ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “luglio 16, 2014”

NOLA. FONDI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA, COMUNE IN ATTESA DELLA “CABINA DI REGIA” DI RENZI

Sembra impossibile, ma a Nola succede anche che una buona notizia, diventa un tormento per gli amministratori e dirigenti comunali. È il caso delle risorse finanziarie per l’edilizia scolastica liberate dal Governo Renzi con la delibera CIPE del 30 giugno scorso.

Il tutto inizia a fine febbraio, quando il presidente del consiglio inviò una lettera agli oltre 8.000 sindaci e presidenti di provincia per fare il punto della situazione sull’edilizia scolastica, circa 2.500 miliardi dal 2004 bloccati per il patto di stabilità.

Il 30 giugno scorso, con delibera CIPE, sono state liberate (sempre per l’edilizia scolastica) risorse dal Governo per € 1.000.094.000,00, di cui € 182.928.004,00 per la Regione Campania.

La destinazione dei fondi riguarda tre tipologie di interventi: scuole nuove, scuole belle e scuole sicure. Il primo intervento riguarda le scuole da realizzare, la cui costruzione era bloccata dal patto di stabilità; il secondo intervento è per la manutenzione ordinaria ed il decoro delle scuole esistenti; il terzo per la messa in sicurezza degli edifici già in essere.

Per la Regione Campania € 171.278.61900 sono stati stanziati per le scuole belle (manutenzione ordinaria e decoro); € 3.304.276,00 per le scuole sicure; € 8.345.108,00 per le scuole nuove.

Gli interventi totali per la Regione Campania riguardano 3.684 scuole, di cui 1.782 nella sola provincia di Napoli.

Per gli edifici scolastici ricadenti nel territorio del comune di Nola gli interventi sono 26 per circa un milione e settecenro mila euro di fondi; la tipologia interessata è quella delle scuole belle.

Abbiamo chiesto al responsabile del servizio edilizia scolastica del comune di Nola, ing. Gustavo Anaclerio, quali sono le scuole interessate dagli interventi.

“Purtroppo ad oggi facciamo parte di un allegato di oltre 3.000 interventi solo in Campania – afferma Anaclerio – Non siamo nelle condizioni, come del resto anche gli altri comuni, di sapere quali sono le scuole beneficiarie dei finanziamenti. Siamo in attesa della ‘cabina di regia’ istituita dal presidente del consiglio per le procedure da adottare. È bene chiarire che l’amministrazione comunale è proprietaria delle scuole dell’obbligo (elementari e medie), mentre le scuole secondarie fanno capo alla provincia, quindi i progetti finanziati, probabilmente riguarderanno anche scuole secondarie. A breve ne sapremo di più, anche perché i lavori devono essere appaltati entro l’ottobre prossimo. E’ doveroso chiarire che l’amministrazione comunale – continua il responsabile comunale del servizio edilizia scolastica – ha partecipato a tutti i bandi regionali e ministeriali, tanto che è una delle poche amministrazioni dell’area nolana ad avere avuto approvati e finanziati tre progetti per € 350.000,00 cadauno per la manutenzione ordinaria (a prescindere dalle ultime risorse stanziate) per la scuola media G. Bruno (sede via Puccini), plesso Tommaso Vitale e scuola Mameli (via Vetrai), per i primi due a giorni saranno espletate le gare, mentre per la Mameli il bando è in fase di pubblicazione”.

di ra.na.

Navigazione articolo