ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “dicembre 10, 2013”

NOLA. GIGLI E UNESCO, CRONACA E FOTO DI UNA GIORNATA MEMORABILE

piazza duomo panoramica follaQuella di domenica scorsa (8 dicembre, ndr) è stata una giornata storica, da incorniciare. Anche San Felice non ha voluto far mancare il suo segno con il miracolo della manna. I festeggiamenti per il sigillo Unesco sono iniziati sotto i migliori auspici.

cinzia trincheseTutto perfetto, curato nei minimi particolari dall’assessorato ai Beni culturali guidato dalla vulcanica Cinzia Trinchese, una donna che “barcolla ma non molla” – come ha dichiarato, a caldo, all’indomani dell’ambito riconoscimento –.

corteo storicoAd annunciare l’evento eccezionale del sigillo Unesco per il riconoscimento della Festa dei Gigli di Nola come bene immateriale dell’umanità (insieme alla Macchina di Santa Rosa di Viterbo, ai Candelieri Sassari e alla Varia di Palmi Calabro), il Corteo storico partito alle 16:30 (in punto!) da Palazzo Orsini in Piazza G. Bruno.

benedizione vescovo bandiere in cattedraleA seguire, in una gremita Cattedrale, la benedizione del pastore nolano, Beniamino Depalma, alle bandiere delle Corporazioni e a tutto il popolo nolano, una standing ovation (da stadio!) si è levata quando Sua Eccellenza ha dichiarato: “Auguri per questo traguardo tanto desiderato, oggi è un grande momento, ma anche una grande responsabilità; un grande peso sulle spalle dei nolani. La Festa dei Gigli non può essere quella che è stata in questi anni, ma deve essere una Festa con profondi contenuti. L’Unesco ha riconosciuto che sotto questa Festa ci sono motivazioni sociali e culturali per vivere una vita più dignitosa. Voglio augurarmi – ha continuato il presule – innanzitutto che ci sia coraggio da parte dei paesi vicini di non scimmiottare ciò che non appartiene alla loro cultura. La Festa dei Gigli di Nola non è coreografia, spettacolo, ma ha una storia che appartiene alla nostra città. Lo sforzo che devono fare i paesi vicini è riscoprire e valorizzare le loro radici. Spero tanto che la città di Nola come San Paolino sappia ascoltare il grido della povera gente e chiedere all’Unesco di nominare Nola città della solidarietà nella tradizione diSan Paolino”.

bandiere in cattedrale 2bandiere in cattedrale 1

istituzioni in corteoAlle 18:13 sono iniziati i festeggiamenti in Piazza Duomo, gremita all’inverosimile, con il posizionamento sul palco delle bandiere delle Corporazioni, la diretta TV su Capri Event e in streaming con Viterbo, Palmi Calabro e Sassari. “Un traguardo, quello del sigillo Unesco, voluto dalla città – ha dichiarato il sindaco di Nola, Geremia Biancardi –; oggi effettivamente occorre consapevolezza e responsabilità per l’obiettivo raggiunto, sono fiducioso che sapremo custodire ed onorare il riconoscimento ottenuto. Un ringraziamento a tutti coloro che in questi anni hanno lavorato per il progetto, pensato agli inizi del millennio con la valorizzazione didattica della Festa (in questo momento il pensiero va anche ai miei predecessori Serpico e Napolitano) ma concretizzatosi solo nel 2010 con la prima candidatura e finalmente con il riconoscimento nel 2013”.

fuochi municipioA seguire la prima tranche di fuochi pirotecnici dal tetto del Palazzo Comunale e la musica “The Queen” che hanno fatto da apripista alla gradevole e professionale sceneggiatura di luci di Piazza Duomo, visibile fino al 6 gennaio prossimo.

banda macedoneAlle 19:05 l’esibizione della banda macedone “Augusevi Dzambo Orchestra Rider”, undici elementi, la maggior parte trombettisti, che hanno deliziato per circa novanta minuti gli oltre diecimila spettatori accorsi per i festeggiamenti.

esibizione fanfareAlle 20:45 c’è stato il trionfo della Musica Nolana con l’esibizione delle fanfare, ad iniziare l’inno di San Paolino, cantato in coro da tutti i cantanti, a seguire dodici brani scelti tra il vastissimo repertorio della melodia nolana e il finale pirotecnico. Un grande successo ha riscosso la diretta televisiva e in streaming su Capri Event (canale 271 o 618 del digitale terrestre) e canale 879 di Sky, condotta da Autilia Napolitano da Piazza Duomo e Antonio D’Ascoli in studio. Una curiosità: a seguire l’evento in diretta – dai primi dati – oltre duecentomila spettatori; in streaming molti contatti dagli Stati Uniti, Germania, Francia ed Inghilterra.

di Veronica De Gennaro

Foto © ra.na. (clicca sulle immagini per ingrandire)

NOLA. GIGLI E UNESCO, GLI “AUGURI” DEL PAPA

In occasione del conferimento, da parte dell’Unesco, del riconoscimento di “bene immateriale dell’umanità” alla Festa dei Gigli, Papa Francesco ha inviato un messaggio al vescovo di Nola, Mons. Beniamino Depalma, nel quale si dice

Clicca sull’immagine in alto per leggere il messaggio del Papa

“spiritualmente unito alla gioia della popolazione (…) auspicando che il significativo evento rafforzi nelle famiglie, nelle nuove generazioni e nei credenti tutti fede viva, ferma speranza e carità operosa per essere testimoni privilegiati di speranza”.

Navigazione articolo