ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “giugno 29, 2014”

ALLARME INNALZAMENTO FALDA ACQUIFERA PIANA NOLANA, SOVRINTENDENTE VECCHIO: “FATE PRESTO”

Oramai non si contano più le segnalazioni dei cittadini alle istituzioni per l’acqua stagnante nel sottopasso di via Polveriera a Nola.

L’ultima segnalazione è di questa mattina, il conducente di un’automobile e la sua figlioletta sono stati travolti dall’acqua, che ha raggiunto quasi una cinquantina di centimetri. Solo grazie all’intervento di alcuni automobilisti sono riusciti a salvarsi.

Il fenomeno non riguarda la stagnazione dell’acqua piovana, bensì l’innalzamento della falda acquifera, che negli ultimi mesi sta interessando tutta l’area di Boscofangone, dove è visibile oramai una palude della Polveriera (compreso le Torricelle ed l’Anfiteatro Marmoreo). Quasi tutte le abitazioni della zona hanno scantinati, sottoscale e garage pieni d’acqua.

In occasione dell’inaugurazione del parco urbano in via Merliano, il sovrintendente Giuseppe Vecchio (notizia riportata da ilc@zziblog lo scorso 21 maggio, ma che allora non destò preoccupazione tra le forze politiche e civiche impegnate in campagna elettorale per il rinnovo comunale del 25 maggio) lanciò un allarme sui possibili danni derivanti dall’innalzamento della falda acquifera per l’intera piana dell’area.

“Al momento – dichiarò il sovrintendente Vecchio – non si conoscono le cause di questo innalzamento. Fate presto, occorre l’istituzione di un comitato tecnico-scientifico per il monitoraggio dell’assetto idrogeologico della zona, della raccolta delle acque piovane nei regi lagni e soprattutto degli effetti dei possibili insediamenti industriali e commerciali nella zona di Boscofangone (area ASI e CIS, Interporto e Vulcano Buono)”. Molto strano è che nel giro di meno di un mese la falda acquifera si sia innalzata di circa un metro e mezzo. “Basti pensare – affermò Vecchio – che i vigili sommozzatori archeologi per l’interramento del Villaggio Preistorico hanno incontrato grosse difficoltà per la presenza nell’acqua di molti colibatteri”.

Una situazione drammatica che non può più essere sottaciuta. L’innalzamento della falda oramai ha raggiunto il livello dei pozzi neri, molto presenti in zona, e la presenza di colibatteri nell’area del Villaggio Preistorico crea allarmismo e preoccupazione per le colture dei terreni circostanti.

di ra.na.

FESTA DEL SACRO CUORE

festa sacro cuore 1Celebrata il 27 giugno scorso, presso la chiesa del Gesù a Nola la festa del Sacro Cuore, che cade il venerdì dopo la solennità del Corpus Domini.

La chiesa del Gesù, fondata nel Cinquecento per volontà della contessa Maria Sanseverino, moglie di Enrico Orsini, ultimo conte di Nola, da sempre è il centro cittadino della devozione popolare al Sacro Cuore. I Rettori che si sono avvicendati negli anni hanno continuamente zelato con attenzione questo culto così vivo e sentito nel popolo cristiano.

festa sacro cuore 2Per l’occasione è stato presentato il restauro di un’artistica tovaglia d’altare dipinta a mano dalle Suore di Santa Chiara nel secolo scorso ed è stata benedetta la restaurata bandiera dell’Associazione “Sacro Cuore”, datata 1918. Madrina speciale del felice evento la signora Tittina Ambrosino, decana dell’Associazione. Presenti anche i confratelli della Congrega SS. Trinità e San Luigi, che ha sede nella chiesa del Gesù. Un plauso al Rettore Mons. Luigi Mucerino sempre pronto a valorizzare i tesori, grandi e piccoli, che la chiesa custodisce.

di Gennaro Morisco

Navigazione articolo