ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “gennaio 26, 2016”

NOLA. “RINASCE” LA STATUA DI GIORDANO BRUNO, TRINCHESE: “AL VIA I LAVORI A COSTO ZERO PER IL COMUNE GRAZIE AD UNO SPONSOR PRIVATO”

Nuovo look per Giordano Bruno. La statua del filosofo nolano posizionata nell’omonima piazza è infatti in restyling e per il 17 febbraio, giorno del 416° anniversario del rogo che lo vide morire per mano del Tribunale dell’Inquisizione, dovrebbe finalmente avere nuova luce.

Da ieri è stata montata l’impalcatura dove specialisti procederanno alla ripulitura dell’eccezionale secrezione di resina scura dei pini circostanti.

“I tempi sono stati più lunghi – afferma l’assessore ai beni culturali Cinzia Trinchese – a causa delle autorizzazioni da parte della sovrintendenza; proprio su questo punto voglio ringraziare pubblicamente l’architetto Tonia Solpietro, referente dei beni archeologici dell’area nolana, per l’impegno profuso per l’ottenimento di tutte le autorizzazioni. Per il 17 febbraio il marmo bianco della statua ritornerà ad essere visibile nel suo originario splendore. Ribadisco – chiosa – l’assessore Trinchese – che la valorizzazione del patrimonio culturale ha una priorità assoluta. Tengo inoltre a sottolineare che i lavori di ripulitura della statua saranno a costo zero per l’amministrazione comunale grazie ad uno sponsor privato e ciò a dimostrazione che c’è chi crede nel lavoro e nell’impegno dell’amministrazione”.

La statua, opera in marmo bianco dello scultore Raffaele De Crescenzo, fu inaugurata nel 1867, ben ventidue anni prima di quella realizzata a Roma da Ettore Ferrari e fusa nella fonderia Crescenzi, posizionata a Campo dei Fiori nello stesso luogo dove il 17 febbraio del 1600 il filosofo nolano fu arso vivo; quindi la nostra statua è la prima in Italia dedicata al Filosofo. Nel 1888 la statua fu restaurata da Tommaso Vitale in quanto negli anni era stata deturpata dalle sassate di ragazzi, ma le cronoche dell’epoca raccontano che i danni furono provocati da clericali. Per l’occasione, nello stesso anno si tenne un convegno internazionale sul filosofo ed il discorso ufficiale fu tenuto dal deputato repubblicano massone Giovanni Bovio. Nello stesso convegno fu letta una lettera di elogio inviata dall’allora presidente del Consiglio Francesco Crispo al Comitato promotore nolano. Pochi gli interventi di manutenzione e restauro sul monumento, il più importante fu quello del 1952 ad opera del sindaco Giacomo Imbroda. L’attuale sistemazione della statua risale agli anni ’70 in seguito alla riqualificazione della piazza ad opera del compianto architetto Vincenzo Meo.

di ra.na.

Navigazione articolo