ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “Mag 13, 2014”

NOLA. TUTTI I NOMI DEGLI SCRUTATORI SORTEGGIATI E DEI PRESIDENTI DI SEGGIO (NOMINATI DALLA CORTE D’APPELLO) PER LE ELEZIONI DEL 25 MAGGIO 2014

Il commissario ad acta, Sergio Martino, nominato dalla prefettura di Napoli in sostituzione della commissione elettorale comunale, nella giornata di ieri in una gremita aula consiliare (oltre cento persone tra giovani, disoccupati e casalinghe) ha proceduto al sorteggio degli scrutatori per le elezioni europee ed amministrative del 25 maggio prossimo.

Dopo oltre tre ore per la preparazione dell’urna senza l’ausilio delle moderne tecnologie (2860 iscritti al registro comunale degli scrutatori) sono stati estratti i 140 fortunati, più 40 supplenti in caso di rinuncia da parte dei titolari.

– ECCO I NOMI –

TITOLARI: Meo Giovanni, Frecentese Ciro, Merone Gaetana, Nocilla Antonio,Loiacono Maria Luisa, Spiezia Luisa,Giugliano Giancarmine, Di Domenico Romolo, Cicino Luigi, Sena Maria, Navarra Giuseppe, Arianna Maria, Cassese Maria Rosaria, Auriemma Raffaele, Chiaravalle Felicetta, Guerriero Carmenlina, D’Anna Raffaele, Pacchiano Maria Stella, Ruggiero Luciana, Vitale Maria, Capano Maria Simone, De Lucia Francesco Paolo, Della Pietra Valentina, Ferro Gennaro, Falcetta Domenico, Raiola Paola, Palma Michela, Franzese Saverio, Della Pietra Angelica, Manganiello Giovanni, Ciccarelli Pietro Antonio, Franzese Mario, Marotta Santolo, Barone Filomena, Presta Romilde, D’Ascoli Maria, Napolitano Santa, Castaldo Maria Anna, Buonaguro Sabatino, Giannetti Melania, Centanni Filomena, Buonauro Agostino, Mauro Francesco, Napolitano Luisa, Caccavale Carmela, Di Domenico Daniela, Parisi Annarita, Napolitano Maria Franca; Battipaglia Giacomo, Alfano Pia, Sommese Emilia; Vogne Genoeffa, Bove Antonella, Ceparano Salvatore, Malangone Elisa, Bozzolo Valentina, Balletta Giuseppina, Nappi Claudia, Tizzano Giovanni, Alfieri Anna, Sommese Claudio, Tizzano Paolino, Rea Annunziata, Buonauro Carlo, Compagnone Nicola, Nunziata Biagio, Mucerino Maria Antonia, Minieri Filomena Aleandra, De Stefano Anna, Giglio Gianluca, Scotti Paolo, Di Domenico maria, Perretti Domenico, De Sarno Giuseppe, Ferraro Adele Rosaria Patrizia, Donnarumma Agnese, Napolitano Maddalena, Tufano Elena, Palmese Bettina, Tarantino Fabio, Renzullo Andrea, Romeo Maria, Addeo Annamaria, La Marca Lucia, Marseglia Maria, Buonaguro Giuseppina, Montone Carla, De Stefano Salvatore, La Marca Tobia, Perretta Serena, Ruggiero Alberto, Barone Maria, Bucci Annalisa, Raiola Anna, Cutolo Adele, Vitalone Raffaele, Napolitano Raffaele, Chiara Caterina, Napolitano Anna, Simonetti Mario, Caliendo Florentina, Spampanata Paola, Caliendo Carmine, Bussone Michele, Tudisco Antonia, Alfieri Alberta Maria Rosaria, Arena Patrizia, Polizi Antonietta, De Rosa Diego, Armano Marco, Genna Claudia, Vitale Santina, Sodano Giuseppe, Notaro Fiora, Iannarelli Noemi, Cesarano Rosa, Tuccillo Lucia, Monticelli Sabato, Rocco Vincenzo, Simonetti Maria Rosaria, Di Lorenzo Giacomo, Notaro Carmen, Nocilla Mario, Coppola Giuseppe, Foglia Antonio, Zenna Maria Angela, Napolitano Marinella Anna, Maddaloni Vittorio, Napolitano Monica, Nappi Abbondanza, Liana Maria Luisa, Buonauro Massimo, Caiazzo Maria, Costa Ilma, Allocca Ida, Del Vecchio Angelo, Annunziata Lucia, Riccardi Pasqualina, De Sena Domenico, Marciano Luigi, Mazzocchi Giovanni, Iorio Emanuela, Guida Alessandro, Nunziata Maria Antonia, Coppola Patrizia, Mercogliano Pasquale, De Vivo Francesco, Tufano Giuseppina, Napolitano Francesco, Scala Andrea, Fedele Giuseppe, Santi Teresa, La Marca Speranza.

SUPPLENTI (in caso di rinuncia dei titolari): Campagnuolo Caterina, Sommese Giovanna, Della Pietra Giulia, Fusco Maria, Meo Michele, Castaldo Alessandro, Mutone Annalisa, Vaiano Patrizio, De Feo Vittorio, Rubino Annalisa, Pizza Mario, Gatta Luigi, Forino Franco, Franzese Rosanna, Arvonio Giuseppina, Napolitano Antongiulio, Maddaloni Giovanna, Allocca Ferdinando, Bifulco Anna, Profeta Gaetano, Esposito Giusy, Marotta Antonio, De Rosa Clemente, Cippolaro Mario, D’Anna Giovanna, Granata Rosa, Buonaguro Pasqualina, Rondine Luigi, Simonetti Cristina, Ciringiò Katty, Napolitano Maria, Caliendo Anna, Meo Daniela, Notaro Giovanni, D’Urso Donata, Chirico Maria, Guerriero Giuseppe, De Falco Antonella, Cocozza Rita, Tulimieri Lucia.

I messi notificatori del comune provvederanno a recapitare agli aventi diritto la nomina con l’assegnazione del seggio.

– ELENCO DEI 38 PRESIDENTI DI SEGGIO –

Sez. 1 Tudisco Giuseppe (03 09 1986); Sez. 2 Trinchese Geremia (24 07 83); Sez. 3 Florio Floriana (25 02 74); Sez. 4 Del Vecchio Maria Rosaria (14 03 91); Sez. 5 Balzano Giovanni (06 11 54); Sez. 6 Della Pietra Valentina (28 09 79); Sez. 7 Paolella Antonio (31 10 59); Sez.8 Capano Luigia (13 07 83); Sez. 9 Alloggio Giovanna (11 07 81); Sez. 10 Della Marca Maria; Sez.11 De Lucia Angelo (28 07 79); Sez. 12 Tedeschi Maurizio (28 07 82); Sez. 13 Rinunciatario in attesa di sostituzione; Sez. 14 Maffettone Giuseppe (07 11 85); Sez. 15 Guida Giovanni Luca (08 05 71); Sez. 16 Rinunciatario in attesa di sostituzione; Sez. 17 Del Pino Tommasina (23 01 54); Sez. 18 Ferniani Carl0 (17 01 88); Sez. 19 Sorrentino Felice (22 02 82); Sez. 20 Florio Armando (31 07 71); Sez. 21 Montanino Loredana (21 12 75); Sez. 22 D’Avanzo Giovanni (16 09 82); Sez. 23 Tafuro Maria (07 04 78); Sez. 24 Tudisco Antonia (19 11 82); Sez. 25 Sautariello Carmine (30 10 86); Sez. 26 Bernando Giovanna (07 10 72); Sez. 27 Ferrara Ernesto (18 07 72); Sez. 28 Ambra Anna (07 05 75); Sez. 29 Tudisco Giuseppe (04 09 79); Sez.30 Del Piano Antonio (08 06 76); Sez. 31 Fusco Carlo (10 03 82); Sez. 32 Lanzaro Giuseppina (26 02 78); Sez. 33 Ruggiero Michela (09 04 81); Sez. 34 Morisco Fabio (08 07 81); Sez. 35 Reale Valentina (12 06 84); Sez. 36 Campanella Savina (28 05 77); Sez. 37 Di Napoli Giulia (11 03 70); Sez. 38 Aliperti Umberto (14 06 84); Sez. 38bis De Rosa Patrizia (14 06 87).

L’elenco dei presidenti di seggio potrà subire variazioni a causa di rinunce di alcuni nominati.

Intanto il dirigente agli affari generali Paolino Santaniello ha provveduto a pubblicare all’albo pretorio la determina di liquidazione dei primi compensi di lavoro straordinario per le elezioni europee ed amministrative a 22 dipendenti per il lavoro preparatorio alle consultazioni elettorali svolto dall’1 aprile al 30 aprile per un importo di € 13.449,60 di cui € 8.829,22 diurno ed € 4.620,38 per straordinario notturno e festivo.

