ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

NOLA. COSTAGLIOLA: “IL DIRETTIVO LOCALE DEL PD SI DIMETTA IN BLOCCO, LA SMETTA DI USARE IL PARTITO PER SCOPI PERSONALI”

Maurizio Costagliola

Maurizio Costagliola

Continua a far discutere in città l’apparentamento Vitale-Tripaldi-Cutolo, in vista del ballottaggio di domenica 8 giugno, che decreterà chi tra il sindaco uscente e ricandidato, Geremia Biancardi, e il suo “collega”, professionalmente parlando (sono entrambi avvocati amministrativisti), Domenico Vitale guiderà la città bruniana per i prossimi cinque anni.

A destare meraviglia, anche tra gli “addetti ai lavori”, è stato soprattutto l’appoggio manifestato dal Partito Democratico (in lista unica con il movimento di alternativa progressista Città Viva, che nel 2009 corse in solitaria alle amministrative, con un proprio candidato sindaco, Luigi Conventi) al candidato sindaco Vitale, supportato dal Nuovo Centrodestra e dall’Unione di Centro, oltreché da Fratelli d’Italia (poi dissociatisi una volta concretizzata l’intesa per il ballottaggio con la coalizione di centrosinistra guidata dalla Tripaldi).

Lo stesso segretario provinciale dei democratici ha manifestato il suo disappunto sulla scelta “locale” di garantire l’appoggio per il ballottaggio al candidato sindaco Vitale. “Il forte dissenso di Carpentieri rispetto ai nuovi scenari politici nolani impongono che vengano presi al più presto seri provvedimenti”, chiosa Maurizio Costagliola, uno dei quattro candidati alle primarie del centrosinistra, che non è stato neppure direttamente interpellato (non sappiamo se lo siano stati gli altri candidati alle primarie, il capolista di PD-Città Viva Gianluca Napolitano e Francesco Passaro) per esprimere un parere in merito all’apparentamento.

“Il mio percorso – continua Costagliola – inizia con un’idea nella quale ho fortemente creduto fino all’epilogo di qualche giorno fa, quando per nuove logiche di potere si è concretizzato il tanto discusso apparentamento. La mia critica è rivolta prevalentemente al PD, un partito che all’indomani del voto, con supponenza ed arroganza, non valuta la sua del tutto marginale posizione nella politica della città, confermata dall’enorme divario tra i voti delle europee e delle amministrative”.

Costagliola in particolare contesta ai vertici dei democratici bruniani il “modus operandi” delle scelte fatte. “L’attuale direttivo – sbotta Costagliola – abbia la coerenza di dimettersi in blocco per fare spazio a nuove forze che possano realmente allinearsi al superlativo lavoro che il filone di Matteo Renzi sta concretizzando e non si arroghi il diritto di fare accordi che vanno a tradire la fiducia degli elettori, che attraverso le primarie hanno creduto in un nuovo modo di fare politica. Si parla – continua Costagliola – in merito all’accordo, di condivisione di programmi, tutto ciò mi fa sorridere se si pensa che si è svolta una campagna elettorale all’insegna della netta distinzione della coalizione ‘Nola che Cambia’ rispetto al gruppo guidato dall’avv. Vitale. Tutto ciò per avere qualche poltrona in più con la certezza che qualcuno stia utilizzando il partito per scopi personali e per fini che vanno oltre questa tornata elettorale. Non sono pochi i militanti ed i simpatizzanti del PD che hanno le mie stesse idee – sostiene Costagliola – quindi la nostra battaglia inizia adesso per la costruzione di una vera alternativa di centrosinistra che cambierà le sorti della nostra città. Ribadisco – conclude Costagliola – lo slogan che ha guidato la mia esperienza alle primarie, ‘Noi siamo quello che facciamo’, pertanto non sottometterò mai le mie idee ad altre becere logiche di potere”.

di ra.na.

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “NOLA. COSTAGLIOLA: “IL DIRETTIVO LOCALE DEL PD SI DIMETTA IN BLOCCO, LA SMETTA DI USARE IL PARTITO PER SCOPI PERSONALI”

  1. Antonio in ha detto:

    Bravo Maurizio!!!!Hai pienamente ragione!

  2. Diletta in ha detto:

    Carissimo la coalizione di centro sinistra pensava di vincere al primo turno? Se fosse andata la Tripadi al ballottaggio (si tengano bene d’occhio i numeri) quale scelta ragionevole e proficua avresti consigliato per puntare ad una vittoria? Non si tratta di poltrone ma di rispetto verso quanti hanno scelto e creduto nella possibilità’ di cambiamento…non si tratta di strategie occulte (sarebbe stato così nel caso di un appoggio esterno) ma di una posizione responsabile e partecipativa all’azione amministrativa oltre che contemplata dal sistema elettorale…e non si parli di Renzi che, attraverso le larghe intese, (ministeri chiave ad NCD al 4%) ha alimentato e concretizzato una azione di governo, che ha condotto, per la prima volta nella storia repubblicana, un partito ad ottenere un larghissimo consenso popolare…abbiamo lottato per ottenere questi risultati … non disperdiamoli ma adoperiamoci affinché’ ciascuno dei voti ottenuti venga valorizzato … Sarebbe auspicabile un atteggiamento propositivo anche rispetto alla scelta di Vitale, il quale, responsabilmente, ha ceduto senza alcun ricatto, parte della maggioranza che lo ha sostenuto e ha interloquito con una coalizione, quale quella di centro sinistra, che pur non avendo ottenuto in questa tornata elettorale grandi risultati, e’ stata invitata ad essere protagonista dell’azione amministrativa.
    Un abbraccio al mio sempre caro amico Maurizio.

  3. Donato in ha detto:

    Caro Costagliola, un po’ di coerenza non guasterebbe. Uniti per battere il malgoverno di Russo e Biancardi. Ci daremo qualche pizzico sulla pancia ma non lasceremo vincere chi ha distrutto la città.

    Sono un convinto elettore di sinistra e nessuno mi potrà accusare di incoerenza. Vogliamo una nuova amministrazione comunale!

    • ilvigile in ha detto:

      Egr sig. Costagliola Maurizio Paolo, le elezioni con il doppio turno impongono delle scelte che ella potrà condividere o meno, ma che deve rispettare.
      La sua scelta, assolutamente legittima, non la faccia passare per coerenza o coscienza, quando ai più può sembrare una scelta di convenienza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: