ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “aprile 7, 2014”

NOLA. GIGLI: COMITATO 12-7-12 VS FONDAZIONE, LA BATTAGLIA (A SUON DI CARTE BOLLATE!) CONTINUA…

Continua la querelle tra la Fondazione Festa dei Gigli di Nola e il Comitato Culturale Nolano 12-7-12, all’indomani delle dichiarazioni rese dal presidente della Fondazione Raffaele Soprano in merito alle presunte dimissioni di Antonio Daniele da componente del CDA, “annunciate” in pompa magna dal Comitato stesso con una nota e non personalmente dal soggetto coinvolto, tra l’altro in quei giorni all’estero per motivi di lavoro. Il Comitato Culturale Nolano 12-7-12 rende noto oggi il documento ufficiale (VEDI) con il quale il sindaco di Nola, Geremia Biancardi, il 12 novembre 2012 chiede allo stesso Comitato l’indicazione di un nominativo che possa rappresentare il sodalizio nel CDA della Fondazione Festa dei Gigli di Nola.

Di seguito il testo integrale della nota inviata dal Comitato Culturale Nolano 12-7-12:

Caro Presidente, ovviamente non abbiamo la presunzione di conoscere i requisiti che, secondo il Sindaco, lei aveva per essere nominato all’interno del CDA della Fondazione Festa dei Gigli. Ma, invece, conosciamo bene il “requisito” per l’ottenimento della nomina del dott. Antonio Daniele, era ed è l’appartenenza al nostro gruppo e non il suo essere un “luminare” della Festa di San Paolino. Il Comitato decise (con tanto di verbale interno) che il proprio portavoce, il Dottor Antonio Daniele, aveva l’input categorico di presentarsi al CDA della Fondazione Festa dei Gigli mettendo in chiaro da subito chi rappresentasse. Come dimostrato, con il documento del Sindaco di Nola, il Dottor Antonio Daniele rappresenta, di fatto, il Comitato 12-7-12. Perdendo il nostro appoggio, con la richiesta di dimissioni, vengono “meno” i requisiti. In virtù della “sinergia” e della “necessità di confrontarsi con il socio unico, il comune di Nola”, da lei sempre evidenziate, non crediamo che il “socio unico”, rappresentato dal Sindaco Geremia Biancardi, non le abbia mai detto chi rappresentasse chi.

Qualora ci fossero state queste mancanze, prima del nostro portavoce e poi del Sindaco, vorremmo sapere come fa a dichiarare che il Dottor Daniele: “..non rappresenta alcun comitato..” se in data 20 settembre 2013, durante una conferenza stampa da Lei presieduta, mettemmo in chiaro, a parole, il tutto. Rafforzammo, dopo pochi giorni, la nostra posizione attraverso un comunicato in cui dichiaravamo: “Sono passati 4 mesi da quando la Fondazione Festa dei Gigli ha iniziato a lavorare. In questi mesi il Comitato, avendo all’interno della stessa un proprio esponente (Antonio Daniele), ha ritenuto opportuno stare a guardare per controllare e valutare i lavori della Fondazione e denunciare eventuali condizioni di difficoltà in cui il Cda potrebbe trovarsi ad operare…”.

In quella occasione lei ci rispose attraverso il “solito” blog, ciò vuol dire che è consapevole e non all’oscuro come erroneamente ha dichiarato in questi giorni.

Ma se volessimo esaminar meglio le sue parole Presidente, affermazioni da lei fatte, tra cui: “..non rappresenta alcun comitato..”, potremmo convenire che potrebbe anche aver ragione. Ci ha ricordato, in effetti, che non abbiamo ancora scelto un nome che ci rappresenti all’interno del CDA della Fondazione Festa dei Gigli, come richiesto dal Sindaco tramite quel documento in nostro possesso. Quindi, tirando le somme, chiediamo di mettervi d’accordo, abbiamo o non abbiamo questo “portavoce”? Se la risposta è affermativa, lo Stesso deve dimettersi perché perde il requisito fondamentale, ovvero quell’appoggio del suo gruppo per cui è entrato nel CDA della Fondazione, se negativa vuol dire che abbiamo ancora la facoltà di scegliere un “nome” tra “noi” per la Fondazione.

Presidente si ricordi: “simul stabunt vel simul cadent” “come insieme staranno così insieme cadranno”!!!”.

(red)

NOLA. COMUNALI, DOPO L’ADDIO AI CENTRISTI DI ‘RINASCITA NOLANA’ ARRIVA ANCHE LA ‘PAUSA DI RIFLESSIONE’ DEL NUOVO PSI

Paolino SantanielloIl protagonista indiscusso della (pre)campagna elettorale è stato senza ombra di dubbio Paolino Santaniello. Fin dalla prima intervista rilasciata al nostro blog in cui annunciava la sua candidatura a sindaco, non solo sui social network ma anche in città, tra le strade di Nola ed in piazza Duomo, la notizia viaggiava a 240 km orari.

Alla fine per propria scelta ma anche con un pizzico di rabbia ha deciso di fare un passo indietro, ma anche in questo caso è rimasto protagonista. Proprio l’uscita di scena di Paolino Santaniello ha infatti provocato il ritiro della lista civica “Rinascita Nolana” dalla coalizione dei moderati da parte del suo promotore, il medico Felice Mauro. E proprio su questa notizia, che ha creato stupore nella coalizione dei moderati, chiediamo un commento a caldo al Santaniello.

“Sono molto meravigliato – esordisce Paolino Santaniello – della decisione di ritirare la lista civica ‘Rinascita Nolana’ da parte del suo promotore Felice Mauro a causa della mia rinuncia a capeggiare per le elezioni amministrative la coalizione dei moderati, ma il nostro progetto politico si basava sull’alternativa all’attuale amministrazione e non era certamente vincolata alla persona. Ho sempre dichiarato – continua Santaniello – all’interno dei miei sostenitori che, in caso ci fosse stata la necessità di aggregare più forze politiche su una candidatura diversa da quella del sottoscritto, non sarebbe stato un problema un mio passo indietro. L’obiettivo era quello di avere una candidatura autorevole e di prestigio, così come è stato con la nomina di Domenico Vitale”.

Con l’uscita della lista civica “Rinascita Nolana” la coalizione dei moderati si indebolisce?

“Rispetto le scelte – chiosa Santaniello – ma la lista ‘Rinascita Nolana’ sarà sostituita all’interno della coalizione con un’altra civica, ‘Nola Mia’. Contraccolpi elettorali non ci saranno, la coalizione gode di ottima salute, anzi le anticipo che stasera ci sarà un incontro di tutte le forze politiche della coalizione con la stesura di un documento politico finale. Mercoledì o giovedì prossimo ci sarà anche la benedizione finale da parte dell’on. Gioacchino Alfano del Nuovo Centrodestra. Le liste son pronte, anzi abbiamo problemi di abbondanza. Per quanto riguarda le candidature la scelta sarà fatta in maniera oculata, tenendo presente soprattutto la competenza”.

Intanto, anche se non ancora ufficiale, una “pausa di riflessione politica” arriva anche dal Nuovo PSI. Antonio Mauro, promotore della lista, non si sbilancia ma fa capire che entro quarantotto ore, dopo una consultazione con i propri sostenitori, sarà presa una decisione definitiva, anche perché sono ancora aperte le ferite della passata consiliatura.

di ra.na.

Navigazione articolo