ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “luglio 2, 2014”

MARIGLIANO. CONSIGLIERI PROCLAMATI, “CASO”… APERTO

SORRENTINO SINDACO… DIMEZZATO, ELETTO PER IL CENTRO-SINISTRA, MENTRE LA MAGGIORANZA E’ DI CENTRO-DESTRA E IL MOVIMENTO 5 STELLE FA DA… JOLLY.

Nessuna variazione, rispetto al quadro del ballottaggio dell’8 giugno.

A darne conferma, è la formalizzazione della compagine consiliare, che reggerà le sorti del governo cittadino, per il ciclo 2014\2019; formalizzazione, avvenuta nel palazzo comunale, con l’intervento del presidente del seggio centrale, Edoardo Savarese, presidente della sezione fallimentare del Tribunale di Nola. E’ una compagine di profilo eccezionale, ma non del tutto raro o inedito, con il sindaco Sebastiano Sorrentino, espressione dalla coalizione di centro-sinistra, incardinata sul Partito democratico e sull’apporto di gruppi civici di vario orientamento; coalizione, che, però, contando su dieci consiglieri, è… minoritaria, mentre è maggioritaria, con tredici consiglieri, la coalizione di centro-destra e gruppi civici. A se stante è la rappresentanza del Movimento 5 Stelle, con il seggio consiliare, appannaggio di Francesco Capasso.

E’ lo scenario, configurato – secondo la legge per l’elezione diretta del sindaco e degli organi elettivi degli Enti locali – dal voto del primo turno del 25 maggio, con la cristallizzazione dei rapporti di consenso elettorale, a favore della coalizione di centro-destra, fermatasi sulla soglia del 48, 53 %, mentre la coalizione di centro-sinistra restava bloccata sulla quota del 42,17 %. “Numeri” rappresentativi di una contesa elettorale forte e “contrastata”, qual è stata nei fatti l’intera campagna elettorale ad alta concentrazione di…veleni e “colpi bassi”, con il ruolo di… terzo incomodo, per dire così, esercitato in scioltezza dalla lista del Movimento 5 Stelle, con candidato-sindaco, Francesco Capasso – eletto consigliere – catalizzando circa duemila voti, pari al 9,28 %, per un segnale certamente significativo nella valenza politica strettamente intesa.

Un assetto consiliare, tutto sommato, già definito oltre un mese fa, con la variante della guida dell’amministrazione, sancita dagli elettori nel secondo turno elettorale per Sebastiano Sorrentino, imprenditore del comparto edile e già consigliere regionale della Campania per tre mandati, in rappresentanza dei “popolari” e della Margherita, filiazioni dirette dell’ex-Democrazia cristiana. E’, tuttavia, un assetto, che “fotografa” la condizione di una città spaccata in due, in linea di continuità con i trend elettorali amministrativi dei decorsi trenta anni, con l’alternanza nel “palazzo” tra i “blocchi” di centro-destra e di centro-sinistra, con le annesse varianti legate a situazioni contingenti, “espresse” da mutevoli gruppi civici di matrice indefinita e indefinibile, ma certamente con mutevole dimensione particolaristica e personalistica.

Un discrimine, lungo il quale si sono susseguiti i commissariamenti prefettizi degli organi elettivi per cinque consiliature, a riprova di uno stato permanente di fibrillazione e conflittualità, con cui la città è restata ripiegata su se stessa, condannata al ristagno generale, anche se è cresciuta nel profilo demografico con una popolazione di oltre 30 mila abitanti. Una crescita, a cui non si è “accompagnata”, da oltre venti anni ormai, una coerente linea d’indirizzo di pianificazione urbanistica e edilizia, con la corrispondente idea-di-città nella media e lunga prospettiva, con cui rapportarsi al territorio. Una stramba “storia” di piani urbanistici adottati e mai…diventati esecutivi in uno con i particolari regolamenti attuativi. Una “storia” di particelle catastali, su cui edificare e…voti a destinazione variabile, con tanti capitoli da… romanzo gotico, tra cui spicca quello dei sotto-tetti, resi abitabili come mansarde, al centro dell’importante inchiesta della Procura della Repubblica di Nola, qualche anno fa.

