ilc@zziblog

di ra.na. & co… contro "il sistema" della camorra dell'usura e della violenza, è un blog indipendente, nato dall'idea di persone libere che hanno a cuore le sorti della loro terra, l'Area Nolana

Archivio per il giorno “ottobre 21, 2013”

NOLA. DAL CONGRESSO CITTADINO DEL PD ALLE LARGHE INTESE DEL SOCIALISTA MARIO SIMONETTI

Massimiliano Manfredi comizio finale NolaIl Partito Democratico bruniano sabato 26 e domenica 27 ottobre celebrerà il congresso cittadino.

Attualmente il partito è retto da una “triade” – Raffaella Mauro, Giovanna Conte e Salvatore Esposito –. Solo settantadue le iscrizioni, circa il 50% in meno rispetto al precedente tesseramento. I consiglieri comunali Salvatore Maffettone e Raffaele Giugliano non hanno rinnovato la tessera, tanto che da notizie assunte sono stati sollecitati a chiarire la loro posizione, anche se l’iscrizione (come del resto chiunque abbia intenzione di farlo) può essere fatta fino a sabato, inizio del congresso cittadino, pagando la quota di iscrizione che è di € 16,00. Il forte calo di iscrizioni, una costante in quasi tutti i circoli della provincia di Napoli e non solo, è dovuto essenzialmente a divergenze con la linea del partito a livello nazionale. Molti sostenitori del partito non hanno condiviso il governo delle larghe intese. I più attivi – una decina di persone – stanno lavorando per una lista unitaria. Si dovrà eleggere il coordinatore cittadino e probabilmente anche un presidente (previsto dal regolamento). Il presidente quasi sicuramente sarà eletto per acclamazione alla fine del dibattito congressuale mentre il segretario dovrà essere votato, anche se la lista sarà unitaria. Sui nomi al momento top secret, in pool position Raffaella Mauro (una delle attuali  reggenti ). Il direttivo non dovrebbe superare le dieci unità rispetto al precedente di trenta persone, molti dei quali hanno brillato per la loro assenza. Occhi puntati sul congresso del Pd anche da parte delle forze politiche alternative all’amministrazione Biancardi, anche perché negli ultimi tempi le riunioni del tavolo alternativo hanno avuto un freno che non è stato digerito soprattutto dal rappresentante dei Socialisti Mario Simonetti, il quale tuona: “Non è possibile che il Pd locale spesso assente al tavolo, non riesca a risolvere il problema dei consiglieri comunali e per giunta fa di tutto per porre ostacoli alla creazione di un interlocutore di livello superiore (provinciale o regionale) per discutere delle problematiche cittadine visto che in consiglio comunale attualmente il Pd non ha rappresentanti. Ribadisco – continua Simonetti – di non credere nei movimenti civici, quasi sempre sono destinati a fallire (esempio eloquente quello del 1964 con il giudice Giugliano, uomo di grosso spessore intellettuale e morale) o a sfociare nel qualunquismo; ogni operazione politica deve passare per i partiti, quindi il Pd deve chiarire la sua posizione. Questo immobilismo del Pd, probabilmente dovuto a problematiche interne non risolte e che nella precedente tornata elettorale hanno mortificato immeritatamente un partito costretto ad essere traino di modeste liste civiche, scavando una fossa profonda con il proprio elettorato, non è più giustificabile. Auspico che per il futuro ci possa essere un movimento dei moderati, non escludendo la partecipazione anche di un Pd rinnovato e con le idee chiare e soprattutto del Centro Democratico che a Nola nonostante la poco visibilità, con enormi sacrifici cerca di essere presente sui problemi. Ritengo che in questo grave momento il rilancio politico ed amministrativo di Nola passi attraverso un’amministrazione di larghe intese”.

di ra.na.

