ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

NOLA. ELEZIONI, ULTIMA ORA: RINO BARONE RESTA IN FORZA ITALIA E LUIGI MAURO ENTRA NEL LISTONE PD-CITTA’ VIVA

La lista dei pentastellati nolani con Armando Vallone candidato a Sindaco ha creato un certo malumore tra gli attivisti del movimento per mancanza di coordinamento.

Intanto la coalizione “Nola che Cambia” con Maria Franca Tripaldi candidata a Sindaco (PD-Città Viva, SEL, Io sto con la Tripaldi) ha ratificato a maggioranza la richiesta di sostegno alla coalizione avanzata da Gaetano, Luigi, Felice ed Antonio Mauro con la lista civica “I Riformisti per Nola”. E’ oramai cosa fatta la candidatura di Luigi Mauro nel listone unico del PD-Città Viva. Francesco Passaro, candidato del PD alle primarie del 9 marzo, ha invece rinunciato alla candidatura. Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) sarà presente con quattro candidati nella lista civica “Io sto con la Tripaldi”.

I colpi finali del mercato elettorale sono a vantaggio di Forza Italia con la candidatura di Vincenzo Del Vecchio, ex consigliere comunale di Pozzo e Ceravolo, sostenuta da molti giovani e dal medico La Marca. Anche l’assessore alla P.I. Rino Barone ha sciolto la riserva restando in Forza Italia.

Nel “Centrodestra Nolano per Biancardi Sindaco” si registra la rinuncia di Romualdo Magliulo.

Anche nell’UDC-NCD si registra la rinuncia di Giovanni Carrella e l’accettazione della candidatura di Erasmo Caccavale, assessore uscente alla Polizia Municipale.

di ra.na.

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “NOLA. ELEZIONI, ULTIMA ORA: RINO BARONE RESTA IN FORZA ITALIA E LUIGI MAURO ENTRA NEL LISTONE PD-CITTA’ VIVA

  1. Dario in ha detto:

    Il Tribunale di sorveglianza di Milano ha deciso: Silvio Berlusconi sconterà la pena facendo assistenza agli anziani. Praticamente la stessa punizione che è toccata a Francesca Pascale… Peccato soltanto che non sia più premier, sennò dopo il presidente operaio, sarebbe diventato il presidente badante. Comunque alla fine Berlusconi primeggerà sicuramente anche in questo nuovo ruolo, passando – senza soluzione di continuità – dall’essere leader del centrodestra a leader del centro anziani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: