ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “maggio 3, 2014”

NOLA. AREA EX CARDUCCI, APERTA LA PASSEGGIATA IN VIA VINCENZO LA ROCCA

Consegnata questa mattina alla Città di Nola l’area esterna dell’ex palestra Carducci, sottoposta a lavori di riqualificazione su iniziativa dell’amministrazione comunale e ad opera della ditta affidataria T&T Italia.

“Un semplice brindisi ed una torta benaugurante – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi – per l’inaugurazione vera e propria bisognerà attendere ancora qualche settimana, condizioni meteorologiche permettendo, con la consegna dell’area archeologica e annesso parcheggio a raso. Oggi – ha continuato la fascia tricolore bruniana – abbiamo voluto rendere fruibile per la cittadinanza la passeggiata in via Vincenzo La Rocca e dare nel contempo una veduta di quello che è stato realizzato. Senza ombra di smentita – ha concluso Biancardi – e con orgoglio posso affermare che l’opera in questione è la più importante realizzata a Nola negli ultimi venti anni”.

brindisi parcheggio opson“Ormai siamo in dirittura d’arrivo per il completamento dell’opera – ha dichiarato il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Enzo De Lucia – All’interno del perimetro l’area per le manifestazioni estive è già pronta mentre lunedì le maestranze della ditta affidataria saranno impegnate sia per la sistemazione dell’area archeologica (tutto a vista) che per il montaggio dei green parking per circa 100 posti auto”.

“Vorrei sottolineare – ha aggiunto l’assessore ai beni culturali Cinzia Trinchese – che con la consegna dell’auditorium di oltre 400 posti e la ristrutturazione dell’ex carcere di via Merliano la Cultura nolana può guardare con ottimismo al futuro, a prescindere da chi sarà chiamato ad amministrare”.

di Autilia Napolitano

NOLA. ACQUA PUBBLICA, M5S: “LA TRIPALDI SI ATTRIBUISCE MERITI NON SUOI”

Dopo la ben studiata ed “homemade” intervista rilasciata dalla candidata sindaco Maria Franca Tripaldi, il M5S Nola sente l’esigenza di fare chiarezza, invitando tutti a prendere seriamente a cuore l’impegno che, fino ad ora, oltre alle parole della candidata sindaco non vede ancora nessuna firma sulla dichiarazione di impegno ad aderire alla rete dei sindaci.

Ed anzi, la candidata sindaco pare attribuirsi meriti non suoi, quando afferma di non averci mai visto in dieci anni di lotte. Vogliamo ricordare alla Sig.ra Tripaldi che le liste che fanno parte della Sua coalizione, la appoggiano solo in quanto vincitrice delle primarie del centrosinistra. E vincere le primarie non significa potersi attribuire gli anni di lotta posti in essere dai rappresentanti delle altre liste, Città Viva in particolare.

Ed infatti, nel programma della lista “Io sto con la Tripaldi”, udite udite, nonostante la presenza di tre candidati di Sel area nolana (che davvero ha sostenuto la lotta per l’acqua pubblica), non vi è menzione, nemmeno un accenno a dire il vero, alla problematica dell’acqua pubblica. Ennesima sconfitta nella sconfitta per i ragazzi di Sel che reclamano di dare voce alla sinistra, senza avere avuto nemmeno la possibilità di inserire nel suddetto programma un punto così importante.

Ma vi è di più. E ci rivolgiamo direttamente a Lei, Maria Francesca.

Un anno fa, probabilmente, Lei nemmeno conosceva le persone che si sono realmente prodigate e battute per scrivere quella dichiarazione di impegno. Noi conosciamo bene i ragazzi di Città Viva, del Comitato Civico e di Sel. Ed accettiamo critiche, purchè costruttive, da parte loro ma di certo non da Lei. Il moVimento nasce proprio per dare manforte a quei cittadini ed a quelle associazioni che già esistono da anni sul territorio e di cui, purtroppo, la politica si ricorda solo un mese prima delle elezioni.

Veniamo alla franchezza. Lei dice di aver firmato “da tempo” la dichiarazione di impegno. Tuttavia, Gianluca Napolitano, il giorno 30 Aprile 2014 affermava: “se non l’avesse già fatto oggi, Mariafranca Tripaldi sottoscriverà l’impegno”.

Piccola bugia o mancata concertazione con tutti i sostenitori della coalizione? Certo è chel’ingranaggio è già inceppato.

Ad ogni modo, volendo smorzare i toni della polemica, che Lei abbia firmato davvero o no, poco importa. Ci basta la Sua parola di donna e di mamma e siamo consapevoli che proprio grazie a coloro che sostengono quelle liste, che davvero si sono spesi per l’acqua bene comune, lotteremo insieme per raggiungere il risultato di dire finalmente: No alla Gori!

di M5S Nola

Navigazione articolo