ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “gennaio 21, 2016”

NOLA. CONSIGLIO COMUNALE: POLEMICHE SUL MANCATO FUNZIONAMENTO DI ALCUNE COMMISSIONI CONSILIARI, APPROVAZIONE DEL PRELIMINARE DEL PIANO ANTICORRUZIONE TRIENNALE 2016 – 2018. L’OPPOSIZIONE PREANNUNCIA INTERROGAZIONE AL SINDACO BIANCARDI E DIFFIDA AL PREFETTO

cape mozze al comune di nolaSeduta di consiglio comunale per l’approvazione preliminare all’aggiornamento del Piano Anticorruzione per il triennio 2016-2018 ai sensi della determina dell’Autorità Anticorruzione n. 12/2015.

Come ormai da prassi consolidata, prima di passare al capo in questione il presidente del Consiglio comunale Rino Barone ha comunicato all’assemblea le dimissioni del presidente Giusy La Marca e del vice-presidente Antonio Tufano dalla Commissione consiliare Affari Generali. Proprio su questa comunicazione si è sviluppato un dibattito che ha visto protagonisti i capigruppo Arturo Cutolo (Lavor in Corso), Domenico Vitale (Nola Mia), Franco Nappi (Forza Italia), Carmela Scala (UDC-NCD), Vincenzo Iovino (Più Nola) e Francesco Pizzella (gruppo misto).

Arturo Cutolo ha posto l’attenzione sull’assenza sistematica da alcuni mesi dei consiglieri comunali di maggioranza alla Commissione Controllo e Garanzia. Tali assenze hanno di fatto rallentato la discussione su alcune tematiche importanti relative alle interdittive antimafia per alcune ditte assegnatarie di lavori.

Subito ha replicato il capogruppo Franco Nappi (Forza Italia) sostenendo che la maggioranza non si è mai sottratta a nessuno confronto e che se alcune commissioni consiliari non funzionano è colpa della lacerazione che esiste all’interno della minoranza. “Riteniamo che il confronto debba essere di natura politica – chiosa Nappi – e non bisogna rincorrere a tutti i costi i gossip”.

“Nessuna lacerazione – afferma Domenico Vitale (presidente della Commissione Controllo e Garanzia e capogruppo di Nola Mia) – La mia commissione è l’unica che invia preventivamente un ordine del giorno. Se per i consiglieri di maggioranza c’è la necessità di non partecipare noi prendiamo atto di tale volontà, però occorre dire – conclude Vitale – che non ci potete impedire di soffermarci sull’inefficienza dei lavori della Commissione Affari Generali, dovuta alla mancata nomina dei vertici dimissionari”.

“A norma del regolamento del Consiglio comunale – replica Francesco Pizzella (capogruppo del gruppo misto) – i vertici dimissionari dovevano essere sostituiti nel primo consiglio utile successivo alle dimissioni, cosa che non è stata fatta, quindi sottolineo che si tratta di una omissione grave”.

Carmela Scala ci tiene a precisare che in qualità di capogruppo UDC-NCD rappresentante tre consiglieri comunali, il funzionamento della Commissione Controllo e Garanzia è importante perchè funge da interfaccia tra il Consiglio e l’esecutivo. Sulla partecipazione alle commissioni afferma che il gruppo UDC-NCD assicura sempre la presenza di un rappresentante ad ogni Commissione. La sua mancata partecipazione alla Commssione Controllo e Garanzia è dovuta essenzialmente all’orario pomeridiano.

Infine Vincenzo Iovino chiede di conoscere se alle ditte assegnatarie di lavori al Comune di Nola e sottoposte ad interdizione antimafia siano stati liquidati SAL.

Dopo l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti si passa all’approvazione preliminare dell’aggiornamento del Piano triennale Anticorruzione. Relaziona la responsabile del Piano Anticorruzione Marilisa Dovetto, anche segretaria generale. Una relazione che non convince il consigliere Domenico Vitale, che afferma: “come valuterà l’operato di alcuni settori dell’amministrazione dove lei, responsabile dell’anticorruzione, è anche dirigente pro-tempore? (Finanziario – Politiche Sociali – Beni Culturali – Risorse Umane)”. Sulla stessa onda il consigliere Francesco Pizzella che chiede di sapere perchè le deleghe dirigenziali attualmente detenute dalla responsabile dell’anticorruzione non fossero state spalmate ad altri dirigenti in carica all’amministrazione (Paolino Santaniello e Luigi Maiello). Infine Carmela Scala pur condividendo l’intervento di Vitale, ringrazia la segretaria per il coinvolgimento dell’assemblea comunale sull’argomento. Il capo viene approvato dalla maggioranza e dalla consigliera Scala, mentre l’opposizione presente si astiene.

