ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “giugno 19, 2014”

NOLA. DIFFIDA PREFETTURA, APPROVAZIONE CONSUNTIVO ENTRO GLI INIZI DI AGOSTO

Nella giornata di ieri, mercoledì 18 giugno, un atto di diffida della Prefettura di Napoli al Comune di Nola, diffuso da alcuni giornali e televisioni locali, per la mancata approvazione del rendiconto di gestione 2013, aveva creato preoccupazioni per un eventuale scioglimento del nuovo Consiglio Comunale, non ancora insediatosi.

Alla nota di chiarimento inviata dal segretario generale del Comune di Nola, Giacinto Montazzoli, alla Prefettura di Napoli, la stessa in data odierna ha replicato che, essendo attesa per oggi, giovedì 19 giugno, la proclamazione del Sindaco, eletto nel turno di ballottaggio dell’8 giugno scorso, i 20 giorni concessi ai fini dell’approvazione del suddetto rendiconto decorrono dalla data di notifica al Sindaco ed ai Consiglieri Comunali del relativo provvedimento prefettizio di convalida degli eletti, che avverrà nel primo Consiglio Comunale. Poiché la proclamazione degli eletti, secondo fonti della Commissione circondariale, avverrà agli inizi di luglio e i 10 giorni per la convocazione del Consiglio Comunale scatteranno non prima della metà dello stesso mese, i 20 giorni di diffida per l’approvazione del rendiconto partiranno da tale data, quindi il nuovo Consiglio Comunale per l’approvazione del documento di gestione avrà tempo fino agli inizi di agosto.

di ra.na.

NOLA. PROCLAMATO IL SINDACO, CESSANO TUTTI GLI INCARICHI FIDUCIARI

Con la proclamazione avvenuta quest’oggi ad opera della commissione elettorale circondariale inizia ufficialmente il Biancardi bis.

Il primo adempimento che il sindaco riconfermato dovrà assolvere sarà la pubblicazione dei risultati elettorali e la notifica agli eletti entro tre giorni dalla loro proclamazione, che avverrà entro gli inizi di luglio, quindi per la composizione del nuovo consiglio comunale si dovrà ancora aspettare qualche giorno (solo allora si saprà se ad essere eletto sarà Umberto Bruno della lista “Io sto con la Tripaldi”, Enzo Iovino di “Più Nola” o addirittura un quinto consigliere dell’UDC-NCD). Entro dieci giorni dalla proclamazione degli eletti il sindaco dovrà convocare il consiglio comunale. Nella prima seduta, che dovrà tenersi entro dieci giorni dalla convocazione, il sindaco dovrà dare notizia della composizione della giunta. Il sindaco può nominare un nuovo segretario generale non prima di 60 giorni e non dopo 120 giorni dall’avvenuto insediamento.

Da oggi, giovedì 19 giugno, cessano anche gli incarichi fiduciari legati alla carica sindacale: Gaetano Oliva, Felice Maggio e Giacomo Stefanile, dirigenti a tempo determinato; Michele Sibilla, Autilia Napolitano e Antonio D’Ascoli, addetti stampa.

In mattinata c’è stata una riunione operativa presieduta dal segretario generale Giacinto Montazzoli con i responsabili delle posizioni organizzative: Paolo Squame (Finanziario), Bernando Arienzo (LL.PP.), Anclerio Gustavo (LL.PP.), Vallone Raffaella (Politiche Sociali), Meo Franco (Ambiente), Napolitano Giuseppe e Maddaloni Paolino (VV.UU.), Adriano Masullo (P.I.), Maurizio Renzullo e Pasquale Tudisco (Avvocatura).

di ra.na.

BOMBA D’ACQUA NEL NOLANO: PROTEZIONE CIVILE IN AZIONE – UN FABBRICATO EVACUATO A CICCIANO – VASTE ZONE ALLAGATE

“Sono dieci le squadre della Protezione civile regionale già impegnate nell’area del Nolano colpita, in queste ore, da pesanti precipitazioni temporalesche. In particolare, sei squadre di volontari regionali e quattro squadre di tecnici del Genio civile e della protezione civile stanno lavorando, insieme ai vigili dei fuoco, nei comuni di Cimitile, Cicciano, Tufino e Nola”.

Lo comunica l’assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza che si tiene in stretto contatto con la Sala operativa e la Direzione regionale della Protezione civile.

“Le squadre – ha detto Cosenza – stanno operando anche con l’ausilio di 4 idrovore e 4 pompe di svuotamento per prestare soccorso alla popolazione. A Cicciano sono in corso le verifiche su di un fabbricato evacuato dai vigili del fuoco per infiltrazioni d’acqua nelle fondamenta. Numerosi gli scantinati e le abitazioni poste ai piani bassi dei palazzi che risultano allagati”.

Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro si tiene in costante contatto con l’assessore alla Protezione civile Edoardo Cosenza per seguire l’evolversi della situazione che si è determinata in alcuni comuni del nolano a causa delle abbondanti piogge.

