ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “maggio 28, 2014”

NOLA. BIANCARDI O VITALE?… ECCO COME SARANNO I LORO “CONSIGLI”!

Non accennano a placarsi le polemiche sulle presunte mancate assegnazioni di preferenze che diversi candidati (anche in posizioni non eleggibili) reclamano.

La più clamorosa sembrerebbe quella verificatasi a Piazzolla, dove diversi candidati non avrebbero riportato alcuna preferenza nella propria sezione elettorale. Il rappresentante della lista “Io sto con la Tripaldi”, Salvatore Maffettone, consigliere comunale ancora in carica, ha preannunciato una denuncia sull’accaduto.

Si intensificano intanto gli incontri tra le varie coalizioni in vista del ballottaggio di domenica 8 giugno. Il più attivo è Arturo Cutolo, convintissimo di appoggiare Domenico Vitale. Più cauta e riflessiva appare invece Maria Franca Tripaldi, che questa sera incontrerà gli alleati (Pd, Città Viva, Sel, Riformisti per Nola). Al momento non è possibile avanzare alcuna ipotesi, sicuramente le dimissioni del presidente di Città Viva, Andrea Meo, deluso dal risultato elettorale amministrativo del Pd bruniano, animeranno il dibattito politico, ma il futuro della coalizione per ora non sembra ancora irrimediabilmente compromesso. I “processi” saranno rinviati tutti a dopo l’8 giugno.

Si cominciano intanto a fare i conti su come sarà articolato il prossimo consiglio comunale di Nola, in caso di vittoria dell’uno o dell’altro candidato sindaco (in assenza di apparentamenti ufficiali).

In caso di vittoria del sindaco uscente, Geremia Biancardi, andranno:

– dieci consiglieri a Forza Italia [Cinzia Trinchese (1936 voti), Enzo De Lucia (1466 voti), Antonio Tufano (654 voti), Carmela De Stefano (608 voti), Roberto De Luca (552 voti), Laura Napolitano (566 voti), Michele Cutolo (492 voti), Rino Barone (489 voti), Angelo Siano (461 voti), Giancarlo Moccia (392 voti)];

– due alla lista “Uniti per il Territorio” [Raffaele Giugliano (611 voti) e Carmine Pizza (458 voti)];

– due alla lista “Centro Destra Nolano” [Antonio Manzi (297 voti) e Salvatore Notaro (294 voti)];

– uno alla lista “Hyria Socialisti-Riformisti-Liberali” [Giuseppina La Marca (227 voti)];

– quattro + 1 (il candidato sindaco perdente) all’UDC-NCD [Carmela Scala (754 voti), Francesco Pizzella (690 voti), Raffaele Parisi (584 voti), Erasmo Caccavale (415 voti) + Domenico Vitale];

– uno al Partito Democratico [Luisa Marone (239 voti)];

– Maria Franca Tripaldi (come candidato sindaco perdente) ed Umberto Bruno (161 voti) della lista “Io sto con la Tripaldi;

– Arturo Cutolo (come candidato sindaco perdente).

Domenico Vitale SindacoIn caso di vittoria di Domenico Vitale il consiglio comunale sarà così composto:

– undici consiglieri all’UDC-NCD [Carmela Scala (754 voti), Francesco Pizzella (690 voti), Raffaele Parisi (584 voti), Erasmo Caccavale (415 voti), Emma Vecchione (383 voti), Veronica Caliendo (382 voti), Alberto Verani (341 voti), Rosa Balletta (286 voti), Cosimo Santaniello (251 voti), Raffaele Meo (235 voti), Romualdo Magliulo (222 voti)];

– tre alla lista “Nola Mia” [Felice Mercogliano (400 voti), Carlo Giannini (247 voti), Raffaele Parisi (87 voti)];

– uno alla lista Fratelli d’Italia AN [Giuseppina Vassallo (185 voti)];

– tre + 1 (il candidato sindaco perdente) alla lista Forza Italia [Cinzia Trinchese (1936 voti), Enzo De Lucia (1466 voti), Antonio Tufano (654 voti) + Geremia Biancardi];

– uno alla lista “Uniti per il Territorio” [Raffaele Giugliano (611 voti)];

– uno alla lista “Centro Destra Nolano” [Antonio Manzi (297 voti)];

– uno al Partito Democratico [Luisa Marone (239 voti)];

– Maria Franca Tripaldi (come candidato sindaco perdente);

– Arturo Cutolo (come candidato sindaco perdente).

In caso di vittoria di Geremia Biancardi, dunque, la lista “Io sto con la Tripaldi” conquisterebbe un seggio come miglior quoziente [Umberto Bruno (161 voti)].

di ra.na.

NOLA. ANDREA MEO LASCIA LA PRESIDENZA DI CITTA’ VIVA

Andrea MeoAndrea Meo, presidente di Città Viva, si dimette: “Risultato elettorale deludente, fare un passo indietro per me è un atto dovuto”.

Pochi giorni dopo la tornata elettorale che ha visto la lista PD-Città Viva ottenere 1628 preferenze, Andrea Meo, presidente del movimento civico Città Viva, rassegna le sue dimissioni che diventeranno effettive dopo l’8 giugno, data del ballottaggio. “Non tornerò indietro sulla decisione presa. Le mie dimissioni, irrevocabili, da presidente di Città Viva sono un atto dovuto, conseguenza del deludente risultato elettorale di tutta la lista progressista PD-Città Viva – spiega Andrea Meo – In questo momento ritengo sia doveroso da parte mia fare un passo indietro, poi con calma bisognerà analizzare meglio le cause che hanno portato a questo risultato, a parer mio tutt’altro che positivo. Per quanto mi riguarda non ho alcun dubbio sul fatto che, dopo un momento serio di pausa e riflessione, valuterò dove e come continuare nel mio impegno politico per contribuire alla crescita e al miglioramento della città nella quale vivo”.

(red)

Navigazione articolo