ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “dicembre 12, 2013”

PRIMARIE PD: I DATI, LE CURIOSITA’ E I COMMENTI DEL CIRCOLO NOLANO

Per le primarie del Pd a Napoli e provincia hanno votato circa ottantamila persone. Renzi stravince con il 64%, Cuperlo si ferma al 25,3% e Civati al 9,7%.

I risultati dell’area nolana:

Cimitile: votanti 227; Renzi 182, Cuperlo 34, Civati 11;

Camposano: votanti 132; Renzi 58, Cuperlo 22, Civati 42;

Casamarciano: votanti 118; Renzi 69, Cuperlo 41, Civati 8;

Nola: votanti 410; Renzi 297, Cuperlo 63, Civati 50;

Roccarainola: votanti 122; Renzi 105, Cuperlo 7, Civati 10;

S. Paolo Belsito: votanti 98; Renzi 83, Cuperlo 9, Civati 6;

Tufino: votanti 145; Renzi 128, Cuperlo 13, Civati 4;

Saviano: votanti 301; Renzi 220, Cuperlo 31, Civati 50;

Liveri: votanti 24; Renzi 10, Cuperlo 4, Civati 10.

Per le primarie dell’anno scorso al primo turno i votanti furono per Nola 743, Camposano 56, Cimitile 129, Comiziano 64, Casamarciano 187, Cicciano 309, Roccarainola 102, Saviano 343, Tufino 267. Per le primarie a Nola si è votato solo presso la sede del Pd in via Tansillo mentre l’anno scorso i seggi furono quattro: presso la CGIL, Fonseca 30, sede Pd e Piazzola di Nola. Nell’area nolana Renzi ha ottenuto il 69,00% mentre l’anno scorso il 36,5% al primo turno e il 34,5% al secondo turno. A votare quest’anno per le primarie del Pd a Nola anche il consigliere comunale del Pdl Enzo Iovino. Da più parti si è detto più per somiglianza somatica con Renzi che per le sue idee politiche, che restano di centrodestra. Viene confermato che non ha votato nessuno della frazione di Polvica mentre i Piazzolesi che hanno partecipato alle primarie sono stati una cinquantina.

Il Coordinamento del Partito Democratico di Nola intanto esprime soddisfazione per il regolare svolgimento delle Primarie. “Pur impegnati nelle numerose e importanti manifestazioni di carattere religioso e culturale in programma in città, un buon numero di nolani ha scelto di aderire a questo importante percorso di partecipazione per la scelta del segretario nazionale del nostro partito – si legge in una nota stampa del Pd Nola –. In linea con le statistiche nazionali, i dati espressi da Nola evidenziano il bisogno e la volontà di un forte e sostanziale cambiamento, esigendo dallo scenario nazionale quel rinnovamento di persone, temi e linguaggi troppe volte annunciato e mai realmente percepito dai Democratici di tutta Italia. Oltre il 70% dei votanti nella nostra città, andando aldilà delle percentuali nazionali, ha scelto indiscutibilmente la forza rinnovatrice della proposta politica del Segretario eletto Matteo Renzi, premiando chi andando oltre gli schemi tradizionali riesce a mettere a disposizione del Partito Democratico e del paese intero, nuove idee e nuove capacità. Tutto questo rafforza ancora di più l’impegno di questo Coordinamento nel rilancio della centralità di Nola nelle dinamiche politiche dell’intero collegio elettorale, mettendo la nostra città, fin troppe volte dimenticata, sotto la necessaria lente d’ingrandimento di un nuovo e rinnovato Partito Democratico”.

di ra.na.

NOLA. MERCATO INFRASETTIMANALE, SUCCESSO DELLA TASK-FORCE PER STANARE MOROSI E ABUSIVI

La lotta agli abusivi del mercato infrasettimanale di piazza d’Armi continua senza sosta.

Ieri mattina la task-force messa su dal dirigente della Polizia Municipale Felice Maggio e formata dal tenente Paolino Maddaloni e dagli istruttori Mugione, Caccavale, Della Pietra, Di Marzo e Frescentese, ha prodotto i suoi effetti positivi. Sono scattati i controlli sugli operatori itineranti (dove l’abusivismo è molto marcato); sono stati fermati 12 extra-comunitari di cui otto sono stati trovati regolari e solo identificati, mentre per 4 (irregolari) è scattato il sequestro della merce in quanto sprovvisti di qualsiasi autorizzazione. La merce sequestrata è stata depositata negli uffici del comando di Polizia Municipale; prossimamente saranno effettuati i controlli anche nel settore alimentare, soprattutto sugli itineranti, i quali spesso creano disagi e danni ai frequentatori del mercato. La settimana scorsa furono elevati ben 52 divieti di accesso di operatori al mercato; circa una quarantina immediatamente regolarizzarono la loro posizione di morosità. Due allontanamenti definitivi ed otto verbali da € 50,00 per avere montato lo stand fuori dalle strisce dei box. Basti pensare che a settembre, su una previsione di entrata di € 145.000,00, erano stati riscossi solo 45.000,00 euro, con una differenza di € 95.000,00, mentre ad oggi i morosi sono notevolmente diminuiti. Su una previsione annuale di € 200.000,00 sono stati incassati oltre 190.000,00 euro; come si vede nel giro di qualche mese gli incassi sono più che triplicati rispetto ai 9 mesi precedenti. L’area di piazza a’Armi adibita a mercato infrasettimanale dispone di 358 box, gli operatori che ne hanno fatto richiesta (per la verità alcuni hanno disponibili anche più di un box) sono 328, mediamente il numero degli spuntisti (di coloro che non hanno assegnato un box ma che utilizzano settimanalmente le aree non assegnate) sono circa una trentina.

“La decisione di effettuare i controlli – dichiara il dirigente Maggio – è dipesa essenzialmente dalle riscossioni abbastanza ridotte rispetto alle previsioni degli incassi, e nonostante la revoca dell’autorizzazione, notificata ai sensi dell’articolo 15 del regolamento, gli operatori commerciali continuavano ad accedere al mercato infrasettimanale. Nelle scorse settimane sono stati scovati numerosi morosi, molti dei quali hanno provveduto a sanare la morosità – continua Maggio – e soltanto alcuni sono stati allontanati per non aver sanato la morosità. La dipendente Nicoletta Nappi ha già predisposto altre ordinanze, in caso di non regolarizzazione i pochissimi operatori che non hanno regolarizzato la loro posizione non accederanno al mercato. Ora occorre dare risposte concrete agli operatori in regola; abbiamo l’obbligo di tutelarli soprattutto sotto l’aspetto igienico-sanitario e dall’invadenza degli abusivi, inoltre dobbiamo disporre il posizionamento dei bagni chimici ed individuare la giusta soluzione per la vendita dei prodotti alimentari ed ittici, per questo ultimo problema ho già avuto contatti con l’ufficio veterinario dell’ASL. Nelle prossime settimane ci attiveremo per vietare l’accesso ai carrettini (prevalentemente abusivi) che tra l’altro ostruiscono gli accessi nei vari settori, creando notevoli disagi (anche dal punto di vista della sicurezza) ai frequentatori del mercato”.

“Non avevo dubbi – esordisce l’assessore al ramo Erasmo Caccavale – sul fatto che il dirigente Maggio riuscisse a motivare il personale e risolvere i tanti cronici problemi che affliggono il settore; ora mi aspetto dal dirigente lo stesso impegno per poter assumere unità a tempo determinato (tra l’altro è definitiva da oltre due mesi la graduatoria della selezione pubblica espletata a giugno dell’anno scorso) per intensificare i controlli sul territorio e combattere l’abbandono dei rifiuti (specie in periferia) da parte di cittadini incivili”.

di Autilia Napolitano

Navigazione articolo