Al momento, le precipitazioni stanno decrescendo e il quadro meteo mostra un miglioramento dalla serata.

(red)

PERCORSO STORICO DEI GIGLI: “RECORD”, “NUMERI” E “CACCIATE” – PARTE PRIMA (PIAZZA DUOMO E GIRATA DI CAPAROSSA)

(Premessa: prima di iniziare a ricordare le imprese, le cacciate e i “record” che negli ultimi 25/30 anni hanno entusiasmato gli amanti dei Gigli (e delle Paranze) nei quattro punti “storici” del percorso (Piazza Duomo, Caparossa, Carceri e Vico Piciocchi) mi corre l’obbligo di precisare che con il presente articolo e il seguente “elenco” non si vuole assolutamente fare una valutazione di tipo “tecnico” delle sotto-elencate esibizioni (pur volendo, non credo assolutamente di aver i “titoli” adatti per poterlo fare!), bensì una semplice e banale “esposizione numerica” delle stesse. Sin d’ora mi scuso con i Maestri di Festa e i Paranzari per qualche eventuale (e non voluta) dimenticanza.

Per quanto riguarda la Ballata in Piazza Duomo, il “record” per il maggior numero dei giri di piazza effettuati spetta al Giglio del Sarto 1991 (Paranza Barrese Insuperabile di Cicciotto) che ne effettuò ben quattro; a seguire, con 3 giri di piazza si ricordano il Panettiere 1989 (Paranza Nolana di Erasmo Leone), l’Ortolano 1991 (Paranza Barrese Amici Miei di Domenico Scotti), il Bettoliere 1991 e il Salumiere 1992 (entrambi trasportati dalla Paranza Nolana San Massimo di Nicola Trinchese); degne di nota sono anche le esibizioni del Panettiere 1987 (sempre Paranza San Massimo) che fece i 4 lati della piazza a spalletta, eseguendo ad un angolo una girata di 90 gradi “a bolero” e quella della Sarto 1989 (Paranza Barrese Insuperabile) che eseguì due giri di piazza a spalletta, uno con la facciata rivolta verso la piazza e l’altro di spalle (con la facciata rivolta verso i palazzi)!

Una menzione a parte meritano le ballate del Fabbro 1989 (Paranza San Massimo) e quella del Sarto 1994 (Paranza Volontari). La prima si ricorda in quanto per la prima volta un giglio entrò in Piazza Duomo senza prima fermarsi ai lati della stessa: il Giglio, che proveniva da Piazza Giordano Bruno, partì dall’altezza del Sali e Tabacchi dell’omonima via e, senza posare, guadagnò l’ingresso in piazza, “cacciata” questa in seguito ripresa anche da altri Gigli e altre paranze (tra cui la stessa Trinchese, i Volontari, la Fantastic Team, le paranze barresi Amici Miei e Insuperabile) che sono entrati direttamente in Piazza partendo chi dalla Chiesa di Santa Chiara, chi dall’ex Bar Jolly, chi dallo stesso Sali e Tabacchi, chi da Via San Felice (all’altezza della girata di Caparossa) e chi addirittura da Piazza Collegio. La ballata del Sarto 94, invece, è ricordata in quanto l’obelisco durante la sua esibizione “uscì” provvisoriamente dalla Piazza immettendosi in Via Giordano Bruno dall’accesso di fronte al Sali e Tabacchi di cui sopra, per poi rientrarvi dall’ingresso di Corso Tommaso Vitale (lato Bar Nico).

Alla “Caparossa” il numero massimo di girate effettuate è di 5, primato diviso in “comproprietà” da ben tre paranze: Volontari (Sarto 1994), San Massimo (Panettiere 1995) e Mondiale (Sarto 2010); a seguire con quattro rotazioni di 360 gradi troviamo il Fabbro 1994 (Paranza San Massimo) e il Fabbro 2010 (paranza Volontari). Innumerevoli sono i Gigli e le paranze che sono andate ad effettuare la girata di Caparossa partendo direttamente dalla Piazza (o dall’incrocio della Farmacia Scala): da Trinchese (la prima volta col Sarto 1997) a Pollicino (l’ultima l’anno passato), da Talese all’Insuperabile, dalla Stella a Castagnini (queste ultime due sono addirittura arrivate a Caparossa partendo dal quadrivio a marcia indietro!). Indimenticabili le tre esibizione del 2012 da parte del Giglio del Salumiere (paranza Fantastic Feam) del Beccaio (Volontari) e del Calzolaio (Insuperabile) tutte all’insegna delle novità, della fantasia e dello spettacolo (troppo complicato descriverle, bisogna vederle!). Non mancano, infine, le (tante) girate effettuate “a 2 varre”. (segue…)

FINE PRIMA PARTE

di Giuseppe Santoro

Navigazione articolo