ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “febbraio 4, 2016”

ARRIVANO ALL’OSPEDALE DI NOLA QUATTRO UNITA’ DI MEDICO SPECIALIZZATO PER GARANTIRE ALLA EMODINAMICA IL FUNZIONAMENTO H24

cardio 3In merito alla polemica sull’attivazione dell’apparecchiatura di emodialisi all’ospedale di Castellamare il commissario straordinario dell’ASL Napoli 3 Sud Antonietta Costantini precisa quanto segue:

Nel 2013, dalla precedente amministrazione (D’Amora-Panaro) furono acquistati due apparecchi di emodinamica. Attulmente una è nel presidio di Nola e funziona sei ore al giorno, l’altra è a Boscotrecase (il costo: oltre un milione e mezzo di euro) ed è da anni inutilizzata per mancanza di personale.

In pratica all’acquisto non è seguita negli anni successivi la dotazione di personale medico, come del resto è successo anche per l’O.B.I. (Osservazione Breve Intensiva), con nove posti letto inattivi da anni al pronto soccorso di Nola.

Lo scorso 14 gennaio l’ASL Napoli 3 Sud ha deciso l’arruolamento di quattro unità di personale medico specilizzato per garantire al presidio di Nola un’attività H24.

Per Boscoreale l’acquisto dell’apparecchiatura di emodinamica è subordinata all’acquisizione di nuovo personale medico ed è su questo che si sta lavorando nell’ambito del modello HUD e SPOKE previsti per la realizzazione della rete cardiologica campana. L’ospedale viene visto come risorsa da usare solo quando è indispensabile e per il tempo strettamente necessario e deve essere ideato ed organizzato ponendo al centro il paziente con le sue esigenze di cura ed i suoi bisogni di assistenza.

di ra.na.

Annunci

COMUNE DI NOLA E VOUCHER-LAVORO, CUTOLO: “UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI”

voucher-lavoro nolaAl comune di Nola sono stati affidati da oltre un mese gli incarichi per svolgere attività lavorative occasionali a mezzo di voucher-lavoro ai primi trenta soggetti selezionati con avviso pubblico.

“Un successo senza precedenti – afferma l’assessore alle Politiche sociali Michele Cutolo – Immediatamente si è creata una forte sinergia tra i responsabili del servizio, giovani addetti al servizio civile nazionale e lavoratori. Ad oggi, a costi contenuti, siamo riusciti ad eliminare diverse criticità nel verde pubblico, pulizia e manutenzione strade, caditoie, edifici pubblici. Basti pensare che, in meno di una settimana, è stata pitturata l’inferriata perimetrale dell’ex mercato ortofrutticolo”.

I lavoratori percepiscono un voucher di € 7,50 netto per ogni ora di lavoro per un totale di cinquanta ore mensili per cinque mesi.

di ra.na.

VOUCHER LAVORO: STANZIATI ALTRI 9 MILIONI DI EURO AMPLIATA LA PLATEA DEI BENEFICIARI

La Regione ha deliberato un ulteriore stanziamento di 9 milioni e 500 mila euro per finanziare lavoro occasionale accessorio (Loa) a favore di enti pubblici della Campania. La platea dei beneficiari è stata ampliata anche a quei lavoratori che sono stati percettori di ammortizzatori sociali in deroga nell’anno 2015 e che al primo gennaio 2016 non siano più’ percettori di alcun sostegno al reddito.

L’azione, avviata con successo dall’assessore al Lavoro Sonia Palmieri, è rivolta a tutte le amministrazioni pubbliche, quindi a istituti e scuole di ogni ordine e grado, istituzioni educative, Province, Comuni, Comunità montane, istituzioni universitarie, Istituti autonomi case popolari, Camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura, aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale, Aran, ed è finanziata dai fondi del Piano di Azione e Coesione (Pac).

Saranno finanziati tutti gli enti che risultano ammissibili fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

“L’intenzione – sottolinea l’assessore Palmeri – e’ quella di continuare a dare una risposta, seppur parziale, a delle fasce sociali che sono in una situazione di grossa difficoltà economica”.

(red)

‘I linguaggi dell’emozione: Mango, tutte le poesie’: giovedì 4 febbraio alle 16 a San Marcellino si presenta il libro di poesie dell’artista scomparso con la moglie, Laura Valente

‘I linguaggi dell’emozione: Mango, tutte le poesie’. Nella suggestiva cornice della Chiesa dei Santi Marcellino e Festo, nell’Antico complesso di San Marcellino, verrà presentato il secondo volume di poesie dell’artista scomparso poco più di un anno fa. In questa stessa sede, nel 2005, Pino Mango presentò la sua prima raccolta di poesie ‘Nel malamente mondo non ti trovo’.