Se e come i neo-consiglieri, partiti e gruppi civici si “muoveranno” sulla scacchiera approntata dal voto dei cittadini, non è dato di né di prevedere né di sapere. Di certo, se la radicalità della divisione, da cui è attraversata la città dovesse persistere, l’amministrazione non avrebbe molta strada da percorrere; si ripeterebbe il “deja vu” delle vicende, messe in scena nel “palazzo”, a datare dal dopo-terremoto in poi, con “crisi” senza ritorno e soluzioni. Un percorso, che resterebbe bloccato fin dall’apertura del nuovo ciclo, diversamente da altre consiliature arenatesi a metà… itinerario. E sarebbe la novità…

Uscire dal pantano della radicalità della contrapposizione tra centro-sinistra e centro-destra, è certamente la direzione di marcia, su cui puntare, in linea teorica, anche se la praticabilità, per la quale tutti sono sollecitati a fare dei …passi indietro, appare ardua. Ma non ha alternative, se si vuole disegnare un orizzonte di speranza e futuro per Marigliano, sia per la soluzione delle sue pluriennali problematiche socio-urbanistiche ed economico-produttive, sia anche e soprattutto a fronte delle dinamiche che si determineranno con l’istituzione della Città metropolitana di Napoli, a gennaio del 2015. Dinamiche, che ben focalizzate e recepite con la dovuta congruità d’interesse politico-istituzionale sono un’opportunità per la città come per l’intero contesto nolano-mariglianese-pomiglianese-acerrano. La direzione indicata è quella che delinea scelte di larghe e condivise intese programmatiche e amministrative, pubblicamente dichiarate e trasparenti, evitando accordi sotto-banco ed episodici, insidiosi e che non offrono alcuna garanzia di affidabilità di lunga durata.

E’ il “passaggio” imposto dalla logica dei “numeri” dell’assemblea comunale, rispetto al quale centro-sinistra e centro-destra sono paralizzati in due torri, allo stato senza ponti di collegamento, mentre la rappresentanza pentastellata può assolvere solo un ruolo variabile d’accoglimento o rigetto per questo o quel provvedimento, ma non certo di stabilizzazione; ruolo, che, per quello che M5S ha proposto in campagna elettorale è destinato ad essere di pungolo e stimolo costruttivo, oltre che d’innovazione sul versante dello stesso linguaggio.

Partita aperta sotto tutti gli aspetti e per conoscere le modalità, con cui intenderanno “giocarla” i soggetti… in campo, bisognerà attendere la seduta d’insediamento del governo cittadino e le dichiarazioni programmatiche del “primo cittadino”. E resta chiaro che l’approccio, con cui l’intera compagine consiliare avvierà il nuovo ciclo amministrativo, servirà a fare la tara della qualità della politica della città e per la città. E’ la tara delle responsabilità, che interpella tutti indistintamente, ferma restando la linearità dei ruoli che si assumeranno. E che dovranno essere osservati. La città ha già perso… troppi treni in transito. Perderne altri sarebbe solo autolesionismo. Autolesionismo ancora più acuito senza trovare la normalità della gestione amministrativa, a cominciare dal regolare adeguamento dei ruoli della fiscalità locale.

di Geo

DE LUCIA DAY, ENZO FESTEGGIA IL SUO TRIONFO ELETTORALE

de lucia dayEnzo De Lucia day: il vicesindaco uscente del comune di Nola, festeggia il suo trionfo elettorale in Piazza San Vincenzo Ferreri a Polvica.

Lo scorso 29 giugno, in Piazza San Vincenzo Ferreri di Polvica, dalle ore 20,30 si è svolta una splendida serata all’insegna dei ringraziamenti da parte del vicesindaco uscente del comune di Nola, Enzo De Lucia, rivolti a tutti i cittadini che lo hanno sostenuto in questa dura campagna elettorale, consentendogli un trionfante successo storico nel turno del ballottaggio.

Con Enzo De Lucia hanno vinto i nostri valori ed i nostri ideali ed è stato sconfitto ogni tipo di trasversalismo. Insomma una vittoria di popolo! I cittadini di Nola, della comunità di Polvica, Piazzolla e della località Pizzone, hanno valutato ed analizzato le proposte in campo ed hanno scelto quella migliore, cioè quella di Enzo De Lucia e Geremia Biancardi.