Infine alla ditta EuroPrint di Sirignano per € 1.175,00+iva sono stati affidati servizi per la fornitura di materiale elettorale, mentre alla ditta Policastro Renting di Nola in via S. Massimo € 1.410,00+iva per il noleggio di quattro automezzi adeguati al trasporto di materiale occorrente per le elezioni.

di ra.na.

IL CIMITERO DI NOLA SARA’ MONUMENTALE

Nell’ultima Giunta comunale – su proposta congiunta dell’assessore alla Polizia Urbana e Cimiteri Vincenzo Napolitano e dell’assessore all’Urbanistica Roberto De Luca – è stata approvata una delibera per valorizzare il Cimitero di Nola trasformandolo in “Museo del Cimitero Monumento di Nola”.

Nel 1764 gli amministratori trasferirono le sepolture in aperta campagna, sito che diventerà poi il nucleo originario del Cimitero di Nola. I lavori interrotti per un lungo periodo, vennero ripresi nel 1820 e dalla cripta/ossario sottostante la Chiesa “madre” dell’attuale viale centrale, si edificarono nei vialetti adiacenti numerose cappelle gentilizie. Nel secondo dopoguerra si passò ad ampliare ad ovest il cimitero partendo dall’attuale Crocifisso. Il cimitero di Nola per l’eleganza del disegno e per il regolare compartimento è di particolare importanza, in quanto, i monumenti sepolcrali privati, per forme stilistiche architettoniche e l’elevata fattura, rappresentano una diversità ricca e artisticamente bella. Presenze di stile Eclettismo, Umbertino, Neo Rinascimento, Liberty, Art-Decò, Neo Gotico, Neo Barocco, Neo Romanico, rendono il Cimitero di Nola un patrimonio culturale di stili architettonici che vanno valorizzati attraverso la predisposizione di atti e procedure amministrative che consentono di investire economicamente sull’intera area cimiteriale di Nola. Insieme ad un censimento delle Cappelle gentilizie per individuare anche se vi sono necessità di vincoli, si provvederà ad un censimento anche delle nicchie nella parte centrale del cimitero.

“Questi interventi che l’amministrazione comunale sta predisponendo serviranno a migliorare la città – ha dichiarato l’assessore Vincenzo Napolitano – C’è chi ci critica che solo adesso stiamo accelerando le cose e i lavori, in tutta la città di Nola. Meglio adesso che mai! Da parte nostra c’è tutta la buona volontà del fare nell’interesse dei cittadini, i nolani decideranno il 25 maggio se io e gli altri amministratori di Nola possiamo continuare a fare bene il nostro lavoro, nel frattempo, fino al giorno dell’insediamento del nuovo consiglio comunale, continuerò a fare ciò che è di mia competenza assessoriale”.

(red)

NOLA, SCAVI ARCHEOLOGICI RIDOTTI A DISCARICA | LA DENUNCIA DI RIFIUTARSI

rifiutarsi denuncia piazza d'armiSi fa presto a riempirsi la bocca con la parola cultura. Non altrettanto a fare qualcosa di concreto per tutelarla.

Ecco come si presentano gli scavi archeologici del castello medioevale nei pressi di Piazza D’Armi a Nola. L’enorme struttura, emersa durante i lavori per la costruzione dell’eterno incompleto Museo della Cartapesta, è ridotta ad una discarica a cielo aperto da almeno 2 anni.

Come si può vedere dalle foto, qui vengono scaricati rifiuti urbani e speciali nella più totale impunità e in pieno centro cittadino. In particolar modo si possono individuare: quintali di rifiuti talquale, chili di polistirolo, sedie di plastica, vestiti, materassi, frigoriferi, diversi televisori, monitor informatici, tubi e fili elettrici, bidoni e bidoncini di pittura e solventi, pneumatici e quintali di scarti della lavorazione edile. Il tutto viene sversato non solo attorno, ma soprattutto all’interno degli scavi. Tanto è vero che alcuni resti archeologici sono quasi completamente scomparsi, ricoperti da vegetazione e rifiuti.

Ancora una volta l’incuria, l’abbandono e il totale disinteresse delle istituzioni hanno ridotto un tesoro in una pattumiera. Dopo l’interramento del Villaggio Preistorico invaso dall’acqua, questa è l’ennesima aggressione alla nostra cultura e al nostro territorio.

Un altro risultato importante per la cosiddetta “politica del fare” del sindaco Geremia Biancardi e dell’assessore alla cultura Cinzia Trinchese. Politica che a Nola fa acqua da tutte le parti.

di Rifiutarsi

Navigazione articolo