ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “maggio 27, 2014”

NOLA. ELEZIONI COMUNALI: PREFERENZE, DATI ELETTORALI E CURIOSITA’

La Ballata dei Sei

PREFERENZE CANDIDATI TOTALI

PREFERENZE CANDIDATI SEZIONALI

Sarà il ballottaggio tra Geremia Biancardi e Domenico Vitale a decretare tra due settimane chi sarà il sindaco di Nola per i prossimi cinque anni, non avendo nessun candidato sindaco raggiunto il 50,01% di preferenze al primo turno. Si voterà domenica 8 giugno dalle ore 7:00 alle ore 23:00.

GEREMIA BIANCARDI candidato sindaco ha ottenuto 9.982 voti (43,83%). Le liste collegate: Lista Forza Italia 6.578 voti (29,33%); Lista Civica Centro Destra Nolano 1.768 voti (7,88%); Lista Civica Uniti per il Territorio 1.764 voti (7,88%); Lista Civica Hyria Socialisti-Riformisti-Liberali 663 voti (2,96). Totale voti validi della coalizione: 10.773 (48,04%).

DOMENICO VITALE candidato sindaco ha ottenuto 5.099 voti (22,39%). Le liste collegate: Lista UDC-NCD voti 4.018 (17,92%); Lista Civica Nola Mia 914 voti (4,07%); Lista Fratelli d’Italia A.N. 443 voti (1,97%); Lista Centro Democratico 62 voti (0,27%). Totale voti validi della coalizione: 5.437 (24,24%).

MARIA FRANCA TRIPALDI candidato sindaco ha ottenuto 3.431 voti (15,06%). Le liste collegate: Lista Partito Democratico-Città Viva 1.628 voti (7,26%); Lista Civica Io Sto con la Tripaldi 1.351 voti (6,01%); Lista Civica Riformisti per Nola 136 voti (0,60%). Totale voti validi della coalizione: 3.115 (13,89%).

ARTURO CUTOLO candidato sindaco ha ottenuto 3.018 voti (13,25%). Le liste collegate: Lista Civica Più Nola 1.629 voti (7,26%); Lista Civica Alternativa Nolana 326 voti (1,45%); Lista Civica Lavor in Corso 108 voti (0,48%). Totale voti validi della coalizione: 2.064 (9,20%).

ARMANDO VALLONE candidato sindaco ha ottenuto 669 voti (2,93%). Lista Movimento 5 Stelle 536 voti (2,39%).

FRANCESCO AMBROSIO candidato sindaco ha ottenuto 571 voti (2,21%). Lista Civica Nola ai Nolani 496 voti (2,21%).

LE CURIOSITA’: ad oltre ventiquattro ore dallo scrutinio non sono ancora state rese note le preferenze dei candidati, il dirigente Paolino Santaniello sostiene che è colpa del Ministero degli Interni, che non ha ancora caricato i dati sul sito, così come riportato dai singoli verbali delle sezioni elettorali, mentre c’è chi sostiene che ci sono contestazioni di candidati per una errata assegnazione delle preferenze, un leit-motiv ricorrente ad ogni tornata elettorale. Saranno almeno una trentina i ricorsi annunciati da diversi candidati per una presunta non corretta assegnazione delle preferenze.

La lista collegata che ha ottenuto il minor numero di voti appartiene alla coalizione di Domenico Vitale, si tratta della lista del Centro Democratico, appena 69 voti con ben 9 candidati su 15 a zero voti ed un voto (un record da guinness dei primati). Altre due liste hanno superato di poco i 100 voti, si tratta delle civiche Lavor in Corso (coalizione di Arturo Cutolo) e Riformisti per Nola (coalizione di Maria Franca Tripaldi): la prima 108 e la seconda 136.

Il totale dei voti riferibili ai candidati a sindaco sono stati 22.770; il totale voti liste 22.421; schede bianche 147; schede nulle 636; schede contestate nessuna, ed è proprio questo dato che non spiega la mancata pubblicazione delle preferenze.

Il candidato sindaco Geremia Biancardi ha ottenuto 791 voti in meno rispetto ai voti delle liste della coalizione. Domenico Vitale 419 voti in meno. Arturo Cutolo 954 voti in più. Maria Franca Tripaldi 316 voti in più. Armando Vallone 133 in più. Franco Ambrosio 75 voti in più.

Cinzia Trinchese

Cinzia Trinchese

Cinzia Trinchese (candidata nella lista di Forza Italia) ha ottenuto il più alto numero di preferenze nella storia politica locale (1.950 voti), ben quattordici liste su sedici presenti alla competizione elettorale hanno ottenuto un numero di voti inferiori alla candidata, a far meglio solo Forza Italia e UDC-NCD. Un altro candidato che ha superato le mille preferenze è stato Enzo De Lucia (Forza Italia), il più votato delle frazioni, nella sola Polvica ha ottenuto oltre 700 preferenze.

Vi diamo di seguito le prime posizioni dei candidati (si badi bene, non tutti saranno eletti, dipende dall’esito del ballottaggio).

Forza Italia: Cinzia Trinchese (1.950); Enzo De Lucia (1.420); Antonio Tufano (650); Carmela De Stefano (620); Roberto De Luca, Laura Napolitano, Michele Cutolo, Rino Barone e Angelo Siano sono tutti ricompresi nella forbice dei 400-500 voti, in caso di vittoria al ballottaggio del sindaco Geremia Biancardi saranno tutti eletti. Uniti per il Territorio: Raffaele Giugliano (500); Carmine Pizza (oltre 400). Centro Destra Nolano: Salvatore Notaro (oltre 300), seguito a qualche preferenza in meno da Antonio Manzi.

Coalizione Arturo Cutolo: Più Nola, il maggior numero di preferenze a Enzo Iovino (circa 800), segue Franca Romeo (290) e Francesco d’Angiò.

Coalizione Maria Franca Tripaldi: Io sto con la Tripaldi, maggior numero di preferenze a Umberto Bruno, seguono Antonio Pierno e Michele Ciniglio. PD-CITTA’ VIVA: il maggior numero di preferenze va a Luisa Marone (250), seguono Luigi Mauro (235) e il capolista Gianluca Napolitano (circa 200).

Coalizione Domenico Vitale: UDC-NCD la prima posizione a Carmela Scala (760 preferenze), seguita da Francesco Pizzella (730), Raffaele Parisi (circa 600 voti), Erasmo Caccavale (420); Nola Mia prima posizione per Felice Mercogliano (400), a seguire Carlo Giannini (180).

Carmela De Stefano

Carmela De Stefano

Le quote rosa nel nuovo consiglio comunale di Nola, a prescindere dall’esito del ballottaggio, saranno almeno sei: Cinzia Trinchese (FI), Carmela Scala (UDC), Carmela De Stefano (FI), Laura Napolitano (FI), Maria Franca Tripaldi (Io Sto con la Tripaldi), Luisa Marone (PD).

Al momento nessuna indiscrezione su eventuali apparentamenti per il ballottaggio, le coalizioni hanno fino a domenica (sette giorni prima della data del ballottaggio, previsto per l’8 giugno) per decidere.

Tra i consiglieri uscenti che rischiano di perdere il “treno” della rielezione figurano Francesco Maggio, Raffaele Mauro, Antonio Annunziata, Pasquale Petillo, Umberto Bruno e Franco Nappi. Oltre che dal responso del ballottaggio la carriera politica di alcuni uscenti dipenderà anche dalla formazione dell’esecutivo, ancora presto per decidere.

di ra.na.

Navigazione articolo