La serata è stata allietata dallo spettacolo musicale e teatrale delle rispettive associazioni: “Giovani in Piazza” e “La Nota Musicale”, che hanno riscosso grande successo tra il pubblico presente. Hanno presenziato alla serata l’on. Paolo Russo, l’on. Ermanno Russo, il sindaco Geremia Biancardi e tanti consigliere neo eletti.

L’intervento dell’on. Paolo Russo è stato molto forte e determinato e nello stesso tempo soddisfatto e gioioso. Infatti ha rivolto i ringraziamenti ad Enzo De Lucia e Geremia Biancardi dichiarando: “ Innanzitutto grazie a tutti voi, a tutti coloro che hanno permesso di raggiungere questo trionfo. Insieme si può! Sono certo e sicuro che Enzo e Geremia insieme, come nella passata amministrazione, sapranno fare al meglio, sapranno dare quelle risposte che ancora tutti aspettiamo. Quando si vince si allargano le braccia a tutti anche e soprattutto a coloro che hanno sbagliato a non rispettare un territorio, a chi non ha rispettato una prospettiva di un territorio. Con Enzo, ripeto con Enzo si va veloci, lontani e si raggiunge sempre il traguardo. Con Enzo hanno vinto i nostri valori ed i nostri ideali. Sarò accanto ad Enzo e Geremia essendo certo che insieme faranno sempre di più per la città di Nola, la comunità di Polvica, Piazzolla e del Pizzone”.

Emozionante e carismatica è stata la dichiarazione di Enzo De Lucia: “Posso dire con orgoglio che questo è anche il successo del centro destra politico, che ha con forza creduto nella possibilità di offrire una seconda opportunità alla comunità che oggi siamo chiamati nuovamente ad amministrare. E’ il successo di una politica che può e deve riaffermare il suo primato sull’economia, che pure costituisce un fattore determinante per creare sviluppo e benessere. Ringrazio di vero cuore la comunità di Polvica, del Pizzone che mi hanno dato 207 preferenze, e la comunità di Piazzolla, nonché i cittadini di Nola. Ringrazio la mia famiglia che mi ha supportato in questa fervida campagna elettorale e soprattutto mio figlio Carmine che è stato la mia ombra durante questo tortuoso ma vittorioso cammino. Lo invito sul palco per ringraziarlo stringendolo in un forte abbraccio di padre amorevole”.

Come sempre Enzo De Lucia ha emozionato tutti.

Si conclude con l’intervento del sindaco Geremia Biancardi, il quale ringraziando tutta la cittadinanza e soprattutto Enzo De Lucia, espone in modo succinto il programma di lavoro che eseguiranno per Nola, Piazzolla, il Pizzone e Polvica.

Dichiara: “Il sindaco è quella figura che deve confrontarsi giornalmente con i problemi della gente e deve dare risposte soddisfacenti. Io insieme ad Enzo, come già accaduto nella passata amministrazione, ci impegneremo maggiormente affinchè tutto ciò possa accadere, portando sempre il sorriso sulla bocca dei nostri cittadini”.

La serata si conclude con l’omaggio dei trofei da parte di Andrea Minieri, legati alle giganti coppe c’erano bellissimi nastri tricolori.

E’ stata una serata vissuta intensamente insieme a tanti cittadini che hanno onorato della loro presenza, insieme a coloro che storicamente condividono il modo di essere di Enzo De Lucia. Una serata che rimarrà INDELEBILE!

Quando c’è unione, impegno, passione e senso di attaccamento, ecco i risultati.

Enzo De Lucia conclude: “Grazie ancora a tutti voi, da parte nostra ci sarà il massimo impegno per non deludere mai le vostre e le nostre aspettative. Nei prossimi cinque anni lavoreremo ancora una volta, esclusivamente per lo sviluppo della nostra comunità, inseguendo come sempre gli ideali e non gli interessi con sentimento e mai per risentimento. Viva tutti Voi, viva Polvica”!

di Anna Lisa Auriemma

NOLA. LA SANITA’ CONTESA, LINGUAGGIO CRIPTICO NON GRADITO DAI CITTADINI

Nel nolano in questa ultima settimana si è assistito ad una guerra di manifesti tra Forza Italia e Campania Più, questa ultima non si capisce se sia un’associazione o un vero gruppo politico.