NOLA. CERTAME BRUNIANO, DAL TEMA AL SAGGIO BREVE

Un momento della passata edizione

Un momento della passata edizione

Bruno protagonista delle giornate di studio internazionali a Trento. Al via il bando per la XIII edizione del Certame Bruniano che si svolgerà nei giorni 4, 5 e 6 aprile 2014 – Scelta l’Opera. “Scompare” il tema sostituito dal saggio breve.

Da Nola a Trento nel nome di Giordano Bruno. Il pensiero del filosofo nolano al centro delle giornate internazioni di studio promosse ed organizzate dalla Fondazione Bruno Kessler e dal Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trento in collaborazione con diversi centri specializzati di ricerca europei. Una due giorni, in programma a Trento il 6 ed il 7 novembre prossimo, che avrà come tema “L’infinito di Bruno tra caccia filosofica e riforma religiosa: cosmologia, antropologia, etica, magia”. All’incontro indetto in occasione del 450° anniversario della chiusura del Concilio di Trento parteciperanno, tra gli altri, l’assessore ai beni culturali dell’ente di piazza Duomo, Cinzia Trinchese ed il prof. Aniello Montano, docente di filosofia presso l’università di Salerno e presidente della commissione esaminatrice del certame bruniano. Un momento importante, di ampio respiro culturale, durante il quale sarà presentato in anteprima la XIII edizione del certame bruniano in programma a Nola il 4, 5 e 6 aprile 2014 che, come da protocollo, coinvolgerà gli alunni degli istituti scolastici superiori italiani, universitari e stranieri. “La cena delle ceneri”, l’opera scelta dal presidente della commissione esaminatrice del concorso, il prof. Aniello Montano, sulla quale dovranno cimentarsi i ragazzi. Tante le novità in programma in questa XIII edizione come l’introduzione del saggio breve per i partecipanti che, di fatto, sostituisce il classico tema. Cinque i premi riservati agli alunni degli istituti superiori, rispettivamente di 2000, 1000, 700, 500 e 300 euro. Un premio per la sezione universitaria pari a 1000 euro ed un premio di 500 euro per gli istituti stranieri. “Un onore per la città e per la cultura nolana – ha dichiarato l’assessore Cinzia Trinchese –. Varcare i confini locali portando il nome di Bruno in un luogo da sempre deputato allo studio e all’approfondimento filosofico con studiosi di fama internazionale impreziosisce ulteriormente il valore che da ben tredici anni assume il nostro concorso. Un’edizione, quella del 2014, che si caratterizzerà per le grandi novità approntate, a cominciare dalla forma del certame che non prevederà più l’elaborazione di un tema bensì un saggio breve guidato con letture critiche. Un concorso a passo con i tempi che punta a bissare i numeri dello scorso anno in termini di adesioni con il coinvolgimento, ci auspichiamo, anche di istituti che in questi anni  non hanno mai partecipato”. “Promuovere il territorio puntando sulle sue eccellenze è la miglior strategia di successo per la creazione di concrete possibilità di spinte promozionali per la diffusione della cultura, con possibilità anche di ricadute economiche e sociali in termini di formazione – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi –. Il certame bruniano in questo è un fiore all’occhiello dell’intera area nolana che punta a far conoscere in Italia e all’estero la figura di Giordano Bruno attraverso un apposito concorso creando nel contempo valide e specifiche occasioni di scambio e crescita culturale tra le città che vi aderiscono. Grandi legami si sono consolidati in questi anni nel nome di Bruno e del suo pensiero ed oggi la partecipazione alle giornate di studio di Trento rappresenta un’ulteriore occasione di crescita e formazione culturale per la nostra città”.

di Autilia Napolitano

TAPPA NOLANA PER LA COMMISSIONE D’INCHIESTA ANTICAMORRA

cape mozze al comune di nolaLa commissione d’inchiesta “Anticamorra” della regione Campania, presieduta da Gianfranco Valiante, fa tappa a Nola.

