppoGrande successo di pubblico ieri sera per il Carnevale eno-gastronomico, organizzato dalla locale Pro Loco in collaborazione con l’assessorato ai beni ed attività culturali del comune di Nola retto da Cinzia Trinchese, la condotta nolana Slow Food e l’IPSAR Carmine Russo di Cicciano.

Carnevale eno-gastronomico Nola 2016Una ventata di novità, alla riscoperta delle antiche tradizioni popolari legate al Carnevale, come la maschera nolana di Fra Braciola e la “Quaravesema”, riproposte e rivisitate grazie alla geniale intuizione della parte “giovane” della locale dirigenza della Pro Loco, a cui va un plauso per aver saputo, in breve tempo, innovare e rinnovare la prima associazione nolana, attirando finalmente forze fresche, attive e propositive e scongiurando così un possibile declino a cui probabimente sarebbe stata destinata.

Logo Pro Loco Nola_Opera d'arte Maestro SantonastasoAd inizio serata c’è stata l’inaugurazione del nuovo stemma della Pro Loco, donato dall’artista Santonastaso, a seguire l’esilirante performance della maschera nolana Fra Braciola interpretata da un formidabile attore, Ciro Ruoppo. In breve tempo sono “andati a ruba” oltre trecento porzioni di lasagna, duecento braciole, oltre trecento porzioni di migliaccio, chiacchiere e sanguinaggio. Un successo che fa ben sperare per il prossimo anno, probabilmente individuando una location più ampia, come ad esempio piazza Immacolata.

Vincitori Mascherina d'Argento 2016_Carnevale a Nola_Pro Loco Nola Città d'ArteSuccesso bissato stamane con la XVIII edizione della Mascherina d’Argento, il tradizionale appuntamento in piazza Duomo per i più piccini. Sulla passerella a sfilare oltre duecentocinquanta bambini (un vero record!). Alla fine, stanchi ma soddisfatti, i quattro componenti della giuria (Anna Martinez, Giuseppe Trinchese, Bianca Gaggiotti, Maria Teresa Napolitano) hanno assegnato la Mascherina d’Argento 2016 al “trio nobiliare” composto da Mario De Vero (5 anni, mascherato da Milord), Alessandra Volpicelli (4 anni, mascherata da Milady) e Gaia Napolitano (un anno e mezzo, mascherata da Piccola Lady). Brillanti i due presentatori, il giornalista Nicola Alfano e l’attrice Maura Tronci.

Fasano (Brindisi) – la Quaravesima appesa in una strada

Fasano (Brindisi) – la Quaravesima appesa in una strada

Ultimo appuntamento dell’eccezionale Carnevale nolano targato Pro Loco Nola Città d’Arte in programma mercoledì prossimo, 10 febbraio 2016, alle 18 nella sede di Corso Tommaso Vitale a Nola per la tradizionale riproposizione della “Quaravesema”, il pupazzo che rappresenta una donna anziana e magra, che verrà appesa fuori alla sede della Pro Loco, portando conficcate in una patata le caratteristiche sette penne di gallina, una per ogni domenica di Quaresima, che vengono strappate via di settimana in settimana fino all’arrivo della Santa Pasqua.

di ra.na.

Navigazione articolo