Forza Italia annuncia che tra meno di cento giorni andrà via, senza rimpianti, chi ha gestito la sanità sul nostro territorio.

Ospedale in condizioni pietose, servizi al cittadino da terzo mondo, prenotazioni visite con lunghe attese, viaggi della speranza in aumento, trasferimenti clientelari e promesse per dubbi concorsi.

Nel giro di qualche giorno non tarda ad arrivare la risposta da parte di una associazione, Campania Più: Forza Italia del territorio nolano è impazzita.

L’Italia è cambiata e questi non l’hanno capito, i manager delle ASL sono scelti dalla Giunta Regionale secondo le procedure di legge e sulla base dei titoli in loro possesso. La salute dei cittadini non è di parte e di tutti, perciò sono le istituzioni a scegliere che deve governarla non anonimi trombettieri.

Un linguaggio criptico che non è stato gradito dai cittadini i quali aspettano risposte concrete ai loro problemi. Intanto l’inaugurazione del Pronto Soccorso annunciata da mesi non c’è stata. Non si riesce a capire dove stanno le colpe, se nella gestione tecnica, amministrativa e/o dirigenziale. Anche l’operatività delle camere operatorie per mancanza di attrezzature non va a regime, la farsa della medicina multi specialistica, 16 posti letto, inaugurata nel mese di marzo 2013, mai aperta per mancanza di personale, nonostante gli sforzi della direzione sanitaria, non si è riusciti a trasferire personale parasanitario dall’Ospedale di Pollena. Oggi la multi specialistica, che doveva essere il fiore all’occhiello dell’intero nosocomio, è servita prima come appoggio per sanare un difetto strutturale del reparto di cardiologia e poi per riqualificare il reparto di ortopedia, chiuso per carenze igienico-sanitarie dai NAS. Per non parlare delle difficoltà della gestione della quotidianità, una situazione che mortifica il lavoro di tanti ottimi professionisti. Non sono pochi coloro che danno la colpa alla cattiva gestione politica, come non manca chi spera ancora nel futuro dell’ospedale per le prospettive che si stanno aprendo con la realizzazione dell’emodinamica, la cui consegna dei lavori è prevista per fine agosto.

di ra.na.

NOLA. AL VIA I LAVORI DI RIMOZIONE DEI RIFIUTI NEI REGI LAGNI DA PARTE DELL’ARPAC, A SEGUIRE IL CONSORZIO DI BACINO PER I LAVORI DI SBANCAMENTO DI DETRITI E SABBIA

lagno rione poverelli nolaLe avverse condizioni meteo del 14, 16 e 19 giugno scorso, che hanno interessato tutto il nolano, hanno causato numerose esondazioni e rotture di argini dei regi lagni con allagamento delle abitazioni circostanti.

Una situazione, dopo oltre quindici giorni, che costituisce ancora un grave pericolo per la pubblica incolumità per la mancanza di rimozione dei rifiuti di ogni specie presenti ancora non solo nel letto degli alvei, ma anche nei terreni ed abitazioni adiacenti agli alvei.

I cittadini dei rioni Poverelli e Canera, delle masserie Olivieri e Lacerta, protestano in coro: “Siamo come stavano giovedì 19 giugno, giorno della tromba d’aria; argini a terra, strade sporche, alberi rimossi grazie alla buona volontà di privati. Tra poco – continuano i residenti – affonderemo tra regi lagni, laghetti inquinanti e falda acquifera che sale”.

Intanto al comune il sindaco Geremia Biancardi ha ricevuto i responsabili dell’ARPAC. Presente all’incontro il nuovo responsabile del servizio Bernardo Arienzo. Stilato un crono-programma per la rimozione dei rifiuti, che per il momento riguarderà gli alvei Camaldoli, conosciuto come Casamarciano, Gaudo (zona Boscofangone) e Santa Teresella (località Piazzolla), mentre per l’alveo Quindici si dovrà aspettare qualche giorno perché occorre una variante al progetto originario in quanto per tale tratto non erano previsti i lavori.