Il Piano definitivo dovrà essere approvato entro il 31 gennaio prossimo in Consiglio comunale. Intanto l’opposizione fa sapere che sulle incompatibilità tra responsabile del piano anticorruzione e dirigente farà una interrogazione al sindaco ed una diffida al prefetto.

di ra.na.

NOLA. FESTA DEI FOLLI, AL VIA LA RASSEGNA TEATRALE VISIONI

cristian izzo @lafestadeifolliSarà lo spettacolo ULTIMO PRIMO GIORNO DI RE FERDINANDO E LA FRAGILITÀ DELLA LUNA DI CARTAPESTA, di e con Cristian Izzo e Alessandro Langellotti a inaugurare, sabato 23 gennaio alle 20:30, la rassegna teatrale VISIONI l’affermazione di una tremenda e del resto ineluttabile necessità stagione 2016 dell’associazione culturale la festa dei folli (www.lafestadeifollinola.wordpress.com).

Sabato 23 gennaio 2016, la festa dei folli compie 15 anni! 15 anni di una bella, stimolante, entusiasmante, rivoluzionaria, quotidiana scommessa di r-esistenza, presidio, baluardo CULTURALE.

Festeggia i suoi primi 15 anni con lo spettacolo ULTIMO PRIMO GIORNO DI RE FERDINANDO E LA FRAGILITÀ DELLA LUNA DI CARTAPESTA, di e con Cristian Izzo e Alessandro Langellotti.

Scritto pensando a “Le memorie di un pazzo” di Nikolaj Vasil’evič Gogol’, la nuova versione dello spettacolo di Cristian Izzo, arriva a la festa dei folli, dopo aver vinto, all’ultima edizione dell’”International Theatre Festival” di Vratza, in Bulgaria, sia il premio come miglior spettacolo che quello come miglior attore. Subito dopo comincerà una lunga tournée che toccherà Egitto, Romania, Austria e Canada.

Cristian Izzo, “Intenso, potente, fragile, devastante, è un’idea nuova di teatro che s’aggira per l’Europa. It’s a walking Theatre” ha inteso tratteggiare il tema della pazzia attraverso una storia semplice e delicata.

Ivan, convinto di essere stato incoronato Re di Spagna viene chiuso in manicomio. Il disturbo d’identità ogni giorno resetta la sua mente facendogli vivere sempre un solo unico giorno: il primo – e quindi l’ultimo – da sovrano. Perennemente innamorato della sua corona e della donna per cui è impazzito, forsennatamente impegnato nel suo progetto di salvare la luna, Ferdinando trova un amico e un validissimo alleato nel dottore che lo prenderà in cura. Il dottore cercherà di aiutarlo usando metodi diversi da quelli convenzionali, agendo non sul “come” ma sul “perché”, suggerendo all’infermiera di somministrare cure e non bastonate. Attraverso il paziente, che si scoprirà essere paziente e dottore allo stesso tempo, anche l’infermiera vivrà una seconda rinascita.

Un ricco, ampio e variegato programma contraddistinguerà l’intera stagione 2016 delle attività dell’associazione la festa dei folli: teatro, cinema, musica, letteratura, laboratori teatrali, corsi di fotografia, filmmaker… con la possibilità quotidiana di ritrovarsi e vivere anche la cultura enogastronomica, di rendere l’esperienza conviviale un rito “gustoso” e di socializzazione: bere un caffè e navigare in wifi, sorseggiare un aperitivo mentre si legge il quotidiano o un libro scelto tra quelli presenti in sede, assaporare una fetta di torta accompagnata da una tazza di tè. Insomma, rassegna teatrale, rassegna musicale e cinematografica, incontri/presentazioni con scrittori e poeti, corsi di formazione, il tutto “condito” dal cibo, dal buon vino e da un’ottima birra artigianale.

(red)

Navigazione articolo