ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “dicembre 5, 2015”

NOLA. LA MAGGIORANZA APPROVA COMPATTA L’ASSESTAMENTO DI BILANCIO

Approvato stamane in seconda convocazione l’assestamento del bilancio 2015 e le relative variazioni.

Presenti all’inizio della seduta 13 componenti di maggioranza (Salvatore Notaro, Giancarlo Moccia, Laura Napolitano, Pasquale Petillo, Giovanni Velotti, Angelo Siano, Franco Nappi, Rino Barone, Antonio Tufano, Carmine Pizza, Maria Esposito ed il sindaco Geremia Biancardi), assenti 3 consiglieri, tutti giustificati (Giusy La Marca, Raffaele Giugliano, Ines Miccio). Per la minoranza due presenti, Carmela Scala e Mariafranca Tripaldi, assenti Luisa Marone, Francesco Pizzella, Emma Vecchione, Domenico Vitale, Vincenzo Iovino, Arturo Cutolo, Raffaele Parisi. Presenti anche gli assessori Enzo De Lucia, Cinzia Trinchese, Antonio Manzi, Roberto De Luca, Carmela De Stefano, Michele Cutolo.

Dopo il minuto di silenzio in memoria del senatore Vincenzo Meo, deceduto alcuni giorni fa, il capogruppo di Forza Italia Franco Nappi ha proposto l’inversione del secondo capo all’ordine del giorno relativo all’assestamento del bilancio di esercizio con l’ultimo capo relativo all’approvazione del regolamento strumenti deflattivi e modifica regolamento IUC, in modo da permettere eventualmente a qualche consigliere di minoranza ritardatario di partecipare alla discussione di un capo importante, purtroppo invano.

Dopo l’approvazione della modifica ed aggiornamenti al regolamento degli strumenti deflattivi del contenzioso IUC si passa alla discussione sull’assestamento del bilancio e dopo la relazione dell’assessore al bilancio Roberto De Luca prende la parola il consigliere Carmela Scala, che afferma di non riuscire a capire l’urgenza di tante variazioni al bilancio 2015 deliberate dalla Giunta comunale. A ribattere subito è l’assessore De Lucia, che precisa al consigliere Scala che si tratta di impegni spesa e che i lavori potranno essere eseguiti anche negli anni successivi. “Le variazioni – spiega il vicesindaco – riguardano interventi di riqualificazione per marciapiedi, scuole, rotonde sia per Nola che per la frazione di Piazzolla. Tutti gli interventi sono frutto di una attenta programmazione”. Il sindaco Biancardi chiarisce poi che “la necessità di tante variazioni è dovuta al nuovo sistema finanziario che andrà in vigore da gennaio 2016, allorquando il vecchio bilancio di competenza sarà sostituito con il bilancio di cassa. Grazie alle variazioni fatte e l’impegno spesa nel 2016 si potranno realizzare e completare tante opere pubbliche”. Il primo cittadino conclude l’intervento ricordando che “a Piazzolla dopo tanti anni finalmente si è iniziato a realizzare le fogne e che comunque alla fine di questa consiliatura sarà realizzato più di quanto realizzato nella precedente consiliatura”.

Il consigliere Mariafranca Tripaldi invita la maggioranza a salvaguardare gli impiegati comunali. “Questa si che è una emergenza – tuona la Tripaldi – I cittadini si devono sentire curati, non è possibile fare variazioni per milioni di euro e lasciare le criticità del quotidiano irrisolte”.

A questo punto si passa alla votazione del capo. I due consiglieri di minoranza, Carmela Scala e Mariafranca Tripaldi, lasciano l’aula ed il capo passa con il voto favorevole dei tredici consiglieri di maggioranza presenti.

Sul terzo capo all’ordine del giorno – il riconoscimento del debito fuori bilancio di Campania Felix – relaziona l’assessore al bilancio Roberto De Luca, che evidenzia la necessità dell’approvazione del debito considerato che da quando è diventata esecutiva la sentenza del lodo arbitrale gli interessi e la rivalutazione monetaria abbia fatto aumentare il debito di circa 300mila euro, passando da 2.620.000 a 2.934.000 euro. Il consigliere Carmela Scala afferma che votando il riconoscimento del debito farebbe un danno alla città, si dice disposta a votare solo per la sorta capitale ma non per gli interessi e la rivalutazione monetaria, oltre un milione di euro. “Senza fare allusioni – chiosa la Scala – ritengo che con Campania Felix ci siano state persone che si sono arricchite. Chi ha sbagliato deve pagare, non è giusto che per pagare questo debito si sono sottratte risorse al sociale in un momento così difficile per tante famiglie. Sarebbe il momento di far uscire fuori i colpevoli”.