“Nei prossimi giorni procederò ad una verifica di tutti gli alvei – dichiara Bernardo Arienzo – soprattutto anche delle parti coperte. Per tutta l’area messa in ginocchio dall’alveo Quindici (Poverelli, Canera) agli inizi della prossima settimana provvederò tramite la ditta affidataria del servizio raccolta dei rifiuti al lavaggio delle strade per eliminare i residui disagi derivanti dagli allagamenti. Il protocollo d’intesa tra il comune, l’ARPAC ed il Consorzio di Bonifica è stato siglato per cui ad iniziare i lavori sarà per prima l’ARPAC, che rimuoverà tutti i rifiuti presenti negli alvei Camaldoli, Gaudo e S. Teresella, dopo interverrà il Consorzio di Bonifica per la rimozione e lo sbancamento dei detriti e sabbia, infine il comune provvederà allo smaltimento dei rifiuti. La somma impegnata dal comune per lo smaltimento è di 30 mila euro. Per la rottura degli argini – continua Arienzo – la competenza è del Genio Civile, già mi sono attivato a contattare i tecnici che a breve provvederanno a quantificare le spese per la ricostruzione”.

A presentare istanza per una verifica dello stato di grave pericolo sono i residenti di via dei Cipressi, per la tracimazione del viadotto fognario chiedono il ripristino dello stesso ed in caso di mancanza di un immediato intervento, procederanno alla denuncia presso gli organi competenti per i reati di omissione di atti d’ufficio.

di ra.na.

NCD RITROVA L’INTESA INTERNA, QUALE FUTURO PER L’UDC?

Fissata per venerdì 4 luglio alle 10 presso la sede regionale del Nuovo Centrodestra (NCD) al centro direzionale di Napoli, Isola F3, quarto piano, una riunione preparatoria del coordinamento regionale con i seguenti punti all’ordine del giorno:
1) Insediamento coordinamento regionale;
2) Censimento amministratori comunali NCD;
3) Definizione data assemblea regionale.

In attesa della formazione dell’organigramma definitivo, che uscirà dall’assemblea regionale, quello provvisorio vede coordinatore regionale l’on. Gioacchino Alfano, vicecoordinatore regionale con delega all’organizzazione il prof. Severino Nappi, vice-coordinatore regionale con delega agli enti locali l’on. Francesco Vincenzo Nappi, responsabile regionale del programma l’on. Marcello Di Caterina, coordinatore Napoli l’on. Raffaele Calabrò.

“Con la definizione dell’organigramma abbiamo dato prova di grande maturità e questo è un segnale molto positivo”, afferma l’on. Gioacchino Alfano.

“E’ mio dovere essere ancora più presente nei territori per discutere di programmi e contenuti”, annuncia l’on. Francesco Vincenzo Nappi.

Alla luce dei recenti sviluppi sembrano oramai un lontano ricordo le polemiche all’interno del partito, in modo particolare nei comuni interessati al rinnovo amministrativo, dove animatamente ci si confrontava sulle scelte delle alleanze politiche che erano più convenienti al fine delle future strategie, sfiorando in alcuni casi gravi rotture.

Ora si aspetta di vedere il “futuro” dell’UDC, sempre più incerto; molti amministratori, non solo locali, pensano infatti di confluire nel Nuovo Centrodestra, che sembra aver trovato una normalità.

di ra.na.

NOLA. ELEZIONI: PRONTI I MANDATI DI PAGAMENTO PER PRESIDENTI DI SEGGIO E SCRUTATORI, ECCO GLI IMPORTI E LE DATE DI RISCOSSIONE

L’ufficio finanziario del comune di Nola, nella persona del responsabile ufficio mandati M.llo Pasquale Petillo, comunica la calendarizzazione dei mandati di pagamento per gli operatori addetti al servizio di scrutinio presso i seggi elettorali per le elezioni del 25 maggio scorso e del turno di ballottaggio dell’8 giugno.

CONSULTAZIONI ELETTORALI ANNO 2014

CALENDARIZZAZIONE MANDATI DI PAGAMENTO PER GLI OPERATORI ADDETTI AL SERVIZIO DI SCRUTINIO PRESSO I SEGGI ELETTORALI

                                                                 25-mag-14    08-giu-14
Seggio n. – SEZIONE – UBICAZIONE – MANDATO – MANDATO – DATA RISCOSS.