Un’audizione con il sindaco Geremia Biancardi e gli amministratori comunali per porre l’attenzione sulle criticità in cui versa il territorio nolano per poi segnalarle agli organi competenti. Un incontro proficuo cui ha preso parte una nutrita rappresentanza di consiglieri ed assessori dell’ente di piazza Duomo impegnati, insieme ad associazioni, forze dell’ordine, procura, polizia e curia, nella lotta alla criminalità organizzata. “Nola non può certo definirsi un’oasi felice immune dalla camorra ma nemmeno una città in cui la criminalità possa considerarsi ramificata” è il coro unanime dei presenti. Soddisfatto dell’esito il presidente Valiante ha così commentato: “Ringraziamo il sindaco per aver risposto in modo positivo al nostro incontro. La nostra è una commissione itinerante che lavora di fianco all’amministrazione regionale facendosi portavoce dei problemi che interessano l’intera regione. Questa è la nostra 42’ tappa e con viva soddisfazione segnaliamo che non vi sono particolari criticità legate alla malavita organizzata. Teniamo alta comunque l’attenzione lavorando sinergicamente con tutte le forze del territorio evitando infiltrazioni nel nostro territorio”. “Dal 2009 ad oggi tante sono state le azioni di salvaguardia e tutela del territorio – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi –. L’adesione al consorzio Sole per i beni confiscati alla camorra e alla stazione unica appaltante per l’affidamento degli appalti sono solo alcuni esempi. La nostra è un’area a rischio ma, fortunatamente, sino a questo momento non contaminata da fenomeni preoccupanti legati alla criminalità. Io stesso come sindaco sono stato vittima per ben due volte di episodi criminosi non così gravi però da accettare la scorta. In questo devo dire grazie alla procura, ai carabinieri, alla polizia, alla curia per la rete di sensibilizzazione venutasi a creare consentendo di mantenere viva l’attenzione con azioni serie e di monitoraggio costante. Una questione che ci sta particolarmente a cuore è quella legata al problema rifiuti e colgo l’occasione per dire che a breve noi sindaci dell’area nolana sottoscriveremo una denuncia alla procura della repubblica di Nola per la questione dello stir di Tufino diventato di fatto serbatoio di rifiuti dei comuni del napoletano. E’ giunto il momento di dire basta”. “Mercoledì si riunirà la commissione trasparenza in regione e sottoporremo all’esame dei commissari la questione dello stir – ha dichiarato il presidente Valiante –. Sarà la nostra prima presa d’atto al termine di questo incontro il cui esito può considerarsi a tutti gli effetti positivo”.

di Autilia Napolitano

NOLA. VILLAGGIO DEL DIVERTIMENTO, ED E’ SUBITO SUCCESSO

villaggio divertimento nola 2013Giochi, gonfiabili, pop corn, zucchero filato, musica e tanto divertimento. Un pomeriggio da favola formato famiglia è quello vissuto l’altro giorno a Nola con “il villaggio del divertimento”, un vero e proprio parco giochi al naturale promosso ed organizzato dall’assessorato ai beni culturali dell’ente di piazza Duomo rivolto a tutti i bambini. Cinque ore di sano svago, dalle 17 alle 22, durante le quali centinaia di piccoli provenienti dall’intera area hanno avuto modo di dare sfogo alla loro creatività in un’esplosione di gioia e felicità. “Un vero successo – ha dichiarato l’assessore al ramo Cinzia Trinchese –. Vedere tanti bambini divertirsi nella propria città con i tanti giochi messi a loro disposizione è stato davvero emozionante. Così come gratificate è stato vedere tanti genitori affollare le strade del centro storico, complice anche una bellissima giornata di sole. Numerosi gli attestati di stima pervenuti al nostro ufficio all’indomani della manifestazione. Gratificazioni che ci spronano a proseguire in questa direzione consapevoli di regalare più di un sorriso e qualche ora di spensieratezza a costo zero. Un esperimento riuscito che già ci chiedono di replicare. Un impegno a cui di certo non ci sottrarremo con il supporto anche delle associazioni dei commercianti entusiaste della giornata trascorsa. Insieme si può. Ci aspetta un bel lavoro da fare”.

di Veronica De Gennaro

Navigazione articolo