Il sindaco Biancardi ribadisce che si tratta di debiti di amministrazioni precedenti al 2009, quindi non tocca assolutamente le sue consiliature, ma che comunque occorre riconoscere il debito perchè c’è continuità amministrativa. “Non riconoscere il debito oggi – spiega il primo cittadino – significa essere responsabile dell’eventuale danno erariale che la Corte dei Conti dovrebbe rilevare. Se ci sono stati degli errori e sprechi saranno altri organi ad accettarlo”.

Alla votazione esce dall’aula il consigliere Carmela Scala e il capo passa con i voti favorevoli della maggioranza e l’astensione del consigliere Mariafranca Tripaldi.

Sul quarto capo – l’istituzione della Centrale Unica di Committenza (CUC) e la relativa convenzione con l’Agenzia di Sviluppo – al momento della votazione escono dall’aula i consiglieri di opposizione Carmela Scala e Mariafranca Tripaldi ed il capo passa con il voto favorevole di dodici consiglieri comunali di maggioranza e l’astensione di un consigliere, sempre di maggioranza.

Prima di chiudere la seduta il consigliere Mariafranca Tripaldi chiede la parola ed afferma di non essere d’accordo sulla costituzione di parte civile del comune nei confronti del presidente del Consiglio comunale Rino Barone per l’indagine giudiziaria a carico dello stesso, ritenendo incoerente l’atteggiamento della maggioranza, che ha sempre difeso Barone. Il sindaco Biancardi sottolinea “l’intervento strumentale e provocatorio, come sempre del consigliere Tripaldi. Se non ci fossimo costituiti – chiosa il primo cittadino – il consigliere Tripaldi oggi ci avrebbe rinfacciato il contrario. Siamo convinti dell’innocenza del nostro presidente, ci siamo costituiti perchè non stiamo gestendo la nostra casa. Voglio ricordare al consigliere Tripaldi che la minoranza nella stessa giornata che arrivò l’avviso di garanzia al presidente chiese l’accesso agli atti per conoscere se il comune si era attivato per costituirsi parte civile… Tutto qui!”.

di ra.na.

GD NOLA DOMANI IN PIAZZA PER #TUTTIPROTETTI

solIl primo dicembre scorso, giornata mondiale per la lotta all’AIDS, i Giovani Democratici hanno deciso di dedicare a questo tema una mobilitazione straordinaria di due settimane. La campagna #tuttiprotetti è una preziosa occasione per ricordare l’importanza di una corretta informazione su prevenzione ed educazione sessuale. Del resto, i dati diffusi in occasione della giornata mondiale sono drammaticamente chiari:

– in Europa, sono stati oltre 142mila i nuovi casi di infezione da HIV diagnosticati nel solo 2014 (un drammatico record dall’inizio delle rilevazioni (fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità e Unione Europea);

– per quanto riguarda l’Italia, sono stati oltre 4mila i nuovi casi diagnosticati l’anno scorso, con un numero di sieropositivi totali che si aggira tra le 115mila e le 145mila persone (fonte: Istituto Superiore di Sanità).

Il nostro Paese deve ancora fare tanto in tema di sensibilizzazione contro le malattie sessualmente trasmissibili. Ecco perché i Giovani Democratici hanno pensato di agire in maniera concreta: nel corso di queste due settimane, tutti i circoli sono chiamati a fare informazione e a distribuire gli oltre trentamila preservativi.

Il nostro circolo ha aderito convintamente alla campagna. L’appuntamento è per domenica 6 dicembre, dalle 10.00 alle 13.00, in Piazza Duomo.

Il circolo GD Nola

NOLA. “IL GIGLIO, SIMBOLO DI NOLANITA'” VA QUEST’ANNO AL CAPO DELLA POLIZIA ALESSANDRO PANSA

Lunedì 7 dicembre 2015, alle ore 11, nella Sala Consiliare del Comune di Nola, il Centro Artistico Culturale “Giordano Bruno” conferirà al Capo della Polizia, dott. Alessandro PANSA, il premio Città di Nola: “IL GIGLIO, simbolo di nolanità”.

Per l’occasione, dopo i saluti di S.E. Mons. Beniamino DEPALMA, Vescovo di Nola, del Sindaco Avv. Geremia BIANCARDI e del Magnifico Rettore dell’Università Federico II di Napoli, Ing. Gaetano MANFREDI, esprimerà un pensiero il dott. Paolo MANCUSO, Procuratore della Repubblica di Nola: “Il confronto della Legalità come garanzia per i Cittadini“.

Presenzieranno tra gli altri, Prefetti e Questori della Regione Campania, Il Presidente Emerito della Corte Costituzionale, dott. Franco BILE, Il Procuratore Generale Emerito Vincenzo GALGANO, Il Presidente del Tribunale di Nola, dott. Luigi PICARDI e il Procuratore della Repubblica di Teramo, Dott. Antonio GUERRIERO.

(red)

Navigazione articolo