1 – Scuola Elementare – Vicolo Duomo – 1404 – 1443 – 07/07/14
2 – Scuola Elementare – Vicolo Duomo – 1405 – 1444 – 07/07/14
3 – Scuola Elementare – Vicolo Duomo – 1406 – 1445 – 07/07/14

4 – Scuola Elementare – Vicolo Duomo – 1407 – 1446 – 07/08/14
5 – Istituto Pedagogico – Via Circumvallazione – 1408 – 1447 – 07/08/14
6 – Istituto Pedagogico – Via Circumvallazione – 1409 – 1448 – 07/08/14

7 – Istituto Pedagogico – Via Circumvallazione – 1410 – 1449 – 07/09/14
8 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1411 – 1450 – 07/09/14
9 – Istituto Masullo – Via Mario De Sena – 1412 – 1451 – 07/09/14

10 – Istituto Masullo – Via Mario De Sena – 1413 – 1452 – 07/10/14
11 – Istituto Pedagogico – Via Circumvallazione – 1414 – 1453 – 07/10/14
12 – Istituto Masullo – Via Mario De Sena – 1415 – 1454 – 07/10/14

13 – Istituto Masullo – Via Mario De Sena – 1416 – 1455 – 07/11/14
14 – Istituto Masullo – Via Mario De Sena – 1417 – 1456 – 07/11/14
15 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1418 – 1457 – 07/11/14

16 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1419 – 1458 – 07/14/14
17 – Scuola Media – Via Polvica – 1420 – 1459 07/14/14
18 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1421 – 1460 – 07/14/14

19 – Liceo Carducci – Via Seminario – 1422 – 1461 – 07/15/14
20 – Liceo Carducci – Via Seminario – 1423 – 1462 – 07/15/14
21 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1424 – 1463 – 07/15/14

22 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1425 – 1464 – 07/16/14
23 – Liceo Carducci – Via Seminario – 1426 – 1465 – 07/16/14
24 – Liceo Carducci – Via Seminario – 1427 – 1466 – 07/16/14

25 – Scuola Elementare – Via Cinquevie Di Selve – 1428 – 1467 – 07/17/14
26 – Scuola Elementare – Via Cinquevie Di Selve – 1429 – 1468 – 07/17/14
27 – Scuola Elementare – Via Vetrai – 1430 – 1469 – 07/17/14

28 – Nuova Scuola Elementare – Via Degli Albertini – 1431 – 1470 – 07/18/14
29 – Nuova Scuola Elementare – Via Degli Albertini – 1432 – 1471 – 07/18/14
30 – Scuola Elementare – Via Cinquevie Di Selve – 1433 – 1472 – 07/18/14

31 – Scuola Elementare – Via Vetrai – 1434 – 1473 – 07/21/14
32 – Scuola Media – Via Polvica – 1435 – 1474 – 07/21/14
33 – Scuola Elementare – Vicolo Duomo – 1436 – 1475 – 07/21/14

34 – Istituto Pedagogico – Via Circumvallazione – 1437 – 1476 – 07/22/14
35 – Scuola Elementare – Piazza Risorgimento – 1438 – 1477 – 07/22/14
36 – Istituto Masullo – Via Mario De Sena – 1439 – 1478 – 07/22/14

37 – Liceo Carducci – Via Seminario – 1440 – 1479 – 07/23/14
38 – Ospedale – Via Seminario – 1441 – 1480 – 07/23/14
38/BIS – Ospedale – Via Seminario – 1442 – 1481 – 07/23/14

Ogni scrutatore avrà diritto per le due tornate elettorali alla somma complessiva di € 241,00, di cui € 121,00 per il turno del 25 maggio ed € 120,00 per il turno dell’8 giugno.

Ogni presidente di seggio avrà diritto per le due tornate complessivamente ad € 307,00, di cui € 157,00 per il turno del 25 maggio ed € 150,00 per il turno dell’8 giugno.

Ai segretari sarà riconosciuta una somma pari a quella degli scrutatori.

Il comune di Nola per gli operatori addetti al servizio di scrutinio liquida la somma di € 57.811,00 di cui € 29.876,00 per il turno del 25 maggio ed € 27.935,00 per il turno dell’8 giugno.

di ra.na.

Navigazione articolo