All’incontro, promosso dall’Università Federico II, prenderanno parte Arturo De Vivo, prorettore dell’Ateneo federiciano, Enrica Amaturo, Direttrice del Dipartimento di Scienze sociali, Raffaele Savonardo, sociologo e musicista, del Dipartimento di Scienze sociali, Giancarlo Alfano, italianista del Dipartimento di Studi umanistici, e Laura Valente, moglie di Pino Mango.

L’appuntamento è per giovedì 4 febbraio 2016 alle 16.

Il volume ‘MANGO Tutte le poesie’ contiene, oltre alle due raccolte di poesie che Mango ha pubblicato con le Edizioni Pendragon nel 2004 (Nel malamente mondo non ti trovo) e nel 2007 (Di quanto stupore), anche una terza raccolta inedita, I gelsi ignoranti, che l’artista aveva appena ultimato e stava per consegnare alle stampe. L’aver riunito le tre raccolte è nato dall’esigenza di rendere nuovamente disponibili ai lettori i primi due testi, oggi andati esauriti, e nel contempo rispettare la volontà dell’autore (prematuramente scomparso l’8 dicembre 2014), facendo uscire il suo terzo libro, da lui redatto e ultimato in via definitiva. La trilogia, curata dalla moglie e dai figli, offre quindi ai lettori l’intera produzione poetica dell’artista che sa far vibrare le corde più nascoste dell’anima, non solo con la sua voce e la sua musica, ma anche con la scrittura.

(red)

NOLA. PACCO ALIMENTARE, DOMANDA ENTRO IL 12 FEBBRAIO

Anche per il 2016 l’amministrazione comunale bruniana guidata dal sindaco Geremia Biancardi, su impulso dell’assessorato alle Politiche sociali retto da Michele Cutolo e in collaborazione con la parrocchia Maria SS. del Carmine di Nola, ha attivato il servizio di assistenza in favore dei nuclei familiari in stato di bisogno socio-economico con la consegna mensile di un “pacco alimentare” contenente beni di prima necessità.

“E’ dal 2012 – dichiara Cutolo – che l’amministrazione comunale cerca di venire incontro ai nuclei familiari con gravi criticità reddittuali, anche con la distribuzione di generi alimentari, la cui gestione è affidata alle parrocchie cittadine. L’attenzione verso questi nuclei familiari disagiati è molto forte. Nel 2015 – sottolinea l’assessore – in questo modo l’amministrazione comunale è venuta in aiuto a 335 nuclei familiari rispetto ai 180 degli altri anni. Malgrado le difficoltà di bilancio – chiosa Cutolo – non viene meno l’impegno dell’amministrazione a favore di soggetti in difficoltà, anzi, le risorse aumentano sempre. Oltre ai quarantamila euro per il banco alimentare abbiamo re-impegnato per il 2016 risorse per sessantamila euro per l’avviamento di persone disagiate in lavori occasionali, che paghiamo con i voucher. Un modo per ridare dignità ed aiuto a persone che vivono un momentaneo disagio”.

Per l’individuazione dei beneficiari è necessario presentare un’apposita domanda. Per coloro che già ne beneficiano, se non sono intercorse variazioni, è necessario solo autocertificare la sussistenza dei requisiti. I requisiti per accedere alla graduatoria finale sono: residenza nel territorio del comune di Nola; essere cittadini di stati aderenti all’Unione Europea con permesso di soggiorno o carta di soggiorno; possedere un ISEE riferito ai redditi 2014 non superiore a € 6.511,14. Nella stesura della graduatoria si terrà conto della composizione del nucleo familiare: reddito ISEE (0-1.500 euro 3 punti; 1.501-3.000 euro 2,5 punti; 3.001-5.000 euro punti 2; 5.001-6.500 punti 1,5); presenza di unico genitore; stato di disoccupazione; assenza di rete familiare; titolare di contratto di locazione non di edilizia pubblica, debitamente registrato. Una curiosità: per la formazione della graduatoria si terrà conto di alcuni indicatori del tenore di vita. A chi per esempio possiede un’auto con potenza superiore ai 100 cv immatricolata dopo il 2010 gli verranno sottratti 3 punti; prima del 2010 un solo punto. Chi invece possiede due auto -4 punti mentre per i percettori di pensioni o sussidi che non concorrono alla formazione di reddito -2 punti. Alla domanda di ammissione – pena la non ammissibilità – occorre allegare fotocopia di un valido documento di identità. E’ importante perchè sistematicamente ad ogni avviso pubblico oltre il 20% delle domande sono escluse per mancanza di idoneo documento di identità. Le domande devono essere consegnate al protocollo del comune entro le ore 12 del giorno 12 febbraio 2016.

di ra.na.

Navigazione articolo